Squadre in campo alle 18 a San Siro, con il vantaggio di conoscere i risultati delle altre, dopo una fase di recuperi infrasettimanali. Inizia la doppia sfida di campionato e Coppa contro la Lazio.

Il 4-1 dell’andata era stata la prima sconfitta stagionale, si sperava allora in un fuoco di paglia “negativo” che poi purtroppo non si è rivelato tale. Decine di punti persi qua e là, tra cui i 5 lasciati per strada tra Benevento e Verona. Umore in controtendenza per la Lazio di Simone Inzaghi, terza in classifica e con un titulo già in bacheca in stagione dopo la Supercoppa vinta ad agosto contro la Juve; bella squadra a basso budget, davanti ai cugini romanisti e alle milanesi dopo aver speso meno nel saldo entrate/uscite in tutti questi ultimi anni. La doppia – anzi tripla – sfida avrà il suo epilogo il 28 febbraio con la semifinale di ritorno dell’Olimpico.

Due assenze pesanti nel Milan, con Rodriguez e il lungodegente Conti, mentre nella Lazio manca Immobile. G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Antonelli; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Kalinic, Calhanoglu l’undici previsto schierato con un 4-3-3. Abate, Montolivo e Cutrone in panchina, qualche possibilità per Abate a destra con Calabria a sinistra. 3-5-1-1 per il più giovane dei fratelli Inzaghi con: Strakosha; Bastos, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; L. Alberto; Nani (F. Anderson). Caceres e Wallace in corsa per una maglia di difensore, in panchina Lukaku e Caicedo. Arbitro della partita Irrati, con il duo Rocchi-Di Liberatore al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014