90a67fa3cc4b4776b0f825ce71f5d481--630x365Si riparte dallo schifo a cui avevamo assistito due settimane fa: 30 tiri in porta e un solo gol è il bilancio che riassume perfettamente la situazione del Milan di oggi. Pareggiamo col Genoa e lo facciamo con 30 minuti indegni in cui dopo essere passati in vantaggio ci mettiamo niente a subire il rigore del pari. Da lì in poi il nulla fino all’occasione del rigore sbagliato su Balotelli – poi 15 minuti di niente fino al secondo tempo di assedio vano e con l’aggravante dell’uomo in più. Sì è visto un po’ di spirito e di voglia solo nella ripresa – reazione comunque tardiva e soprattutto decisamente poco pericolosa per l’1-1 finale forse anche troppo sfortunato ma decisamente giusto.

Giusto perché come sempre i tiri non sono frutto di schemi ma di azioni individuali: basti vedere una tipica azione del Milan con palla sempre dietro, giocatori che chiedono l’1-2 e non vengono serviti e conclusioni in porta spesso senza senso. A questo Milan non mancano uomini: ancora una volta stasera si è visto come non ci si possa attaccare alla scusante dell’organico – non lo puoi fare a Verona col Chievo e soprattutto non lo puoi fare quando giochi in casa, col Genoa, in 11 contro 10. Basti pensare alla sosta appena trascorsa per rendersi conto che ci sono giocatori che in nazionale rendono cento e nel Milan dieci, Balotelli su tutti ma anche Abate o Montolivo giusto per citarne tre a caso. I problemi sono colpa di incertezze create durante la stagione: ci mancano giocatori titolari, ci manca un modulo ben definito – gli unici con il posto sicuro sembrano essere i due cocchi dell’allenatore: Matri e Muntari.

Non si segna se non si mette la palla dentro e nel Milan in pochi hanno il coraggio di farlo: basti vedere per quanto tempo la nostra palla gira intorno all’area di rigore senza entrarvi. Torniamo sempre al video di Buffa post Palermo 2011: questa squadra non è in grado di segnare contro dei giocatori che si chiudono e rinunciano a provare a vincere la partita bisogna scoprirsi e saper attaccare per ripartire in velocità prendendo la difesa scoperta con inserimenti come è avvenuto sul gol di Kakà. Bisogna avere il coraggio di mettere dentro la terza punta come faceva Mourinho in queste gare invece si è avuto paura di prendere il terzo gol lasciando i difensori e togliendo tutti i centrocampisti di ruolo arrivando ad un ridicolo arretramento di Kakà. Poi ci sono cose che chiunque ha una minima esperienza di calcio dovrebbe capire, ovvero che i rigori vanno fatti battere a chi è mentalmente libero (Kakà) e non a chi attraversa un periodo difficile (Balotelli), non mi stupisco minimamente dell’errore del numero 45.

E’ ovvio che l’errore principale è a monte: Allegri andava cacciato dopo il Chievo ma la proprietà ha avuto il coraggio di confermarlo ancora una volta sia nella figura di Galliani sia in quella dei figli. Credo sia necessario fare chiarezza sulla società il più presto possibile poiché nessuna delle due parti in causa oggi ha più il coraggio di decidere nulla in questo periodo di transizione. Esonerarlo oggi sarebbe comunque un errore poiché martedì ci si gioca il passaggio del turno in Europa e nessun allenatore è in grado di preparare una partita in due giorni da zero – vediamo cosa succede a Glasgow e poi aspettiamo le nuove decisioni. Nel frattempo diamo il bentornato alla curva Sud Milano dal lungo periodo di assenza iniziato con le cessioni di Ibrahimovic e Thiago Silva – meglio tardi che mai, no?

