Dopo i 12 punti in cinque gare e l’unica battuta d’arresto a Roma che sembrerebbe lasciata alle spalle, il Milan torna in trasferta, in casa della Sampdoria di Marco Giampaolo.

Doppia sfida conclusa 0-1 per la squadra ospite, lo scorso anno, in una posizione di calendario; Bacca all’andata a Marassi e Skriniar a San Siro gli autori dei gol. Fu una delle tante partite buttate del girone di ritorno, che per fortuna nella “corsa dei gamberi” con Inter e Fiorentina per l’Europa non sono state decisive grazie al famoso pareggio di Zapata nel derby. Samp che ha perso Muriel e Skriniar nel mercato estivo, guadagnando però Strinic e Duvan Zapata più altri giovani interessanti. Blucerchiati da non sottovalutare anche in virtù della buona partenza (8° posto).

4-3-1-2 per i liguri con Puggioni; Bereszynski, Regini, Silvestre, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata. Verre, Linetty, Caprari e Alvarez dovrebbero accomodarsi in panchina. Sul fronte Milan si va verso la conferma del 3-5-1-1 con G. Donnarumma; Zapata, Bonucci, Romagnoli; Abate, Kessié, Biglia, Bonaventura, Rodriguez; Suso; Kalinic. Emergenza sulle fasce, senza riserve tra i convocati, mentre Gomez resta ancora fuori dalla lista dei 21 e gli altri si accomodano in panchina. Per 9/11, la formazione che ha battuto la Spal, sperando di poter fare qualche cambio in difesa anche a partita iniziata giovedì contro il Rijeka. Arbitra Valeri, con il duo Doveri-Minelli al Var.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014