Si torna in campo alle 15.00 per la serie A, dopo tre sconfitte consecutive e di fatto un mese senza vittorie, contando la sosta nazionali. Avversario di oggi il Genoa di Juric, fermo a 5 punti.

Reduce dalla sua unica vittoria contro il Cagliari dell’esonerato Rastelli, la squadra rossoblu è quartultima. Occasione fondamentale per smettere di perdere punti, e magari ricominciare a tirare in porta, cosa che in verità è stata fatta già nel derby. Milan che ritrova Romagnoli e Kalinic dal primo minuto, con Montella che potrebbe passare al 3-4-2-1 per far coesistere Suso e Bonaventura, i marcatori del derby. G. Donnarumma; Zapata, (Musacchio), Bonucci, Romagnoli; Borini, Kessié, Biglia, Rodriguez; Suso, Bonaventura; Kalinic. Panchina quindi per Abate, Calhanoglu e André Silva.

3-5-2 per Juric, privo di Cofie e Spolli. Perin; Izzo, Rossettini, Zukanovic; Rosi, L. Rigoni, Veloso, Bertolacci, Laxalt; Taarabt, Galabinov. Tre gli ex in campo, da un lato Suso e dall’altro il duo Bertolacci-Taarabt (con anche Lapadula in panchina). Dopo la vittoria della Sampdoria e il pareggio tra Napoli e Inter, oggi sono di scena il derby di Verona (alle 12.30), Benevento-Fiorentina e Torino-Roma sempre nel pomeriggio, e i posticipi Udinese-Juventus alle 18 e Lazio-Cagliari alle 20.45. A Milano, l’arbitro sarà Giacomelli, con il duo Mazzoleni-Dobosz al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014