MILAN-GENOA 1-1 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: Kakà (M) al 4’, Gilardino (G) su rigore all’8’ p.t.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Zapata, Bonera, Emanuelson; Poli (dal 28’ s.t. Robinho), De Jong, Muntari (dal 1’ s.t. Birsa); Kakà, Matri, Balotelli.(Gabriel, Coppola, Silvestre, Constant, Cristante, Saponara, Niang). All. Allegri.
GENOA (3-4-3): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Matuzalem, Biondini (dal 33’ s.t. Cofie), Sampirisi (dal 1’ s.t. Marchese), Fetfatzidis, (dal 2’ s.t. Bertolacci), Gilardino, Antonelli. (Bizzarri, Gamberini, Lodi, De Maio, Centurion, Stoian, Calaiò, Santana, Konate). All. Gasperini.
ARBITRO: Gervasoni; assistenti Posado e Marrazzo; IV Longo, assistenti di porta Rocchi e Aureliano.
NOTE: Spettatori 34.848 per un incasso di 789.656,64 euro. Ammoniti Emanuelson, Zapata, Biondini, Bonera, Vrsaljko per gioco scorretto. Al 35’ espulso Manfredini per fallo da ultimo uomo. Angoli 10-0, recuperi 1’ p.t., 4’ s.t.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

58 Comments

  1. Un allenatore vero avrebbe giocato tutto il secondo tempo con il 4-2-4 mettendo dentro Niang e Saponara.

    Altro che Birsa. Indegno veramente Allegri. Tante occasioni ma scarsa convizione ed idee.

    Ma ripeto sono delusi dai tifosi contestatori che hanno disperso le energie. Dovevano picchiare duro su Allegri tutta la partita e lanciare cori in favore d’ Inzaghi

  2. In società tutto ok. Succede quello che succede in qualunque società di capitali quando c’ è in atto un passaggio di consegne e un cambio del CDA.

    Come fanno i tifosi a non capirlo?

  3. ma sopratutto Allegri non ha avuto il coraggio di sostituire uno tra Matri e Mario questa sera scandalosi

    1. Con chi li avrebbe dovuti sostituire?

      1. Saponara, Robinho Niang.

        Il Milan è l’ unica squiadra con i panchinari migliori dei titolari

        1. robigno è entrato. niang è un seghino galattico. Saponara non è una punta! E poi, chiunque entri, avreste da ridire. Ormai qualunque cosa succeda i vostri discorsi sarebbero sempre gli stessi!

        2. Saponara può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo e la seconda punta e l’ attaccante esterno per quanto riguarda l’ attacco. Ma perché non te li studi un po i giocatori invece di difendere la capra senza motivo?

          Robinho? Meglio di Matri e Balotelli. Niang? Con Conte sarebbe un gran giocatore

        3. Ma cosa vuoi studiare? Secondo te, geniaccio di queste palle, in una partita 10 contro 11 faccio uscire una eelle due uniche punte e, secondo il tuo cazzo di discorso, entrambe, per fare entrare un centrocampista che “può giocare anche esterno”? E si, sei un tattico!
          Robigno è entrato! Niang è un pollo e lo sarebbe con chiunque! E poi la devi smettere di far passare le tue ipotesi come verità assolute. Non è così!

  4. i concetti espressi a Sky da Allegri nel post partita

    1) stasera non era semplice giocare…hahahah in 11 vs 10

    2) dobbiamo migliorare, sul piano del gioco abbiamo fatto bene….però

    3) abbiamo la coppa italia

    4) non ce l’ho più fatta a sentire e ho cambiato canale

    1. Sei una sega…io invece ce l’ ho fatta.

      1. 🙂

  5. per rispondere all’acciughino

    quando un allenatore non sostituisce i due giocatori di gran lunga più scarsi in campo , ma ne cambia altri , non è un allenatore serio , è solo un imbonitore che è capace di dichiarare che la classifica sarà diversa tra qualche tempo , si abbiamo visto ma non è migliorata anzi la zona retrocessione è sempre più vicina.

    Allegri vattene tu ed il tuo padrino Zio Fenster che ti difende sempre ,

    naturalmente la curva arriva con mesi di ritardo a contestare , ma cosa vuoi lì c è il conflitto di interessi con la società vedi biglietti per le trasferte ….

    1. Il conflitto d’ interessi della curva è un altro cancro che appesta il Milan a cui spero Barbara Berlusconi saprà porre rimedio

    2. Se ti riferivi a me, massimo boldi, io non mi chiamo acciughino! Poi, cosa avreste detto se avesse fatto uscire le punte per mettere altri giocatori che punte non sono?

  6. Galliani? Il principale colpevole di questa situazione.

    Alllegri lo ha rinnovato e difeso lui. Questa stagione è un suo progetto tecnico.

