Sette giorni, sette giorni solo e poi sarà tempo, per dirla all’inglese, del primo dei due MOTY (match of the year). O meglio, sarà la partita dell’anno per noi, che ormai non abbiamo più obiettivi al di fuori della ricerca di qualche momento di gioia europea. Per loro invece sarà una partita importante senza dubbio, ma sono in corsa anche su altri fronti. Da questo punto di vista sono sicuramente più tranquilli. E non potrebbe essere altrimenti dato che stanno viaggiando alla grande in patria. Al momento del sorteggio a dicembre non mi ero sbilanciato, in due mesi potevano cambiare di netto i giudizi sulle due squadre e così è stato.

Loro stanno bene, parecchio bene. Si sono messi definitivamente alle spalle la partenza di Cristiano Ronaldo e hanno trovato in Wayne Rooney il nuovo leader. L’inglesino è maturato tantissimo sotto la guida di Sir Alex Ferguson; è diventato micidiale in area di rigore, ma lo si trova a tutto campo: dove c’è bisogno, c’è Wayne, che sia in difesa, a centrocampo, in fascia o al centro. Ma guai a ridurre lo United al solo Rooney. Ferdinand e Vidic dietro, Evra in fascia, il dinamismo di Park e Nani. E ancora Scholes e Giggs, due per i quali gli anni passano con molta calma. Insomma, una gran squadra, che gioca a ritmi molto alti, due tocchi e via, il gioco che più può farci male.

Quanto a noi siamo sempre legati a quei due recuperi, quello quasi sicuro di Nesta e quello possibile di Pato. Senza di loro avremmo poche speranze. Un altro fattore di preoccupazione sta nel fatto che certe partite devi saperle giocare, la Champions è una competizione che ha tagliato le gambe a squadre e giocatori fortissimi, ma dalla scarsa personalità (Ibrahimovic su tutti). E allora mi chiedo: riusciranno i debuttanti Abate, Antonini, Thiago Silva, Borriello (e per certi versi Pato) a sostenere il peso di tale pressione? Io ho dubbi soprattutto sui due terzini, sempre che giochino entrambi. E quindi confido nei nostri eroi di tante battaglie europee, Nesta, Pirlo, Seedorf, Ambrosini e magari Pippo, chissà… Un pensiero va a Carletto, uno che certe partite sapeva come prepararle, fossi in Leonardo gli farei una telefonatina.

Ci giochiamo molto nella prima partita, in casa. Sbagliarla come è successo al derby significherebbe andare ad Old Trafford consapevoli di dover compiere un’impresa e con l’ennesima batosta al nostro morale. Approcciare bene l’andata sarà la cosa più importante, credo che stavolta un buon 60% della qualificazione ce lo si giochi a San Siro.

Posted by LaPauraFa80

65 Comments

  1. “E allora mi chiedo: riusciranno i debuttanti Abate, Antonini, Thiago Silva, Borriello (e per certi versi Pato) a sostenere il peso di tale pressione?”

    NO!

  2. ogni giorno ne arriva uno…

  3. recuperano pato nesta e zambrotta ci giochiamo le nostre carte non mi sento inferiore al manchester, per è ovvio a san siro non si può sbagliare….

  4. Diavolo1990

    Pato debuttante? LPF ti sei dimenticato la doppietta a Madrid?
    Thiago e Abate li rivedremo ai prossimi mondiali… tranquilli

  5. sulla carta le due squadra si equivalgono.
    ma il man utd è in forma strepitosa, noi invece siamo in un periodo negativo.
    però in champions siamo magici….

  6. Secondo me in valore assoluto siamo addirittura più forti.
    Cioè se entrambe le squadre girassero al massimo delle loro rispettive potenzialità, io credo che punterei tutto sul milan.
    La triste verità, come viene giustamente ricordato, è che il manchester vola mentre noi passeggiamo appena. E’ preoccupante come quest’anno arriviamo sempre impreparati agli appuntamenti chiave della stagione… voglio sperare che siano coincidenze, ma qualcosa mi suggerisce che dietro ci sia una gestione della squadra non proprio impeccabile.

