E ora cacciatelo. Perché sarebbe un errore non cacciare un allenatore che su quattro gare di campionato ne prende tre e perché, soprattutto, la gara di oggi ha dimostrato, qualora ce ne fosse bisogno, l’incompetenza del tecnico. E’ infatti il Milan ad aver creato il maggior numero di palle gol nella gara di Udine, finalizzandone una sola (con El Sharaawy, che segna solo in questa partita) e subendo due gol uno più imbarazzante dell’altro – entrambi su calcio piazzato. Diciamocelo: ogni volta che la palla si fermava nella gara di oggi è stata una sofferenza – prima del rigore del 2-1 Friulano sono infatti arrivati un calcio di punizione e due d’angolo consecutivi per i bianconeri.

Sul fronte d’attacco gli schemi, o presunti tali, non sono migliori: fenomenale l’idea di Allegri di far battere la punizione ad Acerbi nella difesa con in campo Montolivo e il faraone. Rimesse laterali: quando il nostro uomo le batte i compagni di squadra scappano via – in fondo gli schemi contano solamente nel basket, no? Ovviamente Bojan (ma non era arrivato su richiesta dell’allenatore?) vede il campo solamente nei minuti finali – per un tentativo tanto tardivo quanto disperato di rimonta, Boateng dopo essere stato messo fuori come punizione per la gara contro l’Anderlecht viene rimesso dentro per non far cacciare l’ammonito Ambrosini e viene espulso a sua volta.

La situazione non è per niente buona: Allegri è sulla graticola: pare che sia stato ancora confermato (forse costa troppo cacciarlo), gli Allegriani sono scatenati arrivando al punto di dire che la rosa è da Serie B pur di far finta di nulla sulla palese incapacità di questo allenatore. Se si vuole veramente incalzare la società e vedere il vero valore di questa rosa bisogna eliminare questo tecnico incapace – non siamo da scudetto ma non siamo nemmeno così scarsi come la classifica ci dipinge: siamo solo male allenati e chissà per quanto lo rimarremo. Mi rifiuto di esprimere giudizi sul valore di questa rosa finché ci sarà questo mediocre allenatore che dovrà sempre rendere grazie ad Ibrahimovic l’unico trionfo della sua penosa carriera.

UDINESE-MILAN 2-1 (Primo tempo 1-0)
MARCATORI: Ranegie (U) akl 40′ p.t.; El Shaarawy (M) al 9′, Di Natale (U) su rigore al 23′ s.t.
UDINESE (3-5-2): Brkic; Benatia, Danilo, Coda; Faraoni (dal 17′ st Faraoni), Allan, Pinzi Pereyra, Pasquale; Ranegie, Di Natale (dal 43′ p.t. Fabrini). (Padelli, Pawlowski, Angella, Gabriel Silva, Willians, Heurtaux, Armero, Barreto, Maicosuel). All.: Guidolin
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Mesbah, Montolivo, Ambrosini (dall’8′ st Boateng), Nocerino (dal 35′ st Bojan), Emanuelson (dal 24′ st Acerbi), Pazzini, El Shaarawy (Amelia, Gabriel, Bonera, De Sciglio, Antonini, Constant, Traore, De Jong, Niang). All.: Allegri.
ARBITRO: Celi
NOTE – Spettatori 20.000. Ammoniti: Ambrosini, Zapata, Boateng, Pinzi, Coda per gioco scorretto. Espulsi Zapata e Boateng (23′ e 38′ st per doppia ammonizione). Angoli 8-5 Recuperi 1′ e 4′.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

69 Comments

  1. Gli allegriani sono al pari dei politicizza il peggior cancro che la nostra tifoseria possa avere. Fortunatamente gli allegriani non capendo di calcio sono facilmente smontabili.

    In ogni caso meglio se viene confermato. Più rimane e più fa il tonfo grosso con l’fare amico Galliani. Mi spiace per il Milan ma se si vuole rinnovare una squadra lo si deve fare prima di tutto a partire dal suo management e il nostro ha serio bisogno di rinnovamento

    1. la maggior parte degli allegriani sono politicizzati!

      1. Invece i gli altri, come te ad esempio, non siete per niente politicizzati. Certo!

      2. guarda io sono di sinistra ma non pd idv et similia, sinistra sinistra vera, eppure dico a chiare lettere che il milan ha 3 punti per colpa di allegri non di berlusconi, detto questo poi possiamo parlare della rosa dopo le cessioni di ibra e silva.

        1. Invece io penso che Allegri abbia molte colpe, a cominciare dal fatto che non ci capisce un cazzo. Ma le resonsabilità maggiori sono della proprietà! Il pesce puzza dalla testa!

  2. diavolo1990 è un top blogger perché riesce a non essere leccaculo del presidente ma allo stesso tempo ad individuare le troiate di questo “allenatore”, che dire di un post del genere? perfetto.

    1. Carissimo ,,,,,dobbiamo capire che ora la sociea’ ..Presidente-assente in Primis tutelano Allegri- La capra xche’ hanno capito che finche’ c’e’ lui ,,,,,i loro merdosi errori e porci comodi vengono scusati dalla Sua presenza…
      Cosi’ noi Tutti invece di fiondarci a linciarli in Via turati ,,ci preoccupiamo e spostiamo l’attenzione sul Mister(Mister parolone)

  3. I migliori primi dieci minuti dell’anno. Poi Guidolin cambia modulo e il caciuccaro idiota non ci capisce più una sega.

    Che disgusto, ci ha distrutto la squadra.

    Gli allegriani fingono, mentono, sfrullano. Lo sanno anche loro che questo deficiente è da cacciare. Ma non possono dirlo.

