Gli ultimi metri di una corsa riservano poche emozioni per chi li guarda
solitamente si attende che chi li percorre giunga al traguardo.
gli ultimi metri per un atleta sono tutto il coronamento di una carriera,
le emozioni che si rincorrono nella testa, il pensiero a quelli trascorsi, la dedica agli amici
L’ultimo metro è lì davanti, il gruppo è a 8 secondi
A noi percorrere quel metro senza cadere, e tagliare il traguardo
DALLO STADIO OLIMPICO IN ROMA, ROMA-MILAN
LA FESTA SCUDETTO?

https://i2.wp.com/www.ilgiornaledipozzallo.net/wp-content/uploads/2010/03/roma-milan-7894f.jpg?resize=234%2C179Olimpico, ore 20.45. Ci siamo. Sette anni dopo, coincidenze e differenze. E’ ancora la Roma che come nel 2004 può darci lo scudetto alla terzultima giornata. Ma a differenza di sette anni fa non è una “finale” non si affrontano prima e seconda e non la giochiamo in casa. Si va infatti a Roma contro una squadra che ha saputo reagire nel finale e ha accorciato verso il quarto posto, obiettivo fondamentale per la prossima stagione dei giallorossi. Si va così a giocare un’altra partita vera dopo che il Bologna si è scansato a forza domenica scorsa mentre altri potranno approfittare domenica di una gara fittizia contro la Fiorentina giocata conoscendo già il nostro risultato, e così sarà anche la prossima domenica (in barba alla regolarità del torneo). Due sconfitte nostre e due vittorie loro aprirebbero scenari a cui non voglio nemmeno pensare. A Roma ci saranno proprio tutti, per fare gruppo nel momento cruciale della stagione, rientrerà Ibra dalla squalifica, e Pato dall’Infortunio.

NON SOLO IBRA – Ironia della sorte (anzi, nessuna sorte, proprio designazione) sarà ancora Morganti, come a Firenze, l’arbitro della gara. Quale miglior test quindi per il fischietto che tanto si è dichiarato suscettibile agli insulti di una partita con in campo Francesco Totti. Sarà ugualmente inflessibile?

TRA ERRORI ED ORRORI – Si vocifera comunque nelle zone di Roma che tutto sia già deciso a tavolino da tempo con l’Unipenalty qualificata per la Champions League come quarta. Troppi i soldi che potrebbero arrivare nella serie A dagli americani per perdere il treno. In quest’ottica vanno visti i tredici (si, tredici) rigori a favore della Roma in questo campionato contro i soli sei di Milan e Inter. Seconda in questa speciale classifica il Napoli che a quanto pare è riuscita a contrastare lo strapotere delle Grandi del Nord. Non ci saranno però De Rossi e Perrotta che nella gara contro il Bari hanno subito una espulsione ciascuno.

FORMAZIONE – Nonostante forse in questo momento la partita più importante sia quella di martedì (e abbiamo detto tutto), spazio ai migliori. Confermata la difesa titolare con Zambrotta, Nesta, Thiago Silva ed Abate, difesa che ha preso solamente un gol (dal Bari) in casa in tutto il girone di ritorno (e due in una gara singola di coppa italia, vero Sokratis?). A Centrocampo confermati Boateng e Seedorf nonostante la prova non positiva della scorsa settimana. Tornano Van Bommel e Gattuso, fuori quindi Flamini nonostante il gol. Davanti partirà titolare Ibra, ma non Pato che parte dalla panchina. Torna disponibile, almeno formalmente, anche Inzaghi. Chissà se per lui può esserci lo scampolo di gara giusto. Magari quei 5 minuti necessari a fargli segnare il gol scudetto.

