Ennesimo errore tattico di Allegri. Da esonero?

E’ difficile trovare le parole dopo una partita del genere. Questa sera è andato in campo uno dei peggiori Milan degli ultimi anni che, con la complicità di un Ibrahimovic mai in partita e con le pesanti scelte di Allegri, ha subito una dolorosa sconfitta da un’arroccata Lazio che era scesa in campo con la speranza di strappare almeno un punto. Cito come primo nome Ibrahimovic perchè i suoi errori sono stati pesanti, pesantissimi: due gol facili falliti e un comodo assist mancato per El Shaarawy. Non possiamo tuttavia sperare di vincere un campionato grazie solo ed esclusivamente ad un giocatore e nelle ultime partite la Ibra-dipendenza è sembrata palese, innegabile.

Allegri comincia bene la serata schierando una formazione plausibile con El Shaarawy dal primo minuto in luogo di Seedorf, così come Mesbah preferito a Zambrotta. Nel primo tempo tra i nostri è difficile trovare delle eccellenze. Solo El Shaarawy di tanto in tanto prova a cambiare passo e a dare una svegliata ai suoi. Ibra serve i due assist per le uniche due palle gol dei rossoneri, ma per il resto è molto fermo e viene anche mal servito con lanci fuori misura o con lenti e prevedibili cross di Mesbah. Poca roba, non sembriamo una squadra in controllo della partita e neanche ci andiamo vicini. Fare tanto possesso ma farlo male non significa dominare l’avversario, infatti la Lazio col passare dei minuti prende coraggio (come già accaduto in altre partite) e inizia a realizzare l’idea che forse da questa gara possa uscire con qualcosa in più di un pari.

Non che i biancocelesti aumentino la pressione – anzi, siamo sempre noi a farlo con lunghi possessi che portano a pallacce che sfilano a fondo campo – ma quando ripartono lo fanno con più convinzione. E’ proprio qui che Allegri la combina grossa: la mia incredulità si mischia a rabbia, quando il Conte Max toglie El Shaarawy – il migliore o forse il meno peggio dei tre davanti, l’unico che di tanto in tanto cambiava passo e saltava un uomo – per far spazio a Seedorf, e Ambrosini – non negativa la sua prova fino a quel momento – per Emanuelson. Le conseguenze sono logiche e scontate, una ancora maggiore sterilità offensiva e una rischiosa maggiore predisposizione al contropiede.

In tutto questo, lasciare in campo un Robinho a dir poco pietoso mi è parso ancora una volta un grossolano errore di lettura della gara da parte di Allegri. Emanuelson non incide neanche a pagarlo; Seedorf è uno spettacolo vederlo come accarezza il pallone, ma questo belvedere non porta a nulla: c’è l’impegno, ma con quello non ci si vincono i campionati. L’ingresso di Maxi Lopez al posto di Van Bommel è un’altra mossa disperata senza capo nè coda: non è mancata una punta dentro l’area, è mancato il raccordo fra centrocampo e attacco. Più vedo le nostre partite, più trovo una grossa falla nel 4-3-1-2 voluto da Allegri: manca un regista, manca qualità nell’impostazione, manca Andrea Pirlo: l’unica scusante sono i tanti infortuni, ma non giustificano la prestazione e l’assenza di gioco che ormai è evidente da qualche settimana.

LAZIO-MILAN 2-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORI: Hernanes al 31’, Rocchi al 40’ s.t.
LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Konko, Biava, Dias (dal 7’ s.t. Stankevicius), Radu; Ledesma, Matuzalem; Gonzalez, Hernanes (dal 42’ s.t. Candreva), Lulic; Rocchi (dal 47’ s.t. Rozzi). (Bizzarri, Diakité, Scaloni, Garrido). All. Reja.
MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Mesbah; Ambrosini (dal 22’ s.t. Emanuelson), Van Bommel (dal 32’ s.t. Maxi Lopez), Nocerino; Robinho; Ibrahimovic, El Shaarawy (dal 22’ s.t. Seedorf). (Amelia, Bonera, Mexes, Zambrotta). All. Allegri.
ARBITRO: Damato di Barletta (Maggiani-Passeri/Peruzzo).
NOTE: ammoniti Matuzalem (L) al 10’ p.t. per c.n.r., Nesta (M) al 39’ p.t., Rocchi al 25’ s.t. per proteste. Recuperi: 0’ nel p.t., 5’ nel s.t.

