Ci vorrebbe un 1-3 per ribaltare la brutta sconfitta dell’andata. Anche se il Milan di Rino Gattuso non è in crisi, visto il successo di carattere contro il Genoa di domenica, la scalata al quarto di Europa League è molto aspra e senza appigli.

Lo 0-2 di San Siro è stato un “ritorno sulla terra” per molti, me compreso. Nonostante i pochi trofei degli ultimi anni, dominati in Inghilterra dalle squadre di Manchester e dal Chelsea con la comparsa recente del Tottenham, i Gunners restano una squadra con diversi giocatori “internazionali” ed esperti, tra le favorite per il trofeo a guardare i nomi. Sarebbe importante uscire, se saremo in grado, magari con un pari o una vittoria all’Emirates Stadium, stasera alle 21; il vero tifoso non molla fino al 95′ e anche oltre (in caso di 0-2) ma realisticamente sarà molto difficile ribaltare il risultato con la squadra di Wenger.

Emergenza difesa in casa rossonera. La formazione probabile, presa dai convocati, sarebbe questa: G. Donnarumma; Zapata, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Biglia, Kessié, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. A disposizione Storari, Musacchio, Montolivo, Locatelli, Borini, Kalinic, Silva. Per Wenger possibile il 4-2-3-1 con: Ospina; Koscielny, Mustafi, Chambers, Bellerin; Kolasinac, Wilshere; Ramsey, Xhaka, Ozil; Welbeck. In chiaro ci sarà la diretta gol di Tv8 con alternanza tra Arsenal-Milan e le partite di Borussia Dortmund e Lione. Arbitro della partita lo svedese Eriksson.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014