  7. puo daasi che siamo a terra perchè stanno facendo un lavoro specifico per arrivare pronti mercoledi porssimo non so…su abate ai mondiali dubito anche se non sarebbe male dato che puo fare diversi ruoli…

  8. Diavolo1990

    Basta che Seedorf stia fuori e si passa il Turno. Questa è un partita di corsa, una partita per quelli come Pato e Abate.

  9. ma dai come fai a tener fuori seedorf in champions league, non mi dire che hai dimenticato il 2007?? e poi se devo scegliere tra seedorf e beckham scelgo Clarence tutta la vita!!

  10. Diavolo1990

    Fabregas sono due anni che Seedorf in campo cammina e fa una partita buona ogni due mesi.
    In campo voglio solo gente che sputa lacrime e sangue.

  11. beh io dico che ci sono certi giocatori che a certe temperature si squagliano altri che lievitano…

  12. diavolino, l’unica speranza che abbiamo di passare il turno è proprio che seedorf giochi e faccia due grandi prestazioni….altrimenti non abbiamo speranze.

  13. Pato debuttante? LPF ti sei dimenticato la doppietta a Madrid?

    No, ma l’ho già detto nei giorni passati. Sono due partite diverse. A Madrid si poteva anche sbagliare senza compromettere nulla, qui no.
    E’ diverso, è diverso l’approccio, il peso, l’importanza.

    Quindi mi tengo i miei dubbi su Pato, che ovviamente spero però che giochi, ci mancherebbe pure altro.

  14. Ah, Seedorf fuori in certe partite non mi convince. Anzi, tra lui Pirlo e Becks è il primo che sceglierei per giocare con lo Utd.

  15. l’ultima volta che siamo usciti dalla champions con l’arsenal seedorf non c’era….

  16. sono d’accordo con voi, Seedorf, per quanto lo odi in campionato, in champions è tutto un altro giocatore…per il campionato, milan news dice che Leo potrebbe proporre le 2 punte al posto del culone, Borriello Inzaghi … sarebbe più tosta a centrocampo, ma tanto seedorf è come se non c’è quindi 🙂 …

  17. Le due punte potrebbero essere l’esperimento di una partita e basta, non credo che Ronaldinho accetti di spostarsi al centro, ormai la sinistra è la sua posizione (quella da cui partiva anche a Barcellona).
    E tra l’altro Pippo, Borriello e Huntelaar comunque li combini non fanno mai una coppia vera, sono tutti centravanti che giocano dentro all’area, a parte Borri che ogni tanto si sacrifica.
    Col ritorno di Pato risolviamo parecchi problemi, soprattutto per la velocità e l’imprevedibilità della manovra.

    Pato ti punta e può andare dove vuole, Beckham si allarga sempre a cercare spazio per il cross e alla lunga diventa prevedibile.

  18. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO

    E’ stata aggiornata la pagina relativa all’inserimento degli avatar. Per chi volesse consultarla, la trovate nella colonna sinistra sotto la voce “pagine-come faccio a inserire il mio avatar?”

  19. intanto per chi è interessato su rai sport + c’è il milan contro il torino….torneo di viareggio…

  20. dai mettiamo 2 punte e ai lati Pato e Dinho, poi andiamo noi a difendere 😀

  21. Con Seedorf al posto di una punta non è che cambi molto in fase difensiva 😉
    E’ che proprio le punte sono incompatibili tra di loro.

  22. LPF con seedorf al posto di una punta la fase difensiva cambia eccome….

    cazzo, quello del torino-primavera che ha fatto gol è fortissimo…

  23. Mah, io non ricordo tutto sto contributo di Clarensce dietro. Anzi ricordo che prima dei vari infortuni quando si giocava col 4-2-fantasia la squadra era molto spesso spezzata completamente in due, con Seedorf insieme agli altri 3 d’attacco (ed è stata a lungo la nostra forza).

    Chiaro che siamo più equlibrati con lui che con un ipotetico 4-2-4 ma non cambiano radicalmente le cose.

