Si torna subito in campo. Siamo in pieno tour de force e arriva la seconda partita con la Lazio in tre giorni, dopo le polemiche derivate dal 2-1 in campionato di domenica.

Alla fine il giudice sportivo ha optato per l’involontarietà di Cutrone sul gol dell’1-0, con l’attaccante che cicca il colpo di testa e in tuffo prende la palla di braccio, niente squalifica quindi. Sono arrivati nel frattempo i primi movimenti di mercato a sfoltire la rosa: Gabriel in prestito all’Empoli dopo una metà di stagione da quarto portiere, scalato per l’arrivo del più grande dei Donnarumma; Paletta svincolato, e per chiudere Zanellato al Crotone con obbligo di riscatto. Mercato in cui, a parte Rafinha e Caceres, sono mancati completamente gli acquisti delle grandi. Intanto, Rodriguez è stato tolto all’ultimo dalla lista convocati per stasera.

L’undici probabile: G. Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Antonelli; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Kalinic, Calhanoglu. Risponde con un 3-5-1-1 la Lazio: Strakosha; Caceres, Wallace, Radu; Basta, Murgia, Leiva, Milinkovic, Lulic; F. Anderson; Immobile. Resterebbero in panchina quindi Calabria, Montolivo, Cutrone e Silva. Atalanta-Juve è stata la prima sfida di semifinale, finita 0-1 con gol di Higuain in avvio. Sperando non si ripeta l’effetto “replica” a distanza di quattro giorni come col Verona, anche se là si giocava in trasferta e in un ambiente ostile dopo il 3-0 di Coppa.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014