Sembra un titolo banale, un ritornello già visto e rivisto tante volte. Ma è ancora lui a spianare la strada, con il settimo sigillo nelle ultime 6 gare, verso la settima vittoria su otto partite che ci lancia momentaneamte in vetta alla classifica, aspettando la contromossa di domenica della Juventus. Aumentano così i rimpianti per lo scippo di Firenze: ringraziamo il signor Mazzoleni per aver interrotto la striscia di vittorie consecutive che ora sarebbero addirittura otto. Bene quindi per i tre punti, ma abbiamo commesso degli errori su cui sarà meglio lavorare in prospettiva futura. Tralasciando quelli commessi sotto porta e rassegnandoci a prendere atto che quello di Robinho è un caso patologico, abbiamo evidenziato una certa macchinosità in alcuni frangenti dell’incontro, soprattutto quando i grifoni hanno creato traffico davanti all’area di rigore con molti uomini dietro la palla, per impedirci di ragionare.

Il grimaldello per scassinare il 3-5-2 ermetico del Genoa, a dir la verità, il Milan lo aveva anche trovato: gli inserimenti dei centrocampisti e in particolare di Nocerino avevano subito messo in difficoltà la squadra di casa. Dopo l’interruzione del gioco per i lacrimogeni, siamo rientrati in campo con le idee un po’ confuse, cercando di renderci pericolosi quasi esclusivamente con i duetti tra Abate e Aquilani sulla corsia di destra, che non hanno arrecato particolari disturbi alla retroguardia genoana.

Il Genoa ha preso coraggio e a tratti ha creduto anche di poter andare in vantaggio, cosa che assolutamente non si può e non si deve concedere; andare sotto su campi come quello di Genova può essere un errore da pagare a caro prezzo. L’altro errore che non dobbiamo più commettere è quello di non chiudere la partita quando se ne ha la possibilità. Sull’ 1-0 abbiamo sbagliato troppo e col passare dei minuti abbiamo consentito al Genoa di rientrare nuovamente in partita, rischiando anche di prendere gol. Da dimenticare la prestazione di Ambrosini, apparso in un evidente ritardo fisico: dai suoi piedi sono partiti numerosi contropiedi del Genoa che per fortuna hanno avuto esito negativo. Non brillantissimo anche Antonini, che spesso e volentieri si è trovato in difficoltà ora con Mesto ora con Marco Rossi.

In ogni caso, altra vittoria pesante e altra prestazione che ci conferma squadra da battere in Italia. Andiamo avanti così, con il massimo rispetto per la Juventus o chi per lei cercherà di soffiarci il titolo, ma con la consapevolezza che i più forti siamo ancora noi.

GENOA-MILAN 0-2
Genoa (3-5-2): Frey; Granqvist, Dainelli, Kaladze; Mesto, Veloso, Constant (24′ st Merkel), Rossi, Moretti; Pratto (41′ st Jorquera), Jankovic (32′ st Ze Eduardo). A disp.: Lupatelli, Seymour, Ribas, Caracciolo. All.: Malesani.
Milan (4-3-1-2): Amelia; Abate, Thiago Silva, Yepes, Antonini; Aquilani, Ambrosini (24′ st Seedorf), Nocerino; Boateng; Robinho (41′ st El Shaarawy), Ibrahimovic. A disp.: Roma, Bonera, Mexes, Taiwo, Emanuelson. All.: Allegri.
Arbitro: Celi
Marcatori: 11′ st rig. Ibrahimovic (M), 34′ st Nocerino (M)
Ammoniti: Granqvist, Moretti, Kaladze, Veloso (G); Ambrosini, Antonini, Roma (M)
Espulsi: 9′ st Kaladze (G) per somma di ammonizioni

Posted by Andrea Sebastiani

Editorialista e responsabile dei postpartita

40 Comments

  1. Diavolo1990

    Ringraziamo i due nuovi redattori, a voi pubblico ora giudicarli 🙂

  2. Andrea Colonna 3 Dicembre 2011 at 00:12

    Allegri oggi non poteva far moltissimo a livello ne di 11 iniziale ne di cambi. Ma farne 2 é praticamente il suo marchio di fabbrica. Ambrosini lento e impacciato andava cambiato prima, avanzando Thiago a centrocampo e inserendo Mexes centrale con Yepes. Quindi Robinho ormai claudicante poteva uscire anche 10 minuti prima per El Shaarawy. Terzo cambio Taiwo per Antonini. Era comunque importante vincere e i 3 punti sono arrivati, con tanto di tabú Marassi sfatato (almeno per quest’anno) e soprattutto l’inversione di tendenza con 0 goal subiti nelle ultime due trasferte (quando le precedenti 4 avevan fatto incassare 10 reti ad Abbiati)

  3. Michele Bufalino 3 Dicembre 2011 at 01:07

    ho seguito il Live di Colonna. Ero fuori ad un concerto. Molto ben fatto e mi piace anche l’articolo di Yoann 😉