    Con Pradè, Seedorf, Barbara Berlusconi Milan di nuovo ai vertici in 3 anni. Chi non sa aspettare dopo la distruzione vive fuori dal mondo

    1. Con Pradè, Seedorf, Barbara Berlusconi Milan di nuovo ai vertici in 3 anni

      Si, della lotta Europa League

      Mancano soldi. Con quei tre il ridimensionamento è inevitabile

  7. I soldi non ci sono da diverso tempo e non ci saranno fino a quando il valore prodotto dal Milan non aumenterà sensibilmente.

    Con la nuova dirigenza nuovo progetto tecnico commerciale che potrebbe addirittura donarci uno stadio di proprietà. Fattore imprescindibile per qualunque squadra si dica davvero grande

  8. Una prestazione che ha confermato tutto quanto di negativo sta accadendo al Milan.
    La rappresentazione, di questa sera, fa seguito ad altre esibizioni che somigliano sempre più ad una sceneggiata dove l’allenatore ed i giocatori pare stiano recitando una stucchevole manfrina proposta da un copione, squallido e deludente, cui purtroppo si assiste dall’inizio di questa stagione.
    Un film iniziato, forse non a caso, nella fatal Verona e che ha portato la squadra, fino ad ora, ad avere una classifica da retrocessione.
    Soltanto cinque punti in più di un Chievo che ha giocato e vinto il derby dando la plastica dimostrazione che la scossa la ha prodotta il neo allenatore, Eugenio Corini, che ha sostituito l’esonerato Sannino.
    Ma già…i tifosi non capiscono nulla… non fanno il calciomercato e tanto meno possono incidere sulle decisioni inerenti la conduzione tecnica della squadra.
    Forse quando la classifica sarà irrimediabilmente compromessa….allora ci si renderà conto che i tifosi non sono dei beceri che vanno allo stadio soltanto per sfogare frustrazioni e repressioni.
    A San Siro si andava a vedere giocare una squadra vincente che era padrona del campo e del ‘giuoco’.
    Oggi sugli spalti si va per arrabbiarsi nel vedere in campo una squadra svogliata che non riesce più a segnare neppure su calcio di rigore!
    Mai più veritiera è la dimostrazione che la Curva Sud, questa volta, ha visto meglio di chiunque altro.
    Non si dovrebbero offendere i giocatori, l’allenatore, i dirigenti e la proprietà…ma lo spettacolo , come abbiamo visto, esibito dal Milan, dall’inizio di questo torneo, è INDECENTE!

  9. Mah. Io personalmente non ho nulla a che spartire con chi fino a pochi mesi fa difendeva Allegri. Anche le contestazioni odierne mi sono sembrate confuse e destinate agli obbiettivi sbagliati. Sotto accusa giocatori e il dualismo in società. I calciatori si comportano male quando non sono motivati. Per quanto riguarda la società spero la transizione sia il più veloce possibile ma vederla come un fattore negativo è assurdo.

    La tifoseria allo stadio ha contestato sparando nel mucchio invece di concentrare gli sforzi sui veri responsabili: Allegri e Galliani.

  10. FIno a quando Birba verrà preferito a Saponara per due gollettini del cazzo due mesi fa? BASTAAAAAA.

    Se non ci fosse Riccardino Kakà……………. chi non lo voleva non conti i punti fatti grazie a lui, che sono 4 su 14.

    Quindi, ad esempio, per Sadyq abbiamo 10 punti. Per chi voleva Kakà ne abbiamo 14.

    1. Soltanto gli stolti non cambiano mai opinione. I tifosi della ‘Curva Sud’ sostenevano, a modo loro, la squadra indipendentemente da come giocava e da chi siedeva in panchina. Il team rossonero è una ‘fede’ ed i tifosi si sentono rappresentati da chi, siano essi giocatori, dirigenti e/o proprietà, rispettano il concetto base che il Milan, da sempre, è squadra diversa da tutte le altre! Per aver avuto questa reazione i tifosi sono veramente scogl…..! Cmq… in un team, per chi ha fatto oppure fa sport, non ci sono responsabilità soltanto individuali. Le responsabilità sono sempre collettive. Prendiamo il caso Balotelli, a mio avviso uno dei più forti attacanti al mondo, si è sempre dichiarato tifoso del Milan….ma essere soltanto un tifoso non basta affinchè si possa essere anche giocatore da Milan! Naturalmente spero che Mario, così come El Shaarawy ed altri, possano riprendersi e dare quel quid in più che, oltre alle qualità personali, consentano a giocatori-tifosi, che giocano nella loro squadra del cuore, di essere anche giocatori importanti per rendere forte… forse anche ‘invincibile’ la ‘loro’ squadra!

