Partita che negli ultimi anni non ha portato benissimo ai nostri colori, ma dove tutto è possibile visto il campionato altalenante di entrambe le squadre. Roma-Milan è il posticipo della 26a giornata di serie A.

Clima freddo permettendo (ma a Roma qualche fiocco di neve dovrebbe arrivare solo nella notte, a sfida finita) la sfida ha tutti i crismi del big match di giornata. Le quattro sconfitte nelle ultime cinque sfide di campionato sono certamente da migliorare; l’ultima vittoria risale al 2015, con quel 2-1 dove pure Destro segnò uno dei suoi pochi gol al Milan. Si parlava di maltempo: ad oggi sono a rischio le partite di Verona, Reggio Emilia e Sassuolo. Si dovrebbe giocare negli altri campi, anche se il grande freddo condizionerà comunque quest’ultima giornata di febbraio.

Maglie larghe per le convocazioni di Gattuso, che porta a Roma per il lungo ritiro che comprende anche il ritorno con la Lazio ben 30 giocatori. Ci sono tutti i disponibili, perfino Vergara, Juan Mauri e Mastour. Conferma della formazione tipo con: G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. 4-2-3-1 per la Roma con: Alisson; Florenzi, Manolas, J. Jesus, Kolarov; Pellegrini, Strootman; Under, Nainggolan, El Shaarawy (Perotti); Dzeko (Schick). Arbitro della partita Mazzoleni con il duo Irrati-Carbone al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014