Nel Milan qualcosa sta cambiando, ma non da ora. Già da un paio di anni alcune cose si stanno muovendo, parlo ovviamente dell’aspetto societario di cui abbiamo già parlato nei giorni scorsi. Colgo l’occasione per approfondire alcune tematiche secondo me importanti.

E’ evidente che da circa due anni è iniziato un percorso di riavvicinamento della famiglia Berlusconi al Milan: che Berlusconi cominciasse ad averne le tasche piene di Galliani era risaputo quando già ai tempi di calciopoli ci fu un contatto con Moggi. Purtroppo o per fortuna, a seconda dei punti di vista, non se ne fece di nulla perché scoppiò, appunto, la bufera.

Tuttavia il progetto di depotenziare Galliani è continuato: nel 2008-2009 è iniziato un piano di austerità pazzesco che ha avuto come momento di culmine la cessione di Kaka dopo che Ancelotti, fortemente sostenuto da Galliani, aveva fallito in maniera allucinante la qualificazione champions che ci è costata un buco di 60 milioni di euro, per una volta non ripianato da Silvio Berlusconi, forse anche per ripicca. Nella stagione scorsa, quella che avrebbe segnato il rilancio del Milan, fino all’ ultimo si pensava a un mercato all’insegna dell’ austerità mentre nel frattempo Piersilvio e Marina, non mancavano di mandare frecciate a Galliani.

Il depotenziamento di Galliani ha raggiunto l’apice con l’ingresso in società di Barbato (tecnico Fininvest di fiducia di Silvio) a controllare i conti del Milan, in profondo dissesto. Poi c’è stata un’altra mazzata per il geometra: l’entrata in campo di Barbara Berlusconi, scortata da Marina e Piersilvio con l’incarico di chiaro di fare da referente della famiglia Berlusconi all’interno del CDA del Milan.

Chi è Barbara Berlusconi? Barbara Berlusconi è la figlia di Silvio Berlusconi e Veronica Lario. Nasce nel 1984 (mia coetanea), segue studi classici e si laurea in filosofia con 110 e lode – oltretutto portando una gran tesi su Amartya Sen: una tesi che ha tutta l’aria di essere un inno al CAPITALISMO e, solo per questo, mi è simpatica. Nel 2003, nonostante la giovanissima età, entra nel consiglio di amministrazione di FININVEST SPA: un colosso italiano, uno dei pochi colossi a produrre ingenti utili con costanza negli anni.

Fininvest Spa, non è solo il cervello di Mediaset e la madre dell’impero mediatico targato Berlusconi, ma è anche uno dei principali centri di addestramento manageriale del mondo. Le principali innovazioni apportate alla formazione manageriale degli ultimi anni, derivano dalla scuola Fininvest che ha saputo anticipare di 20 anni quella che sarebbe stata la nuova tendenza manageriale: la scuola Fininvest ha permesso negli anni di generare manager perfetti capaci di portare enormi risultati.

Chi pensa a Barbara Berlusconi come a una Manager inesperta vive semplicemente in un mondo parallelo lontano da qualunque cognizione tecnica. Io stesso devo rivedere la mia posizione iniziale. Barbara Berlusconi è meritocrazia. Risultati scolastici e tanti anni di formazione manageriale sul campo nel tempio della cultura manageriale parlano per lei: nel 2011 entra nel CDA del Milan e il Milan vince subito lo scudetto. Dimostrando, caso mai ce ne fosse bisogno che più Berlusconi è vicino al Milan e più il Milan è propenso a vincere – del resto negli anni del distacco Berlusconiano, il Milan ha vissuto anni di buio a subire l’ egemonia interista.

Al momento del suo ingresso nel CDA del Milan sancì subito una linea innovativa e geniale da seguire. Bilanci puliti, investimento sui giovani, riqualificazione del settore giovanile, progetti a lungo termine. Mai ho sentito dire a Galliani tante cose esatte tutte assieme nella solita frase in 20 anni: Barbara dimostra subito personalità e si schiera apertamente al fianco di Barbato, Piersilvio e Marina costituendo con loro una cordata importante. Da alcuni mesi sta lavorando assiduamente a preparare il terreno per il ritorno di Silvio Berlusconi in società come Leader, il fatto che abbia personalità si vede anche dal fatto che non si fa problemi a mandarle a dire o a prendere posizioni forti all’ occorrenza.

