int milDomenica 22 dicembre, ore 20.45, San Siro. Primo derby della stagione 2013/2014: per la 17° giornata di campionato il big match è Inter-Milan.

Il derby, si sa, è storia a sé rispetto all’andamento delle due squadre in campionato, e lo testimonia l’1-1 del ritorno l’anno scorso, con un Milan lanciatissimo nella lotta per l’Europa e i nerazzurri in crisi di risultati e di infortuni. Riuscì a segnare perfino uno come Schelotto. Motivo per cui disperarsi in anticipo a causa dei 9 punti di scarto tra i cugini e noi non è cosa da fare. Dopo una partenza sprint la squadra di Walter Mazzarri si trova in difficoltà, mentre il Milan -pur con tutti i tentennamenti del caso- ha sfoderato buone prestazioni soprattutto in attacco, nell’ultimo periodo. Il 2-2 con la Roma, là dove l’Inter aveva subito una pesante battuta d’arresto (0-3 in casa) lo testimonia. Troppe ancora, però, le difficoltà in fase difensiva.

Nell’Inter mancheranno i “vecchi” Chivu, Milito e Samuel, più lo squalificato Alvarez. Tante le assenze nel Milan, a cui potrebbe aggiungersi quella di Urby Emanuelson, che non ha ancora recuperato dalla botta violenta rimediata nello scontro con Gabriel lunedì. Fuori anche Silvestre, Abate, Birsa, Robinho ed El Shaarawy, più Montolivo che è squalificato. Mazzarri fedele alla difesa a 3; il suo 3-5-1-1 vedrà in campo: Handanovic; Campagnaro, Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Zanetti, Cambiasso, Taider, Nagatomo; Guarin; Palacio. 4-3-1-2 invece per il Milan, con: Abbiati; De Sciglio, Bonera, Zapata, Constant; Poli, De Jong, Muntari; Kakà; Balotelli, Matri.

Il resto della giornata, dopo Cagliari-Napoli nella sera di sabato, vede in programma la sfida a distanza tra Roma e Juventus, con Roma-Catania all’Olimpico e Atalanta-Juventus a Bergamo. Fiorentina impegnata invece a Reggio Emilia contro il Sassuolo, mentre la sorpresa Verona affronta al Bentegodi la Lazio del traballante Petkovic. Il derby, per forza di cose, rappresenta la gara più importante della giornata e la collocazione all’interno del calendario -verso la fine- ne aumenta ancor di più il valore. Un successo farebbe da spartiacque alla stagione rossonera, dopo che il passaggio del turno in Champions e il sorteggio duro ma non impossibile hanno aumentato le quotazioni rossonere in Europa. Il derby non è così importante come a Roma, dove 2 derby vinti cancellano le differenze in campionato; ma “Milan l’è un gran Milan”, e ci auguriamo che sia così anche stavolta.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014