    1. Sto sentendo gente dire su Twitter che se arriviamo diciottesimi non è colpa di Allegri.

      1. sono patetici e disonesti intellettualmente

    2. Forse, quando i filosocietari e laccaculo berlusconiani ammettono che le colpe non sono tutte dell’allenatore, anche i cosiddetti allegriani ammettono che una parte delle colpe sono anche di Allegri!

  4. Intanto Inzaghi fa tripletta… :-).

    Diavolo puoi controllare le volte che Guidolin ha disintegrato Allegri in questi anni?

    Quel rinnovo dello scorso anno di Galliani sta facendo più danni della grandine….l’ aggiungerei alle grandi trovate che ci ha regalato negli anni il nostro geometra

  5. anche i cosiddetti allegriani ammettono ammetteranno che una parte delle colpe sono anche di Allegri!

  6. guarda io sono di sinistra ma non pd idv et similia, sinistra sinistra vera, eppure dico a chiare lettere che il milan ha 3 punti per colpa di allegri non di berlusconi, detto questo poi possiamo parlare della rosa dopo le cessioni di ibra e silva.

    Ti fa onore. Cioè, non il fatto di essere di sinistra, ma di essere onesto.

  7. Sadyq forse ti sono sfuggiti parecchi miei commenti in cui accuso Galliani di aver fatto un mercato inferiore a quello che poteva fare.

    Mi dispiace ma non ti accontenterò mai dicendo che senza soldi non si poteva far meglio di così.

    Quindi per me Galliani e Allegri sono entrambi colpevoli.

    E vomito quando mi dite che siamo nettamente sotto a inter e roma.

    1. Nel Milan non si muove un euro che il pedofilo non voglia! Galliani non può certo fare mercato di tasca sua!
      Non mi frega un cazzo di cosa pensi tu e tantomeno delle tue nausee!

      1. Tu non conosci il ruolo dell’A.d… prendi per esempio Marchionne.. non è lui che è andato a parlare con Monti? Non le prende lui le decisioni di Fiat? O gli Elkann?

        Informati meglio..

        Veramente incredibili i tuoi strafalcioni.

        E’ Berlusconi a comprare Traorè. ahahahahahahaahahah
        Pessimo proprio.

        1. Si, un esempio calzante!

  8. Non mi frega un cazzo di cosa pensi tu

    E allora smettila di rompermi i coglioni e farmi le pulci con le tue cagatine a ogni cosa che dico.

    Non ne azzecchi una! Peggio di Acciuga!

    1. Veramente sei tu che rompi i coglioni in continuazione con le tue continue leccate di culo!

  9. questo milan seppur indebolito rispetto allo scorso anno ed è chiaro cazzo, bon seppur così indebolito in questo campionato di medio livello può competere tranquillamente per i primi tre posti. ora io odio la juve, odio conte, odio agnelli, ma date a conte la rosa del milan e ad allegri quella della juve, poi vediamo chi vince lo scudetto.
    allora berlusconi ha fatto figure di merda a raffica, galliani ha agito anche peggio, ma questa squadra non è da 3 punti in 4 partite con sampdoria atalanta bologna udinese.
    chiunque affermi il contrario mette il partito, magari lo stesso mio, davanti al milan, e questo a me non va per niente.

    1. Più che altro non si capisce perché nelle altre squadre l’allenatore conti e da noi no.

      Difendere Allegri significa pensare che un undici titolare in cui sono tutti nazionali o ci hanno giocato sia peggio di quello di Udinese, Atalanta e Sampdoria. E non mi pare lo fosse.

      1. quoto.
        da questo ne traggo una cosa gravissima.

        chi difende allegri ora, mette l’odio verso berlusconi prima dell’amore per il milan, dunque fa il male del milan.

        difendere allegri ora significa fare del male al milan.

        questo deve essere chiaro.

      2. Diavolino…diavolino… sai benissimo che l’allenatore conta una ‘beata mazza’ anche nelle altre squadre. Sei un ragazzo intelligente ma ci sei o ci fai con Allegri.
        Cosa credi che quando il toscano non sarà più sulla panca del Milan le cose cambieranno! Non ci credo neppure se me lo confermi rispondendomi!
        A proposito i veri milanisti lasciano volentieri agli altri il mito dell’allenatore. Il Milan ha sempre avuto dei ‘maestri’ che hanno insegnato calcio a tutti i livelli.
        Poi ha avuto anche gli allenatori. Ti dicono nulla i nomi di Gipo Viani, Nils Liedholm, Nereo Rocco ed Arrigo Sacchi?
        Lasciamo i ‘lusitani’ ed i ‘parruikinovic’ agli altri, noi non ne abbiamo bisogno!

