La posa plastica di Mexes

Siamo stati alquanto cinici, stasera. “Cinici” è un grande eufemismo, giusto per non esordire affermando che stasera abbiamo avuto un bel po’ di culo. Tre tiri in porta, tutti nel secondo tempo, e tre gol. Ci è andata proprio bene, dopo due mesi costellati di sfortune e di partite perse o pareggiate immeritatamente, dominando e tenendo il pallino del gioco solo per venire poi bucati nell’unica azione degli avversari. Non si può negare che, almeno nel primo tempo, quella di Bruxelles sia stata sul piano del gioco una delle peggiori partite di questa stagione. Mai pericolosi per la porta dei belgi, abbiamo permesso all’Anderlecht di attaccare: non che i belgi abbiano forzato troppo la mano, dato che tutta la prima frazione di gioco si è risolta in un noiosissimo palleggio sulla tre quarti rossonera, con le poche azioni dei biancoviola arginate da un maestoso Yepes. Pare che l’Associazione Italiana di Medicina del Sonno abbia acquistato varie copie della registrazione del primo tempo, come efficace rimedio ai problemi di insonnia.

Ben altro discorso nel secondo tempo. Due minuti e El Shaarawy, su un cross di un ritrovato De Sciglio (finalmente impiegato stabilmente nel suo ruolo di terzino destro) è riuscito a bucare la porta difesa da Proto, bevendosi Kouyatè con uno stop di petto e insaccando al volo. La partita pare addormentarsi, dopo il gol, fino all’espulsione, al 25° del secondo tempo, di Nuytinck, autore di un fallo su Pato involato (per i suoi standard, si intende) a rete – dove, c’è da dire, avrebbe molto probabilmente combinato una delle sue figuracce. Sull’azione successiva, la palla ha roteato fino al limite dell’area: Mexes, fino ad ora orrifico come al solito, si è alzato con uno stop e in rovesciata ha insaccato con una marcatura che ha ricordato a molti quella del Maestro Ibra.

Due gol e un uomo di vantaggio: troppo bello per essere vero. E infatti, per non smentirci, la nostra difesa, con l’ovvia complicità del nostro ignobile portiere, ha combinato la sua canonica boiata, mandando in gol De Sutter e aprendo la strada a venti minuti di sofferenza: dal 71′ al 91′, quando El Shaarawy ha superato tutta la difesa e ha passato a Pato che ha insaccato a porta vuota (e io temevo, conoscendo il piediabanana brasiliano). L’ex genero del Presidente, mostrando la sua infinita bontà e riconoscenza, non ha nemmeno considerato El Shaarawy – cui va tutto il merito per il gol – preferendo esultare in solitudine. Non commento.

Ma quel che conta è che siamo, prima tra le squadre italiane in Champions’ League, qualificati agli ottavi – anche se, come prevedibile, secondi dietro al Malaga che ha pareggiato in affanno con lo Zenit. Qualcuno, invece, se la deve ancora vedere con il peggior Chelsea dell’era Abramovich . Ma metà delle nostre strisce sono rosse, e non bianche: dunque non meritiamo di essere incensati dai giornali, e le nostre partite . Emblematico il commento Premium (e questi li paga Berlusconi, tra l’altro) al gol di Mexes: un asettico “tanto bello quanto fortunoso”. Lo avesse fatto Bonucci, in quante lodi si sarebbero spesi?

ANDERLECHT-MILAN 1-3
ANDERLECHT (4-2-3-1): Proto; Gillet, Kouyaté, Nuytinck, Deschacht; Biglia, Kljestan; Bruno (66′ Yakovenko), Praet (75′ De Sutter), Jovanovic (77′ Canesin); Mbokani. All: van den Brom.
MILAN (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Mexes (79′ Zapata) , Yepes, Constant (74′ Emanuelson); Montolivo, De Jong, Nocerino; Boateng, Bojan (67′ Pato), El Shaarawy. All: Allegri.
Arbitro: Skomina (SLO)
Marcatori: 47′ El Shaarawy, 71′ Mexes (M); 77′ De Sutter (A); 91′ Pato (M)
Ammoniti: 41′ Nocerino (M); 49′ Biglia, 66′ Gillet (A)
Espulsi: 70′ Nuytinck (A)