    Se fossero tutti al 100% riproporrei quella formazione solo con Flamini per Pirlo (utopia)…

  24. e si LPF, assolutamente utopia 🙂

    clarence se sta bene e vuole giocare, gioca.

  25. Queste sono le partite di Seedorf! Deve giocare, tanto se non è in giornata, si vede dopo pochissimi minuti, così lo mette fuori!
    Io comunque, le due punte le vorrei sempre, anche se col MU, può andare bene solo Sborri, con Ronaldigno e Becks ai lati.
    Ma Pato rientra o no?

  26. dai, magari coi soldi della Fly Emirates arriva Krasic (sulla destra), pato sulla sinistra e Borriellone centrale.
    Io, gli altri soldi, più che per Dzeko, li spenderei per rifare il centrocampo (la cui età media mette paura) e per un sostituto di Thiago Silva.. nonchè 1 terzino, caviale e shampagne!!

  27. Diavolo1990

    Pato? Pato è un giocatore da Beach Soccer. Sulle spiagge di Copacabana ne trovo anche meglio di lui. Non sarà mai un fenomeno assoluto come invece promette Balotelli
    (interista medio)

  28. Aggiungo alla lista di Pelacchione pure un portiere serio o una riserva nel caso rimanga Abbiati e parta Dida.
    Lo so, è una lista lunga, ma purtroppo abbiamo un po’ di campagne acquisti arretrate da recuperare.

    Krasic-Borriello-Pato sarebbe un gran bell’attacco.

    E se arrivassero offerte interessanti per Ronaldinho (chessò, dal Brasile) un pensiero a madarlo via ce lo farei. Ma questo è chiedere troppo. Mi accontento di non vedere rinnovati altri contratti come quello di Gattuso…

  29. Il calcio dice basta alle bestemmie in campo: d’ora in avanti per gli eventuali trasgressori scatterà il cartellino rosso, ma sono possibili sanzioni anche successivamente, grazie alla prova tv.

  30. io penso che in difesa come riserve abbiamo già bonera, quindi basta solo il rientro di astori, che è forte. mancano un portiere, un terzino e un centrocampista. e se mancini fallisce pure un attaccante esterno…

  31. FPL, dove l’hai sentita?
    Allora le partite finiranno 3 contro 3!
    Posso capire il rispetto, ma non si può certo renderlo obbligatorio e pretenderlo in questa maniera!

  32. Dal sito della gazza. Non so ancora se sia ufficiale, nel caso mi sembra una cazzata.
    E poi cos’è, se uno straniero bestemmia nella sua lingua l’arbitro come fa ad accorgersene?

  33. Ci vuole un grande Milan contro il Manu e speriamo che i nostri capiscano che devono dare tutto senza dubbi e paure. Non vogliamo giocatori ma gladiatori!
    Ovvia!

  34. peinamente d’accordo con questa nuova regola. la bestemmia è una cosa immonda, chi la pronuncia va punito, e pure severamente.

    se uno straniero la dice nella sua lingua se la vedrà con la sua coscienza e con il suo popolo, qua siamo in italia e le bestemmie in italiano non le dirà più nessun calciatore. FINALMENTE!

  35. La bestemmia non piace neanche a me, ma questa è proprio una cazzata ed i giocatori continueranno a dirle! È una cosa privata ed ognuno deve poter fare quel che vuole! Mica le dici tu! Cosa c’entrano col gioco del calcio?

  36. Quindi espelliamo solo gli italiani? E con che criterio? Sai quante cose non si sentono in campo davanti a 50000 persone? Come fa l’arbitro a sentirle tutte e garantire uniformità di giudizio?

    Il tutto tralasciando il fatto che in campo può capitare che scappi la bestemmia senza pensarci, ma questo mi sembra il problema minore.

  37. sadyq
    ognuno può fare quello che vuole nella vita, tranne bestemmiare.