        1. Qualcosa sicuramente cambierà: si vedrà un minimo di gioco.

        2. Un abbozzo di ‘giuco’ lo si è visto a sprazzi a Bologba e nel primo quarto della partita di oggi. Mi dirai che è merito dei giocatori! Penso di si! Del resto Allegri è un allenatore comune, non ha inventato il libero e non ‘giuoca’ con quattro o cinque punte, inventandosi un terzino ‘fluidificante’ (Paolo Barison che era un bomber) oppure un cntrocampista a tutto campo come Rosa(Padova). Poi Il grande maestro svedese Nils che ebbe il coraggio di impostare una squadra a zona e gli ‘italioti’ gli dettero subito dell’eretico nonostante quella Roma esprimesse il più bel calcio dai tempi del Gre-No-Li. Il Milan ha poi visto l’avvento di un certo Pepe Schiaffino, uno dei più grandi calciatori di ogni epoca, e il calcio diventò poesia. Così fu anche il Milan di Gianni Rivera e Nereo Rocco.
          Ma allora non c’erano i Tagliavento, gli Orsato, i Celi ecc. Gli arbitri erano degli amanti del calcio e se si comportavano come un certo signore siracusano, erano schifati dai tifosi di tutte le squadre, tranne una(Moggi e calciopoli), o forse due(Allodi ed i bauscia). Non esisteva il professionismo ma qualcuno diventava perlamentare Dc!
          Il ‘giuco’ del calcio ha poco ancora da inventarsi. Sono aumentate fisicità e velocità. Ma il genio è rimasto ai tempi passati e neppure Leo Messi si potrebbe affiancare a quei campioni. Gli allenatori? Se erano bravi vincevano anche con giocatori mediocri(tranne una che ha sempre vinto grazie ai favori delle cosiddette giacche nere).
          Quindi tranne qualche raro caso, per il calcio totale un austriaco Happel, e non gli olandesi, gli allenatori hanno sempre contato soltanto se tenevano a bada lo spogliatoio!

    2. “….. seppur così indebolito in questo campionato di medio livello può competere tranquillamente per i primi tre posti ….”

      Ma come fai a dire questa cosa? Come fai ad esserne così sicuro? Ma la vedi la difesa del Milan? Il suo centrocampo? Scherzi vero?

      1. saranno fenomenali barzagli bonucci chiellini aronica cannavaro ranocchia silvestre burdisso piris campagnaro e compagnia cantante. ed ho solo citato quelli delle presunte migliori, vuoi che cominci a citare quelli di sampdoria atalanta udinese ????

        1. Io non so come sono gli altri, Ma vedo i nostri che fanno veramente schifo. Sono ridicoli e in un Milan vero, nemmeno uno di questi troverebbe posto se non tra i raccattapalle!

        2. E poi oh, le hai viste le partite contro atalanta, samp e udinese? Meritavamo più di quanto ottenuto? A me non sembra! Ma naturalmente è tutta colpa di Allegri. Certo, per essere rimasto nonostante la rosa più scarsa degli ultimi 25 anni. Per non andare troppo indietro!
          E se volete fare un paragone, paragonate la rosa che andò in serie B a questa, poi mi dite se non vi viene di sudare freddo!
          Altro che terzo posto!

        3. non puoi pensare al milan di un altro campionato italiano e di un’altra era, devi pensare ad un milan collocato in un’italia in crisi dove pazzini è comunque tra i migliori cannonieri del campionato (!!) il che la dice lunga. il giudizio deve essere relativo al contesto, non assoluto o relativo al milan passato. la gente che abbiamo noi è ancora oro colato in questa Serie A, ibra e silva erano un di più, un lusso non più sostenibile. noi combattiamo contro i campioni d’italia che hanno l’attacco vucinic matri giovinco quagliarella bendtner..chiaro?? li devo ripetere questi qui?

        4. Senti, io faccio il tifoso, non l’economista e non mi frega un cazzo degli scudetti del bilancio. Possono vendere chi vogliono e quanti vogliono. Basterebbe che fossero chiari e dicessero le cose come stanno ed i programmi che hanno. Non mi sta bene trovare un capro espiatorio e dare addosso a lui per pulirsi la coscienza!
          I tifosi possono anche avere pazienza, se si spiegano le intenzioni. Invece questi dicono una cosa (raramente) e ne fanno un’altra!
          Non capisco il fatto del “ripetere”, cos’è, una minaccia? Ripetili pure, così ricordi che sono anche in testa alla classifica!

        5. fai il tifoso e guarda come guidolin ha umiliato allegri passando dalla difesa a 3 a quella a 4.

        6. Ma io faccio sempre il tifoso e, nonostante le minchiate di stocazzofa80, a me Allegri non è mai piaciuto, non mi piace e non ho mai detto che è immune da colpe.

  10. i primi venti minuti della partita con il cambio modulo a tre punte larghe sono stati i migliori della stagione

    dispiace per Zapata sinceramente adesso si è capito perchè l’allenatore non lo faceva giocare ,

    già al momento dell’acquisto avevo perplessità , ma vedevo che LPF e Fabregas erano così sicuri della bontà del colombiano

    note positive il faraone ed anche Montolivo che non mi è dispiaciuto considerato che veniva dal lungo infortunio

    direi che il centrocampo senza De Jong e Boateng ha mostrato una migliore capacità di verticalizzare la manovra

    sulla difesa che dire speriamo di non rivedere più titolari Abbiati Mexes e Zapata , ogni pallone alto era preda di un giocatore dell’Udinese ,
    sinceramente una cosa imbarazzante

    per la difesa io proverei con Amelia Abate Yepes Acerbi De Sciglio ma credo che alla fine anche Allegri ci arriverà per esclusione

    largo ai giovani che hanno voglia di lottare come De Sciglio Acerbi ed il Faraone , chissà che anche Bojan non si svegli e segni quelle reti che ci mancano come il pane

    mercoledì dovrebbe rientrare anche Robinho speriamo bene

  11. intanto si allontana il rientro di Pato ormai non ci fa nessuno caso si da per scontato la sua assenza

    per rispondere a Sheva7

    non saprei in questo momento in cui gira tutto storto al milan come collocarlo in classifica ,

    direi a spanne dal 4 al 8 posto con questo allenatore

    l’ago della bilancia sono i nuovi acquisti se almeno la metà di questi non fornisce un rendimento positivo , visto l’alto numero tra i titolari inciderà pesantemente sul risultato finale

    1. io ti leggo sempre anche se scrivo poco e ti rispetto, sei sempre obbiettivo e pacato.
      la nostra rosa con tutti gli effettivi ed un allenatore alla conte non penso sia inferiore ai campioni d’italia, né inferiore né superiore, può giocarsela.