PRECEDENTI – A Roma non vinciamo dal 2004/05 quando fu una doppietta di Crespo a permetterci di espugnare l’olimpico giallorosso. L’anno dopo fu Mancini (si il pacco) a firmare il gol che ci condannò alla sconfitta. Da lì in poi solo pareggi, risultato che a noi stasera andrebbe benissimo. Mi piace ricordare anche il precedente 2004, dove vincemmo per due reti ad uno l’andata della gara scudetto. Quell’anno battemmo quattro volte su quattro Coppa Italia compresa la Roma di Capello che in campionato umiliò Inter e Juventus in casa. In quella gara per loro segnò un giovanissimo Antonio Cassano, ora dall’altra parte. Forse, per la prima volta per lui in italia, quella vincente.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

50 Comments

  1. questa sera si deve vincere e basta

  2. Dai che ho già la serata di festeggiamenti organizzata…non voglio rimandare.

    Portiamolo a casa oggi!!!

  3. al diavolo la partita di martedì, oggi giochino i migliori e vinciamola!

  4. Stavo dando un occhio ad alcune statistiche sulla stagione e mi ha colpito come Thiago Silva abbia preso solo un cartellino giallo (e zero rossi). Per un difensore non è nulla.
    Nemmeno ha bisogno di picchiare. 😛

  5. Ca..o! Come l’hai mandata LpF!!!

  6. Che vuoi che sia, al massimo si becca un giallo stasera..! 😀

  7. SOno combattuto… da un alto vorrei feteggiare domenica prossima visto che vado a San Siro, ma dall’altro ho una paura fottuta di perderlo, quindi vorrei essere subito sicuro!

  8. Perderlo?
    Cioè non facciamo nemmeno un punto contro il Cagliari dell’amico Donadoni?
    Prendiamo (giocoforza) gol in 3 partite di fila?
    Non ne segnamo?

    Eddai!!! 😀

    L’unico motivo per pensar male, sono gli annunci pubblicitari qui sul blog:
    Funerale “Calmierato comunale” da euro 1.054,00per il massimo risparmio con i prodotti indicati dal Comune di Milano.
    Funerale “Completo” da euro 1.499,00 un servizio base di buona qualità.
    Funerale “Elegante” da euro 2.499,00 un servizio con qualcosa di speciale.

    😳 😳 😳 😳
    Il funerale elegante ha “qualcosa di speciale”. 😳 😳 😳

  9. Diavolo1990

    “Questo è stato un Campionato vero: dopo il periodo di Calciopoli questa è la prima volta in cui tutte le squadre si sono rinforzate per essere veramente competitive. Ecco perché questo è uno scudetto che vale parecchio”. L’intervista prosegue e poi si torna sul punto: “Ripeto: per la prima volta dallo scandalo di Calciopoli c’è stato un campionato vero. E questo l’anno prossimo ci renderà competitivi in Europa”. Il Campionato vero e il Ripeto portano la firma di Fabio Capello. Non il primo che passa per strada e, tanto per gradire, nemmeno un personaggio particolarmente tenero con il Milan, con la squadra cioè in questo momento maggiormente indiziata di vincerlo questo “primo campionato vero dopo Calciopoli”. Da allenatore della Roma prima e della Juventus poi, lo stesso Capello ha spesso polemizzato e indirizzato frecciate nei confronti di parte della dirigenza del Club rossonero (eccezion fatta per il presidente Berlusconi), nei confronti di Ancelotti e in qualche caso di alcuni giocatori. Nessun problema, diceva quello che pensava. Proprio come l’altro giorno sul Corriere della Sera quando, per l’appunto, ha detto quello che pensa. Parere pesante e scomodo per la classe mediatica dominante, quello di Don Fabio. La memoria del bisiaco vincente rammenta, a tutti, che la storia dei primi quattro anni post-Calciopoli risente in maniera dannatamente decisiva delle scorie dell’estate 2006. Calciopoli ha donato all’Inter una rendita di posizione gigantesca e prodotto un calcio in cui solo l’Inter stava bene e che le altre si arrangiassero. Con i costi del calcio di oggi, ricostruire e ripartire è tremendamente difficile, i pericoli e gli errori sono sempre dietro l’angolo e rimanere tremendamente indietro a livello di programmazione per un anno genera esponenzialmente molto più di una stagione di ritardo rispetto alle competitrici. Inter e Roma nell’estate 2006 rimasero serene e tranquille e non a caso per quattro anni il calcio italiano è stato solo Inter-Roma, in Campionato, in Coppa Italia e in Supercoppa di Lega. A seconda dei colori con cui si vede il calcio, questi possono essere teoremi ragionevoli o meno. Meglio affidarsi ai numeri. Tutte le squadre si sono rinforzate, dice Capello. La domanda è una e solo una: è vero o no? Certo che è vero. Tra le prime cinque squadre in classifica del Campionato in corso ben quattro squadre hanno migliorato il loro rendimento rispetto alla scorsa stagione: il Milan ha 13 punti in più, il Napoli più 15, la Lazio più 20 e l’Udinese più 16. L’unica fra le prime cinque che non è progredita è l’Inter. Ma attenzione, i nerazzurri hanno solo 4 punti in meno rispetto all’anno scorso. Quattro punti, non quaranta. Fin troppo facile dedurre che con le forze nuove del campionato, la celebrata Inter della scorsa stagione non basta più.

