Un gol e tre punti

Un gol e tre punti

Partiamo da quello che c’è di positivo: Prendiamo tre punti mentre la Roma pareggia e la Fiorentina esce sconfitta a Catania: siamo in quinta posizione, a -6 dalla zona Champions’ League. El Shaarawy è tornato a segnare: probabile una strigliata nello spogliatoio dopo qualche prestazione sottotono (sarebbe certa, se non conoscessimo il nostro allenatore), e il suo nome si è di nuovo mosso in avanti nella classifica marcatori. Registriamo un altro 0 alla casella dei gol subiti (nel giorno in cui Abbiati è il portiere del mio avversario, ndr). Ah, e non abbiamo preso gol. Le cose positive sono finite qui, dopo 70 parole a farla lunga. Perché, per il resto, la vittoria contro l’Atalanta è stata un parto, novanta minuti di sofferenza in attesa del fischio finale di Gervasoni.

La prestazione dei singoli, nella maggior parte dei casi, non è andata oltre la sufficienza: tale è il voto che meriterebbero Abbiati e la coppia centrale. Non per “aver fatto il compitino”, come si dice in gergo: più che altro, per la maggior parte della partita, non hanno avuto nulla da fare. La squadra avversaria, ,infatti, ha vissuto per la maggior parte del tempo nell’indolenza offensiva, arrivando all’apice con la geniale mossa di sostituire Denis per lasciare in campo Facundo Parra: impedire a uno come il 99 atalantino di segnare dovrebbe essere ordinaria amministrazione anche in Lega Pro. Per il resto, molto agonismo, con diverse mischie e risse, soprattutto dopo l’espulsione di Brivio. Il secondo giallo, forse, è stato un po’ esagerato: ma non è da negare come certi bergamaschi – Carmona su tutti – abbiano continuamente provocato e spintonato i rossoneri, dimostrando un’inusitata cattiveria.

Per quanto riguarda i giocatori delle fasce, Abate ha offerto una prestazione sottotono (perché lasciare fuori De Sciglio, caro Allegri?), mentre la valutazione di Constant si divide tra una fase difensiva disastrosa – sulla sua fascia Bonaventura, non certo Messi, ha fatto il bello e il cattivo tempo – e un’ottima prestazione offensiva: i migliori palloni sono sicuramente arrivati da sinistra, e le sue incursioni hanno spesso bucato la difesa nerazzurra. L’attacco, El Shaarawy a parte, non è però stato ricettivo nei confronti di queste proposte: Niang si è dannato l’anima ma i limiti di un giocatore appena maggiorenne, pur compensati da un indiscusso talento, sono evidenti, mentre sulla solita orrida prestazione di Boateng, evidentemente più interessato alle luci della ribalta mediatiche e ai discorsi all’Onu che a partite e allenamenti, è meglio glissare.

Fatto sta, non si è riusciti a chiudere con una squadra dal livello difensivo penoso e in inferiorità numerica, che pure ha spinto mettendo in difficoltà il molle centrocampo rossonero. Come prevedibile (anche se certe cappellate di Montolivo sono degne di menzione) si è segnalato in negativo Mathieu Flamini. I media lo definiscono un centrocampista di quantità: beh, se vogliamo valutare il suo apporto alla causa rossonera oggi pomeriggio, è rappresentabile da una quantità. Negativa: inesistente sia nel contenimento che nell’impostazione, è riuscito in pochi secondi a buttare una palla gol addosso a Consigli e a vanificare la ribattuta di Niang. Non è certo il peggiore: Il peggiore in campo, o peggio nell’area tecnica, è sempre lui. Massimiliano Allegri, colui che inizia a rendersi conto di dover far rifiatare alcuni giocatori dopo 85 minuti, con il primo cambio sensato fatto dopo 89. Non ho parole, oggi più che mai.

ATALANTA – MILAN 0-1, ATLETI AZZURRI D’ITALIA 27 GENNAIO 2013, ORE 15.00

Atalanta: Consigli; Ferri (24′ Raimondi), Stendardo, Canini, Brivio; Carmona, Cigarini (34′ Budan), Biondini; Bonaventura; Denis (16′ st Matheu), Parra. A disposizione: Polito, Frezzolini, Cazzola, Radovanovic, Ferreira Pinto, Troisi, Schelotto, De Luca, Moralez. Allenatore: Colantuono.
Milan: Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Constant; Flamini, Montolivo, Boateng; Niang (43′ st Traoré), Pazzini, El Sharaawy (40′ st Robinho). A disposizione:Amelia, Gabriel, De Sciglio, Zaccardo, Bonera, Yepes, Antonini, Abate, Muntari, Nocerino, Emanuelson, Bojan. Allenatore: Allegri.
Arbitro: Gervasoni
Marcatori: 29′ El Shaarawy (M)
Ammoniti:
 Brivio, Raimondi, Consigli, Carmona, Matheu (A); Pazzini, Montolivo, Mexes, Abbiati (M)
Espulsi: 
Brivio, Colantuono (A)

