L’armata Brancaleone rossonera sul gol di Legrottaglie

Quasi involontariamente, a Catania sono arrivati i 3 punti per i rossoneri, e per la prima volta siamo giunti alla seconda vittoria consecutiva in questa Serie A. Abbiamo vinto 3-1 al quasi inviolabile Massimino contro i siciliani, nonostante abbiamo fatto qualsiasi cosa per evitare la nostra vittoria. Primo fra tutti gli episodi, il gol di Legrottaglie: il calcio d’angolo di Lodi ha mostrato ancora una volta le pochezze difensive degli uomini di Allegri, che da anni, in tutte le configurazioni possibili della difesa, non hanno mai capito come contrastare i calci d’angolo e in genere le palle inattive. Persino nei momenti più difficili per gli etnei, i loro angoli, magistralmente battuti da Lodi, hanno messo in confusione i nostri difensori.

Per rendere più probabile una nostra sconfitta, abbiamo anche magnanimamente concesso un intero tempo ai catanesi. I primi quarantacinque minuti hanno rappresentato la peggiore partita rossonera da un mese a questa parte: non si è riuscito a combinare nulla, e né Robinho, né Boateng, né El Shaarawy hanno combinato niente. Un vuoto cosmico, a parte alcune invenzioni di un lodevole De Sciglio. Fortunatamente, ritornati (dopo un intervallo inusualmente corto) in campo, è cambiato tutto. Al terzo minuto è stato espulso Barrientos: espulsione giustissima, checché ne potrebbero dire alcuni fonti zebrate – e nonostante Legrottaglie se ne sia lamentato a tutte le televisioni possibili – a causa di un inutile placcaggio rugbistico a centrocampo nei confronti di Nocerino.

Attacco rossonero, dunque, e dopo due minuti, il patatrac. Cross di Boateng, spizzata di Robinho, gol di El Shaarawy. Peccato fosse tutto in fuorigioco, e di almeno un metro: niente di più utile per Tuttosport e per altre carte igieniche del potere bianconero, per continuare nell’opera di critica nei confronti di quelle squadre che vogliano mettere in difficoltà il divinamente illuminato potere bianconero. Orsato, comunque, ha deciso, da quel momento ìn poi, di compensare l’errore, in tutti i modi a lui possibili.

Subito dopo il gol, El Shaarawy è stato tirato giù da Alvarez al limite dell’area di rigore: ammonizione inesistente per l’attaccante ligure, anche se si può discutere sul punto di inizio del fallo. Poi diversi fuorigioco fischiati male, varie ammonizioni inutili, ma in mezzo i due gol di Boateng ed El Shaarawy hanno fissato il risultato su un 1-3 che delegittima qualsiasi critica e qualsiasi paragone con la partita contro la Juve, nella quale i vari errori, oltre ad essere stati a senso unico, sono stati decisivi. Alla fine abbiamo tentato l’assalto finale contro noi stessi, sbagliando dei gol facilissimi con Robinho (tornato alle abitudini degli scorsi anni) ed Emanuelsson e facendo sì che Boateng stesso venisse espulso per un fallo inutile.

Da questa partita, in fin dei conti, vanno tratte due conclusioni. La prima è l’assoluta inadeguatezza di Francesco Acerbi a militare non nel Milan, ma nella Serie A in generale: l’ex-Chievo è parso in questi mesi ben più adatto a categorie dilettantistiche, che ad una squadra di lignaggio europeo. La seconda è che, volente o nolente, il Milan sta rinascendo. Siamo, incredibile a dirsi, una delle squadre più in forma del campionato, e, soprattutto, riusciamo a vincere anche senza dominare in lungo e in largo. Il tutto grazie ad El Shaarawy e ai suoi piedi magici, unico mezzo per portare questa squadra all’obiettivo minimo – l’Europa, se possibile quella che conta.

CATANIA – MILAN 1-3, 30 NOVEMBRE 2012 h. 20.45
Catania (4-3-3): Andujar; Alvarez, Rolin, Legrottaglie, Marchese; Salifu (26′ st Paglialunga), Lodi, Almiron (26′ st Bellusci); Castro, Bergessio (31 st Doukara), Barrientos. A disposizione: Frison, Terracciano, Barisic, Augustyn, Addamo, Morimoto. All: Maran
Milan (4-3-3): Amelia; De Sciglio, Mexes, Acerbi, Constant; Montolivo (20′ st. Emanuelson), de Jong, Nocerino; Robinho (47′ st Ambrosini), Boateng, El Shaarawy. A disposizione: Gabriel, Zapata, Strasser, Flamini, Pazzini, Niang, Bojan, Narduzzo. All: Allegri
Arbitro: Orsato
Marcatori: 11′ Legrottaglie (C), 7′ st El Shaarawy (M), 11′ st Boateng (M), 46′ st El Shaarawy
Ammoniti: Barrientos, Bellusci, Rolin (C), El Shaarawy (M)
Espulsi: Barrientos (C), Boateng (M)

