Il treno ha fischiato, sta per partire. Biglietti in mano, possiamo salire?
Chi siete? Questo è il treno per lo scudetto, qui non vi ho mai visti
Siamo il Milan, questo è il nostro treno verso il sogno. Possiamo salire?
DALLO STADIO LA FAVORITA DI PALERMO, PALERMO – MILAN: CHECK-IN!

https://i0.wp.com/images.virgilio.it/sg/sportuni/upload/pal/0002/palermo_milanc.jpg?resize=373%2C280Palermo, ore 20.45. Dal possibile trionfo alla disperazione in una settimana. Settimana in cui siamo passati da un potenziale +7, a tenere il +5, e rimanere senza Ibrahimovic che passerà le prossime tre settimane probabilmente in vacanza. Settimana che ci ha visti sotto, come attori non protagonisti, anche a Monaco, dove un’Inter riuscita a spuntarla con una modesta dose di fortuna, si è poi ritrovata, col sorteggio di Nyon, praticamente in semifinale. Settimana quindi dove valuteremo quanto fatto dalla società anche e soprattutto in sede psicologica, contro una stampa che in settimana ha destabilizzato in ogni modo l’ambiente rossonero. Non sono stati solo i giudizi di condanna, mai visti a questi livelli per episodi ben più gravi, ma anche e soprattutto voci di mercato mai apparse così frequentemente sui giornali. Insomma sembra di essere tornati a quel film (horror) che era l’anno passato. Ma rispetto all’anno passato c’è una sostanziale differenza: noi. Primi, a +5 e non secondi a -1 dopo aver sbagliato il sorpasso. E’ il momento di meritare questo primo posto in classifica, preso proprio in casa contro la squadra di Zamparini nel girone d’andata, per farlo bisogna vincere la prima delle tre partite più difficili – per collocazione – del torneo, a Palermo, campo dove non passiamo dal 2006, doppietta di Inzaghi. Campo dove abbiamo sempre perso nelle ultime tre stagioni, anche se in alcuni casi con attenuanti di squalifiche o errori arbitrali (ricordare il bagher di Amauri?). Il Palermo perde da 5 turni consecutivi, quando proprio in casa batté la squadra bianconera materasso del campionato (no, non il Cesena), si risveglierà proprio oggi?

FORMAZIONE – Non ce la fa Ambrosini, rientro a questo punto nel derby, con Pirlo. Squalificato Ibrahimovic la formazione la annuncia Allegri in conferenza stampa. E’ più probabile che giochi Seedorf piuttosto che Boateng. Boateng sta bene ma ha fatto una settimana di lavoro differenziato e domani chi partirà dalla panchina potrà essere fondamentale. Con Boateng in panchina è probabile che giochino Flamini mezz’ala e Seedorf in trequarti. Centrocampo quindi molto opinabile con un Seedorf mai positivo nella trequarti nelle gare giocate quest’anno, preferito piuttosto a un Robinho o un Cassano che trequartisti non sono, ma sanno ricoprire quel ruolo sicuramente meglio di quanto possa fare ora l’olandese. Alla fine credo / spero che sia  pretattica, e che a giocare sarà proprio Boateng dietro Pato e Robinho, con Flamini -Van Bommel – Emanuelson a centrocampo. Difesa invece titolare. Abate – Nesta – Thiago Silva – Antonini.

QUEL GIALLO CHE SAPREBBE DI BEFFA – Attenzione ai diffidati. Se infatti Gattuso forse rimarrà 90 minuti in panchina, non si può dire lo stesso di Nesta, giocatore a cui non possiamo rinunciare tra due settimane. Arbitra Tagliavento che, come sappiamo da Catania, ha il cartellino facile. Facilissimo. Attenzione quindi anche agli episodi, dopo le proteste di Zamparini all’andata, e, settimana scorsa, per la sconfitta contro il Genoa con un gol irregolare. Il rischio compensazione è altissimo. Ma per vincere questo titolo dovremmo dimostrarci più forti anche della fortuna, che pare aver preso casa ad Appiano Gentile.

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.