Vuoi perché in fondo me lo sentivo, vuoi per la presenza di Milanista90 allo stadio si parte con un 2-2 interno con la Lazio che mi convince veramente poco. Allegri schiera Aquilani a centrocampo e a sorpresa Cassano al posto di Pato, scelte che si riveleranno poi azzeccate. Meno quella di dare spazio a un Nesta inguardabile dalle amichevoli in quel di Monaco di Baviera.

PRIMO TEMPO – E’ la Lazio a provare a fare la partita imponendo alla gara un ritmo elevato e a trovare il vantaggio dopo 12 minuti quando Klose, aiutandosi con il braccio, riesce a stoppare un pallone lasciando sul posto un Nesta (che sbaglia la linea del fuorigioco) poco convincente e a impallinare Abbiati. A dire la verità il primo gol del campionato avrebbe potuto tranquillamente segnarlo Alberto Aquilani se non avesse sparato in bocca a Bizzarri dopo 7 minuti di gioco. Gattuso esce in seguito ad una botta (e a un non meglio precisato problema alla vista) ed è Van Bommel ad entrare in campo ma non cambia il copione: al 21′ la Lazio raddoppia con Cisse che insacca di testa (anche qui una marcatura non perfetta di Nesta) alle spalle di Abbiati. Sono due gol ingenui che attestano ulteriormente il fatto che la fase difensiva sia ancora totalmente da registrare per tornare la difesa perfetta dello scorso anno. Qui c’è per fortuna una reazione d’orgoglio che porta al pareggio (triangolazione splendida tra Cassano e Aquilani) con il gol di Ibrahimovic prima e il colpo di testa di Cassano su corner dopo. 2-2 all’intervallo e tutto da rifare per la Lazio

SECONDO TEMPO – Vuoi per il caldo, vuoi per le energie ridotte al lumicino dopo i primi trenta minuti, la Lazio torna quella provinciale vista lo scorso campionato. Cominciano a fioccare le occasioni per i rossoneri: prima è Ibrahimovic, poi Boateng (che si fa anche male) a fallire il gol del vantaggio. Cassano prende un palo pochi minuti prima dell’unica colossale occasione dei biancocelesti nel secondo tempo: su svarione di Van Bommel prima, di Abbiati poi, Cissè si trova a tu per tu con la porta vuota, salvata solo da un Nesta che ci mette una pezza in corner. Poi i cambi: fuori Aquilani (tra gli applausi) e dentro Nocerino, fuori Boateng e dentro Pato. Cambi che snaturano la squadra mettendo in campo due giocatori per cui una sufficienza stiracchiata sarebbe troppo. In particolare il papero è apparso quello svogliato e fuori dal gioco. La partita si chiude con il sig. Rocchi di Firenze che non fa battere un calcio d’angolo al 50′ dopo che Ibra aveva sparato fuori il 3-2 quattro minuti prima. E con tanta amarezza.

CONSIDERAZIONI – Ripensando alla corrispondente gara dello scorso anno a Cesena di questi tempi è sicuramente un passo avanti. La fase difensiva necessita di una rifinitura urgente considerato che quest anno abbiamo concluso a reti bianche solamente la gara contro la Solbiatese e che martedì si va a giocare in casa dei campioni del mondo in pectore (dopo avere battuto quelli sulla carta a Pechino). Bene Aquilani nonostante la valanga di critiche ricevute in settimana: può essere il centrocampista che ci serve, bene anche Cassano che conferma l’ottimo periodo di forma mostrato anche nelle recenti gare della nazionale. Malissimo Pato, mai propositivo e fuori dal gioco, rimandato Ibrahimovic troppo spesso, soprattutto nella ripresa, fuori area e con scarsa mobilità. Probabilmente questo Milan davanti non può prescindere da uno tra Boateng e Robinho, almeno finché Pato sarà così discontinuo. Con due punti persi e la prossima al San Paolo un avvio come l’anno scorso stavolta potrebbe costarci caro.

MILAN-LAZIO 2-2 (primo tempo 2-2)
MARCATORI: Klose (L) al 12’, Cisse (L) al 21’, Ibrahimovic (M) al 29’, Cassano (M) al 33’ p.t.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati (5); Abate (6,5), Thiago Silva (7,5), Nesta (5,5), Antonini (5,5); Gattuso (s.v) (dal 20’ p.t. Van Bommel (6)), Ambrosini (6), Aquilani (7) (dal 23’ s.t. Nocerino (s.v.)); Boateng (6,5) (dal 31’ s.t. Pato (5)); Cassano (6,5), Ibrahimovic (6,5). (Amelia, Bonera, Yepes, Emanuelson). All.: Allegri (5,5).
LAZIO (4-2-3-1): Bizzarri; Konko, Biava, Dias, Zauri; Ledesma, Brocchi; Mauri (dal 34’ s.t. Lulic), Hernanes (dal 40’ s.t. Matuzalem), Cissè; Klose (dal 24’ s.t. Gonzalez) (Carrizo, Diakitè, Rocchi, Kozak). All: Reja.
ARBITRO: Rocchi di Firenze (5,5); assistenti Niccolai e Romagnoli (5)
NOTE – Spettatori 48.543 per un incasso di 1.286.218,11 euro; ammoniti van Bommel, Dias per gioco scorretto, Mauri per c.n.r.; recuperi 2’ p.t., 5’ s.t. Gattuso trasportato in ospedale per un problema all’occhio destro

Diavolo1990

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.