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

19 Comments

  1. Risaliamo e recuperiamo con merito
    Ancora una partenza da brividi ed il solito gol su corner. Uno degli eposodi che caratterizzano questo modo insulso di difendere, del Milan, a zona, sulle palle inattive. Tale disposizione difensiva è già costata ai rossoneri molti gol indipendentemente dal difensore o centrocampista costretto alla topica di turno.
    Ora si vorrà criminalizzare il giovane difensore del Milan oppure la poca reattività del portiere. Se vogliamo dare scusanti a questo modo osceno di difendere, su palle inattive, facciamolo pure. Cambieranno gli interpreti ma continueremo a prendere altri gol, difendendo in quel modo, da ‘pirla’.
    Tuttavia ero certo che il Milan desse continuità alle sue ultime prestazioni. Non ho mai penato, neanche per un attimo, che i rossoneri non portassero a casa i tre punti. Nonostante gli errori, sottomisura è arrivato il pareggio, grazie ad una svista del collaboratore di linea di Orsato.
    Ma il risultato è strameritato perchè il Milan aveva iniziato a prendere d’assedio la porta degli etnei. Un paio di rigori negati e qualche cartellino giallo, che sarebbe diventato rosso per seconda ammonizione, negati platealmente al Milan. In questo modo i rossoneri facevano il paio con la svista dell’assistente di linea,
    E poi lui Kevin il Principe Boateng. Un gol fantastico! Finalmente si rivede il boa che agognavo. Il Milan va in vantaggio per meriti di gioco acquisiti sul campo!
    Inizia così la saga dei gol sbagliati. Se non avessero commesso quella sequela di errori, al Massimino, al tabellone non sarebbe bastato il pallottoliere.
    Ancora azioni devastanti e palo di Urby 28… è una jattura! Il Milan tiene bene il campo. Gioca, tiene palla e gli etnei arrancano e picchiano con Orsato compiacente!
    I rossoneri dominano e chi sw non Lui, un minuto dopo il novantesimo, il fenomeno, Stephan El Shaarawy, realizza uno splendido gol alla El92. Fantastico!
    Un colpo di classe anzi da fuoriclasse per quello che oggi è il miglior giovane italiano! Il Milan vince e il sogno comincia a diventare realtà.

  2. Oggi El Sha mi ha ubriacato, il secondo è da paura, a quel punto ho perso la testa. Con fatica ho terminato la diretta scritta. Volevo solo fiondarmi su YouTube e mandare in loop quel gol.
    Applausi.

  3. caro Borgo

    condivido in parte le tue critiche per la difesa a zona sui calci d’angolo , ma Acerbi è ancora troppo acerbo come dice il suo cognome , in un paio di occasioni oltre alla rete ha rischiato tanto senza senso , va troppo in scivolata , se non prende il pallone e meno male che in entrambe le occasioni ieri sera lo ha preso , l’avversario va in porta da solo come a Napoli

    malissimo anche il cazzaro Robinho non per le reti mangiate ma perchè egoista , c’era libero il faraone al suo fianco in tutte e due le occasioni , inoltre se vedete dopo la seconda rete del faraone il ragazzo ha rifiutato l’abbraccio di Robinho ancora incazzato perchè non lo ha servito in precedenza

    possiamo dire di aver ritrovato Boateng e Nocerino e De Jong , tanta roba , la squadra titolare ormai è questa a parte Acerbi e Robinho , non si capisce perchè Allegri non faccia più giocare Bojan

    adesso con lo Zenit largo al turn over , certo se davanti rallentano potremmo lottare ancora per il 3/5 posto