    LPF
    da ex calciatore ti dico che a me non è mai scappato neanche il pensiero di bestemmiare. e mi è capitato di minacciare di abbandonare il campo quando ho sentito un mio compagno pronunciarla. ovviamente il mio allenatore ha sostituito lui, in quanto era una persona intelligente.

    espelliamo solo gli italiani? si, ottima idea. l’importante è non sentire più i giocatori bestemmiare.

  38. No, anche quello, è tra le cose che si possono fare! Per chi vuole! Bacchettone!

  39. Che dire, complimenti elbi, io tutto questo autocontrollo non ce l’ho, pur non “amando” le bestemmie in certe circostanze in campo capitano.

    Ma ripeto, non è quello il più grosso problema, come uno si contiene a scuola o sul posto di lavoro, se sa di rischiare il rosso penso che non gli riesca impossibile contenersi anche in campo.

    Ma per i motivi che ho detto prima (impossibile sentire tutti, bestemmie in “altre lingue” etc) sarebbe una follia. Così si rischia di falsare le partite.

  40. sadyq
    ti assicuro che non solo non sono bacchettone, ma non sono neanche un così detto “cattolico praticante”. la mia non è una difesa della religione cristiana, ma di tutte le religioni.

    LPF
    ci sono cose molto più importanti rispetto al “falsare una partita”. meglio una partita falsata e una bestemmia in meno, piuttosto che il contrario.

    almeno, io la penso cosi 🙂

  41. No, io no difendo i credo delle persone, ma li rispetto al massimo! Non sopporto chi non rispetta, ma sopporto ancora meno, chi si vuole imporre per forza! Non esiste!
    Io non bestemmio, ma se tu vuoi farlo, cazzi tuoi! Io mi scanso!

  42. In campo un arbitro deve garantire la regolarità della partita. Con sta regola non può, o meglio se ci riesce è un fenomeno…
    A me importa zero di vedere un labiale di una bestemmia, suvvia!

  43. Ma poi ti immagini tra chi bestemmia in inglese, in francese, in portoghese, in dialetto, con la mano davanti, a bassa voce, quando si gira l’arbitro, chi dice “zio” anzichè “dio” e altre mille cose che casini verrebbero fuori?
    Oltre che la moviola ci sarebbe gente che sta le ore a interpretare i labiali…

  44. A me qualche volta, sono capitati arbitri che bestemmiavano più dei giocatori! Figurati se andavo a dire qualcosa a loro!

  45. E delle bestemmie della gente sugli spalti ne vogliamo parlare? 🙂
    Una volta ho beccato uno che ha fatto tutto un rosario…a me normalmente non danno fastidio, ma quella volta mi sono girate!

  46. Penso che la bestemmia non scappi , ma sia una pessima abitudine di alcuni, calciatori e non.
    Se credi non bestemmi, se non credi perché lo fai?

  47. Non è detto yom. Certo chi bestemmia in campo lo fa anche fuori, ma in campo in “preda all’agonismo” può succedere…senza che ci stai a pensare tanto.

    E giusto per fare un esempio, Kakà aveva ammesso in un’intervista alle Iene che anche a lui scappano delle bestemmie in campo (anche se poi se ne pente subito, ha aggiunto).

  48. LPF

    per quanto non sia un fan del personaggio finto perfetto che è Kakà, devo correggerti: lui è di madre lingua prortoghese, all’epoca dell’intervista delle Jene pensava che “bestemmia” fosse sinonimo di “parolaccia”.

    Successivamente si spiegò meglio.

  49. Ah, tanto per dire la mia: io sono “ateissimo”, ma le bestemmie non le sopporto perché mi metto nei panni di chi crede. Se l’arbitro sente è giusto che faccia rispettare il regolamento.

  50. dai che cagata di regola cosi si falseranno le persone… e poi elbi scusami se io bestemmioa te cosa frega???

  51. Mannaggia, non fatto partire il commento.
    Comunque dicevo che probabilmente ricordavo male, però nel frattempo sono andato a ricercare l’intervista, dunque:

    D: la cosa che ti rimproveri?
    K: bestemmiare
    D: credi in Dio?
    K: tanto
    D: ti capita di bestemmiare in campo?
    K: ogni tanto
    D: ti da fastidio sentire le bestemmie dei tuoi colleghi?
    K: in campo si, fuori no.