      1. il problema è che noi abbiamo Allegri 😈

        e da come girano le voci a Milanello almeno fino a Natale lo teniamo a meno che non perda le prossime 3/4 partite

        per Sheva7

        figurati che una volta scrivevo pure dei post (grazie alla disponibilità di Diavolino e degli altri redattori ) per questo bel blog Rossonerosemper

        si basavano quasi sempre di notizie provenienti da Milanello , bastava parlare con alcuni calciatori,

        anche adesso mi dicono che i giocatori più anziani ( Ambrosini Abbiati ed altri ) non vogliono Inzaghi coallenatore con Tassotti

        vedi tu come siamo messi

  12. la sconfitta con la Samp ci poteva anche stare, squadra in un buon momento (10 punti in 4 partite) e esordio assoluto in campionato. Ma le altre due, con l’Atalanta e oggi con l’Udinese, no. Si potevano e si dovevano tranquillamente portare a casa, con un normale allenamento sui calci piazzati e un gioco normale. La rosa è sicuramente da zona EL e forse anche da podio, non da vittoria dello scudetto ma neanche da 14° posto (15°, se il Siena non fosse penalizzato). Inutile appellarsi al rigore su Boateng contro i bergamaschi, per tutta la partita non si è visto nulla, e oggi solo grazie alla magia di El Shaarawy si è sfiorato il “miracolo” di fare un punto. Il fatto che il grande capo deve pagare la famosa mega-multa (non voglio entrare nel merito) e non ne ha più neanche uno da spendere per il Milan è innegabile, ma è altrettanto innegabile che questa squadra messa in campo in maniera decente sicuramente non è da 3 punti in 4 partite.

    1. verissimo quello che scrivi

      ma bisogna anche considerare che ci gira tutto a sfavore , basta vedere l’episodio dell’espulsione di Boateng

      riassumendo momento nerissimo peggio di così non può andare

      speriamo che con il Cagliari Allegri confermii il modulo a tre punte Bojan Faraone Pazzini e non il suo cocco Emanuelson ma se proprio deve giocare l’olandese fuori Pazzini e giochiamo con i giovani la davanti ,sono curioso di vederli all’opera insieme per 90 mminuti

    2. Ma nei primi venti minuti eri al cinema: Aggingo nonostante il Milan giocasse in nove con Abate e Nocerino inesistenti! Per non parlare della bambola in occasione del gol del ‘lungagnone svedese’. Abbiati dovrebbe uscire solo se può allontanare il pallone e mi duole dirlo Ambro(mi duole dirlo) dimostra i suoi anni(si è fatto superare facilmente da Benatia). Naturalmente queste giocate le ha programmate Allegri! Ma vogliamo prenderci in giro? Se a certi giocatori Allegri sta sulle scatole…ebbene lo dicano senza trincerarsi dietro posizioni di finta solidarietà al tecnico. Fu così con Radice ed aver ritardato l’esonero, di Gigi, costò al Milan la retrocessione anche grazie ai C(i)eli di allora ed ai portinai di Napoli parenti foese di Luciana Castellina… pardon non era parente perché si chiamava Castellini.
      Teatro della scena? Naturalmente Napoli! Aggiungo dove forse imperano camorra e SCU che, come leggiamo nei processi, soprattutto quello di Cremona, decidono i risultati delle partita. L’arbitraggio di oggi e quello con Atalanta e Bologna ne sono palese dimostrazione. Altro che con l’Atalanta avremmo comunque perso la partita! Anche lì hai visto un altro match che non era di futbool ma di altro sport!

      1. Vorrà dire comunque qualcosa se nessuno dei giocatori lo vuole più… Dopo l’uscita a farfalle di Abbiati sono passato al mondiale di ciclismo, non ne potevo più e il risultato finale mi ha dato ragione. Il vero problema è che oltre ad Abbiati lì è un fatto di schemi difensivi su punizioni e angoli, e da quando non c’è più il duo Thiago Silva-Nesta soffriamo, soffriamo di brutto. Ti do ragione sul fatto che un 1-0 dopo pochi minuti contro l’Atalanta avrebbe cambiato la partita, ma è un fatto che almeno -ma minimo minimo- nonostante quello il pareggio in casa con l’Atalanta si poteva portare a casa. La sera della partita ero via con amici e ho visto l’ultima mezzora, da poco prima del gol alla fine; lanci in avanti che venivano sempre e comunque respinti, possesso sterile. Era il Milan a giocare un altro sport che non era calcio, almeno in quel frangente.

