Premessa doverosissima: se vai a giocare al Tardini, dove il Parma non perde da nove partite escluso il furto con il Napoli, senza Van Bommel, Abate, Robinho e Boateng e ne esci con tre punti vuol dire che sei una grande squadra. Il Milan di oggi lo è stato perché ha saputo capitalizzare il massimo da una condizione di emergenza relativa in un campo non facile. Lo ha fatto in una gara difficile e lo ha fatto forse anche da provinciale (stile Inter Mourinhana), lasciando per larghi tratti della gara il pallino della gara al Parma e colpendo negli spazi creati poi nelle ripartenze. In questo modo nasce il rigore (solare, braccio fuori praticamente perpendicolare al corpo) che il numero 11 rossonero si procura e realizza, in questo modo arriva il gol di Emanuelson per il 2-0 e un errore (grave) sottoporta di Ibrahimovic. L’occasione per il 2-0 arriverebbe ugualmente al 31′ con un rigore altrettanto solare negato per fallo di Zaccardo su Ibra – ma non ce ne lamentiamo dopo la partita gridando al complotto: non siamo mica la Juventus, noi.

Note negative della serata: si è sentita molto l’assenza di Van Bommel con Ambrosini che, forse per mancanza di forma, forse per paura di una ammonizione ha praticamente lasciato passare chiunque. Soffriamo troppo la prima fase di ogni azione offensiva che si rispetti, ovvero il disimpegno, con i centrocampisti (Muntari e Nocerino) che non salgono a recuperare palla costringendoci molto spesso al lancio lungo che sfrutta le caratteristiche di Ibrahimovic: la fase va rivista, puoi permetterti questi errori quando giochi contro Giovinco e Biabiany ma non quando giocherai contro Messi ed Iniesta. El Sharaawy mi sembra invece un po’ fuori dal gioco – non è Robinho ma prova a giocare come lui: non ha le caratteristiche fisiche per tenere alto il pallone, dovrebbe scambiarlo con Ibrahimovic ma si trova poco con lo svedese e, come se non bastasse, In aggiunta a questo le sole due reti in 17 presenze cominciano a diventare pochine. Si parlava tra giovedì e venerdì proprio su queste pagine di personalità: io ne ho vista poca.

Arriviamo comunque a giocarci le prossime tre partite che decideranno la stagione con delle buone premesse e soprattutto con i rientri dalla squalifica di Mexes e dagli infortuni di Boateng e Robinho. Juventus, Roma, Barcellona ci diranno chi siamo e dove possiamo arrivare in ognuno dei tre obiettivi per cui concorriamo. Rimanendo al campionato – indipendentemente da quanto farà la Juventus stasera – una vittoria contro la Roma nella prossima giornata potrebbe lasciarci il “jolly” costruito sinora per il derby, cosa che vorrebbe dire, a meno di miracoli sportivi della società di Venaria Reale, che il tricolore imboccherà ancora una volta la strada di Milano.

PARMA-MILAN 0-2 (Primo tempo 0-1)
MARCATORI: Ibrahimovic su rigore al 17′ p.t.; Emanuelson al 20′ s.t.
PARMA (3-5-2): Mirante; Zaccardo, Paletta, A.Lucarelli; Jonathan, Mariga (dal 26’ p.t. Musacci), Valdes, Morrone (dal 28’ s.t. Okaka), Biabiany (dal 18’ s.t. Valiani); Floccari, Giovinco. (Pavarini, Ferrario, Santacroce, Modesto). All.: Donadoni.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Zambrotta, Bonera, T.Silva, Antonini; Nocerino, Ambrosini, Muntari (dal 46’ s.t. Gattuso); Emanuelson (dal 41’ s.t. Aquilani); Ibrahimovic, El Shaarawy (dal 32’ s.t. M.Lopez). (Amelia, Yepes, Mesbah, Inzaghi). All: Allegri.
ARBITRO: Banti di Livorno.
NOTE – Spettatori paganti 9.861 per un incasso di 267.022,40 euro. Abbonati 9.620 per una quota di 91.290,30 euro. Ammoniti Antonini per gioco scorretto,?Zaccardo e Paletta per gioco scorretto, Muntari per proteste. Angoli 9-1. Recuperi: 3’ p.t.; 3’ s.t.