    e

    Se ci fosse stato Mou, avremmo vinto tutto. Se non ci fosse stata la settimana maledetta, avremmo vinto tutto. Dalle parti di Appiano, l’impianto di fabbricazione dei “se” lavora senza soste, turni di notte e straordinari compresi. Però, in fondo, la settimana maledetta è affascinante come idea. Come tutte le ipotesi in chiaroscuro, con delle zone d’ombra che accrescono il mistero: non è chiaro infatti se ad essere maledetta o maledette siano la settimana o le settimane. A ben guardare infatti sembrerebbero più d’una. Intanto le due settimane di preparazione del derby del 2 Aprile, vissute sul cavallo bianco con poca grinta, poca attenzione sulle amichevoli transoceaniche e troppa euforia. Poi, certo, la settimana di Milan 3-0 e Schalke 2-5. Ma, attenzione, c’è né stata un’altra ancora, quella di Schalke 2-1 e di Parma 2-0, la vera partita in cui l’Inter dà la sensazione di mollare in Campionato. Una partita, quella del Tardini, preceduta da quella di Gelsenkirchen che doveva essere la partita del crederci e della rimonta. Insomma, settimana o settimane? Vogliamo tagliare la testa al toro e considerare solo la settimana dalla vigilia di Natale fino a Capodanno come quella incriminata? E’ una proposta e la sottoponiamo umilmente al capostruttura della catena di montaggio dei “se”. Fra un turno di produzione e l’altro, se ne può parlare.

    Applausi a scena aperta anche per Suma.

  10. per stasera speriamo che abbiati si sia esercitato sui rigori…..

  11. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 14:35

    Un giornalista che scrive ste boiate su Leonardo….mahhhhhhhhhnoi…

    Abbastanza condivisibile l’ analisi di capello anche se penso che questo campionato sia stato mediocre…

    Dove era la Juve, dove era la Roma, dove era l’ Inter nella prima parte di stagione?

    Per me se la nostra rivale fosse stata l’ Inter di Mourinho non avremmo visto boccia

  12. Diavolo1990

    Dna
    Abbiamo quattro punti in più dell’inter di mourinho.
    L’inter di leonardo è quella di mourinho. La rosa è la stessa.

  13. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 14:46

    non è lontanamente paragonabile…

    Samule si è rotto presto (e vuol dire come per noi Thiago Silva).

    Milito, Stankovic, Snejider, Maicon, Julio Cesar, Cambiasso, Pandev ma io direi pure Zanetti e Cambiasso non sono nemmeno i parenti dello scorso anno….e in panchina in attacco avevano Balotelli e ora un bimbo minchia e un macedone ultra finito…

    Mourinho i migliori li ha spremuti tutti oltre ogni immaginazione…questa Inter è come una berlina con 200000…

    Il discorso punti non lo possiamo fare per 2 motivi:

    1) Il livello del campionato si è livellato verso il basso. Basta vedere che fine hanno fatto Roma e Sampdoria che lo scorso anno erano squadre forti che toglievano punti a tutti (inter compresa)
    2) L’ Inter di Mourinho è arrivata in fondo a 3 competizioni vincendole tutte e 3….Non si può mettere a paragone l’ impegno energetico fisico e mentale di arrivare in finale con la condizione per vincerla e mettersi a cazzeggiare dagli ottavi in poi pensando solo al campionato..