        1. Caro Peter creare alibi ai giocatori è ancor peggio che fornirli alla società. La cattiva abitudine dei tifosi è quella di adossare sempre la colpa all’allenatore.
          Avevo intuito che tu non avevi seguito la partita con l’Atalanta. Orsato è meno inesperto di Celi. Quindi ha danneggiato il Milan scientemente e scentificamente.
          L’episodio del mancato penalty, su Boateng, è stta una raffinatezza che Celi ha malamente imitato non concedendo la rete del vantaggio che l’Udinese aveva realizzato, Se lo favesse fatto, poi non poteva espellere Zapata. Un rigore più una espulsione condizionano la partita molto più che la semplice realizzazione di un gol..
          I miei amici furlani questo me lo hanno concesso perché l’Udinese aveva ferocemente protestato proprio perchè ai ‘gobbi’, nel precedente incontro al Friuli, era stato concesso un ridicolo penalty che aveva stravolto la partita.. La storia ci dice che all’inizio del campionato, così come alla fine del torneo, gli episodi sono determinanti. Visto che mi dici di aver seguito il Milan nel torneo cadetto, questo lo dovresti sapere, sin da quel dì,.
          Rivera aveva iniziato una battaglia contro questi intrusi, gli arbitri, nel mondo del calcio, Del resto non si capisce perchè una professione così delicata non contempli il professionismo arbitrale.Se fossero professionisti dovrebbero togliere la magletta della loro squadra del cuore, cioé quella bianca a strisce verticali nere..
          Se non lo facessero non verrebbero più chiamati a dirigere partite con squadre, com’é il caso di Celi, che per ben due volte consecutive ha danneggiato il Milan..
          Dico due volte perchè se vi rivedete la registrazione di Fiorentina-Milan, sul finale della partita non venne concesso un sacrosanto penalty al Milan.
          A nulla valeva che nel primo tempo Celi aveva concesso un generoso penalty ai rossoneri. Del resto si poteva anche fischiare l’offside sul gol della Fiorentina.
          Alla fine Celi ha fatto anche oggi quanto gli è stato ordinato mdi fare? Dimenticavo, il Milan non è estraneo alle decisioni di ‘Palazzo’. Perchè io, lo ripeto da sempre, la società non aveva alòcun interesse a vincere nlo scudetto. Il perchè lo dovremmo aver capito su come poi è stata smantellata la squadra. Altro che allenatore incapace!
          Il disegno nella ristrutturazione del Milan passa anche attraverso questi giochini di politica-calcistica. Te capì mon amì?

      2. considero e ripeto (è una mia opinione e posso sbagliarmi per carità ) i primi 20 minuti di oggi i migliori della stagione ,

        senza quei fastidiosi e sterili passaggi indietro o laterali insistenti come quando ci sono stati in campo nelle precedenti partite Boateng e De Jong

        ma non perfetti sia chiaro

        ma mi sembra che con Montolivo il centrocampo ha più qualità di prima e i nuovi arrivati (a fine Agosto ) hanno bisogno di integrarsi

        sarò sempre cmq vicino alla squadra che ha bisogno di essere sostenuta in questo momento difficile dai tifosi

        indipendentemente dalle scelte della società e dell’allenatore

        ero uno di quelli che quando giocava il Milan in B lo andavo a vedere a San Siro e lo sosteneva a prescindere

  13. @Boldi
    Confermo che Zapata è un bel difensore. Oggi fino al rigore era stato insormontabile in fase difensiva. Sul rigore era una situazione disperata, o lo falciava o segnava comunque.

    Dei centrali che abbiamo è il più dotato. Hai dei cali di concentrazione, ma gli altri sono più scarsi di lui o altrettanto stupidi come Mexes. Se fossi in Acciuga lo metterei sempre titolare. Anzi, se fossi in Acciughina mi dimetterei ma questo è un altro discorso.

    1. come ben sai

      i miei titolari prima dell’inizio del campionato erano Yepes Zapata , ma devo ammettere che i due italiani Acerbi e Bonera hanno avuto un buon rendimento

      a parte Mexes che non lo farei mai giocare , in palese sovrappeso (almeno 5 kg ) rispetto ai tempi della Roma e sempre in ritardo , di testa poi non ne prende più una

      questo continuo avvicendamento non chiarisce chi sono i titolari e le riserve

      per adesso direi titolare sicuro solo Yepes ma non è detto che mi sbagli

  14. ma bisogna anche considerare che ci gira tutto a sfavore , basta vedere l’episodio dell’espulsione di Boateng

    Mah, episodio a sfavore.. più Boateng sta lontano dal campo, meglio è per noi. Perciò ben venga l’espulsione.

  15. zapata oggi ha cagato in testa a mexes, ma anche all’acerbi che giocò con l’atalanta e al bonera che ha giocato fino ad ora….

    de jong deve giocare perchè ambrosini cosi come abbaiti è cotto…. mesbah emglio di nini ma deve giocare de sciglio li…. dato che giochiamop senza cross una aprtita con il duo bojan el shaarawy la proverei… boateng rimane un coglione anche se la seconda ammonizione è scandalosa, io l’avrei cacciatoi fuori al primo fallo…. emanuelson ha fatto vedere buone cose sulla fascia ma deve giocare a sinistra cazzo non a destra…

    abbiati 2
    abate 4.5
    zapata 6
    mexes 5
    mesbah 5.5
    monto 6
    ambro 4.5
    noce 5
    ema 6
    pazzini 5
    faraone 6.5
    boateng 4.5
    bojan s.v
    acerbi s.v

    ah da quando ora acerbi tira le punizioni??? o.O

  16. giusto Fabregas

    mi ero dimenticato la perla di Allegri Emanuelson schierato a destra ma si sa che pur di far giocare i suoi pupilli abbiamo anche sperimentato Bonera terzino sinistro con conseguenze disastrose

  17. io non capirò nulla di calcio ma emanuelson per colpa di allegri viene preso troppo di mira dal tifoso, con un altro allenatore giocherebbe di meno ma meglio!!!

    1. Tu invece ne capisci molto di calcio. <3

      Sono altri che non ne capiscono.

  18. purtroppo berlusconi ha quasi le mani legate… se usciresse allo scoperto mandando a cagare allegri sarebbe costretto a sputtanare il lavoro(di merda) di galliani , son troppo amici per farlo…. deve rendersi conto gallini di quello che sta succendendo!!!!

