Ore 20:45 Verona stadio Bentegodi. ChievoVerona – AC Milan. Si riparte, come al solito in anticipo, tanto per favorire un po’ la derelitta Juventus. Torniamo a giocare dopo una settimana tragica, dove abbiamo perso due gare e pareggiata una, prendendo 5 reti: robe che lo scorso anno non le subivamo in un girone. Ripartiamo con una squadra, e sono gli stessi giocatori a rivelarcelo, “stanchissima”, ma lo vedevamo anche da soli. Ricominciamo con un gioco asfittico e sempre uguale a se stesso, così scarso che ultimamente ha attirato le critiche persino del distrattissimo presidente. E sembra, se stiamo ad ascoltare i tanti discorsi messi in giro che Allegri stia imboccando la corsia d’uscita.

D’altra parte fossilizzarsi sul 4-3-1-2 non è stata un idea meravigliosa, infatti se prima era agevole contrastarci col catenaccio, adesso sembra che i nostri avversari utilizzino sistematicamente un’altra disposizione tattica, davvero effiace. Sappiamo bene che in un 4-3-1-2 la linea dei 3 mediani per funzionare deve sovrastare quella avversaria sul piano fisico ed agonistico, invece, per esempio contro la Fiorentina, i nostri 3 erano statici e stanchi. Contro una linea del genere cosa c’è di meglio che schierare un centrocampo a 5 con la difesa a 3?? Infatti i nostri centrocampisti erano marcatissimi, mentre la loro linea aveva una superiorità numerica di 2 uomini ed effettuava, molto agevolmente, un pressing asfissiante sulle nostre fonti di gioco, ovvero i difensori centrali, impedendo verticalizzazioni e lo sviluppo veloce dell’azione. Spesso ci siamo ritrovati con Bonera o Mexes senza soluzioni, che si passavano nervosamente la palla orizzontalmente nella nostra metà campo, pressati oltre che dai centrocampisti avversari in soprannumero pure dalle due punte avversarie (situazione già vista al Camp Nou), l’unica via d’uscita era cercare un improbabile accelerazione sulle fasce o il lancio lungo per la spizzata di Ibra.

Ovviamente ogni tanto la palla riusciva a penetrare nella metà campo avversaria, ma il tutto avveniva con una lentezza tale da consentire la facile transizione della Viola in un 5-3-2. Questa immobilità dei centrocampisti costringeva i centrali ad alzarsi in modo innaturale, tentando buffe percussioni palla al piede, lasciando in ancora peggiore inferiorità numerica la nostra difesa: era chiaro che con ¾ della nostra metà campo sguarniti, sarebbe bastata una palla persa ed ecco il patatrac. Senza contare che nelle azioni pericolose della Fiorentina il tempo per rientrare ce lo lasciavano, ma i nostri terzini e centrocampisti non ce la facevano proprio. Non sarebbe stato più intelligente irrobustire il centrocampo che versava in evidente difficoltà eliminando il trequartista, che tanto la vicinanza delle loro linee non ne consentiva un fruttuoso utilizzo? Lasciamo questi difficilissimi quesiti al nostro tecnico, rimarcando però il fatto che scendere in campo sempre con il solito modulo da 24 mesi vuol dire concedere un bel vantaggio all’avversario. E l’esercito che scende in battaglia conoscendo in anticipo le mosse di quello nemico, quasi sempre vince.

Passiamo alla nostra sfida di Verona : come al solito ci accingiamo ad affrontare questa trasferta di campionato con una sfilza di assenti per infortunio che fa tremare i polsi, le croci rosse sulle caselle dei nostri cari spaccati sono roba degna di un cimitero di combattenti della seconda guerra mondiale: Pato, Thiago Silva, Boateng, Van Bommel, Roma, Inzaghi, Merkel, Abate, Antonini, Mesbah; chissenefrega direte voi, oltre ai mostri sacri dell’11 titolare perlopiù ci sono elementi inutili o di secondo piano, vero, ma quando mancano questi non puoi fare turnover e dopo un po “quelli buoni” sono sfiniti e giocano al 30%, e conseguentemente, si infortunano. Ma stavolta a dar man forte agli infortuni ci sono anche le squalifiche: Aquilani, Ambrosini e Bonera. L’AC Milan dalla rosa di 30 elementi è costretta a convocare, e mettere in campo dei primavera: De Sciglio, Piscitelli e Valoti, come l’anno scorso dopo la preparazione in Dubai, e questa invece, viste le ultime prestazioni, non è detto sia una brutta notizia. Segnaliamo con estremo piacere la voluttuosa ma breve prova di Cassano contro la Fiorentina, ricca di fosforo calcistico, assieme ai rientri tra i convocati di Flamini e Strasser: Mister Allegri schiererà il Milan col 4-3-1-2 con: Abbiati, Zambrotta, Mexes, Nesta, Bonera, Nocerino, Muntari, Seedorf, Emanuelson, Robinho, Ibrahimovic.