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

16 Comments

  1. Sottolineerei un ottimo Bombonera.

    Ibra, gioie (un aggancio della madonna, un assist da sburro per Ema e l’azione del rigore negato) e dolori.
    El Kebab dolori e basta. E’ evidente che è buono, ma non un fenomeno.

    Muntari recupera un fracco di palloni ma è impreciso.

    Bentornato Zambrottino.
    Bentornato Rino.
    Bentornato Presidente anche in trasferta. Troppa grazia.

    1. El Kebab dolori e basta. E’ evidente che è buono, ma non un fenomeno.

      Ecco appunto.
      Chiediamoci se le ultime due partite dell’egiziano le avesse giocate così Ibra. Apriti cielo

      1. ah no perchè se il detto “apriti cielo”, veniva fuori ad ogni cagata tua, a quest’ora si annaspava nella merda caro mio… tutti con maschera e boccaglio, ad eccezione di cesc e lpf che avrebbero esibito un ottimo crawl. 😆

        1. El Sharawi ha 19 anni e prede un ottavo scarso di quelloche prende Ibra. State facendo dei paragoni che non hanno senso

  2. Ah, evviva Ema che si impegna e si sfianca sempre, piuttosto che Boateng che si esalta una volta a trimestre poi si chiude in discoteca.

    Non dovevo venderlo il carro di Ema, ero stato bravo a comprarlo, non ci ho creduto abbastanza. Buon acquisto della coppia Galliani-Raiola.

  3. Dimenticavo: la viola vince 2-1. Gol di Amauri, Matri e Winston Cercill.

  4. Uh, che maialona la donna del Pranda in tribuna!

  5. porcaputtana e io che pensavo che El Shaarawy fosse il nuovo Messi/RonaldoIlFenomeno/Romario/Papin… o come si farà ora??

    Mah… torniamo domani su sta cosa, che ora ho bisogno di fare pupù, prima, e di coricarmi poi.

  6. Partita difficile. Una delle peggiori del campionato. Vedendo la Juve e vedendo il Milan la situazione si è rovesciata completamente in poche settimane. In queste condizioni sarà un massacro contro il Barcellona

    Ibra non è nuovo a buone prestazioni contro le piccole. Poi con tutti i rigori che batte fa presto anche a tenere su la media.

    El Sharawi. Buona prestazione invece. Non si trova con Ibra è palese. Si cercano solo da lontano e non si cagano nemmeno.

    El sharawi è buono, appunto. Comunque è in calo rispetto a qualche mese fa. Appena esordito sembrava molto più forte, esuberante e voglioso di mettersi in mostra.
    Sembra aver perso quell’ entusiasmo di mettersi in mostra. Come mai?

    Non sarà stato caziato un po troppo per aver “osato” tirare in qualche occasione al posto di un altro o per aver osato mettersi in mostra un po troppo?

    Ragazzi tenete duro. Barbarina è con voi e con lei pure Silvio che applaude a scena aperta il suo gioiellino

  7. Bitcha, dicevo solo che il numero di partite giocate dal primo minuto da El Kebab inizia a essere cospicuo per farci un’analisi e la mia analisi è che di pastasciutta ne deve mangiare tanta tanta.
    E che quindi non sono d’accordo con certi elogi che ho letto un po’ troppo esaggerati.

    Non volevo alzare il caso-ElKebab, ci mancherebbe, e se avessi voluto farlo, avrei detto che deve pensare a giocare più semplice e lasciare le finezze a Ibra e Robi.