    e poi è una questione psicologica. Nella prima parte di stagione non avevamo rivali e questo pesava molto. Siamo andati in affanno non appena l’ Inter ci ha dato delle pressioni con la sua rimonta prima del derby…

    Il prossimo anno avremmo presssioni fin da inizio campionato. E non solo dal’ Inter. Non sarà semrpe un campionato per ragazzi come questa stagione e il livello del calcio italiano il prossimo anno sarà un altra cosa. Tornerà la JUve, Leo partirà alla pari, la >Roma con gli americani si rinforzerà e ci sarà sempre il Napoli che sarà sempre più una realtà….Siamo stati bravi e fortunati a fare la squadra al momento giusto.

  14. leggete l’ultimo post della salumeria!!! ahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahahah ROSICATEEEEEEEEEEEE MERDE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  15. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 14:59

    che dicono?

    Domanda ma a noi basta vincere stasera per lo scudetto indipendentemente dal risultato delle altre?

  16. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 15:04

    ci basta un pareggio..a posto domanda idiota….

    Ibra stasera dopo essersi riposato da Dicembre farà una bella partita?

    speriamo di si….e speriamo che faccia 3 goal cosi la sua quotazione s’ impenna e noi lo riscattiamo col cazzo….e vediamo dei due di guadagnarci qualcosa

  17. Diavolo1990

    Il tutto sotto il silenzio assordante di FIGC e Lega Calcio, oltre ai soloni di cui sopra, che nulla hanno avuto da obiettare. FC Juventus ci comunica che ha vinto 29 scudetti, AC Milan afferma di essere il club più titolato al mondo (solo in Italia, perchè l’UEFA non consente di fregiarsi di titoli inventati) e noi aspettiamo impazienti di scoprire chi sarà la prossima

    Oggi sappiamo ufficialmente che AC Milan è una diretta emanazione non già di Silvio Berlusconi, quanto del Governo Italiano. Oggi sappiamo ufficialmente che Palazzo Chigi ci tiene a precisare che il Presidente del Consiglio non si esprime sullo scudetto per ragioni scaramantiche. Evidenti, bontà loro. Oggi sappiamo ufficialmente che il Governo Italiano spera che uno scudetto al Milan possa portare ulteriori consensi alla guida politica del Paese. Oggi sappiamo ufficialmente che AC Milan è solo una gigantesca operazione di campagna elettorale.

    Non sappiamo come si possa sentire il tifoso di una squadra che durante una sfilata per una vittoria si renda conto di non essere nient’altro che un numero, nient’altro che parte di un orrendo carrozzone politico, pubblicitario e mediatico. Non lo sappiamo e ne siamo fieri. Non lo sappiamo e siamo orgogliosi di non saperlo.

    Orgogliosi di vincere e perdere sapendo che il fine non giustifica i mezzi più beceri.
    Orgogliosi di vincere e perdere sapendo di averlo fatto con le nostre capacità e le nostre forze, senza il vento di nessuna campagna elettorale alle spalle.

    Noi non siamo quella roba lì.
    Noi non siamo come voi.

    Mai.

    Mamma mia hanno raggiunto livelli ineguagliabili

  18. Diavolo1990

    Milito, Stankovic, Snejider, Maicon, Julio Cesar, Cambiasso, Pandev ma io direi pure Zanetti e Cambiasso non sono nemmeno i parenti dello scorso anno….e in panchina in attacco avevano Balotelli e ora un bimbo minchia e un macedone ultra finito…

    Se è per questo nemmeno Pirlo, Seedorf, Nesta, Gattuso, Ambrosini, Inzaghi sono i parenti di quelli migliori. Allora?
    La rosa è la stessa.

  19. poveri merdazzurri…..ahahahaha

  20. diavolino

    e il principe dei salumieri come sta ?

  21. Que la chupen y que la siguen chupando (cit.)

    dove era l’ Inter nella prima parte di stagione?