Il Chievo proviene da 4 risultati utili consecutivi, tra cui può annoverare la freschissima vittoria casalinga sul tenacissimo Catania, e la vittoria esterna sulla Fiorentina nel turno precedente. A livello tattico mister Di Carlo andrà a specchio col 4-3-1-2 composto da elementi validi come la sorpresa Bradley: l’omonimo del condottiero statunitense ha dimostrato nel corso di questa Serie A grinta da vendere ed un ottimo piede, in attacco ci sarà l’affidabile Pellissier affiancato dal nostro Paloschino. Paloschi: un giovane con cui non vogliamo avere a che fare, poiché dobbiamo mantenere in rosa il suo evanescente maestro. A dir la verità neppure le prestazioni del discepolo mi entusiasmano, ma sfinendolo coi prestiti (come fatto in passato con Antonini e Borriello) rischiamo di bruciarlo senza mai averne potuto mettere davvero alla prova tutte le potenzialità. Non ci dobbiamo dimenticare nemmeno di Luciano, un giocatore da temere, soprattutto per la forza fisica e le percussioni, che potrebbero fare male ad una squadra fisicamente sottotono come la nostra. Una menzione la merita pure l’ottimo Sorrentino: portiere che quando è in giornata risulta davvero impenetrabile. Gli 11 della formazione veneta saranno : Sorrentino, Sardo, Dainelli, Andreolli, Frey, Bradley, Rigoni, Luciano, Théréau, Paloschi, Pellisier.

Noi siamo il Milan e non abbiamo paura di nessuno: non abbiamo avuto paura al Camp Nou figuriamoci al Bentegodi! Ricordiamoci che noi siamo superiori al Chievo in tutto e per tutto, pertanto siamo noi gli unici arbitri del nostro futuro. Speriamo davvero di godere, e bene: vogliamo vincere e vi raccomando di seguire il LIVE su Rossonérosémper dalle 20:30!

reostato

Posted by reostato

Editorialista e responsabile dei LIVE insieme ad Anonimoabusivo

17 Comments

  1. Esatto. Siamo superiori al Chievo (come del resto a tutte le altre squadre della serie A). Anche senza Tevez e Fabregas. Noi lo sapevamo già, però c’ è chi non lo sa (o più probabilmente fa finta di non saperlo) in giro per la rete e quindi hai fatto bene a ricordarlo

    1. reostato

      Infatti, se le nostre ultime cattive prestazioni possono essere imputate ai copiosi infortuni non si può certo dire che la Fiorentina o il Catania ci sono tecnicamente superiori !! Anzi, nessuno ci è nemmeno pari in Italia.
      Tevez non avrebbe fatto male però. Quella di Fabregas si sapeva che era una cazzata fin da quando l’hanno tirata fuori per coprire il naufragio della trattativa Hamsik. Per non pensare alla balla fatta circolare a ferragosto : Schweini. Che al Milan ci veniva pure, ci volevano solo 40 milioncini.

  2. Diavolo1990

    Si va verso De sciglio titolare, Seedorf davanti alla difesa e Muntari trequartista

    1. reostato

      Sono sicuro che dietro le scelte di Allegri c’è la mano dell’allenatore più ladro e pippa dell’universo : Lippi.
      E’ evidente che Allegri VUOLE essere esonerato perché ha fissato delle uscite di pesca al tonno sulla barca di Lippi sulle secche della Meloria davanti a Livorno…….
      Lippi gli deve aver detto che se schiera Muntari trequartista la pescata nel prossimo wekend è assicurata !!!!!!

  3. Incredibile!

    12 assenze, 3 squalifiche eppure Allegri riesce ugualmente a sbagliare la formazione, schierando Gattuso (16 minuti giocati in TOTALE in campionato) e Muntari TREQUARTISTA, invece di inventarsi qualche combinazione con l’unico reparto in cui c’è abbondanza, cioè l’attacco.

    E’ vero che il tridente quest’anno ha combinato poco, ma diocristo santissimo, sarà meglio un Binho-Ibra-El92 o Binho-Ibra-Maxi di Gattuso che non gioca dall’anno scorso e Muntari trequartista..!

    Questa stagione mi sta sfiancando. Questo idiota sbaglia pure quando non avrebbe modo di sbagliare. Che schifo, che schifo, che schifo.

    1. Fino a Milan – Barcellona hai detto che la gente non doveva preoccuparsi perchè tanto questo campionato lo vincevate lo stesso e pure facilmente,per cui bisognava solo concentrarsi per “l’appuntamento con la storia”.

      Ergo non vedo perchè ti preoccupi adesso!!! 🙂

      Coraggio LPf,coraggio! Vedrai che una tra Lazio e Roma usciranno indenni dall’Hello Kitty Stadium!