    Ibra che peraltro non ho manco nominato in paragone al ragazzo dal cognome egiziano. Quindi DNA farnetichi, non faccio nessun paragone. Anche perchè sarebbe un paragone idiota.

    1. man, ma tranquillo assolutamente… hai detto che è buono ma non è un fenomeno; perfetto, inappuntabile, nessuno ha mai dato dal fenomeno ad ElSha e nessuno vuole sollevare un caso.

      Il mio appunto va naturalmente a Diavolino; dopo 34 commenti da parte mia e anche di Nicco, in cui diciamo le stesse cose trite e ritrite sempre, lui non ha capito una minchia… ha voluto rimettere in mezzo Ibra, e ora sinceramente dopo 34 commenti, mi sono anche rotto la minchia di riscrivere le stesse cose, perchè a sto punto o sei duro e non capisci, oppure non vuoi proprio capire, il che è infinitamente peggio.

      Su ElSha continuo a pensare che sia comunque un talento da tenere stretto, ma stretto stretto, che di pastasciutta, bistecche e salsicce ne deve mangiare ancora un bel po’, ma ho grande fiducia, e paradossalmente, per lui, tutti questi infortuni di quest’anno possono fargli bene, perchè tutte quelle pastasciutte, bistecche, salsicce, ne ha già iniziate a mangiare parecchie, e quindi bene così.

      Per la cronaca Diavolerrani, ElSha ieri non ha giocato alla Robinho, perchè vuole più la palla sulla corsa che sui piedi, e contrariamente a quello che dici, comunque, se dai 5 palloni spalle alla porta a Robi, ne perde 4, ElSha 2, quindi lì già siamo a buon punto; la personalità ce l’ha e anche tanta, si sbatte, ieri non ha fatto benissimo, ma siamo sulla buona strada… non avrà fatto 14 gol in 17 partite, non sarà il nuovo Romario, ma penso che nel futuro del Milan sarà un giocatore importante.

      1. Io tra el kebab e robinho prendo Binho tutta la vita – voi non so

        1. grandissimo cazzabubbolo, non ho detto che ElSha è meglio di Robinho, vedi che non vuoi capire??? puttana di quella troia sei assurdo!

          Ho detto solo che fisicamente tiene il pallone meglio di Robi, che a volte in situazione spalle alla porta più che andare sotto fisicamente, sviene proprio…. capito adesso, o vuoi che vengo con le vignette?

  8. Intanto solite copertine Pro-Juve …. come quando noi vincevamo e c’era l’Inter in testa nel 2010 eh… vero?

  9. Nessuno dice che El 92 sia un fenomeno. Al massimo un potenziale fenomeno. Robinho è un giocatore già fatto ed esperto. Lui no. E’ normale che tatticamente si muova meglio Robinho. Detto questo il vero ElSharawi lo abbiamo visto solo a tratti. Ieri per dire non lo abbiamo visto. Lui è un trequartista. Assomiglia molto più al primo Kaka che non a qualunque mezza punta. Anche perché gioca moltissimo sull’ accellerazione a scapito dell’ allungo. Inoltre è uno che ama dialogare con i compagni e vedere il campo. Spalle alla porta vale la metà e io non lo vedo come uno che ama cercare la profondità alle spalle dell’ uomo. Io l’ ho visto giocare trequartista e sono convinto che quello sia il suo ruolo, anche perché vede bene il campo e i compagni. Doti che sfrutta meno come seconda punta. Inoltre come dicono i numeri, non ha proprio i goal del centravanti. Insomma per me è più un centrocampista avanzato che non una seconda punta

  10. Ma guarda quanti bei discorsi sul ragazzo Egiziano! Ricordo benissimo quando Allegri lo faceva giocare di meno, quanto TUTTI, rompevate i coglioni perchè lo volevate in campo in quanto fenomeno di cui non potevamo fare a meno!
    Eh, la coerenza, questa sconosciuta!

Comments are closed.