    1. :|Amico mio come spesso accade sono in perfetta sintonia con te. Nella mia esistenza ho sempre tentato di motivare chi ne aveva bisogno affinché rendesse meglio nel proprio lavoro. Tento anche una difesa, quasi disperata, di Robinho. Dico che gli è mancato il campo, causa infortunio, per troppo tempo. Errori marchiani come quelli di ieri, come hai giustamente rilevato, non dare palla a El92, in tre contro uno, sarebbero scandalosi se fatti volutamente!
      Francesco deve meglio valorizzare la sua possanza fisica. Dev’essere più aggressivo e difendere meglio i propri spazi ‘dall’aggressione degli avversari’.
      Non è tanto l’errore sul gol, si fa superare perché salta fuori tempo, ma la mancanza di grinta e determinazione nei contrasti. Lui col suo fisico deve intimorire l’avversario. Ho notato che tenta di usare il destro. Questo dimostra che il ragazzo vuole migliorarsi. Diventerà giocatore da Milan? Io ci spero e per certi versi ci credo. Però tutto dipende da lui e parzialmente dall’impostazione della fase difensiva ‘insegnata’ dallo staff tecnico del Milan. Con l’attuale sistema difensivo, su tutte le palle inattive e persino sulle rimesse laterali, i difendenti sono esposti a figuracce. Se poi vogliamo addossare tutte le colpe ‘all’acerbo’… penso che commetteremmo un grosso sbaglio.

      1. magari una stagione al Genoa come titolare potrebbe aiutarlo a crescere e aggiungo

        1. Credo tu abbia ragione. Magari in cambio, con ritorno all’ovile, di Alexander Merkel. Così ci facciamo un reciproco favore.

  4. Giocare in 12 contro 10 in effetti è più facile. Passi il rigore contro la Juve che a velocità regolare era netto, ma il fuorigioco di ieri è scandaloso.
    A parti invertite Diablo e Borgofosco andavano a bruciare il palazzo..

    A proposito, Borgo, ti do un consiglio d’amico: scendi dal carro di Acerbi finchè sei in tempo. Ieri è stato raccapricciante.

    Boamerd col gol ha rovinato tutto: aveva scommesso con Ambrosini che se fosse stato il peggiore in campo in ogni partita avrebbe vinto una vacanza pagata ai Caraibi. E’ saltato tutto a causa del gol e dell’orribile Acerbi.

    Infine Allegri.. dio mio.. Silvio la prossima volta che vai a Milanello non potresti tenere una lezioncina sulle palle inattive? Sicuramente l’Edilnord prendeva meno gol di testa, Allegri maledetto cane pensa che le palle inattive sono il contrario delle palle che girano.

    1. Il fuorigioco di ieri è scandaloso. Così come è scandaloso il rigore non fischiato un minuto dopo, quello su Nocerino e quello su Boateng. Nel complesso l’arbitro ci ha danneggiato.

      1. Se non pareggiavamo subito con quel gol, penso che la partita si sarebbe messa male.

  5. Emanuelson quando è entrato ha fatto benissimo, non ho capito perchè è stato accantonato in questo periodo. Doveva sostituire Nocerino al tavolo della briscola, è l’unica risposta.

    Recuperiamo Ema.

    1. Emanuelson Bojan Ambrosini Pato Pazzini Antonini Abate troveranno spazio non da titolari

      curioso sarà vedere se Muntari al suo rientro porterà via il posto a qualche titolare

      1. Gabriel
        Abate Acerbi Zapata Nini
        Ambrosini DJ
        Binho Bojan Ema
        Pazzini / Patolino

  6. amelia 5
    de sciglio 7 –
    mexes 6
    acerbi 4.5
    constant 7-
    de jong 6.5
    montolivo 5.5
    nocerino6
    boamerd 6.5
    robinho 4.5
    el shaarawy 7

    cmq da ieri sera è ufficiale: robinho a gennaio va via. dopo l’uscita del monto la fascia di capitano, per il criterio delle presenze, toccava a lui, ma è andata prima a boateng e poi ad amelia…..

    1. Capitano e Vice-Capitano sono segnati a referto. Non si può “improvvisare”

      1. eh appunto!!!!! era una scelta pensata non improvvisata!!!!!!! è stato volutamente accantonato robinho ergo robinho non rappresenta questo milan quindi robinho a gennaio saluta!!!

        1. e meno male

          non ne posso più delle papere dei portieri , delle reti prese sui calci da fermo e dei gol colossali che si mangia Robinho

          largo ad altri giovani , chi vuole andare via che vada pure piuttosto giochiamo con qualche primavera

          ormai abbiamo trovato equilibrio giocando le ultime 3/4 partite con la stessa formazione tranne piccole variazioni

          se non ci si mette Allegri con i suoi esperimenti alla cazzo possiamo risalire la classifica fino al 3/5 posto

  7. con lo zenith giocherei:

    gabriel
    abate zapata acerbi antonini
    flamini ambrosini
    emanuelson boamerd bojan
    pazzo

  8. concordo

    forse Pato al posto del Boa se recupera

    1. può giocare boa tanto con il torino è squalificato e se si fa male non perdiamo nulla

Comments are closed.