Come avevo detto su Facebook dopo la Juventus bisognava vedere come ne uscivamo a livello di testa. E ne siamo usciti male perché nel primo tempo tolti i primi 10 minuti l’Empoli ha dilagato – e quando l’Empoli dilaga con corsa, pressing alto e arrivando prima su ogni pallone. La mazzata del primo tempo è stata soprattutto psicologica – e tale è quando a metterti sotto è una squadra inferiore. La notizia è che ne siamo usciti bene e che nel secondo tempo abbiamo recuperato soprattutto mentalmente, cosa per niente scontata visti i presupposti: con Allegri era forse una partita che sarebbe stata persa per 2-0, con Inzaghi si è riusciti a raddrizzarla e a raddrizzarla comunque meritando il punto che si è portato a casa. La reazione del secondo tempo sul piano motivazionale non era così banale e scontata com’è avvenuta e lascia ben sperare per il proseguo – a livello psicologico però il gol subito è stato una mazzata e bisogna evitare che questo si ripeta: il dubbio che rimane dopo questa partita è che siamo figli delle emozioni.

A livello tecnico e tattico le colpe di Inzaghi oggi sono gravi e in primis il riproporre il Bonera indifendibile di Parma. Attenzione a far passare Bonera come pallino dell’allenatore – i numeri dicono che Bonera con Seedorf è stato proposto titolare 12 volte e panchinato 9 quando indisponibile e con Allegri è stato schierato 7 volte su 10. Personalmente non me ne so spiegare il perché – l’idea è che si cerchi un uomo coi piedi per far uscire la palla dalla difesa e Mexes, fuori rosa, è l’unica alternativa. Ma il gioco non vale la candela.

Abbiamo preso 2 gol su calcio piazzato, che diventano 4 con quelli con Parma e Lazio. Grave. Grave perché i gol su calcio piazzato dipendono dagli schemi e dall’allenatore – non è un caso che nella gestione Seedorf il passivo fosse diminuito. I due gol di oggi sono frutto della coppia Bonera-De Sciglio, il secondo si perde l’uomo e il primo non riesce a scalare – De Sciglio in queste due partite indecente almeno tanto quanto il numero 25 ma mai messo in dubbio né sostituito dai tifosi. A questo aggiungiamo un Muntari i cui risultati una volta tolto dal centrocampo sono cambiati da così a così. Errori gravi, prevedibili, da sottolineare tre volte con la matita rossa onde evitarne la ripetizione. Le note positive vengono da Torres, a tratti – comunque ancora troppo brevi – quello di Liverpool, da Menez ed Honda che danno qualità al reparto offensivo insieme a Bonaventura e soprattutto da Abate che è arrivato al 4° assist del torneo. Un valore aggiunto ed una rivincita contro chi lo voleva mettere fuori rosa, da capire se le prestazioni ritrovate sono figlie o meno della scadenza di contratto – spero di no.

Contestare Inzaghi dopo sole 4 partite, seppure oggi abbia colpe gravi (oltre a quelle elencate è un delitto cambiare Torres) è comunque prematuro. Capisco la posizione delicata per via del suo avvicendamento in panchina ma diamo tempo a Pippo di ambientarsi e capire chi gli sta intorno. Non capisco chi oggi lo vuole già fuori ma un anno fa salvava un allenatore con risultati e colpe ben più gravi (o forse lo capisco benissimo, ma non mi inoltro su posizioni ideologiche). Non dimentichiamoci che veniamo da un ottavo posto e che i nostri avversari in questa stagione non sono Roma e Juventus ma Inter, Napoli e Fiorentina. Per come si era messa la partita è quindi più un punto guadagnato che due persi. Per come si è messo il finale possiamo guardare a Cesena più con fiducia che con timore sperando di non essere smentiti.

EMPOLI-MILAN 2-2 (Primo tempo 2-1)
MARCATORI: Tonelli al 13’, Pucciarelli al 21’, Torres al 43’ p.t.; Honda al 12’
EMPOLI (4-3-1-2): Sepe, Laurini (dal 24’ Hysaj), Tonelli, Rugani, Mario Rui; Vecino, Valdifiori, Croce; Verdi; Tavano (dal 19’s.t. Maccarone), Pucciarelli (dal 31’s.t. Zielinski). All. Sarri
PANCHINA Pugliesi, Bassi, P, Barba, Bianchetti, Moro, Signorelli, Guarente, Rovini
MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Bonera, De Sciglio; Van Ginkel (dal 31’ p.t. Bonaventura), De Jong, Muntari (dal 1’s.t. Poli); Honda, Torres (dal 36’ s.t. Pazzini), Menez. All.Inzaghi
PANCHINA Agazzi, Gori, Mexes, Rami, Albertazzi, Armero, Zaccardo, Bonaventura, Niang, El Shaarawy.
ARBITRO: Calvarese di Teramo
NOTE – Espulsi Sarri (all. Empoli) e Valdifiori. Ammoniti Zapata, Muntari, Vecino, De Sciglio, Valdifiori.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

14 Comments

  1. Oggi Inzaghi sembrava Allegri. Una serataccia per Pippo utile a farlo crescere.

    Bonera e’ un errore evidente. Se persevera a metterlo Inzaghi e’ oltre il diabolico e il masochista.
    Ottimo Torres centravanti vero

  2. C’è l’inquietante marchio di fabbrica allegriano su questo cominciare a giocare le partite 20 minuti dopo. Spero si tratti solo di una patina residua da grattare via con forza. Cesena sarà banco di prova. Peccato perché dopo l’apatia con la Juve, avrei voluto vedere già a Empoli un altro approccio. Ma ho fiducia. Voglio averla.