Posted by Andrea Sebastiani

Editorialista e responsabile dei postpartita

66 Comments

  1. reostato

    Non è difficile trovare le parole dopo una partita così : ne basta una, ESONERO !!

    1. Diavolo1990

      Come non quotarti…
      … purtroppo gli pareranno il culo ancora.

      1. reostato

        Credo che il rinnovo di Allegri sia la più grande cazzata di Galliani dal 1997.
        Ora ce lo dobbiamo tenere perché non vogliono pagare due stipendi…..
        Spero che dopo l’uscita dalla Champions, l’addio allo scudetto, e le sconfitte in Coppa Italia (magari in una di queste 3 competizioni faremo meno schifo del solito, ma l’esito è SEGNATO) a questa società rimanga un briciolo di senso della vergogna ed esoneri questo imbranato.
        Magari si prende Zeman, che almeno ci si diverte, tanto non si vince nulla lo stesso.

  2. reostato

    Analisi da 10 e lode, tutto perfetto, soprattutto SUI CAMBI e su Robinho, quest’anno davvero un giocatore da serie B.

  3. Diavolo1990

    Domande ad Allegri
    1) Mr. Allegri, qual è il nostro schema su calci d’angolo? Li batte a cazzo di cane il primo che arriva (Ibra compreso che dovrebbe stare in area a colpire di testa) o è una mia impressione?
    2) Mr. Allegri che senso ha un corner corto per riportare poi la palla in zona difensiva? Male che vada si crossa ad entrare e lo sanno anche i muri che un cross ad uscire direttamente dalla bandierina per il portiere è più difficile.
    3) Mr. Allegri perché vediamo giocatori fare il campo palla al piede per poi fermarsi e ridarla indietro senza nemmeno averlo percorso tutto? Che senso ha?
    4) In particolare al punto 3: ha senso che a campo libero avanzino sia nesta che thiago silva passandosi la palla nella propria metà campo quando potrebbe benissimo prendere tutto il campo uno dei due lasciando ultimo uomo l’altro?
    5) Mr. Allegri dopo il derby ha preso delle contromisure per giocare contro squadre schierate?
    6) Si sente ancora da Milan?
    7) Sa che se vincerà lo scudetto sarà merito esclusivamente della società e se lo perde solo colpa sua?
    8) Cosa si prova a dover dimostrare il proprio valore non partendo con un vantaggio enorme ma con un risicato gap tecnico da mantenere?
    9) Si è mai chiesto dove sarebbero Milan e Juventus quest anno a panchine invertite?
    10) E’ contento di aver generato una categoria di tifosi politicizzati pronti a pararle il culo per ogni cazzata che fa in campo?

    Dai esoneratelo. Più va avanti più è evidente che il merito esclusivo dello scorso scudetto è della società che gli aveva dato una rosa il doppio più forte delle altre. Quest anno anzichè l’80% di possibilità ha il 60% e lo sta buttando. Conte è un plusvalore per la squadra. Come Reja, come Mazzarri. Allegri un minusvalore

    1. Bitcha

      blablablablablablablablabla…. sembri una con le mestruazioni cazzo!

    2. reostato

      Tutto più che giusto.
      Senza dimenticare la gestione MERDOSA della preparazione atletica. Noi 15 infortuni, Juve ZERO.
      Loro le riserve le VENDONO tanto i titolari giocano sempre al 100% !!

      1. Bitcha

        eh ci credo Allegri non è in grado di esorcizzare gli infortuni cazzo…. Mazzarri è stato visto più volte massaggiare i suoi giocatori personalmente, è un caso??? io dico di no…

        1. reostato

          Sei fuori ??
          Secondo te il fatto di avere 15 infortunati e le altre squadre quasi ZERO è colpa dello smog ??
          O di San Siro ??
          Beviti pure queste balle di Galliani, ma non in mia compagnia.

        2. Bitcha

          nono ma infatti dico che è colpa di Allegri…. esonero, voglio Ottmar Hitzfeld sulla panchina del Milan.