    1. Povera bestia …… ma stai scherzando? Ti pare che se deve dire qualcosa gli freghi di sputtanare qualcuno? Non lo licenzia perchè deve pagarlo lo stesso. Questo è il motivo! Trovati le dichiarazioni di Galliani dei giorni scorsi, dai retta!

      1. Sbagli Sadyq, se non a breve, per me sarebbe meglio lo avessero già fatto, così non ci potevano prendere in giro con l’alibi dell’allenatore. Lo faranno di sicuro perchè oramai il tarlo è entrato nella mente di alcuni, forse la maggioranza, dei giocatori del Milan. Questi signori ci considerano poco più che dei beoti. Tante volte, leggendo, nei blog dei tifosi, devo pensare che sì…beoti lo siamo per davvero! Comunque l’esonero di Allegri è ineluttabile. Anche qui constato che questo non è più il ‘mio’ Milan. Lo stile Milan era ben altra cosa! Di fronte a situazioni degenerative Silvio Berluscono non si risparmiava l’aggettivo, demenziale, attribuendolo a chi realmente faceva proposte oscene. .
        La mia generazione ha così potuto perdonare a Silvio la cacciata di Rivera! Oggi non andrei più a soffrire allo stadio per vedere per vedere Milan Cavese 1-2.
        Questa società e questi giocatori non meritano il mio affetto!

  19. Il Milan e l’Inter sono due squadre di scappati di casa.

    Ormai io per la sconfitta non mi incazzo nemmeno più,non ne vale la pena.

    È che faccio fatica a fare km su km per vedere partite ignobili.

    1. mattohin7 hai tutta la mia solidarietà per il fatto, che anch’io ritornando da una fatal Verona(a proposito di arbitri lì arbitrava un certo Francescon di Padova dirigente della casa automobilistica torinese) ho vagato per tre giorni non ritrovando la via di casa! Hai la mia solidarietà anche per lo scudetto del 1960 che vi hanno tolto con una decisione incredibile! Già, ma presidente Fgci era Umberto Agnelli. Credimi però io non mi arrabbio…mi incazzo!!!!!(scusate il francesismo ma quando ce vo’ ce vo’)

      1. Ma io,dopo aver perso una partita del genere col Siena (…) bestemmio 5 minuti e poi mi passa,la butto anche sul ridere,quello che mi sta sulle palle è vedere partite ignobili sul piano del gioco.
        In questo momento Inter e Milan sono anni luce dalla Juve,cosa che ci sta anche; per cui si può perdere,per carità di Dio,soprattutto perchè non facciamo più paura a nessuno come dimostrato dal fattore campo che è andato a farsi fottere.
        Quello che rattrista è che giochiamo male e che sbagliamo cose elementari.
        Poi il calcio è fatto di episodi: se l’Inter avesse fatto gol in una delle 10 occasioni probabilmente avrebbe vinto,se il Milan avesse un barlume di idea su come si giocano le palle inattive in difesa probabilmente non avrebbe perso,ma in generale sono due squadre che giocano ancora molto male al di là del valore dei singoli che cmq in generale non è eccelso.
        In tutte e due le squadre non si vede la mano dell’allenatore: non c’è gioco,non ci sono idee,schemi,c’è molta improvvisazione si ricerca la giocata del campione….che però non c’è più. Allegri in più di due anni non ha dato un gioco al Milan,Stramaccioni in pochi mesi sembra avere molte idee però confuse ed inefficaci che espongono la squadra ad ogni genere di pericolo difensivo.
        Questo per me non è il calcio.
        Lavoreranno,tutti e due.
        Forse in questo momento il tifoso del Milan è più incazzato di quello dell’Inter visto che ha lo stesso allenatore da più tempo,ma in generale credo di essere nel giusto se dico che per ora è avvilente guardare una partita delle due milanesi.
        Non so voi,ma viene voglia o di spegnere la tv o,se si è allo stadio,di andar via.

        1. Bhe, tutto mi sarei aspettato fuorché fare dei complimenti ad un ‘bauscia’. Ringrazio questo sito e mi autocomplimento per aver scelto questo blog per sfogare le mie amarezze. Però ‘ matto’ su una cosa non concordo con te “Lavoreranno,tutti e due”. Se Allegri presentasse le sue dimissioni io penso che la società le accetterebbe!
          Non credo che lo ‘stile Milan’ permetta l’allontanamento di un allenatore che in buona sostanza ha la responsabilità, qui siamo assolutamente equiparabili, di non aver saputo dare alla squadra quel ‘giuoco’ degno della platea di San Siro(Meazza solo quando gioca l’Inter). Il pubblico milanese è raffinato e lo dimostrano le tante vittorie internazionali(per me contano molto anche le Coppe Uefa che l’Inter ha vinto ed il Milan no)che hanno vinto entrambe le squadre meneghine.
          Mi piacerebbe un giorno trovarmi a fianco di uno spettatore come te nello storico stadio milanese per vedere un derby. Se sono stato offensivo cusa per il ‘bauscia’ ma puoi chiamarmi ‘casciavit’ non mi offenderei affatto anzi sarebbe un complimento. I casciavit erano l’anima popolare milanese….io sono uno di loro!

  20. Nonostante lo schifo che mi fanno il nano pedofilo e la sua schiera di lobotomizzati leccaculo, mi rendo conto però di una cosa:

    nel suo periodo di “splendore” pre calciopoli, ovvero prima che li beccassero, la Juventus nn ha vinto un cazzo se non due scudetti rubati.