  11. Ma quanto è forte NINI come difensore puro? 😯 😯 😯

    Avevamo in casa un fenomeno e l’idiota lo metteva terzino..

    NINI MEGLIO DI BOMBONERA.

    1. se bombonera giocasse contro matri e balotelli sembrerebbe un incrocio tra baresi, nesta e beckembauer.

      1. Antonini? Uno dei tanti buoni giocatori al Milan sottovalutati dai soliti….Come Merkel e Albertazzi del resto

  12. non so se sono più ridicoli i curvaioli o i calciatori.

    dove cazzo sta raiola???? perchè ieri sera non ha parlato???? dovrebbe dire al suo negretto che i rigori con quella sufficienza non si tirano nemmeno il giovedi contro la primavera, che alle 5 di mattina un calciatore serio dovrebbe dormire visto che domani c’è allenamento e non scrivere tweet del cazzo.

    tutti vogliono 11 kakà in campo. a me basterebbero 5 de jong e 5 kakà( giocheremmo in 10 ma sicuramente meglio).

  13. Gabriel

    Kakà De Jong De Jong De Sciglio

    De Jong De Jong Kakà

    Kakà

    Kakà Kakà

  14. Dobbiamo sbrigarci a fare lo stadio nuovo, per il prossimo anno. Per la serie B.

    Io lo farei da 8000 posti zona Casina Gobba, che nei weekend ci sono sempre i rumeni e gli ucraini e quelli dell’este a spedire i pacchi, magari li attiriamo come pubblico.

    Baracchino dei gelati fuori dallo stadio, in inverno quello che vende le caldarroste. Niente spogliatoi, la doccia la fanno a casa e vengono al campo già cambiati.

    La serie B è dura.

    1. e tanto già lo so, che l’anno prossimo gioco di sabatoooo!!!

      se quella merda di Lotito caccia i soldi, ci potrebbe essere il mio derby del cuore *__*

  15. Sono d’accordo con La Cantera quando dice che i veri obiettivi della contestazione dovevano essere Galliani e Allegri, ieri i tifosi hanno sparato nel mucchio risultando
    inefficaci e confusionari oltre che confusi.
    Non ho capito se Balotelli gioca cosi’ per ordine di Raiola, ligio alla exit strategy per giugno, o e’ proprio un suo limite.
    Mi aspettavo l’errore dal dischetto, i rigori di Balotelli sono quelli piu’ vivisezionati dalle televisioni, giornali, commentatori e giornalisti di tutta Italia, ci sono state pagine e pagine dedicate solo a come li tira e come fare a pararli, intere trasmissioni tv dedicate solo a questo.
    Uno intelligente, dopo il rigore parato da Reina avrebbe cambiato modo di batterli, magari tirando una bomba a occhi chiusi, ma lui ha tirato una ciofeca, un vero passaggio al portiere, confermando la estrema confusione in cui versa e l’assoluta mancanza di qualcuno che lo consiglia e lo aiuta in questi momenti (a meno che non sia tutto una exit strategy)
    Matri e’ assolutamente inguardabile..
    A questo punto spero solo nella salvezza, e spero di non entrare in zona Europa League.
    L’anno prossimo potremmo avere dei dirigenti piu’ capaci (ci vuole poco) e piu’ onesti (ci vuole pochissimo) e un diverso allenatore (qui la scelta e’ importantissima)
    e con il solo impegno del campionato si puo’ puntare ad una rosa ristretta, priva di tantissime zavorre che ingrossano solo il monte ingaggi, e con un 2/3 acquisti mirati si puo’ incominciare a risalire la china.

    1. Non mi sorprenderebbe se ci fosse un tentativo di sabotaggio totale all’ ascesa di Barbara Berlusconi e che stiano deprezzando artificialmente il valore di Balotelli

  16. Il problema del Milan è la presidenza, assente e disimpegnata e ancora non lo si è capito. Galliani? Una vittima dei giochi di potere.

