Martedì 1° dicembre, ore 20.45, San Siro. Neanche il tempo di godersi la bella vittoria contro la Sampdoria, che subito il Milan torna in campo per la coppa Italia, contro una delle sorprese della serie B, il Crotone.

Il purgatorio dovuto al decimo posto dello scorso campionato è iniziato, lo ricorderete, ad agosto contro il Perugia nel terzo turno. Finì 2-0, con gol di Honda e Luiz Adriano. Ora di fronte c’è il quarto turno, una specie di pre-ottavo di finale con le vincenti che andranno ad affrontare, da qui in poi sempre fuori casa, le prime 8 dello scorso campionato: al Milan toccherà ancora la Sampdoria, giovedì 17 dicembre, ma a Marassi. Come detto, il Crotone dell’ex nazionale croato Ivan Juric, tecnico emergente chiamato in B dopo aver salvato in corsa il Mantova in Lega Pro, è secondo in classifica nella serie cadetta. Pochi nomi noti, come spesso succede negli ultimi anni in B, vedi Sassuolo, Frosinone e Carpi: tra questi, l’ex centrocampista di Chievo, Genoa e Bari Stoian e l’ex juventino Paro.

Tanti i big tenuti a riposo da Mihajlovic, 5 primavera convocati al loro posto. Pare che ci sarà un ritorno al 4-3-3, con: Abbiati (Donnarumma); Calabria, Mexes, Zapata, De Sciglio; Mauri, Poli, Nocerino; Honda, L. Adriano, Suso. Non convocati 6 potenziali titolari più gli infortunati, per non spendere troppo in vista di domenica a Modena (Romagnoli, Abate, Bacca e Niang sono comunque in panchina). 3-4-3 per il Crotone, con: Cordaz; Yao, Claiton, Ferrari; Balasa, Pato, Capezzi, Martella; Ricci, Budimir, Stoian. Per le altre 7 partite, oggi si giocheranno Spezia-Salernitana e Torino-Cesena, domani sono in programma Palermo-Alessandria, Verona-Pavia e Udinese-Atalanta (ben 2 squadre dalla Lega Pro, con il Pavia reduce dall’eliminazione shock del Bologna in campo neutro: occhio a queste squadre che giocano la partita della vita), e giovedì si concluderanno i turni preliminari con Carpi-Vicenza e Sassuolo-Cagliari. Due giorni di riposo in meno per i biancorossi emiliani, il prossimo avversario del Milan in campionato. Importante continuare a vincere e abituarsi a farlo.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014