  3. Al di là che Abate è in un periodo sicuramente migliore degli ultimi anni, De Sciglio continuo a non vederlo in fascia sinistra… poi per carità lo mettono tutti li quindi sbaglierò io. Fattostà che in questo inizio di campionato ha fatto schifo.
    Poi c’è Bonera. Penso che se li in mezzo mettiamo Vierchowod a 55 anni sicuramente saremmo tutti più sicuri in difesa.
    Altro inguardabile resta YellowCard Muntari. Sono sempre nella speranza che impazzisca ed entri a piedi uniti sul petto di un guardalinee. Almeno si avrebbe la certezza di non vederlo più in campo.

    1. Muntari le prime due aveva fatto bene, però.

      1. Si è vero, ma comunque resta poco affidabile… Improvvisamente gli girano e ti tocca stare con l’ammonito e il pensiero di finire in 10.

  4. ciao a tutti ragazzi, che piacere rileggervi!

    rimaniamo vicini a inzaghi e i giocatori, che fanno quello che possono. sappiamo bene che le colpe sono di altri, molto più in su….

    certo che, pippo porca troia, rami in panchina e bonera titolare no!!!!

    1. Basterebbe mettere fuori Bonera…

  5. Non avevo dubbi che tornavate e ne sono contento.Purtroppo non mi raccapezzo nel nuovo sito,MOLTO complicato nella strutturazione e impossibile per me nell’accesso.Francamente, Diavolo , era piu’ bello prima.
    Ed ora vi voglio dire una cosa…….
    Sento puzza di complotto , molta puzza . Puzza Italiana purtroppo . Inzaghi attento !
    Mi sa che il clan che fece fuori Seedorf stia condizionando le scelte di Inzaghi . Come spiegare altrimenti la scelta del bollito e disastroso Bonera? E la sostituzione di un Torres dilagante con un evanescente Pazzini ? Come spiegare , se non con la sicumera dei raccomandati e cospiratori , l’indolenza strafottente di De Sciglio . Come spiegare la titolarita’ di Muntari , un disastro , se non con l’interesse di Montolivo a trovarsi un mulo che fatichi per Lui quando rientra ?
    Sono anche fermamente convinto che dovremmo giocare con il 3-5-2 . Meglio schierare i tre centrali con Rami , Alex , Zapata ( o Mexes ) anziche’ prendere sempre gol per gli errori difensivi dei nostri mediocri terzini . Possiamo anche schierare una formazione molto tecnica , veloce e aggressiva con il 3-5-2 .  Eccola :
    Lopez
    Rami , Alex , Zapata ,
    Honda , Poli , De Jong , Bonaventura , El Shaaravi ,
    Torres , Menez
    Possibile anche , in caso di maggior copertura , Abate a destra con Honda al posto di Poli e
     tutti gli altri come variabili tattiche , anche in corso di partita ,  o per sostituire infortunati .
    Inzaghi , temo , scoprira’ presto che Seedorf aveva ragione da vendere . I cospiratori attendono sempre l’occasione propizia per i loro attacchi. La sconfitta con la Juve e’ stata l’occasione attesa.Spero di sbagliare.
    Saluti per tutti.
    Vittorio

  6. ben tornati

    sulla partita che dire , Pippo ha sbagliato la formazione iniziale Bonera e Muntari ma con i cambi ha rimediato
    abbiamo un attacco da urlo , peccato che a centrocampo la rosa sia povera , neanche con il rientro di Montolivo il reparto può competere con quello delle altre big italiane

  7. Inzaghi cambia modulo. Si riparte dal 4-2-3-1. Fuori Bonera Muntari e per ora pure El Shaarawi. Cosa e’ successo al faraone dopo la prima partita?

    1. bella notizia ,
      con questo modulo e senza le 2 sciagure a Cesena si vince

  8. In effetti devo concordare con il nipotino del berlusca: non si capisce più nulla. I post sembrano buttai a casaccio nella home e non si riesce a capire quale sia l’ultimo.
    Se ti piace così!
    Intanto l’accantonamento di bonera è positivo …

    1. L’ultimo è quello che compare per primo nella slider bar. Con la nuova redazione i post andranno visti in parallelo, non in serie.

    2. E ti pareva! Comunque per ora non mi sembra il caso di parlare di mio zio e nemmeno di corda gialla . Mi piacerebbe invece sentire il commento tecnico tuo e di altri alla mia tesi sopra esposta di schierare tre centrali.

Comments are closed.