    Dove eravamo noi, quando eravamo noi a non fare mercato e avere infortuni.
    Stessa, identica, medesima cosa.

  22. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 16:03

    La mia risposta a quel post non è mancata se guardate fra gli ultimi commenti…

    Gattuso e Pirlo non li considero giocatori da 3 anni…maledico il mister ogni volta che me li fa vedere in campo

    Pirlo aveva un senso solo con Leonardo, per il resto quando l’ ho visto stracciarsi i muscoli 2 volti ho aperto le migliori bottiglie di famiglia per festeggiare…

    Il Milan di quest’ anno stava fresco se doveva fare affidamento su questi giocatori…abbiamo vinto grazie a Boateng, Pato, Robinho, Ibra, Van Bommel, Cassano, Abbiati, Nesta, Thiago Silva e al nuovo assetto della dirigenza che ha permesso certi accordi con sponsor di lusso.

    L’ Inter aveva la rosa simile solo nei nomi. Per il resto era tutta un altra squadra anche come valore patrimoniale, visti che i singoli cartellini avranno avuto una svalutazione del 50% del loro valore

  23. Diavolo1990

    diavolino

    e il principe dei salumieri come sta ?

    Malissimo
    Nell 2005 flusso scriveva

    Premessa: quanto sto per scrivere è detto senza malizia e cativeria ma con sincerità. In questi due giorni dopo la finale di Istanbul, i tifosi milanisti sono stati presi d’assalto dal logico e comprensibile “fuoco” di chi milanista non è. Ma a tutti, credo, una differenza non è sfuggita: gli juventini hanno usato toni più moderati degli interisti, i quali sono stati straordinariamente livorosi, aggressivi, rabbiosi. Inizio a crederci davvero: è meglio che vincano qualcosa al più presto perchè tutta questa rabbia repressa non fa bene allo sport.

    Ecco sono già di nuovo a quei livelli.
    Il cerchio si è chiuso.

  24. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 16:11

    il loro cerchio si è chiamato:

    1) Farsopoli
    2) Saras
    3) Josè Mourinho

    finite gli effetti di queste cose sataniche sono tornati la solita squadretta di sempre…e si ritengano fortunati…a Cenerentola l’ incantesimo è durato solo poche ore…nemmeno la soddisfazione di trombarsi il principe in ambiti decenti…a loro l’ incantesimo è durato anche anni…

  25. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 16:16

    Appunto. Mica tutti gli anni sarà come questo. Io mi aspetto una grande evoluzione del nostro campionato la prossima stagione….e non sarà male per il calcio italiano caduto in miseria…

    e poi oh…se era tanto buono questo campionato come qualità avevamo piazzato qualche squadra in semifinale di champions e uefa…invece col cazzo e non solo le 2 squadre di punta del calcio italiano sono state ridicolizzate da due squadrette del cazzo di Germania ed Inghilterra

  26. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 16:23

    Dai elbonito non si può sentire 6-7 milioni per Gattuso….

    manco se lo si butta nel’ oro bollente e lo tempestiamo di diamanti…de catti se troviamo qualcuno che si prende il suo stipendio al posto nostro, figurati se lo cediamo per 6-7 milioni….

    ma chi lo vole un mediano bollito di 33 anni senza piedi che ha smesso di giocare al calcio da 3 anni…manco con i soldi finti

  27. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 16:28

    salvate il soldato calmiere…dice cose sensate in un luogo in cui è vietatissimo parlare di calcio….penserà di essere qui o su milan night…avvertitelo….predende di spiegare a flusso che bisognerebbe allontanare Gattuso….è come se io cerassi di spiegare quanto è bello il profumino della gnagna a un gay

  28. Dai elbonito non si può sentire 6-7 milioni per Gattuso….

    Lo cercano in Russia, dove son pieni di soldi e di calcio capiscono un cazzo.

