Da quando Massimiliano Allegri siede sulla panchina del Milan, il ruolo del mediano ha assunto una notevole importanza e delle caratteristiche ben precise: il tecnico livornese ha infatti fin da subito cercato di piazzare a protezione delle difesa, nel centrocampo a tre, un mediano di puro contenimento, forte fisicamente e mentalmente, che potesse trainare la squadra e sostenerne il gioco sia offensivo che difensivo. Questa particolare concezione ha determinato lo spostamento del “centrocampista dai piedi buoni” nella posizione laterale, non senza conseguenze; infatti la scorsa stagione Pirlo e Seedorf si solo spesso alternati in questo ruolo, uscendone nella maggior parte dei casi con le ossa rotte.

Dall’arrivo di Van Bommel dello scorso gennaio, il ballottaggio per un posto in mediana è sempre stato tra lui e Ambrosini. L’olandese ha fatto abbastanza bene nella seconda parte dello scorso campionato mentre quest’anno è in netto calo e non sembra essere nemmeno la controfigura del giocatore che ha dominato per tanti anni in Germania. Ambrosini, dal canto suo, è spesso alle prese con infortuni e questo non giova sicuramente alle sue prestazioni che, nonostante tutto, quest’anno sono decisamente superiori a quelle del compagno di squadra. A sommarsi a tutto ciò ci sono le scelte di Allegri, sì ancora lui, che talvolta sembra tornare sui propri passi proponendo in quel ruolo un inguardabile (come ieri a Marassi) Seedorf, al posto del biondo capitano.

No, così non va. In una squadra quasi perfetta, che gira bene e gioca bene, il mediano è un chiaro punto dolente. Palloni persi, occasioni regalate, sbagliati posizionamenti sono solo alcuni degli errori che di domenica in domenica siamo costretti ad osservare. E in un periodo in cui siamo frastornati da voci di mercato su attaccanti, difensori e persino allenatore, viene spontaneo chiedersi perchè nessuno pensi a quel ruolo, così fondamentale nel gioco di Allegri. Certo nessuno ti regala niente: il mediano bisogna cercarlo e pagare per averlo, ma siamo sicuri che ne varrebbe la pena. Forse sarò l’unico, o uno dei pochi, ma sacrificherei volentieri Tevez per avere De Rossi. Pensando al mercato scorso, mi viene da mangiarmi un po’ le dita pensando ad Inler, giocatore dal mio punto di vista straordinario, che unisce piedi buoni ad un fisico prestante e possente: sarebbe stato perfetto nel nostro 4-3-1-2, e invece a goderselo sono i tifosi del Napoli, e per di più a seguito di una spesa economica abbastanza irrisoria per un giocatore del genere.

Già, è vero, noi aspettiamo le occasioni o i saldi di fine anno… ma, se continuiamo di questo passo, prima o poi il castello crolla; perchè per sostenere un attacco stellare e proteggere una grande difesa ci vuole un ottimo centrocampo. Ma al momento ci manca il perno centrale, e speriamo che qualcuno se ne renda conto!!!

Nicco

Posted by Nicco

Editorialista del blog. Responsabile degli approfondimenti sulla squadra immediatamente successivi alle gare italiane.

18 Comments

  1. buongiorno

    gran bel post complimenti

    condivisibile nel contenuto

    il posto da mediano ? l’anno prossimo lo farà probabilmente DE ROSSI l’obbiettivo numero uno per giugno

    oltre al mercato di gennaio si pensa già a quello di giugno vediamo chi va via l’impressione è che Robinho sia il predestinato

    la verità è che con un Nocerino così abbiamo fatto bene a non prendere Hamsik , stesso ruolo e rendimento costato nulla di ingaggio e cartellino

    intanto mentre Ranieri auspica una rimonta con una squadra con soli 14 punti , Guidolin con una squadra in testa alla classifica (27 punti ) indica come primo obbiettivo il raggiungimento della salvezza , c è qualcosa che non va non vi pare ?

  2. appena rientra Flamini probabilmente giocherà lui in quel ruolo come riserva di Van Bommel

    sopratutto se Ambrosini continuerà ad essere così lento e fuori forma

  3. Andrea Colonna 4 Dicembre 2011 at 10:50

    Il fatto non é che Allegri ha inventato il calcio, é Ancelotti che lo ha stravolto e non ha capito quando era ora di smettere. Quando guardi il resto del mondo davatni alla difesa chiunque ha la diga. Il Barcellona dove fá giocare Xavi? Davanti alla difesa del Barcellona prima c’era Touré, poi c’é andato Busquets, adesso ci vá chi capita tra Busquets, Mascherano o Keita. Lo stesso Ancelotti quando andó al Chelsea con Ballack, Deco e Lampard, davanti la difesa metteva Essien o Obi Mikel… Mourinho ha sempre schierato l’interdittore (Cambiasso nell’Inter, Khedira nel Real). Ferguson idem, ha sempre messo Carrick. Ancelotti mise Pirlo e la cosa andava quando dietro avevi Maldini, Nesta e Stam, un Gattuso che correva come un maratoneta e Seedorf di 24 anni che portava via le marcature al bresciano, senza contare che il Milan giocava con l’albero di natale, ovvero 2 trequartisti e una punta che era Sheva, o con un fantasista e Sheva+Inzaghi. Con quella anagrafe e con quei giocatori nessuno poteva permettersi di mettere un uomo fisso su Pirlo anche perché non sarebbe contato avendo il Milan altre 3/4 fonti di gioco, come Cafú o Serginho sulle fasce… Il problema al Milan é che Van Bommel non riesce piú a giocare ogni 3 partite (scusate, ma al Bayern Monaco sono coglioni che ce lo hanno praticamente regalato a Gennaio?) e Ambrosini peggio. Lo scorso campionato con MVB che non disputava la Coppa aveva tutto il tempo di ricaricarsi e in campionato era suntuoso, ora che anche lui deve giocare 3 gare ogni 8 giorni ha la lingua a terra.