    Secondo me si riferisce alla bestemmia vera e propria, poi magari sbaglio.
    Ma è un dettaglio comunque.

  52. me ne frega molto, fabregas, non lo accetto
    stiamo parlando di religione, una cosa infinitamente più grande di noi, del calcio, del lavoro, di tutto.

  53. si ma chi bestemmia se la vede con la propria coscienza… ma non capisco… io non sono uno che bestemmia quasi mai e non mi da fastidio se uno lo fa…

  54. E vabbè, se non o accetti, che succede? Reagisci? Picchi chi bestemmia? Cosa fai? Non capisco! Che questioni fai? Non ti puoi imporre su nessuno! Non sei nessuno per farlo! Nemmeno il Papa lo fa!

  55. Cioè, nemmeno il Papa lo fa, anche se ci prova! Ma la gente lo fa lo stesso!

  56. sadyq, io non ho potere per fare nulla.
    ma fosse per me la bestemmia dovrebbe essere un reato perseguibile penalmente.
    se riuscirò a diventare presidente del consiglio (ovviamente quando silvio abbandonerà, quindi fra 20-25 anni) proporrò la legge 🙂

  57. Bene, allora siamo salvi: silviolo è eterno!

  58. Oddio, ……. siamo salvi ……….?

  59. MAH…allora xkè non proporre l’espulsione per chi sputa? non c’è proprio altro su cui ragionare?

  60. Al di là di tutte i discorsi che si possono fare più o meno permissivi, io dico, come toscana avvezza a sentirne, che la bestemmia è riprovevole. Se udissi uno dei miei ragazzini bestemmiare, lo punirei!
    Capisco che i calciatori non sono esempi di correttezza e di eleganza verbale, ma ci sono tanti altri modi di manifestare il proprio disappunto. Parolacce che non sono bestemmie ce ne sono a iosa!

  61. Tornando alle cose milaniste: ma Pato è scomparso tra i meandri dell’infermerìa a Milanello?
    Non vorrei che fosse l’inizio di un distacco dal Milan! L’anno scorso fu Kakà a stare assente troppo a lungo e sappiamo tutti come è finita!
    Questa storia dei denti comincia a infastidirmi!
    Ma tante cose del mondo Milan, ora, mi stanno provocando allergìe!
    Che ne pensate della situazione del Papero?

  62. Diavolo1990

    Yom con una bella interrogazione a sorpresa? 😀

    Intanto Bari non si trova… domattina mi sa che posto qualcosa io… ma non prima di essermi svegliato quindi verso le 11.00 😀

  63. penso che pato non ci sarà nella partita di andata….sicuramente devono chiarire sulle sue condizioni, cosi non si puo continuare!

  64. A me va bene che le bestemmie vadano punite. Per tanti motivi: dal rispetto necessario per chi crede, al messaggio che si manda ai bambini che guardano le partite (insomma, volenti o nolenti i calciatori hanno un potere mediatico importante in un paese come il nostro). In fondo la bestemmia è insensata, sia che si creda sia che non si creda, come dice yom. Ed è anche molto molto più volgare di una comune parolaccia. Non pretendiamo del Lord in campo, ma neanche dei buzzurri.
    Comunque, l’unica cosa su cui sono in disaccordo è il tipo di sanzione. Per i motivi illustrati da LPF l’arbitro non avrebbe nessuna possibilità di garantire la regolarità della partita, per motivi che esulano dall’aspetto prettamente agonistico. Secondo me bisognerebbe solo prendere nota (tramite il referto dell’arbitro o le telecamere) di chi bestemmia, e mandare tutto agli organi competenti, i quali costringeranno le società a multare PESANTEMENTE i giocatori segnalati. Così la regolarità della partita (e di quelle successive) verrà garantita comunque, e chi sbaglierà… pagherà. Nel vero senso della parola.

  65. Diavolo1990

    NUOVO POST

Comments are closed.