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

23 Comments

  1. Borgofosco

    Tre indizi sono una prova, il Milan c’è

    L’approccio alla gara sembrava diverso da quello visto in quasi tutte le prestazioni del Milan sino a questa sera. Ma dopo cinque minuti siamo tornati ai soliti incubi ed alle solite paure viste e patite, dai tifosi, in tutti i primi tempi sin qui disputati.
    Per buona fortuna e forse anche per incapacità degli avversari non siamo andati sotto regalando il solito stupido gol .
    A dire il vero al 13′ Jovanovic ha avuto in regalo la solita palla gol offerta da una difesa a dir poco distratta. Il belga ha tirato e Abbiati a sfornato una parata di piede, alla Garella, come quelle viste nella seconda frazione di gioco domenica sera al San Paolo di Napoli.
    Scampato il pericolo il Milan è andato all’intervallo senza gol al passivo e questo è positivo.
    Poi ancora lui Stephan El Shaarawy che, ad inizio della ripresa, segna un gol da fuoriclasse e sblocca una partita che si mette sui giusti binari per essere conclusa con la vittoria. Ma gli astri sono dalla parte dei rossoneri perchè Bojan, ottima ancora una volta la sua prestazione, deve uscire perchè era stato colpito duro. Entra Pato che appare da subito più in partita rispetto a precedenti esibizioni. In una rapida ripartenza Alexandre si invola verso la porta avversaria. A suo fianco in un due contro uno ha El Shaarawy. Un gol certo da realizzare. Ma Nuytinck lo abbatte. Cartellino rosso. La serata si tinge di rossonero. Infatti al 71′ Mexes fa una incredibile magia. Dal limite dell’area, il francese stoppa con il petto e lascia partire una rovesciata che non lascia scampo a Proto. Da stropicciarsi gli occhi! Gol meraviglioso!
    Allegri, come a Roma, toglie uno che si può ormai considerare il titolare di quel ruolo e sperimenta Manuelson come esterno basso di difesa. Mexes viene ‘cianchettato’ e s’infortuna. Stringe i denti e rimane in campo claudicante. La sua possanza fisica in area viene a mancare ed Acerbi è in tribuna. Yepes viene superato senza difficoltà nel gioco aereo con il risultato che subiamo una rete! Esce Mexes ed entra Zapata. La possanza fisica del giovane colombiano si fa sentire. Però alcune indecisioni rischiano di farci subire il pareggio.
    Sarebbe stato uno scempio anche perché eravamo in superiorità numerica. Le indecisioni di Allegri e l’esclusione, da inizio partita, di Acerbi o Zapata, in una gara dai toni fisici elevati, poteva costarci l’ennesima ‘beffa’! Non è stato così grazie alla buona sorte.
    Poi ancora lui il fenomeno italo-egiziano, offre sul piatto d’argento a Pato il pallone che chiude l’incontro 3 – 1. Questa volta Bruxelles significa felicità(anche per Pato?)e questi tre gol sono la conferma che il Milan è tornato Allegri permettendo!

  2. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 22 Novembre 2012 at 08:19

    El Shaarawy che continua a segnare gol veri e pesanti.
    Mexes che segna in rovesciata in Champions e non in amichevole e col portiere e non a porta vuota.
    Boateng peggiore in campo [con De Jong] dopo che si era affidato a lui nel prepartita.

    Insomma, una serataccia per Diablo…

    1. Diavolo1990

      Boateng peggiore in campo? Boateng è stato uno dei migliori… tra i peggiori sicuramente Bojan…

      1. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 22 Novembre 2012 at 08:38

        Giusto, Bojan peggiore poi DeJong poi Boamerd.

  3. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 22 Novembre 2012 at 09:00

    Tra l’altro Nuytinck assomiglia di brutto a Davidone Beckham di viso. o_O
    E questo Biglia che ci accostano tipo da 10 anni io lo prenderei, è elegante. Al posto di De Jong.

