liv mil

Sabato 7 dicembre, ore 18, Stadio Armando Picchi. Il Milan è di scena nel secondo anticipo della 15° giornata di serie A, e l’avversaria è il neopromosso Livorno.

Gli amaranto, dopo una partenza sprint, hanno cominciato a subire il contraccolpo della serie A e si trovano in un pericolante 16° posto, a pari merito con il Bologna e il Chievo del ritrovato Corini. Dopo gli esoneri di Sannino, proprio da parte del Chievo, e di Rossi della Samp il tecnico di A più in bilico è proprio Davide Nicola, alla seconda stagione all’Ardenza. L’ultima vittoria amaranto risale all’11° giornata, e cioè al successo per 1-0 sull’Atalanta; e prima ancora, erano trascorse 5 giornate senza punti. Squadra che non manca di talenti -in gran parte frutto di prestiti dall’Inter- ma priva di veri giocatori in grado di fare la differenza. Davanti Paulinho, Siligardi ed Emeghara non sono certo bomber; il portiere Francesco Bardi è forte in prospettiva (e lo testimonia l’europeo con l’Under) ma deve ancora crescere, e in generale l’organico è uno dei più deboli della A.

Partita imprescindibile, quindi, se si vuole portare avanti con successo la difficile rimonta verso le posizioni “europee”. E finalmente la formazione a disposizione di Allegri si avvicina molto a quella ideale; Pazzini ha ripreso ad allenarsi, e sicuramente ci sarà nel derby, mentre la gara con la Roma è incerta; certi sono invece i rientri di De Sciglio e dello squalificato (a Catania) Zapata. Per Nicola probabile 3-5-2 con: Bardi; Coda, Emerson, Ceccherini; Schiattarella, Luci, Duncan, Biagianti, Mbaye; Siligardi, Paulinho. Confermato l’albero di Natale, o 4-3-2-1, in casa Milan, con: Abbiati; De Sciglio, Mexes, Zapata, Emanuelson; Montolivo, De Jong, Poli; Birsa, Kakà; Balotelli. In panchina El Shaarawy, fuori Muntari e Constant (no, non è stata una scelta tecnica quella di escludere il ghanese per dare spazio a Poli).

Due sfide di cartello per il fine settimana del campionato italiano. Con Bologna-Juve finita 0-2, stasera il Napoli ospita l’Udinese per tentare di dare un senso alla sua rincorsa per il campionato, mentre all’Olimpico contro la Roma di Garcia arriverà la Fiorentina. Occasione ghiotta per recuperare 2-3 punti ai viola, visto anche che la prossima settimana ci sarà Milan-Roma. Sfida ad alta tensione quella tra Verona e Atalanta al Bentegodi, per la rivalità che oppone un po’ tutte le squadre nella fascia che va da Bergamo a Padova. Partita sulla carta facile, invece, per l’Inter in casa col Parma. Infine, un commento sul sorteggio di oggi in ottica Mondiale: paradossalmente, è meglio un gruppo come quello capitato agli azzurri che uno “materasso” come quello della Francia, sappiamo infatti che la nostra nazionale soffre le “piccole” mentre si esalta con avversarie di grande caratura, come sono appunto Inghilterra e Uruguay. Che abbiamo battuto recentemente, anche se solo ai calci di rigore.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014