Ok, ci siamo da oggi parte un nuovo campionato per noi. Dopo aver passato l’ultimo mese a sperare nella rimonta-Scudetto da oggi possiamo inaugurare lo sprint (che poi tanto sprint non è) che porta all’accesso diretto alla prossima Champions League, obiettivo massimo di inizio stagione. La nuova corsa inizia da Bologna e noi partiamo (una volta tanto) un passo avanti alle altre pretendenti. Accanto a noi c’è la Roma, Roma che però, oltre ad avere una partita in più (ma invito a confidare poco nella nostra difficile trasferta di Firenze in pieno clima Champions) stasera andrà proprio a vedersela in casa dei viola. Sulla carta dunque un turno favorevole a noi, ma sappiamo bene che spesso siamo mancati proprio quando “sulla carta” avevamo ottime possibilità. Servirà dunque la massima concentrazione per uscire dal Dall’Ara con i tre punti in saccoccia e soprattutto sarà necessario ritrovare quella brillantezza e quella fiducia nei nostri mezzi che è stata smarrita nelle ultime due settimane. Insomma, è ora di mettersi alle spalle una volta per tutte il derby e tutte le sue conseguenze.

Andiamo a Bologna in condizioni non ottimali. Siamo a febbraio e la lista degli infortunati comincia ad essere un po’ troppo lunga in chiave-United. Nesta non si è allenato al meglio. A casa. Pato non ne parliamo. A casa. Zambrotta ha avuto un problema alla coscia. A casa. Oddo non è ancora recuperato. A casa. Questi gli assenti, ai quali bisogna aggiungere che sia Abbiati che Dida hanno avuto piccoli problemi in settimana, che Pirlo c’è ma non è al 100%, che Beckham avrebbe bisogno di riposo e che Mancini non ha i 90′ nelle gambe.

Chi gioca dunque? Abbiati sembra favorito su Dida, al centro sarà Bonera ad affiancare Thiago Silva e potrebbe trattarsi di un ritorno importante. A centrocampo dovrebbe pagare Gattuso, Leo opta per un solo mediano (Ambrosini) accanto a Pirlo e dietro a Beckham-Seedorf-Ronaldinho-Borriello. Un Ronaldinho per il quale Leonardo ha speso parole importanti in conferenza stampa, negando che si sia mai concesso festini poco professionali nella settimana del derby.

Interessante infine sarà vedere chi andrà in panchina. Sicuramente Dida e Favalli, rimangono 5 posti per 7 giocatori. Chi paga? Quasi sicuramente Kaladze, poi? L’unico terzino di riserva, Jankulovski? Uno dei due mediani (quindi Flamini)? Una punta? O il neo-acquisto Mansini?  Staremo a vedere, di certo uno di loro tornerà da Bologna con tanta tanta rabbia.

Posted by LaPauraFa80