LE PARTITE DI IERI Tutto come previsto.  Nel senso che gli errori arbitrali hanno determinato le vincenti delle due gare di ieri. Però, mentre era ovvio che l’Argentina battesse il Messico, una squadra di finti bravi giocatori che è già un miracolo se è arrivata gli ottavi, la Germania non era scontato che battesse l’Inghilterra. Ha giocato meglio, è vero, ma questo non vuol dire nulla. Non ho mai visto una squadra di Capello giocare meglio delle altre, eppure il tecnico italiano ha vinto tutto. Rimarrà, perché la federazione inglese non può permettersi di pagare il suo stipendio senza farlo allenare, e proverà a vincere l’Europeo. Anche se sono sempre più convinto che Don Fabio non sia un allenatore da nazionale. Difficile far convivere Gerrard e Lampard, anche se secondo me il modo ci sarebbe, e lui lo ha già sperimentato: 4-5-1 con i due centrocampisti separati da un mediano vero (Carrick). La Germania ha tanti giocatori forti (Ozil su tutti), peccato siano per lo più polacchi, turchi, ghanesi. A me una nazionale composta da persone in cui non mi riconosco non piace. Meglio l’Italia perdente, ma almeno di veri italiani.
Sugli scudi anche Higuain ma soprattutto Tevez, che hanno spiegato a chi ancora avesse qualche dubbio come mai Milito se ne sta comodamente in panchina. Per il Messico a mio avviso l’unico ottimo giocatore rimane sempre lui, Rafa Marquez, che però ormai ha qualche anno di troppo (e si vede).

LE GARE DI OGGI L’Olanda non avrà problemi contro la modesta Slovacchia, così come non ne avrebbe avuto se ci fossimo stati noi ad affrontarla. Io fossi l’allenatore neanche rischierei Robben, e vediamo se Huntelaar giocherà quei 10 minuti che gli permetteranno di fare il suo solito golletto. Brasile-Cile è una gara tutt’altro che scontata, e molto dipenderà da Kakà. Fino a ora i verdeoro si sono potuti permettere di giocare praticamente in 10, da adesso in avanti Dunga deve fare una scelta: se vuole vincere deve avere il coraggio di togliere Kakà (se continua a essere deludente), altrimenti rischia di fare la fine di Lippi, che per difendere le sue scelte assurde è stato eliminato.

Posted by elbonito