    Su Flamini non ci fare affidamento, e perché chissá quando rientra, e perché lo vedo piú come Nocerino, corre e si inserisce, ma non sa schierarsi davanti ad una difesa comandando la fase difensiva. Ci vuole un acquisto di lusso in questa zona. De Rossi secondo me é molto difficile, il mio pallino é tedesco, gioca sempre al Bayern e di nome fá Bastian…

    ps: l’Udinese sta correndo troppo, parlo atleticamente… c’é da vedere quanto dura

    1. Diavolo1990

      non é che Allegri ha inventato il calcio, é Ancelotti che lo ha stravolto e non ha capito quando era ora di smettere.

      +1

    2. Nicco
      nicco RED_BLACK 4 Dicembre 2011 at 16:53

      Infatti…non ho detto nell’articolo che Allegri ha inventato il ruolo del mediano di contenimento davanti alla difesa, ma ha fin dall’inizio fatto capire che la sua idea era quella, originale o meno che fosse!!! tutto qui…
      Per quel che riguarda Ancelotti, la sua rivoluzione ha avuto successo fino a quando tutti erano al top della loro carriera e di conseguenza in strepitose condizioni fisiche. Quando è iniziato il calo, anche le sue idee si sono intorpidite e hanno capito tutti, fortunatamente anche la società, che l’epoca di Ancelotti era giunta al termine!!! Ma non togliamogli tutti i meriti, perchè ci ha fatto vincere e ci ha fatto vivere un periodo di grande splendore, anche grazie alle sue idee.

      1. Diavolo1990

        Io continuo a pensare che ha perso più di quanto ha vinto e che aveva una supersquadra. Ma ha lasciato due CL sul campo nel 2004 e nel 2005 che si potevan vincere facilmente

        1. Nicco
          nicco RED_BLACK 4 Dicembre 2011 at 19:48

          è vero qualcosa sul campo l’ha lasciata, ma non togliamo sempre i meriti a tutti!!! Le grandi squadre non scendono in campo da sole…bisogna gestirle e saperle allenare!!! poi tutti se vogliamo avranno dei pro e dei contro. 😉

  4. Michele Bufalino 4 Dicembre 2011 at 12:56

    un bel benvenuto a Nicco 😀

    1. Nicco
      nicco RED_BLACK 4 Dicembre 2011 at 15:16

      Grazie!!!

  5. de rossi subito, al diavolo tevez

    riguardo a inler, ricordiamoci che ha accettato di giocare in una squadretta di 2° categoria, dove sn le sue qualità mentali?

    per rispondere asadyq ieri, il paragone è tra un vecchietto che nonostante i 40 anni è ancora un Signore con la S maiuscola, e un petulante borioso culone che si crede il Dio in terra anche se cammina in campo da 4 anni a qst parte

    1. Nicco
      nicco RED_BLACK 4 Dicembre 2011 at 15:22

      Per mentali intendo in campo… Solidità di pensiero e azione, cApacita’ di mantenere la palla anche in situazioni di pressione o di prendere per mano la squadra quando le cose non vanno!!!

  6. La verità è che dovevamo prendere Poli!

    Seriamente: il fatto che serva un mediano non significa che non serva Tevez, dato che Pato è più il tempo che non c’è di quello in cui c’è e certi errori di Robinho possono costare non dico una stagione, ma insomma…immagina un quarto di Champions e lui che fa un errore come quello di Genova…

    E più in generale non si dovrebbe rinunciare mai a un campione se c’è l’opportunità di prenderlo a cifre ragionevoli. Ma ho visto anche gente che non voleva Ibra, per cui son pronto a tutto. 😉

    E gli acquisti in saldo mi sembra stiano andando alla grande. Con 500 mila euro e 6 milioni da pagare in futuro, fino a questo momento ci siamo assicurati 6 gol e 5 assist. Buttali via..

    1. Nicco
      nicco RED_BLACK 4 Dicembre 2011 at 15:20

      Assolutamente d’accordo…ma ritengo che bisogna dare una priorità!! Il senso era che non sempre c’è l’occasione giusta e per questo bisogna anche essere disposti a spendere per avere qualcuno di valido!!!

  7. Diavolo1990

    A proposito di Van Bommel dopo aver letto in giro che dovremmo temere il Bayern (si, quello che si è fatto eliminare da Leonardo e ha perso quest anno con Mainz, Dortmund e Moenchengladbach) mi cascano le palle… 🙄

  8. Diavolo1990

    Non so se avete sentito l’ultima di Berlusconi a Milanello.
    Si parla di mettere nei corridoi una foto / confronto, protagonisti Kakà e Sheva. Nella fattispecie si contrapporrebbero i due con la coppa in mano (2003 e 2007) e una loro foto in panchina a Londra e Madrid

    1. Subito in camera di Thiago! Grande idea!

    2. Nicco
      nicco RED_BLACK 4 Dicembre 2011 at 19:49

      grande idea…come dire: “se vai via di qui…questo è ciò che ti aspetta”!!!:-D:-D

  9. Bravo nicco RED_BLACK, bel post!
    Firmerei per l’anno prossimo un posto davanti alla difesa conteso tra DeRossi e Flamini!

Comments are closed.