Undicesima giornata: tra le prime, mancano all’appello solo Milan e Lazio. Per noi, c’è la tradizionalmente ostica Udinese in trasferta nel posticipo delle 20.30.

Una buona notizia è arrivata dal sabato, con il pari tra Fiorentina e Roma. Agli assenti classici del Milan (Caldara e Strinic) si sono aggiunti Biglia e Calabria, ed è mezza emergenza a sinistra con le assenze ulteriori di Bonaventura e Calhanoglu; friulani privi di Badu, Ingelsson e Pezzella tra gli altri. La squadra dell’unico straniero partito “titolare” su una panchina di Serie A, Julio Velazquez, è ad oggi sedicesima con 9 punti alla pari con il Bologna di Pippo Inzaghi. Alle loro spalle solo Empoli, Frosinone e il derelitto Chievo ancora sottozero. 23 i convocati del Milan, si vede per la prima volta in stagione Montolivo.

Tattica del tutto incerta. In caso di conferma del 4-4-2 il Milan confermerebbe in campo: G. Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Suso, Kessié, Bakayoko, Laxalt; Higuain, Cutrone. 3-5-1-1 per l’Udinese con: Musso; Opoku, Troost, Samir; Pussetto, Fofana, Mandragora (Behrami), Barak, Larsen; De Paul, Lasagna. Squadra in campo conoscendo già i risultati di Lazio-Spal (12.30) e Samp-Torino delle 15. Arbitra la partita Di Bello, con Fabbri-Tolfo al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014