Tutto procede secondo i piani e non ci saranno impedimenti: Silvio Berlusconi si riprenderà il Milan. Il tempo delle cene da Giannino, dei bilanci costantemente in perdita, degli Oliveira, degli Emerson, dei rinnovi milionari a giocatori morti o finiti è al capolinea.

Quest’anno Barbara Berlusconi rischia di fare doppietta e di vincere il suo secondo scudetto di fila. Non male per una che non sa di calcio, ma in ogni caso nel Milan il suo lavoro non sarà quello di sapere di calcio. Sarà assistita per questo da tecnici competenti, qualcuno spero già della nostra famiglia. Il suo lavoro sarà quello di pulire i bilanci, rappresentare esternamente la famiglia Berlusconi, provvedere al marketing e all’aumento dei fatturati, a migliorare la comunicazione e a dettare le linee guida su un progetto di lungo periodo che, mi auguro vivamente possa culminare con la costruzione di un nuovo stadio di proprietà.

Alcuni detrattori di Barbara Berlusconi hanno puntato sul gossip per screditare una Manager perfetta, giovane, preparata tecnicamente e oltretutto già vincente. Onestamente io non sono ne un bigotto, ne un moralista: sinceramente non m’interessa quello che uno fa o non fa nella vita privata. Per me contano solo capacità, idee e personalità e per ora le ho viste tutte in questa donna.

Posted by La cantera

23 Comments

  1. 😕 😕 😕 😕 😕 😕

  2. Personalmente pubblico ma mi dissocio da tutto il post in particolare da “Barbara Berlusconi è meritocrazia.

  3. ciao a tutti.molto bello il tuo post la cantera e condivido tutto cio che hai detto riguardo barbara berlusconi.detto questo mi sembra che hai liquidato galliani in maniera troppo frettolosa.innanzitutto io lo ritengo uno dei migliori dirigenti che ci sia in europa a livello di grandi club e poi anche se a volte avra fatto delle cazzate a livello mercantile ;penso che senza la sua tenacia la sua caparbieta e il suo destreggiarsi durante le trattative certi giocatori come ibra non li avremmo mai presi.e poi detto da lui stesso il vero irrinunciabile di questo milan e proprio silvio berlusconi perche finche ci sara lui il milan sara sempre competitivo.ricordiamoci che il milan ha vinto anche quando il nostro presidente non era vicino alla squadra per motivi politici.percio ben venga lady b ma calma con il buttare a mare galliani.forza milan sempre

  4. Mah, DNA, io sinceramente nella “rinascita” del Milan (che poi mica eravamo morti…) ci vedo più il merito di Silvio Berlusconi che non di Barbara.

    Insomma, tutto è partito da quando ha avallato l’acquisto di Ibra e soprattutto pochi giorni dopo, quando tutti i Milanisti si ritenevano soddisfatti dell’attacco, ma Silvio decise di aprire il salvadanio pure per Binho. Campagna acquisti epocale.

    Poi la conferma arrivò a gennaio 2011, tanti soldi per i contratti di MVB e Cassano (e Ema), altra campagna acquisti deliziosa e si vinse il campionato.

    Barbara ha un ruolo più marginale che devo ancora capire. I 20 acquisti, il rinnovamento, la crescita di questi ultimi due anni li considero più merito della ritrovata voglia del Presidente, dopo un paio d’anni di comprensibile calo del “desiderio” in oltre 25 anni di gloria.

    1. Aveva impegni importanti da onorare, ora è tornato libero ed è anche più lucido nell’analizzare la situazione della sua squadra!

  5. certo che se fai un post con titolo “Barbara Berlusconi la vera manager…”, ma mettici una foto di lei tipo in tailleur formale, invece di questa con il top nero mezzo sadomaso, con un espressione che sembra voler dire “avrei un certo qual bisogno di alcuni piselli di persone altolocate”… di primo impatto, e prima di leggerlo, sembrava un post satirico.

