Se non altro mi auguro che dopo la partita di oggi sia chiaro a tutti il motivo per cui non vinceremo mai questo scudetto. Non ne siamo all’altezza. Abbiamo pareggiato in casa contro una delle squadre peggiori del campionato, come era successo lo scorso anno con la Reggina, cosa possiamo pretendere? Non ci sono scuse che tengano, oggi dovevamo vincere, in qualunque modo. La differenza con l’inter è questa: sono convinto che loro oggi avrebbero portato a casa i tre punti, come col Siena, come col Chievo, come tante volte negli ultimi anni. Capita eccome la partita in cui ti riesce difficile giocare bene, la partita in cui gli avversari si rintanano nella propria area di rigore, ma sono queste le partite in cui devi tirare fuori carattere, palle e orgoglio e dimostrare di essere il più forte. Noi non lo siamo. Basta parlare di scudetto, non era nei nostri piani, è stato un piacevole sogno durato un mesetto, ma ora bisogna tornare alla realtà.

E quindi, di conseguenza, a guardarsi alle spalle. La Roma ha fatto quello che a noi non è riuscito, portare a casa i tre punti in una giornata dura. Occhio che stanno arrivando a gran velocità e tra l’altro c’è uno scontro diretto da giocare a Roma. E d’ora in avanti avremo anche il pensiero rivolto alla Champions e al Manchester. Non mi fido nemmeno della Juve, tutto sommato non credo che la striscia negativa continuerà ad allungarsi. Sarà dura, molto dura la lotta per la prossima Champions League.

Veniamo ai singoli: migliore in campo Massimo Ambrosini, l’unico che ci ha messo cuore e anima per novanta minuti. Intorno a lui c’è il vuoto, Seedorf e Beckham vanno a intermittenza, ma sono molto, troppo imprecisi. Ronaldinho si accende nel secondo tempo, ma riceve poco aiuto. Huntelaar parte bene, ma dopo i primi palloni in cui era parso sicuro rientra in “modalità Gilardino” e finisce in calando. Buona prova difensiva di Thiago Silva, bocciato Favalli autore dello sciagurato rinvio in occasione del gol livornese, unica vera occasione della squadra di Cosmi.

La sorte non ci ha aiutato, Trefoloni nemmeno, dato che ha negato un rigore piuttosto netto su Thiago Silva e ha graziato Rivas, ma non mi va di recriminare per queste cose: certe partite vanno vinte. Punto. Se non lo fai è solo colpa tua. E così è stato.

Posted by LaPauraFa80