      1. E’ vero e resto moderatamente fiducioso.

        Però qui le cose peggiorano di giorno in giorno. Con 6-8 assenze ce la cavavamo, oggi sono QUINDICI… o.O

        E la cosa che mi snerva è che nonostante quindi assenze, Allegri lasci fuori El Shaarawy, Maxi e Cassano che stanno più o meno discretamente per mettere Muntari trequartista e Gattuso titolare.

        La stagione di Gattuso:
        90 minuti l’8 agosto a Pechino.
        14 minuti Milan-Lazio prima di campionato.
        2 minuti Parma-Milan.

        E gioca titolare, ancora gonfio di cortisone e con 3 attaccanti di cui 2 in perfette condizioni e uno che non so se stia molto peggio di Rino che si siedono in panca. 😯 😯

        1. Hai oggettivamente ragione,ma cerca cmq di guardare il bicchiere mezzo pieno:

          1- la motivazione a vincere è massima altrimenti fine dei giochi.

          2- in ogni caso davanti non hai il Real Madrid per cui di riffa o di raffa ci sono i mezzi per sfangarla.

          Chiaro che senza i 3 punti stasera a Torino si fanno 1000 pippe.

        2. Ma sì, ma della partita me ne frega relativamente, penso anch’io che vinceremo e se non vinceremo va bene uguale, vuol dire che dal prossimo weekend avrò due ore libere in più…

          Quello che mi preoccupa, anzi mi spaventa a morte è che questo sceglie un mediano imbottito di cortisone con 16 minuti giocati in 9 mesi invece di inventarsi una cazzo di combinazione di 3 attaccanti sani.

          Siamo alla follia, agli acidi, agli allucinogeni, ai barbiturici, ai narcoletti tutti mischiati assieme!!!
          Poi vengono quelli della Setta a dire che la formazione è obbligata. Obbligata un grandissimo cazzo!

        3. quoto. Obbligata un paio di palle.

          La formazione peggiore che potrei pensare io fa 10 volte meno schifo di quella che Allegri reputa la migliore.

          Ma non è che sotto sotto rischia anche un po Galliani?

  4. Ahahahahahahahahahahhahahah

    lo sapevo che gli stuzzicava l’ idea di metterci Muntari. Pur di non metterci El Shaarawi ci mette Muntari. Lo dicevo io che con questa storia dei trequartisti atipici si rovinava il vecchio caro ruolo. Perché non ci mettiamo Yepes a fare il trequartista. E’ alto legnoso, ha veramente tutto per essere il trequartista di Allegri.

    Sul serio è incredibile riesce a sbagliare formazione anche in emergenza. Io avrei messo El Sharaawi trequartista e buttato Robinho a fare la mezzala. Io credo che lo faccia a posta. Sa che molto probabilmente cambierà aria e cosi lo fa per dispetto di mettere queste formazioni ridicole. Mettesse Strasser al posto di gattuso sarei più contento. A questo punto è ufficiale, non vogliono riscattare Aquilani. C’ è da credere sul serio che facciano cosi per risparmiare qualche spicciolo nel riscatto ammesso che poi avvenga sul serio.

    1. Diavolo1990

      Aquilani è squalificato

    2. reostato

      Te l’ho detto : ha fissato la pescata con Lippi !!

  5. Bitcha

    ecco e quì nasce il problema di fondo del nostro allenatore, quello da cui poi derivano tutti i suoi errori; il voler giocare e fossilizzarsi su un unico modulo, cioè il 4-3-1-2, e da qui nasce il fatto che probabilmente vedremo Muntari dietro le punte stasera… per niente al mondo si distacca da quel modulo, e non capisco perchè lo faccia, dato che non penso sia uno a cui non piaccia cambiare, anche se si sta dimostrando tutt’altro.

    Stasera vediamo, sono una via di mezzo fra il preoccupato e il fiducioso, dai cazzo!!!

  6. per la difesa sono fiducioso Nesta e Yepes non sono quelle pippe di Mexes e Bonera

    il problema sono i terzini , a centrocampo sono convinto che Seedorf e Gattuso giocheranno al massimo dello loro possibilità

    ma la domanda che mi frulla in testa è la seguente ma quale Ibrà sarà questa sera ?
    quello spento con la fiorentina o quello favoloso di Palermo ?

    alla fine le nostre speranze passano dai sui piedi principalmente , anche perchè Robinho non mi sembra in un periodo ispirato

    in questa importante e decisiva partita ci affidiamo alla vecchia guardia Nesta Yepes Zambrotta Gattuso e Seedorf tutti calciatori sopra i trenta
    che la fortuna per una volta sia con noi ,
    forza ragazzi fateci vedere che non mollate mai , vogliamo una prestazione con gli attributi

    poi se dovesse andare male pazienza

  7. nesta ha la febbre!!!

  8. Eh, come siamo bravi a criticare. Ci vuole pochissimo ed è una cosa semplice! Succede che tanto, chi gioca non va mai bene, si poteva fare meglio, la critica c’è sempre!
    Però mi piacerebbe sapere quali sono i giocatori a disposizione oggi!

Comments are closed.