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

29 Comments

  1. Secondo me ci sono piu’ lati positivi che negativita’.. Io non vedo tutto questo disastro, era una partita collosa che in altre circostanza il Milan NON avrebbe vinto, e invece ha vinto facilmente e mangiandosi pure almeno 3 o 4 gol.. Certo, giocando tutta la partita a contenere, l’ atalanta prima o poi viene fuori, sono d’ accordissimo sui cambi, troppo tardivi e negli uomini in campo, che potevano essere scelti diversamente, vedi De Sciglio, per il resto, su ogni partita ci sara’ sempre qualcuno che avra’ sempre da ridire, ma per il resto obiettivamente non la vedo cosi’ brutta come giornata. PECCATO IL NOSTRO INIZIO, POTEVAMO SICURAMENTE GIOCARCELA CON ALTRI 10 PUNTI, ALMENO, 5 SCONFITTE IN 7 GIORNATE INIZIALI, e’ stato il nostro piu’ grande peccato accettabile data la rosa, ma oggi sicuramente possiamo dir grazie ai ragazzi per quello che stanno facendo. El Shaarawy commovente quando recupera da miglior terzino in circolazione.. Forza Milan, sempre!

  2. Allegri riesce ad essere osceno anche quando come oggi tutto sembra andare per il meglio. L’ Atalanta in evidente difficoltà in 10 uomini e lui che fa? Non riesce ad approfittarne.

    Sarebbe bastato inserire Emanuelson e Bojan per sfruttare al meglio la superiorità numerica al posto di Pazzini e Boateng . Invece nulla. Abbiamo tenuto un sacco di giocatori ammoniti in campo evidentemente stanchi dopo una partitaccia su un campo molto difficile.

    Zapata doveva essere titolare fin dall’ inizio. Boateng è un giocatore regalato agli avversari. Ricorda Seedorf, solo che almeno Seedorf la visione del gioco ce l’ aveva sul serio.

    1. Coso, vittoria portata a casa senza correre grandi rischi. Siamo a meno tre dalla salvezza! Questo è abbastanza!
      Inutile starsi a fare le seghe mentali che ti fai di solito!

  3. Io non ho visto tutto questo disastro, ANZI!!.. il nostro piu’ grande peccato di quest’ anno e’ la partenza. 5 sconfitte in 7 giornate sono potenziali 15 punti, ma anche con 10 potevamo a quest’ ora sicuramente giocarcela con la juve. Grazie Ragazzi !

  4. Comunque se Allegri arriverà terzo, gli dirò bravo. Giusto perché almeno avrebbe rimediato ai danni iniziali

  5. Per essere una squadra da retrocessione (cit. di molti) il fatto di essere QUINTI è quantomeno positivo, non mi soffermerei troppo sulla prestazione peraltro su un patatao (cit.). Certo, le partite van chiuse prima e magari le sostituzioni sono propedeutiche per questo fine, ma vaglielo a spiegare al caprone abusivo della panchina.

    LE PAGELLE DI MAROTTA CHE SE PIANGE SI BAGNA L’ORECCHIO (CIT.):

    Abbiati 6+
    Abate 6 … merda!
    Zapata 6 … stava per fare la cazza(pa)ta.
    Mexes 6+
    Maurizio 6

    Flamini 5.5
    Montolivo 6
    Boateng 5.5 … era partito discretamente poi è morto.

    Niang 6 … ma c’hai paura ad accelerare? 😯
    Pazzini 5,5 … quando non segna è inutile.
    El Shaarawy 6,5 … ma usa sto cazzo di sinistro ogni tanto altrimenti diventi prevedibile!

    Robinho SV
    Traorè SV

    Allegri 4 … DeSciglio? Il Munta? I cambi al novantanovesimo? Bojan?

    Ooooooooh Balotelliiiiiii
    he’s a striker
    he’s coming here..!!

  6. 37 punti e passata la Fiorentina di Montella descritta da qualcuno come inarrivabile.
    Se penso che c’è chi parlava di salvezza mi viene da ridere.

    1. Dal quinto all’ottavo posto. Tutto quello che viene in più, è per merito di Allegri. Non certo della rosa di merda che gli hanno messo a disposizione!

      1. Tutto quello che viene in più, è per merito di Allegri.

        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
        AHAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAH

        La squadra è da secondo/terzo posto e la striscia di risultati utili lo prova. Tutto quello che viene in MENO è per DEMERITO di Allegri

        Anche oggi Allegri ha responsabilità ENORMI sulla partita. Vinta non certo per merito suo.

        1. Dal quinto all’ottavo posto. E soltanto perchè il livello del campionato è rasoterra!
          La partita di oggi è stata vinta. Mi basta!

        2. Bravo, accontentati. La prossima volta non ci sarà l’Atalanta ma una più forte e con gli stessi errori perderai per colpa dell’allenatore

        3. Certo che mi accontento. Della prossima partita se ne parlerà dopo il novantesimo!

  7. il nostro piu’ grande peccato di quest’ anno e’ la partenza.