    1. da prendere al volo Praet costa 5 mil il giovane centrocampista , un giocatore che abbina qualità a quantità a centrocampo

  4. che cosa ci lascia in eredità questa partita ?

    il prestigio di rimanere nell’elite del calcio europeo ed un robusto assegno per il passaggio del turno ( 12/15 mil di euro )

    di ottimo il risultato e la conferma che il Milan è faraone dipendente ed un piccolo fuoriclasse alla faccia di chi diceva che non segnava gol pesanti

    la squadra ha trovato finalmente un equilibrio , la difesa direi bene ed addirittura Allegri ha provato finalmente Ema terzino rimane il problema della prestazione di De Jong e Boateng ancora lontani dalle loro reali potenzialità

    segnalo la ottima prestazione di De Sciglio finalmente qualcuno che crossa decentemente anche se la prestazione è macchiata dalla non chiusura sulla rete dei belgi

    direi abbiamo trovato più o meno 9/11 dei titolari adesso bisogna inserire Robinho e Pato che si è di nuovo infortunato e polemico , minaccia già di voler lasciare Milanello se non gioca titolare

    sinceramente la partita di domenica sera sarà la prova del nove visto la pochezza dei belgi , una buona prestazione con i gobbi sarà la definitiva conferma che finalmente si è usciti da uno dei periodi più brutti degli ultimi 25 anni di storia rossonera

    1. Borgofosco

      Amico mio lascia in eredità al Milan dai 10 ai 15 milioni di euro! Poi vorrei ricordare a tutti che si trattava di una partita non soltanto decisiva per l’assegnazione dei soldi europei ma anche una gara di possibile accesso dell’Anderlecht nella nobiltà europea perduta. Tra un Chelsea demotivato ed in combutta contro il proprio allenatore ed un Anderlecht iper motivato non vedo chi delle due squadre fosse meno pericolosa per l’avversaria italiana. L’errore di De Sciglio o di Constant ci stanno uno è un giovane che deve maturare l’altro è un adattato al ruolo che sta continuamente migliorando. KC ha fatto un salvataggio da grande difensore togliendo ad un attaccante belga un gol certo. Emanuelson può giocare anche terzino ma io preferisco Constant che sta guadagnandosi la titolarità. Bojan Krkic ha fatto un lavoro oscuro così come KPB e DeJong che non fa più passaggi laterali di due metri e prova lanci da 30 metri(ma non è Pirlo). I prodromi del ‘gioco di squadra’ ci sono tutti. Mi è piaciuto anche Zapata che ho trovato meno svagato del solito. Per Philippe Mexes era il canto del cigno?Oppure la ritrovata condizione psico-fisica che aveva fatto di lui, quando giocava nella Roma, uno dei migliori centrali del campionato italiano? A domenica sera tutte le risposte(compreso l’eventuale ritorno di Alexandre Pato al calcio giocato).

  5. sulla partita:

    il primo temmpo è stato uno dei peggiori della stagione, male tutti.

    nella ripresa con il gol abbiamo giocato meglio, malissimo boateng e de jong. oltre all’assist non mi è piaciuto de sciglio. e anche montolivo è entrato pochissimo in partita. oltre all’ottimo el shaarawy, bene anche philippe e constant.

    nocerino fa cagare ma rispetto ad altre partite è andato un po meglio, bojan mai in partita e pato giochicchia ancora e a fine partita certe dichiarazioni non bisogna farle.

  6. AltairTK

    Alla fin fine… chissenefrega se è stata fortuna o meno. Dopo Natale ci sentiremo la musichetta suonata per noi ancora una volta e questo conta. La Champions è un torneo che si basa prevalentemente sugli episodi, non abbiamo sbagliato la partita che contava ed il traguardo raggiunto è importantissimo vista l’annata magrissima. Credo che sia una qualificazione in cui, sotto sotto, poche persone credevano, vista la presenza del Malaga e dello Zenit; quest’ultimo la vera delusione del girone visti i rinforzi sbandierati ai 4 venti ad inizio stagione.
    Constant mi è piaciuto per l’impegno, De Jong…. bho perchè l’abbiamo comprato? Per il Faraone si sprecano i complimenti e Pato… mi cascano le braccia visto che sono tra quelli che puntava su una sua “rinascita”, ma per ora è ancora nello stato fetale e dubito a questo punto che la “gravidanza” vada a buon fine. Le dichiarazioni fatte sono veramente fuori luogo, come trovare una scusa per forza per divorziare dai rossoneri. Non ha le carte in regola per parlare così e speriamo siano solo state parole dette a caldo e che la “notte porti consiglio” come espresso dal saggio Trap ieri su Italia1, altrimenti… Papero, grazie di tutto e arrivederci. Magari quando avrà 39 anni Galliani lo farà tornare in un’altra immensa sessione di calcio mercato 🙂

  7. Pato domenica non gioca è infortunato

    probabile nella formazione titolare il rientro di Pazzini per Bojan e forse Emanuelson al posto di qualcuno stanco

    sinceramente il modulo 4 3 3 con cui abbiamo giocato a Napoli e ieri sera non è male , apettiamo che migliorino di condizione e si adattino al nuovo modulo i vari Nocerino Boateng De Jong Pato e Robinho e poi forse vedremo un Milan di un altro livello in grado di lottare per il 4/6 posto

    domenica ci aspetta una partita da giocare con le ripartenze se si vuol far male alla Juve

    1. Diavolo1990

      E come cazzo si è rotto?