    Non è un caso se da Albertini a Sacchi e Capello tutti difendono Galliani….

    … la curva come sempre ha avuto paura di guardare più in alto, verso Arcore.

    1. no no la curva ha iniziato a contestare ora perchè è stato messo in discussione Galliani e hanno paura di rimanere senza “lavoro” con un nuovo assetto dirigenziale che non li assecondi come fa il condor .

      la curva è la stessa che contestò maldini, la stessa che” giù le mani da mister allegri” ….

      1. Esatto. La curva è quella che ha contestato Maldini nella sua ultima partita e che ha difeso Allegri. Si agitano solo perché pensano di rimanere senza benefits

    2. Veramente Capello ha detto che dopo tanti si può anche cambiare.

      1. Chiaro che i tifosotti che hanno sempre avuto vantaggi da Galliani lo difendano. Ma ora la storia sta per cambiare. Presidente assente? Non direi. C’ è Barbara che fa le sue veci e lo fa ottimamente.

        Galliani vittima dei giochi di potere?

        Assolutamente no. La vera vittima di tutto ciò è Barbara la quale sta subendo attacchi insulsi dai gallianiani

  17. Barbara Berlusconi vittima di:
    1) Galliani
    2) Dei gallianiani sparsi nelle reti del Milan
    3) Della tifoseria prezzolata
    4) Con tutto il rispetto di quelli che accostano in maniera ridicola l’ ascesa di Barbara Berlusconi ad un presunto ridimensionamento
    5) Dei giocatori di Galliani e di Raiola che presto potrebbero essere messi da parte
    6) Dei tifosi confusi che sparano nel mucchio
    7) Degli allegriani
    8) Degli anti Berlusconiani

    Altro che Galliani. La vera vittima è la proprietà

  18. Ma chissenefrega della curva.. tifosi banderuola che cercano favori attraverso il sequestro della squadra.. impedendo a gente come Kakà di andare a casa ad abbracciare la moglie e i bambini e leggere in pace la Bibbia.

    Speriamo Galliani se li porti appresso dovunque andrà.

    Proprietà assente? Mi risulta che abbia fortemente voluto Kakà, senza Kakà oggi saremmo matematicamente retrocessi. Altro che Proprietà assente, la Proprietà sta salvando la stagione dai disastri del GALLO E L’ACCIUGA!

  19. Tra l’altro Galliani in questi anni ha messo da parte abbastanza soldi per comprarsi una società.

    Io sono per la scissione.

    Si fondi la sua squadra, si porti dietro i suoi uomini, i suoi tifosi e i suoi giocatori.

    Come Alfano ha fatto il suo partito perchè crede di essere bravo, così anche Galliani faccia il suo team, basta sabotare dall’interno il lavoro della Dottoressa Berlusconi!

    1. Magari ci fosse una scissione!!!!!!!!! Fonderebbe l’ AG Milan, però i contratti con gli sponsor rimangano al AC Milan

    2. Dai, dai, che con Pradè si vincono altre 5 coppe dei campioni

      1. Chi può sostenere il contrario? Tu?

        Con Galliani non vinceremo mai più niente perché l’ unico modo per avere i soldi da investire è farli. meglio farli fare a chi sa come si gestisce un azienda. Almeno con Pradè si vedrà un progetto serio come la Fiorentina che per inciso gioca meglio e ci stà davanti in classifica

        1. La Fiorentina che da quando c’è pradè ha fatto primi posti: 0, secondi posti: 0, terzi posti: 0. E dubito che sto anno vada in CL.

          Galliani miglior dirigente al mondo, ha portato De Jong e Poli a pochissimo, sta portando anche Honda. Non è colpa sua se non ha soldi a sufficienza.

  20. Ancora con questa storia ridicola dei soldi?

    Allena il Milan una capra che non supererebbe le 5 giornate senza essere esonerato nei campionati di seconda categoria Uisp.

    I giocatori sono indolenti, insofferenti e fanno le 5 del mattino a sparare cazzate su Twitter.