    1. In effetti… 😀

  6. Non ti importa ciò che una persona fa nella vita privata!

    Naturalmente noi dovrebbe preoccuparsi sì.

    Ciò può influenzare la direzione di un affari.

    Il tuo articolo dà l’impressione che, quando Barbara è entrato il Milan, stato fortunato per il club.

    AC Milan comincia a vincere titoli, dopo Barbara arrivato?!

    Fammi ridere.

    Vi siete mai fermati a pensare che questa ragazza viziata comprato il diploma?

    Giusto per ricordarvi, Barbara è laureato in l’Università Vita-Salute San Raffaele ha avuto come rettore Luigi Maria Verzé. C’è altro da dire?

    Qual è stato il contributo che Barbara ha dato alla Fininvest?

    Tu scrivi come se Barbara
    liberato
    il Fininvest
    di una crisi finanziaria senza dimensioni.

    Barbara non ha mai lavorato
    in vita. Barbara non era un membro creativo della Fininvest.

    Come pensi che stia facendo una buona amministrazione in così poco tempo?!

    Barbara sta dando interviste che volendo iniziare a fare opere faraoniche!

    Per me, Barbara ha in programma di opere faraoniche, al fine di deviare una buona quantità di denaro in tasca.

    Dalla sua situazione finanziaria, e di sua famiglia, non è molto buona.

  7. Stavo pensando a RDV…

    Dopo il derby di Roma aveva iniziato a masturbarsi fantasticando una Laziomuntada ai nostri danni, lanciando frasi sibilline come “occhio ai biancocelesti”. Tac, due sconfitte. L’inter ormai è stata abbandonata dallo stesso Moratti, gli viene difficile arrampicarsi sui vetri.

    Come sono lontani i tempi in cui sdottoradava in vari blog milanisti. E c’era pure chi lo stava a sentire diosantissimo! 😳 😳 😳 😳 😳 😳 😳 😳 😳 😳

    1. da quando berlusconi è caduto dal governo si è civilizzato. Riesce a dire che l’ Inter non giocherà più per lo scudetto

      1. Eh minchia, sono a meno centocinquantasei punti, con una serie di bolliti impressionanti e rincalzi ridicoli…che onestà intellettuale che ci vuole per arrivare a dire una cosa del genere!

  8. Prima di tutto ringrazio Diavolo per il post anche se non lo condivide . La foto l’ ha messa lui. Anche io avrei optato per una foto più manageriale.

    Lpf io credo che Barbara semplicemente faccia parte del riavvicinamento di Silvio al Milan. Che rientri nello scacchiere.
    Non credo che Barbara debba guidare il Milan. Credo semplicemente rappresenti una parte delle nuove linee politiche gestionali della squadra. Linee che condivido in pieno e che auspico quanto prima.

    Renato io sinceramente non ho perso un solo minuto a valutare quella che è la sua vita privata. Ha una relazione con Pato? Io di questo ne sono felice perché parteggio per Pato come per tutti i giovani.
    Dici che il Milan ha o può avere problemi finanziari?
    Lo penso anche io. E’ proprio per questo che auspico a un rinnovo in dirigenza. Voglio i conti puliti entro breve e progetti a lungo termine sul tavolo per progettare il Milan del futuro che probabilmente avrà meno soldi di quello di ora.
    Il mio non è solo un voto alla persona ma anche alle linee.

    Il Milan ha sempre vinto, ma probabilmente per vincere ancora necessita di cambiamenti

    Galliani è stato uno dei protagonisti delle tante vittorie milaniste. Ma sono convinto (e su questo sono stato formato e formo a mio volta) che la buona managerialità vada rinnovata di tanto in tanto. Cosi come scadono i mandati dei politici dovrebbero scadere i mandati dei dirigenti. A parte che nutro grande fiducia sulla nuova generazione manageriale (più che in quella vecchia, appagata e piena di privilegi, con una formazione manageriale arretrata di 30 anni)

  9. Ilaria D’Amico: nel momento in cui Ibra apre le gambe passa da passivo ad attivo?

    La sagra del doppiosenso. 8)

    1. Davvero ha detto così?
      E gli altri in studio come hanno reagito?

    2. Pato dimostrato di essere un jodador molto limitato. Pato ottiene 700 000 al mese per non fare nulla.

      Si tratta di pregiudizio finanziario per AC Milan.