      1. rizzoli per milan-juve

        possiamo pure far giocare la primavera

        campionato falsato

  8. Bitcha

    per me Boamerd ha giocato pure peggio di Bojan… ieri non ha fatto niente, nemmeno uno dei suoi tiri iperbolici al volo cadendo in terra o una delle sue rovesciate.

    Il trequartista non può più farlo, l’esterno forse ma ragazzi non salta MAI l’uomo, MAAAAIIIIIIII, cioè Emanuelson che fa sempre la stessa cosa, è in grado di creare più cose di Boateng… il mediano o la mezzala neanche perchè fisicamente ieri andava sotto con Deschacht e Praet, oh DESCHACHT E PRAET, quando dovrebbe scaraventarli per terra con una spallata.

    Ieri è stato irritante più di Pato addirittura; il Boateng di Napoli è una cosa (finalmente voglioso, un po’ di cazzo di cattiveria), quello di ieri non ci serve a un cazzo.

    1. verissimo purtroppo Boa involuto

      e aggiungo almeno nocerino con questo nuovo modulo partita dopo partita si sta ritrovando

  9. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 22 Novembre 2012 at 18:01

    Sono pronto a scommettere che domenica ci scappa l’aiutino per noi.
    E poi voglio vedere le reazioni di certi personaggiucoli che non sanno dove abita la sportività.

    1. Diavolo1990

      Con Rizzoli? Più probabile il contrario

  10. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 22 Novembre 2012 at 18:03

    Tra l’altro Diablo, penso che sei sicuramente orgoglioso del TUO amministratore merdelegato che intrattiene rapporti più che buoni con quella che tu consideri la società ladra per eccellenza eh.. ricambia pure i complimenti sul sito..

    A pochi giorni dalla sfida di domenica con il Milan, il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha espresso le sue congratulazioni ai rossoneri per il passaggio del turno in Champions League. Il messaggio inviato da Agnelli e’ stato particolarmente gradito e apprezzato dal Milan che, a sua volta, augura alla Juventus di raggiungere lo stesso traguardo per poter ricambiare i complimenti. Una conferma, dopo le tensioni della scorsa primavera, della normalizzazione dei rapporti fra le due societa’.

    GLANDIANI TI DEVI DIMETTERE!!

  11. LaPauraFa80 - Glandiani & Allegri: dimettetevi!! 22 Novembre 2012 at 18:56

    ARBITRO RIZZOLI:

    http://www.youtube.com/watch?v=nognsAPwrTk

    Gli arbitri danno e tolgono quando lo capirete sarà troppo tardi.

    1. Diavolo1990

      Un rigore che ha inciso molto, dato che abbiamo fatto punti ZERO e che nel secondo tempo di rigori per l’inter ne ha inventati DUE. Un favore arbitrale del genere se non porta punti non va considerato.

      Rizzoli è quello, per intenderci, che caccia Aronica e non Ibra, che non dà a Genova il rigore contro Pirlo per fallo su Marco Rossi, che fa perdere la supercoppa a Napoli inventando un rigore su Vucinic e che nelle prime due giornate si inventa da arbitro di porta rigore con Parma ed espulsione con l’Udinese. Rizzoli è quello che troviamo a Catania ad annullare un gol buono a Bergessio senza avere nemmeno la giusta prospettiva per poterlo fare.

  12. sadyq - nano pedofilo dimettiti o meglio, vendici 22 Novembre 2012 at 22:02

    Diavolo, non rompere il cazzo. Stavolta ha ragione stocazzofa80: gli arbitri danno e tolgono: danno ai gobbi, tolgono agli altri! Più ragione di così!

  13. la juve storicamente è voluta bene dalla classe arbitrale, in ogni nazione è cosi, in inghilterra lo united, in spagna il barcelona ecc…5244

Comments are closed.