    Quando hai Allegri in panchina devi mettere in conto di regalare un mese/un mese e mezzo di campionato ahimè. Se a questo ci aggiungi l’atmosfera da funerale che hanno creato alcuni tifosi e che non ha giovato all’ambiente il quadretto è completo.

    Chi parlava di terzo posto era accusato di essere un ciarlatano, beh, oggi sarebbe fin troppo facile menarsi il ciccio in segno di sfregio verso costoro. Facile ma non per questo sbagliato.

  8. Se penso che c’è chi parlava di salvezza mi viene da ridere.

    Io è da agosto che rido.

  9. Tanto sei abituato a menartelo!

  10. Oggi non è stato un disastro per nulla. Ma non chiudere questo genere di partiti e lasciare in campo tanti giocatori stanchi per di più ammoniti è stato un grave rischio. Inizio di stagione disastroso. Oltre tutto ci ha messo 5 mesi a capire uomini e formazione.

    1. Càntera, oggi è finita 0 a 1 per il Milan. Stop!

  11. Va be ma ormai quali che sono i ciarlatani e quali no, credo lo abbiano capito tutti (o quasi).

    Ohh Balotelli….

    Ma non doveva essere questa la giornata di Kaka?

    Sono scettico su Balotelli.

    Vediamo

    1. E tu cosa dicevi, di Balotelli, fino a pochi giornio fa? Sbaglio o non ti piaceva?

  12. Probabilmente ti confondi con qualcun altro. Io non mi sono semplicemente mai espresso sul mercato vero o presunto del Milan. Per me la priorità è sempre stata il cambio dell’ allenatore.

    A me Balotelli piace dalla primavera dell’ Inter. L’ avuto anche come avatar. Figurati se non mi piace

    1. Ti ho chiesto di Balotelli, non del mercato del Milan! Semplicemente perchè mi sembrava che non ti piacesse granchè. Ma evidentemente ricordo male. Infatti la mia era solo una semplice domanda.

  13. Brividi in alta quota?
    La vetta si sta avvicinando e si intravvede il rifugio Europa con sufficiente nitidezza. Le Orobie sono delle splendide montagne con tanti rifugi alpini.
    Ma percorrere tutti i rifugi in una sola giornata, come sta facendo il Milan, è impresa da alpinisti provetti.
    I rossoneri, sorprendendomi, hanno raggiunto il sentiero che fa’ intravvedere il rifugio Champions League. Sembrava impossibile dopo le cadute rovinose di inizio percorso. Tuttavia anche oggi il raggiungimento dell’obiettivo vittoria è stato guadagnato al prezzo di qualche brivido di troppo.
    Philippe Mexes ha avuto un solo sbandamento, al termine della prima frazione di gioco. Cristiàn Zapata ha sbandato in qualche altra frazione di gioco.
    Ma la linea mediana è stata un buon filtro laddove si verificavano sbadataggini ecco che i vari, Boateng, Flamini e Montolivo toppavano i buchi che si aprivano.
    Il Milan sta iniziando a comportarsi, finalmente, da vera squadra. Chapeau mister Allegri.
    Però ora che si intravvede l’obiettivo non bisogna lasciarsi prendere dall’affanno. Domenica prossima, contro l’altra succursale dei bianconeri torinesi, non si dovranno commettere errori. Il percorso verso il terzo posto è irto di insidie. Ma la’ al traguardo Europa c’è la felicità dei svariati milioni di tifosi rossoneri che attendono i propri ‘alpinisti’ per festeggiare qualcosa di insperato che ora non è più soltanto nei sogni di tutti i tifosi rossoneri!
    Ora cominciamo realmente a credere di poter rimanere, anche nella prossima stagione, nel ‘nostro’ campionato: la Champions League!

  14. A chi non piacerebbe Balotelli..

  15. Oooooooh Balotelliiiiii

  16. ma arriva o no?

  17. Ci sono indizi confortanti in tal senso.

    Oooooooh Balotelliiii

  18. pagelle:
    abbiati 6

    abate 6 de sciglio merita il posto. stop.
    mexes 6.5 se giocasse semrpe cosi…
    zapata 6 se giocasse sempre cosi (ad eccezione di quella cagata a fine primo tempo)
    constant 6 ordinaria amministrazione

    monto 6.5 bene. anche se li per me è sprecato
    flamini 6 ora come ora meglio di nocmerdino
    boamerd 6 è calato nel corso della aprtita ma questo è il suo ruolo se vuole giocare nel milan

    niang 7 ha una facilità di saltare l’avversario che ho visto a pochi, deve migliorare in moltio movimenti, se son fiori fioriranno…
    el shaarawy 7 <3
    pazzini 6 lavoro sporco, non è un fenomeno ma nemmeno la pippa che molti dipingevano….

    allegri 7 per come ha impostato la squadra ma si merita anche un 3 per i cambi non fatti!!!

  19. A 3 punti dall’Inter. Ripeto, a 3 punti dall’Inter

  20. se arriva Balotelli sul serio facciamo un grande colpo di mercato

Comments are closed.