10fed4dedd07ce46abe8f378d306add8_169_lUna bella rivincita in una serata del tutto opaca. La risolve Balotelli e la risolve con un eurogol, alla faccia del signor Boban e della sua coerenza nel denigrarlo come giocatore del Milan e nell’esaltarlo agli europei quando era di proprietà del Manchester City. Apparentemente fortuna – di fatto per vincere 1-0 con un gol all’84° devi arrivare all’84° senza aver subito gol – all’andata ne avevamo subiti ben tre. Saliamo finalmente a quota 32 ed il bilancio di Seedorf continua ad essere assolutamente positivo: due punti a partita netti, 10 in 5 giornate contro i soli 5 conquistati da Allegri nello stesso periodo nonostante una squadra in gravi difficoltà con la preparazione fisica.

La differenza la fa, come prevedibile, l’ingresso di Pazzini – un ingresso scontato ed opportuno per una scelta che non mi sentirei di condannare dato che siamo privi di riserve in quel ruolo (ma Matri non serviva, vero?) e solo facendolo entrare nel finale quando ha maggiore freschezza rispetto agli avversari possiamo riuscire a scardinare le difese avversarie. Tra i migliori si fa notare anche Taarabt che pecca, però, un po’ troppo di egoismo in alcune giocate – bene anche Zaccardo in emergenza nel ruolo di centrale dove come sempre si distingue Rami con l’ennesima buona prestazione.

Il peggio arriva da chi non te lo aspetti, da coloro che dovrebbero essere i migliori: in primis un Kakà in evidente debito d’ossigeno – con le piccole che si chiudevano già incideva raramente prima di lasciare il Milan per il Real Madrid, figuriamoci ora… poi c’è De Sciglio che quest’anno non ho ancora visto disputare una partita al di sopra della sufficienza: passaggi sbagliati, mancati inserimenti, cross sempre a colpire l’uomo – cosa è successo a Mattia?

Non so se la strada è quella buona – Clarence sta comunque facendo bene con le macerie lasciate da Acciuga: non è un caso che siano proprio i nuovi arrivati quelli a correre di più. Purtroppo questa squadra è ancora al 60% ma c’è finalmente la sensazione di cominciare a costruire qualcosa di grande, qualcosa che era possibile fare solamente dopo il tardivo esonero dell’anticalcio. A proposito di Anticalcio non stupiamoci se l’appeal della nostra serie A all’estero è pari allo zero: l’atteggiamento del Bologna con un 8-0-2 per portarsi a casa lo 0-0 è stato semplicemente qualcosa di vergognoso. Risultato giusto? Per certi versi sì dato che c’era una sola squadra in campo questa sera a giocare per i tre punti – tre punti che ci godiamo grazie all’eurogol di Balotelli con buona pace di Allegriani, Non Evoluti e Zvonimir Boban. Appuntamento a mercoledì, per l’Atletico Madrid.

MILAN-BOLOGNA 1-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: Balotelli al 41’ s.t.
MILAN (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Zaccardo, Rami, Constant; Montolivo, De Jong (dal 18’ s.t. Muntari); Honda (dal 21’ s.t. Pazzini), Kakà (dal 35’ s.t. Poli), Taarabt; Balotelli. (Amelia, Gabriel, Abate, Mexes, Zapata, Essien, Saponara). All.: Seedorf.
BOLOGNA (3-5-2): Curci; Antonsson, Natali, Mantovani; Garics (dal 43’ s.t. Moscardelli), Christodoulopolous, Perez (dal 44’ s.t. Friberg), Khrin, Morleo; Bianchi, Cristaldo (dal 39’ s.t. Laxalt). (Stojanovic, Malagoli, Sorensen, Cherubin, Crespo, Cech, Kone, Paponi, Ibson). All.:Ballardini.
ARBITRO: Bergonzi di Genova.
NOTE: spettatori 29.631 per un incasso di 694.711,44 euro. Ammoniti Natali, Zaccardo, Perez, Friberg per gioco scorretto. Recuperi 2’ p.t., 4’ s.t.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

10 Comments

  1. La notte di San Valentino, le fidanzate arrabbiate perché i loro ragazzi avevano scelto di andare a San Siro anziché festeggiare assieme unendo i propri cuori in un caldo abbraccio. Mario Balotelli sembrava sentire maggiormente di altri la mancata vicinanza della sua Fanny. Sbagliava un gol, su difettosa respinta di Curci, quasi fosse un Calloni o Robinho qualsiasi.
    I ragazzi rumoreggiavano e sembrava volessero pentirsi di non essere con le proprie fidanzate. Poi una testa pelata accendeva i cuori e faceva venire in mente la testa pelata più famosa dello sport italiano: Marco Pantani. Era l’omone di Abbiategrasso che aveva compiuto un capolavoro parando una testata di Krhin. Poi, sino al termine del primo tempo, poco o nulla se non il curioso incidente di cui è stato vittima l’arbitro Bergonzi. La ripresa cominciava in ritardo, i telefonini squillavano di continuo. Le ragazze dovevano pazientare perché si sarebbe andato in ritardo a festeggiare e farsi una pizza. Poco o nulla sino a quando in una incursione del Bologna il greco Lazaros lasciava partire un tiro diretto all’incrocio dei pali. L’omone di Abbiategrasso, compiva una straordinaria parata, come quella che l’ha fatto definire, da molti critici, il miglior portiere italiano tra i pali. Scampato pericolo e la partita migliorava con l’ingresso del ‘Pazzo’ che, in una incursione da puro centravanti, non trovava la miglior collaborazione di Mario per concludere in rete un’azione venuta fuori da una grande ‘centravantata’ di Gianpaolo. Il Pazzo s’arrabbiava di brutto con Mario e questo forse si autostimolava al punto giusto tale che, di li a poco, in un’azione impostata dal Caravaggio, arrestava il pallone e da circa 35 metri lasciava partire un missile terra-aria che si andava ad insaccare all’incrocio dei pali dell’esterefatto Curci. Un gol straordinariamente fantastico. I telefonini ricominciavano a squillare, la ripresa del gol prendeva il possesso dell’etere. Le fidanzate attendevano meno inquiete. Sarebbe stato un felice San Valentino. Allora qualcuno volgeva lo squardo in alto, una testa pelata coperta da una bandana. Sembrava il Pirata. Si, era proprio lui che sorrideva e festeggiava, lassù, felice per la vittoria del suo amato Milan.