    Noi nel frattempo trionfavamo a manchester facendogli ingoiare tanta di quella merda che al solo pensiero godo ancora. e loro ancora rosicano a 8 anni di distanza…

    ora noi siamo nello schifo più totale, ma quelli là continuano a vincere nella solita maniera scudetti che valgono come quello di cartone assegnato all’inter da guido porco.

    Possiamo andare in b anche per 4-5 anni che troveremo i maiali ancora a quota 2 champions, a meno che il frocio francese trovi il modo di favorirli in Europa… d’altronde una squadra che ottiene un pareggio in rimonta con una squadra che ha vinto la champions l’anno scorso per puro caso, e si esalta come avesse vinto a Manchester nel 2004…

    Torneremo a vincere, di sicuro senza questo allenatore e senza questa società di pagliacci (prima o poi)

    1. Devo francamente dirti che il tuo livore nei confronti del ‘sciur berlusca’ mi indispettisce un ‘cicinino’.e non fa neppure onore al tuo essere di sinistra.
      Del resto il Milan, come ho detto all’amico interista, è la squadra del popolo milanese. Ergo difficilmente il popolo esalta i padroni, tanto più che da sempre siamo schierati a fianco dei ‘bauscia’ e dei torinisti, ‘nell’odio’ contro la ‘razza padrona’ da sempre rappresentata dai ‘gobbi’ di Torino.
      Nella vita tutti hanno un capo o un ‘padrone’ persino il Papa(dipende direttamente da Dio) Se questo è vero nell’unica monarchia assolutista, rimasta nel contesto planetario, non trovo nulla di male che anche il Milan abbia un ‘padrone’. Del resto non ci è ancora consentito comprarci il Milan usando quei ‘sistemi spagnoli’ che i furbi tedeschi già stanno facendo con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti! Quindi tranquillizzati e pensa solo alla squadra del cuore che rappresenta tanta, tantissima passione, mi risulta che qualcuno in Brasile voleva suicidarsi per la sconfitta di ieri del Milan, a livello planetario. Cosa che i ‘gobbi’ che sono la ‘ladrentus’ del calcio italiano, ora grazie a ‘monsieur fusto di legno marcio’,lo stanno diventando anche a livello europeo e forse planetario.

      1. Borgofosco, ho sempre cercato di scindere il berlusconi politico dal berlusconi presidente del milan. Le due figure si sono unite quando mi consenta ha deciso di prendere per i fondelli i tifosi milanisti così come ha fatto anni e anni con gli italiani, gridando va tutto bene mentre l’Italia andava a rotoli per colpa sua (e della gente come mortadella e baffettodalema, perchè diciamocelo, la colpa è pue loro).

        Ora al Milan siamo nella stessa situazione: una squadra da Europa League, con un allenatore mediocre, e il nano che contina a ripetere che bisogna puntare allo scudetto.

        Io ci vedo delle analogie fortissime, e a questo punto che spalo merda anche sul berlusca presidente.

        Ecco ora un mesaggio del livello intellettuale dei piedllini lobotomizzati (il resto del messaggio è un pò al di là del loro unico neurone funzionante)

        UGA UGA UGA CHAKA VIVA SILVIO BUNGA BUNGA

        1. Berlusconi non ha MAI parlato di scudetto quest’anno.

          Ennesima falsità che esce dal tuo culo dalla tua bocca.

        2. Sei solo un calunniatore Milanrosicat, ricordatelo.

        3. LPF, te lo chiedo umilmente, evita invettive e volgarità. Hai dimostrato di capire di calcio e crei delgli interessanti spunti di discussione. Da persona intelligente, con la totalità dei neuroni ben funzionanti, devi accettare anche le invettive di un tifoso deluso come MILANDOMINAT. Non sono le risposte rabbiose oppure gli insulti al presidente del Milan che elevano il tono del dialogo sul calcio e sullo sport. Forse, in relazione alla rabbia intrimnseca, MILANDOMINAT, senza rendersene conto esprime apprezzamento anche per il Berlusconi politico. Sperare che avesse la bacchetta magica per cambiare questo Paese è già un apprezzamento. Poi ha giustamente citato anche,e direi soprattutto, i corresponsabili del fallimento politico della seconda Repubblica. Mi fermo qui perchè vorrei evitare di confondere il Milan con la politica. Ci pensano già i ‘,,gobbi’, il duo fasano, pardon toscano, e l’insipienza di un mondo sportivo nazionale che definirlo penoso sarebbe un complimento.

  21. Ormai Allegri e’ in confusione mentale e tecnica, per dare una svolta alla squadra serve un cambiamento immediato.
    Basta con Mesbah, Antonini e’ ora di far giocare Ema terzino sx.
    Non abbiamo una logica di gioco, il nostro organico non sara’ quello dell’anno scorso o di due anni fa’ ma non siamo nemmeno cosi’ scarsi da poter perdere 3 partite su 4, e’ una cosa inaccettabile. . .