  29. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 16:46

    a me se un russo mi rimborsasse anche solo le spese di cancelleria e le ore da pagare al’ impiegata per la preparazione del fascicolo burocratico per la cessione, glielo darei di corsa…

  30. a me se un russo mi rimborsasse anche solo le spese di cancelleria e le ore da pagare al’ impiegata per la preparazione del fascicolo burocratico per la cessione, glielo darei di corsa…

    Non capisci niente. 😀
    I Russi hanno i soldi, devi scucirgli il massimo!

  31. Dai elbonito non si può sentire 6-7 milioni per Gattuso….

    Lo cercano in Russia, dove son pieni di soldi e di calcio capiscono un cazzo.

    tra l’altro ci sono andato stretto perchè ho sentito parlare di 10 milioni io….

  32. C’entrerà poco, ma…

    FORZA BARI, AZZOPPIAMOLI TUTTI!

  33. Nono, conta tanto: voglio vincerla la Coppa Italia!

  34. Che il Milan abbia ricevuto un’offerta per Gattuso non ci sono dubbi , infatti è interessato ad Essien

    semmai è da vedere se il giocatore accetterà l’offerta astronomica della squadra russa

  35. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 18:50

    se invece di Essien si valorizzasse Flamini, Merkel e Strasser….sarebbero fatica, soldi, tempo risparmiati….ma figurati se allenatore e Galliani arrivano a tanto…figuriamoci

  36. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 18:51

    visto che tutti e 3 sono infinitamente meglio di Gattuso e che il più scarso di loro vale già 3 Gattuso

  37. Se non rinnovassere ai vecchi, quei tre non sarebbero comunque sufficienti. Poi, Essien, mica lo pagheresti tu! Ti farebbe schifo se lo comprassero?

  38. Posso chiedere all’amico che ci segue sempre dalla Norvegia di lasciare un saluto? :mrgreen:
    (sempre che non sia un bot…)

  39. ROMA: Doni, Cassetti, Burdisso, Juan, Riise; Brighi, Pizarro; Taddei, Simplicio, Vucinic; Totti

    MILAN: Abbiati, Abate, Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Gattuso, Van Bommel, Seedorf, Boateng, Robinho, Ibrahimovic

  40. Prendiamocelo stasera, non voglio aspettare!!!!!

    Dai cazzo!!!

  41. questi ultimi minuti non passano cazzolina

  42. Diavolo1990

    Io penso che stasera vinca la roma… non si intuisce dal post?

  43. MILANDOMINAT 7 Maggio 2011 at 20:23

    Oh, anche stasera skyfo ci propone l’accoppiata dei gufi di merda

    Vinciamolo stasera, per farli rosicare

    FORZA RAGAZZI E CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ , LI’!!!!!

  44. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 21:30

    che schifo di primo tempo…

    cazzo Allegri li togli quei 3 pipponi di Zambrotta, Ibra cadavere e Gattuso e metti 3 giocatori seri per favore visto quel popo di panchina…ma vuoi proprio farmi imolzire fino al’ ultimo eh…

    meno male che ci hanno squalificato ibra sennò col cazzo che si vinceva sto scudetto…meglio Pato con una gamba sola….spero non lo riscattino sul serio…

    dai che ho già organizzato tutto per i festeggiamenti!!!!!!!!!!!!!

  45. Seedorf e Robinho inguardabili

    giochiamo in nove cazzolina

    Allegri fai qualcosa cazzo

  46. MILANDOMINAT 7 Maggio 2011 at 21:36

    ibra inguardabile, entra ambrosini comunque

  47. dnarossonero 7 Maggio 2011 at 21:39

    tutti inguardabili….per me hanno messo il valium nella fica delle compagne per stra farsi in anticipo e festeggiare!!

    Svegliaaaaaaaaaaaaaaaa e cazzo allegri togli le pippe dal campo….Voglio Pato e Cassano in campo

  48. CAMPIONI!

  49. Diavolo1990

    NUOVO POST

    SUCATE MERDE
    SUCATE
    SUCATE
    SUCATE

  50. MILANDOMINAT 7 Maggio 2011 at 22:38

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    CHI NON SALTA E’ QUELLA ROBA LI’ LI’

    ABBIAMO SCONFITTO IL MALE!!!!!

Comments are closed.