  2. Seedorf ha uiliato Allegri. 10 punti contro cinque nelle stesse partite per uno che allena da un mese è un’ umiliazione inflitta ai massimi livelli.

    E ora dove sono gli allegriani? Si quella sottospecie di tifosi scarsi che per anni si è macchiata della peggiore demagogia in difesa dell’ anti calcio?

    Ma del resto alcuni di loro sono ancora convinti che Allegri era meglio di Leonardo…stendiamo un velo pietoso.

    Venendo alla partita, più che opaca la definirei raccapricciante, unica nota positiva qualche buona prestazione individuale e il fatto che siamo tornati a concedere pochissimo agli avversari. Ma questo è avvenuto sostanzialmente perchè in campo c’ Erano Honda e Montolivo. In Champions non ci saranno ed è altamente probabile che questo ci costerà un patrimonio di una buona trentina di metri in meno nel baricentro con tutti i rischi che abbiamo del caso che abbiamo trovato a Napoli.

    Il goal di Balotelli è stato un eurogoal. La sua partita quasi imbarazzante. Comunque lui e il ruolo di attaccante centrale sono due cose parallele. Come punta centrale è inguardabile. Penso una delle punte centrali più scarse che ci siano mai state al Milan e non ne azzecca una. Come seconda punta o come attaccante esterno è un ottimo giocatore pur non essendo un campione.

    La differenza fra lui e Pazzini nel ricopriore il ruolo di punta centrale è imbarazzante. Pazzini in Area sembra giochi 3 categorie sopra a Balotelli. A questo punto si, credo sia il caso di rimpiangere Matri, ma anche Niang le cui cessioni ci obbligano a tenere fuori Pazzini per avere un cambio in attacco. Mi chiedo perchè non utilizzare di più Petagna o qualche punta della primavera per risolvere il problema.

    Oggi diverse cose comunque non hanno funzionato.

    Poli in panchina sta cominciando ad essere una costante antipatica.
    Non sarebbe stato meglio dare alcuni minuti ad Essien in vista della partita di champions?
    Non sarebbe stato meglio risparmiare un Kaka in condizioni fisiche oscene?

    Una nota positiva anche per Costant il quale senza la capra non si è più fatto scavalcare alle spalle dal diretto avversario e ha messo di buone palle in mezzo quando ha spinto.

    Come avevamo sempre detto anche i giocatori di medio livello, se possono rendere al 100% possono esssere utili alla squadra.

    1. Sinceramente avresti anche rotto la fava con questo Allegri! Volevi che andasse via ed è andato. Però tu continui imperterrito, ad ogni commento, a parlare di lui! Dire che sei monotono sarebbe un eufemismo, più correttto è dire che mi hai fatto due palle come due mongolfiere e una fava come un campanile! E BASTAAAA!

  3. Felice soprattutto per Taarabt e Rami. E poi continuare a vedere l’imbecille che non esulta ai gol mi da un fastidio enorme, e di Seedorf mi è piaciuto il rispingerlo in campo a fine partita… certo se non avesse tirato fuori la fenomenata dal cilindro, di cosa stavamo a parlare adesso?!?

  4. Balomerda voleva tirarla al terzo anello, fare un tiro di merda a conclusione di una partita turpe, prendersi una bordata di fischi e fare di nuovo la scena del ragazzo odiato dal mondo intero. Gli è andata e ha fatto gol, ma non era sua intenzione farlo.

    De Scimmio ha giocato bene, non si può avere 100% ai cross. Prima ne faceva 3 e ne metteva 2 ora si ritrova a farne 8 a partita e qualcuno lo sbaglia.

    Peggiore in campo MERDUKE MERDHONDA. Il Beckham di stocazzooooooo. Galliani merda.

    1. Honda e Montolivo li capirai meglio mercoledì quando saranno assenti. Vedrai quando perderemo 30 metri buoni di campo

  5. Tra l’altro ai primi tre replay sembra un gol della madonna, dal quarto in poi a me pare proprio che Curci s’è fatto una bella dormita. E’ stato sorpreso perchè il tiro non era poi così imparabile.

  6. I (pochi) cross sbagliati da De Scimmio sono dovuti al fatto che è un bravo ragazzo cresciuto con un forte senso delle istituzioni ed è dunque scosso dal fatto che la sinistra faccia e disfi governi senza vincere le elezioni dal 2006.

    In effetti non è facile da spiegarsela questa cosa.

    1. Senti un pò non centra nulla. Ma Forza Italia ci va o no nel PPE?

  7. Malino ieri.

    male quasi tutti, da de jong, a kakà passando per honda e balotelli.

    che finisca presto questa stagione…

Comments are closed.