    1. Lo stile Milan è come il ‘giuoco’ che ha sempre espresso, anche nella serie cadetta, questa squadra(ricordo buone partite, nel Mundialito per club, disputate a San Siro quando il Milan era appena ritornato nella serie maggiore). Lo stile Milan è poi scemato con alcune decisioni ‘ad cabezam’ prese con l’avvento di Giussy Farina.
      Si commise l’errore di allontanare Gigi Radice, che aveva vinto uno scudetto con il Toro, creando così un alibi a quei giocatori ed a quei dirigenti che non sopportavano Radice allenatore del Milan. Eppure Gigi era cresciuto nel Milan, poi passato al Monza e ritornato nella squadra di Rocco per vincere uno scudetto con i rossoneri. Finita la carriera, anche a causa di una brutta menomazione al ginocchio, Gigi diventò allenatore del Toro vincendo in rimonta, sui ‘gobbi’ uno scudetto memorabile! Il Milan significò per lui la fine della sua carriera di allenatore a grandi livelli. La sua fama era offuscata anche da un corollario di brutte storie di gossip(femminile). Accogliendo le richieste di tutta la rosa il Milan esonerò Radice ed affidò, con risoluzione interna alla società, la panchina ad Italo Galbiati.
      Il seguito è storia nota il Milan venne retrocesso non soltanto per propri demeriti ma anche grazie al portiere del Napoli: Luciano Castellini che con il suo comportamento in Napoli-Genoa 2-2 cancellò per sempre la sua figura, dalla faccia della terra, di uomo dello sport. Vogliamo ripetere quell’esperienza?
      Concludo dicendoti che ha sbagliato Galliani a non dar retta a Berlusconi che gli aveva suggerito di esonerare Allegri già durante la partita Milan Barcellona di CL.
      A mio avviso, spero proprio di sbagliarmi, ora è troppo tardi per porre rimedio ad una soluzione che dopo mercoledì sera potrebbe diventare realmente allarmante.
      Come con l’allontanamento di Radice, se il vento del ‘Palazzo’ rimane quello che abbiamo constatato nelle prime quattro partite del Milan, anche l’allontanamento di Allegri potrebbe comportare grossi pericoli. E questa volta non ci sarebbe più un Berlusconi che corre per salvare, il Milan dal fallimentio. Pero non bisogna dimenticare quell’eroica dirigenza che con Rosario Lo Verde , anche grazie soprattutto al sacrificio economico di un vero milanista, ora scomparso,Gianni Nardi consenti l’ingresso di Silvio berlusconi nel Milan. Caro amico ora i tempi sono molto diversi!

  22. Hai ragione pidiellino, nn l’ha detto il tuo capo, ma galliani

    Che è lo stesso…

    Oppure ti fa comodo prendertela con galliani, dicendo che il mercato di merda è colpa sua per salvare il culo al tuo papi?

    borgofosco, mi pare di capire che quello che teorizzi è una sorta di complotto del palazzo contro il milan, cosa su cui sono pienamente d’accordo, vedesi goal di Muntari, le partite che ci hanno rubato l’anno scorso, i favori pro juve di quest’anno, o se vogliamo andare indietro il famoso milan juve all’ultima in campionato 1-0 per i maiali con goal in fuorigioco di quel bastardo mezzo argentino/mezzo francese di trezeguet.

    Detto questo, se veramente in società la pensano così, abbiano le palle di dirlo al mondo intero, abbiano il coraggio di dire non ci sono soldi ma se anche ci fossero, il palazzo fa di tutto per far vincere la juve e quindi a cosa serve spendere?

    La juve ha detto di volere la guerra, e guerra sia. Non sul campo da calcio perchè obiettivamente nn abbiamo i mezzi, ma sul piano legale, perchè l’unica cosa che non manca al berlusca sono gli avvocati.

    Se proprio deve essere una stagione disastrosa dal punto di vista sportivo, che si adoperino in tutte le sedi per rispedire queste merde spocchiose là dove si meritano di stare…

    Ma sei veramente convinto che la pensino così e che si attiveranno per fare qlcs?

    Lo escludo

    1. Hai ragione MILANDOMINAT! Al tempo di calciopoli la società Milan doveva impugnare la sentenza davanti al Tar del Lazio. Al Milan vennero inflitte penalizzazioni che traevano origine da preunte colpe assolutamente risibili anche leggendole alla lente di ingrandimento della giustizia sportiva. Se queste imputazioni fossero state formulate negli anni 80 ora non saremmo qui a parlare dei ‘gobbi’…li avrebbero cancellati da tutti gli albi sportivi.
      Anche le imputazioni scaturite nelle Procure di Cremona. Bari e Napoli, avrebbero costretto la giustizia sportiva a radiare per sempre gli autori delle combine calcistiche. Questo sarebbe valso anche, seguendo il principio: “non poteva non sapere”, per gli indossatori di toupee che, ai miei tempi, venivano usati dalle ragazze.
      Tra l’altro, se fosse vero quanto riportato dalla stampa, alcuni testimoni avrebbero sostenuto che gli accordi erano stati presi addirittura nel confronto d’andata, Questo aveva prodotto, è verificabile nelle affermazioni dei ‘pentiti’ i risultati convenuti, soddisfacendo i desiderata e seguendo il noto principio’ buffoniano’… ” due feriti sono meglio di un morto”! Alla faccia dell’onestà e della probità sportiva.La superiorità etica e morale del popolo milanista che nel 1980 accolse il principio: “dura lex sed lex” mi rende orgoglioso di avere il dna milanista.Comunque, smontato, da Palazzi, il ‘teorema Borrelli’, anche in ‘calciopoli’ il Milan ha pagato il fio delle sue responsabilità. Io sono per il rispetto delle leggi, dei regolqamenti e delle norme che, nello sport, devono essere severissime ed applicate. Ma la solita squadra, già nel 1980 scampò alla retrocessione perché venne applicato uno strano principio giuridico-sportivo: concordare un pareggio e meno grave che concordare una vittoria. Ridicolo! L’alterazione di un evento sportivo è sempre gravissimo escludendo variabili sulla base di accordi per pareggi, vittorie o sconfitte. Ma quando si tratta di ‘loro’ non si può parlare di applicazioni delle leggi sportive. Loro sono sempre e comunque innocenti! A me ricordano certe organizzazioni dell’onorata società che si applicavano ai tempi del brigantaggio. E a te?

Comments are closed.