  4. Benvenuti ai nuovi…ora siamo abbastanza per una squadra di calcetto

  5. franco battaglia 3 Dicembre 2011 at 06:54

    … e cosi devo sentire, all’improvviso, che Pippo ci lascia. Messo in un angolo da Allegri, come quei cellulari che hanno fatto il loro tempo, che ci hanno accompagnato per una vita, e che buttiamo nel cassetto, perchè mò c’affascina il touchscreen ed il collegamento in internet..
    Superpippo c’aveva solo un collegamento. Quello con la porta avversaria. Tireranno di più la “bestia” Tevez o l’ectoplasma Maxxi Lopez, ma io mi sarei tenuto ben stretto l’omino dei sogni, della volontà, del coraggio, della voglia, dell’attaccamento alla maglia ed ai tifosi. Andrà svenduto per gli ultimi sgoccioli di carriera. A chi ci crede ancora, a chi ha voglia di vederlo sguinzagliato in area, e lui (ri)correrà finalmente felice a bruciare l’erba, magari per garantire una salvezza a qualche squadra pericolante, chissà.
    E se dovesse capitarci di giocarci contro. e di subire un suo gol, di quelli di rapina, di quelli rubati all’avversario basito, di quelli che ti farebbero impazzire di gioia, Magari lui potrà contenere foga ed entusiasmo.
    Per rispetto al Milan. Perchè è un signore..
    Ma io milanista no.
    Io esulterò.

    Ciao Pippo. E grazie di tutto.

  6. buongiorno

    bravissimi i nuovi redattori

    sulla partita , hanno risolto come al solito ultimamente le giocate di Ibra e Boateng

    certo che Nocerino è sempre più mostruoso , mi ricorda Eranio per il modo di proporsi davanti alla porta

  7. Bel post. Non concordo sulla macchinosità. O meglio, se gli altri stanno in 8 in area è normale trovare difficoltà. Non vorrei che le goleade con Chievo e Catania ci abituino troppo bene.

    Alla fine se guardiamo bene siamo tornati da Firenze e Genova con oltre il 60& di possesso palla, una dozzina di occasioni create e un paio subìte. Mi sembra onestissimo.

    1. A mio parere dopo l’interruzione abbiamo attaccato male. È sicuramente vero che loro erano molto chiusi ed era difficile trovare spazio, ma a quel punto cerchi alternative come possono essere i tiri da fuori o farla girare in difesa per farli uscire. Siamo stati sempre lì al limite dell’area senza affondare mai e quasi sempre abbiamo sbagliato il cross o il passaggio decisivo.

      Secondo me abbiamo giocato meglio a Firenze, ironia della sorte.

      1. Parliamo comunque di due partite di livello.

        La mia preoccupazione, chiamiamola così, è che non si diventi troppo esigenti nel chiedere il gol nei primi 20 minuti sempre, comunque e dovunque. Ci son 90 minuti per segnare. 😉

        1. Sicuramente sono soddisfatto di entrambe le partite. Non è questione di segnare subito, anche se effettivamente ne abbiamo avuto la possibilità. Quello che voglio dire è che, dal mio punto di vista, ieri da dopo l’interruzione fino alla fine del primo tempo non abbiamo creato praticamente nulla, pur mantenendo sempre il possesso.

          Comunque finchè vinciamo va bene così 🙂

  8. *60%

  9. Diavolo1990

    Buongiorno a tutti
    @francobattaglia
    Fino a quando lo vogliamo tenere inzaghi? E’ ampiamente non più un giocatore da Milan. Il romanticismo non ti fa vincere, il romanticismo ti fa arrivare quinto dopo l’anno dopo Atene.

    Nocerino e Aquilani stan giocando talmente bene che la domanda è: Fabregas CHI???

  10. Diavolo1990

    Per gli statistici guardavo una cosa.
    Questa Juventus ha due soli punti in più dello scorso anno a parità di giornate. E’ il Milan che ne ha tre in meno.

    1. Ti sei fatto trarre in inganno dalla differenza tra partite giocate e giarnata di campionato. I gobbi hanno fatto 26 punti in 12 partite quest’anno e ne avevano 20 alla dodicesima l’anno scorso (+6). Il Milan ne ha 27 in 13 parite, mentre un anno fa alla tredicesima ne aveva 29 (-2) … 🙂

      1. Diavolo1990

        Eh dillo a quelli di Sky Sport, io ho visto da lì 🙂

      2. Andrea Colonna 3 Dicembre 2011 at 16:01

        Mancan giusto i 2 punti lasciati a Firenze causa “arbitraggio sfortunato”

  11. E’ già tanto che la partita sia finita regolarmente, perchè per qualche istante ho avuto la sensazione che l’avrebbero sospesa e rinviata.
    Per il resto, c’era da “soffrire” per un po’ il non-gioco del genoa e così è stato. Poi normale amministrazione. Gli unici due appunti che posso fare sono sull’eccessiva imprecisione in alcuni passaggi, e sulle troppe occasioni concesse sullo 0-1, con l’uomo in più. Prendere il gol in quel momento sarebbe stato da polli, nonchè eccessivamente pericoloso.
    Godiamoci queste ore in vetta alla classifica, e aspettiamo la juve.