      Barbara ha rivelato che lei non lascerà Pato andare
      mentre andava a letto con lui.

      Se si desidera
      cambiare, quindi è meglio per finire con la direzione di famiglia Berlusconi al AC Milan.

      Eppure ho il sospetto che questo rapporto barbara e Pato,
      Barbara ha creato essere in grado di chiamare l’attenzione della stampa e non si preoccupano più di tanto per la vostra manca l’esperienza di amministrare.

      Barbara ha raggiunto il suo obiettivo.

  10. Le donne nel calcio sono fantastiche anche per questo. Magari averne di più. Sono sexy da morire quando cadono nei doppi sensi e spesso e volentieri ci capiscono pure più di molti uomini.
    Non è che fra i giornalisti uomini ce ne siano tanti al livello della D’ amico che è più che altro una conduttrice. Sempre schietta, mai banale, talvolta pungente, mai reverenziale.

  11. Pato sta evidentemente passando la peggiore stagione da quando è al Milan. Per vari motivi, lo staff di milan lab, la preparazione fisica di Allegri che probabilmente non si addice al suo fisico, la convivenza forzata con Ibra, gli infortuni.

    Ma una stagione non conta nulla. A parte questa stagione Pato ha dalla sua la giovane età e numeri allucinanti con la nostra maglia. Se recuperato fa ancora in tempo ad essere un protagonista. E io sono convinto che se dato in mano a un allenatore vero, a uno staff atletico che lo sappia rimettere in forma nelle sue vere caratteristiche fisiche (agile e leggiadro invece che pachiderma come è diventato), senza Ibra fra le balle può tornare ai suoi livelli ai quali era tornato lo scorso campionato a fine stagione.

    Io per deformazione professionale posso solo dare una valutazione positiva a Barbara, poi magari mi sbaglio però a scatola chiusa non posso fare altrimenti, anche perché poi proprio chiusa la scatola non è.
    Studi classici, sono una buona base di partenza per un manager e poi 7-8 di esperienza nel cda Fininvest sono un patrimonio culturale manageriale immenso.

    Non ci sono all’ orizzonte potenziali compratori e quindi il milan per forza di cose rimane a Berlusconi. Detto questo il Milan con il suo presidente vicino ha sempre vinto. Ha sempre avuto problemi quando il suo presidente era lontano.
    Io credo che il ruolo di Barbara sia quello di dare peso politico a determinate linee e cordate all’ interno del CDA milanista e ovviamente alla stessa famiglia. Nulla di più, nulla di meno. Non ho mai pensato a Barbara con ruoli tecnici sportivi sinceramente e me ne guardo bene dal farlo.

    In una società come il Milan è facile che si vengano a creare correnti e cordate diverse. E’ capitato anche alla Juve di avere correnti diverse fra i 2 rami della famiglia.
    Il Milan in questo momento sta vivendo una fase transitoria e si sta preparando a un progressivo passaggio di consegne gestionali alla famiglia Berlusconi.

  12. httpvh://www.youtube.com/watch?v=0bth6tE7lEc
    Buona visione

    1. originalissima l’idea, molto, ma durante tutta la durata del video la mia faccia è stata più o meno questa… 😐

      1. Sei l’unico…. sappilo

  13. Non piangere per lui, ora studia da privatista è fantastica.

    più o meno loro sono cosi quando rosicano

  14. SONO MORTA DAL RIDERE !!!!!!
    SEI UN MITO !!
    In effetti il momento dell’Inter è molto simile all’Aprile 1945 a Berlino.
    “neanche Guido può farci niente”

Comments are closed.