    Ma di che soldi stiamo parlando. Galliani vuole i soldi? Impari a fatturare di più come fa la Juventus e a gestire la squadra invece di fare i giochetti di potere

  21. I soldi.. i soldi ce li spende in Matri, quando altri si comprano Llorente aggratis.. meglio che non ne abbia.

    Le 5 Champions League le ha vinte il Presidente Berlusconi, non scherziamo.

    Galliani senza il Presidente Berlusconi sarebbe ancora al Monza.

    Il Presidente Berlusconi senza Galliani avrebbe vinto comunque mettendoci lì un Confalonieri, un Dell’Utri, un Belpietro, un Brunetta.

    C’è la fila da qua fino a Cesano Boscone di gente che è stata valorizzata ed elevata dal Presidente Berlusconi.

    Trovamene uno creato da Galliani.

    1. ma come non lo sai???? matri l’ha voluto allegri e si sa al cuor non si comanda, se il suo amato chiede matri lui glielo compra.

      come quando Ronco era innamorato e faceva di tutto per assencondare la sua amata( che era anche bisex).

    2. Le 5 Champions League le ha vinte il Presidente Berlusconi, non scherziamo.

      Berlusconi ci ha messo i soldi. Meno di Chelsea, City, PSG, Real di Perez che ne han vinte una in quattro. Berlusconi con un altro dirigente sarebbe un Moratti

      1. non bestemmiare.

        1. Moratti ha speso 1,2 miliardi in 18 anni, dal 1986 Berlusconi 600 milioni. Facts.

        2. facts il cazzo. Berlusconi ha dimostrato di essere un vincente in tutti i campi. in politica. nell’edilizia. nel calcio. con la figa. nella comunicazione.

          non deve ringraziare proprio nessuno.

          e cmq i 600 milioni spesi dal Presidente potevano anche essere molti meno se il condor non prendeva i vari ricardo oliveira, matri, huntelaar, kluivert e bidoni vari.

        3. Ah certo, oggi Berlusconi non c’entra nulla prima era merito suo.

          Senza Galliani Berlusconi oggi nel calcio non sarebbe nessuno o – nella peggiore delle ipotesi – uno che avrebbe vinto meno e speso male.

          Vincente soprattutto in tribunale direi. Ops.

          Huntelaar bidone…. il CAPOCANNONIERE DELLA BUNDESLIGA con lo Schalke 04. Non un pirla che lo metteva mezzala, eh

        4. Bravo Oty, quando ci hai ragione è giusto dartela!

        5. Bidonissimo specie per chi come me sperava almeno di cavarci almeno l’ erede di Ganz o Marco Simone

        6. pure ricrado oliveira è stato capocannoniere della liga..

          cosi forte sto huntelaar che se lo pr4eso uno squadrone come lo schalke e che son 4 anni che sta li( da un paio e infortunato cronico)

          Senza Galliani Berlusconi oggi nel calcio non sarebbe nessuno

          questa è una tua supposizione, non hai riscontri oggettivi. mentre è vero il contrario cioè senza Berlusconi, galliani farebbe ancora il geometra al comune di Monza.

        7. cosi forte sto huntelaar che se lo prese uno squadrone come lo schalke e che son 4 anni che sta li( da un paio è infortunato cronico)

        8. Huntelaar è stato uno dei migliori giocatori che abbiamo mai avuto

        9. Per farci il sugo!!!!!!!

          Una pippa senza eguali

  22. Condivido. Il Milan può stare assolutamente senza Galliani e la lista dei buoni collaboratori è lunga.

    Senza Berlusconi no. Almeno fino a quando non trova qualcuno interessato a rilevare la società. Se questo avverrà sarà solo per merito di Barbara Berlusconi che trasformerà l’ AC Milan in una squadra normale, che magari invece di fare gli affari da Giannino con i procuratori più avidi della storia, li fa nell’ ufficio apposito di uno stadio di proprietà con ricchi investitori interessati ad un progetto serio con staff tecnico e manageriale qualificato.

    Condivido con la frase: Uno che li spende per Matri ma aggiungerei anche per Allegri è bene che non li abbia in gestione. Comunque se proprio dovessi scegliere fra Matri e Huntelaar ancora terrei Matri, anche se l’ olandese almeno davanti alla porta ogni tanto segnava, cosa che Matri nemmeno se gli fai carambolare la palla addosso a porta vuota

    1. Ma almeno Matri non sembra un idiota quando corre

Comments are closed.