Dopo lo 0-0 casalingo del 31 gennaio e la vittoria di campionato il Milan torna ad affrontare la Lazio, per la prima volta all’Olimpico dopo la disfatta del 10 settembre.

Pezzo “ibrido” tra Destinazione e prepartita, quello di oggi: un’altra bella prova per il Milan che è rimasto nella capitale dopo lo 0-2 in casa della Roma. Grande prova corale, e due gol pesanti di ragazzi cresciuti nel vivaio; la formula di responsabilizzazione di “nuovi” e “vecchi” insieme pare funzionare, nel pieno di un tour de force che durerà ancora settimane. Il Napoli intanto allunga in chiave scudetto, in attesa del recupero di Juve-Atalanta, mentre nella zona rossa è importante la vittoria della Spal a Crotone. La nuova classifica: Napoli 69, Juventus* 65, Lazio 52, Inter 51, Roma 50, Sampdoria e Milan 44, Atalanta* 38, Torino 36, Fiorentina 35, Udinese e Bologna 33, Genoa 30, Cagliari e Chievo 25, Sassuolo 23, Crotone 21, Spal 20, Verona 19, Benevento 10. *una partita in meno

Veniamo a stasera. La sfida dell’Olimpico sarà preceduta da Juve-Atalanta delle 17.30. La Lazio dovrebbe schierarsi con: Strakosha; Caceres, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. Risponde Gattuso con il solito 4-3-3. G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié. Biglia, Bonaventura; Suso, Kalinic, Calhanoglu. Formazioni praticamente titolari, segno che la coccarda tricolore è un obiettivo per entrambe le squadre. Arbitro Rocchi di Firenze, con il duo Irrati-Paganessi al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014