    P.S. = stasera personalmente farò il tifo per l’Udinese, tanto non la ritengo un’avversaria per il titolo (secondo me alla lunga calerà di parecchio, soprattutto se continuerà il EL), e perchè vedere l’inter laggiù ad arrancare sulla soglia della zona retrocessione è sempre un godimento esagerato!

    1. Diavolo1990

      Stasera secondo me il rischio per l’inter è quello della umiliazione

      1. Aspetto con ansia 😀

        1. Diavolo1990

          Magari perdono 3-0 ma Milito ci fa rivedere la sterzata *.*

  12. Ottimo esordio! Bravissimi tutti e due!

  13. Diavolo1990

    Redattori nel forum.

  14. Diavolo1990

    Padova-Torino sospesa per blackout… pazzesco

  15. intanto si ritorna alla normalità

    in classifica prime Milan e Juve

    questa sera guarderò le partite rilassato

    per martedì per fortuna ampio turn over e finalmente vedremo all’opera Mexes

  16. diavolino

    complimenti per i nuovi redattori

    1. Diavolo1990

      E non è ancora finita 🙂

  17. Aspetta, il “LIVE” ? …………… Dove l’ho gia visto…………?
    Non ricordo bene, ma da qualche altra parte l’ho gia visto!

    Mi piacciono questi due commenti consecutivi, del precedente post:

    1. “Voglio Taiwo in campo!! Antonini è una sega!
    E Robinho di merda sta facendo pena cazzo”

    2. “Bene bene… salutate la capolista”

    Coerenza e idee chiare eh!

    Mi scapperebbe un “va a cagare”, ma mi trattengo!

    1. Diavolo1990

      Ora non si può nemmeno fare il live perché lo fanno altri siti?

      1. Lo puoi fare si!
        Lo hai fatto, infatti!

        Ed io, posso pensare/dire, che non sei originale?

        1. Altrimenti ti contesto anche quel “co-fondatore” che appare sotto i tuoi post!
          Lo sai che non è così: il fondatore vero è stato un altro. Poi, subito dopo sei entrato, anche perchè, il vero fondatore, è un seghino in fatto di informatica!
          Il resto della storia la conosci!

        2. Diavolo1990

          Forse ti riferisci al blog su splinder, di quello su wordpress il sottoscritto è appunto co-fondatore… di quello su splinder l’idea di fare un blog in due è stata comunque mia altrimenti non sarebbe venuto fuori un blog così ma in un altro modo.

        3. Diavolo1990

          E poi ipotizzando che il live per primo l’abbia fatto la gazzetta a questo punto nessun sito giornalistico e non che lo faccia è originale 🙂

  18. “Sembra un titolo banale, ………..”

    Si, bravo. Io stavolta lo cambierei in: “Nel segno di seghino Kakakalaze!”

  19. Ringraziamo i due nuovi redattori, a voi pubblico ora giudicarli

    Perchè dovremmo giudicarli? Mica siamo in una Corte d’Assise!
    Ci limiteremo a leggerli. Non saranno certamente peggio di quel che hanno trovato!

    1. Diavolo1990

      Ma perché devi essere sempre così drastico …

  20. Perchè mi girano le palle!

    Ooh, @RomanoBattaglia, ……. se Inzaghi volesse bruciare l’erba, come faceva una decina di anni fa, dovrebbe usare la fiamma ossidrica!
    Alla soglia delle 40 primavere, sarebbe stato un signore se si fosse ritirato da vincente, invece di star li a frignare come un poppante qualsiasi!
    I veri signori, riescono anche a capire i propri limiti e, se vogliono veramente il bene della Società che tanto gli ha dato, non arrivano certo a questi punti!

  21. sadiq mi permetto di dissentire

    E + patetico un signore che se ne sta tranquillo senza lamentarsi a mezzo stampa dichiarandosi “nato pronto” e “non abituato a stare in panchina” segnadno anche recentemente 7 goal anche se in partitella settimanale, oppure uno che in 3 anni avrà percorso sì e no 100 km in campo e segnato 7 goal di cui quasi nessuno decisivo a vincere una partita

  22. Dissenti pure MD!
    Io penso che il male del Milan, è sempre stata l’infinita riconoscenza ai vecchietti che non si vogliono levare dai coglioni quando arrivano ad un’età impossibile!
    Ma che cazzo, prendono i premi Inps per il posticipo della pensione?
    Ricordo benissimo quei sei gol presi dai gobbi in casa, con Baresi ed il russo che arrancavano, lingua in terra, contro Vieri e Del Piero: uno spettacolo indegno!
    Io li farei fuori appena arrivano a 32 anni, al massimo!
    Via, fuorI dalle palle e spazio ai giovani

    Ps: non ho capito che cazzo di paragone hai fatto!

    1. Diavolo1990

      Sadyq sui vecchietti ti consiglio allora di non perderti il post di colonna di lunedì sono sicuro che avrai molto da dire 🙂

  23. Michele Bufalino 3 Dicembre 2011 at 23:29

    in bocca al lupo al nuovo redattore che domani farà il suo primo post

Comments are closed.