      2. reostato

        Dimmi qual’è il gioco di Allegri allora !!
        Che ha fatto di buono stasera ??
        Cosa ha detto ai ragazzi ?? Quali erano gli ordini, quali schemi ??
        Perché appena trova il catenaccio ci batte la testa sonoramente, il derby perso non gli ha insegnato niente ??
        O forse è colpa di Abate o di Ibra ??
        Guardate la luna non il dito !! Non era colpa di Abate come non è colpa di Nesta stasera, il problema è che contro queste squadre o la sblocchiamo come in Coppa Italia oppure si perde.
        E questa è colpa di Allegri : DEVE offrire un alternativa al solito tutti avanti a testa bassa, coi retropassaggi però……

        1. Bitcha

          guarda ti faccio il resoconto della partita;

          primo tempo lento e macchinoso, e nonostante questo creiamo due palle gol nitide (Nocerino e El Shaarawy), mentre la Lazio, come l’Inter nel derby, ci prova solo con tiri da fuori area, o calci da fermo…. nel secondo tempo partiamo bene aggressivi, poi rigore assurdo con l’arbitro meglio piazzato che lo dà, ma cambia idea su suggerimento del guardalinee, per altro impallato da un laziale ma va bè; poi il mister sbaglia nel togliere El Shaarawy, lasciando in campo Robinho, una palla innocua viene toccata fortuitamente da Thiago, Hernanes, paperina Abbiati 1-0.

          Il Mister con le 54 assenze che ha (tutte per colpa sua ovviamente no?), deve raccapezzarsi con quello che ha… poi sbilanciati prendiamo il secondo.

          Allegri stasera ha fatto degli errori (vedi cambio Robinho e alre cose), la squadra era molle e disunita, gli episodi hanno fatto il resto.

          Io sinceramente non so con quale cognizione di causa volete l’esonero del vostro allenatore, e anzi in settimana proporrò un totosostituti a mò di sondaggio con Diavolino scatenato nel curare il suo mestruo in stato avanzato e fermentato.

          CONTINUA…

        2. E’ una guerra persa.

          Gli allegriani non sono tifosi. Sono membri di qualche setta che prevede il culto della divinità Allegri.

          Farebbero le crociate contro gli infedeli in suo nome.

        3. Bitcha

          cuccia lì te, impostore della minchia….

  4. Diavolo1990

    Lista Champions
    Portieri: Abbiati, Amelia, Roma.
    Difensori: Abate, Antonini, Bonera, De Sciglio, Mesbah, Mexes, Nesta, Thiago Silva, Yepes, Zambrotta.
    Centrocampisti: Ambrosini, Aquilani, Boateng, Emanuelson, Merkel (lista B), Nocerino, Seedorf, Van Bommel.
    Attaccanti: El Shaarawy, Ibrahimovic, Maxi Lopez, Pato, Robinho.

  5. Bitcha

    Allegri gay, voglio Trapattoni….

  6. Nicco
    nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 00:25

    Allora, su allegri ha già detto tutto diavolo per cui non vale la pena infierire.
    Una cosa che voglio sottolineare dell’articolo con cui sono molto concorde riguarda Ibrahimovic. Che questo Milan sia ibra dipendente è chiaro e palese, non serve nessuna retorica frase giornalistica per scoprirlo! E il milan per vincere non puo puntare su un solo giocatore che puó anhe non essere in giornata, è umano!
    Detto questo, io quest’anno nelle partite che contantano l’ho sempre visto arrancare. Stasera è stato a dir poco inguardabile, sbagliando passaggi, tiri qualsiasi cosa! Basta vedere come ha tirato sull’occassione prima del goal della Lazio: ha solo provveduto ad alzare il piede, senza convinzione, senza rabbia! È facile stupire contro le piccole, ma con l grandi devi cercare di fare il massimo…quest’anno negli scontri diretti non si è mai visto!!
    E non mi ripetete sempre la storia che non è supportato dalla squadra, che non ha compagni all’altezza etc. Possono anche essere cose vere, ma cerchiamo ogni tanto di analizzare la sua prestazione da singolo, così come facciamo con tutti gli altri!!

    1. reostato

      A me il discorso della dipendenza da un giocatore non fa paura : dove sarebbe il Barcellona senza Messi ?? Non vinceva nemmeno la Liga !!
      A me preoccupa il fatto che non ci sia gioco, e che Ibra debba sbrigare le partite sempre da solo, e quando lui non è in palla si perde.
      Se Ibra non è in palla si potrebbe almeno pareggiare, non prendere un imbarcata come oggi o come a Torino !!

      1. Nicco
        nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 00:42

        Il concetto di dover dipendere dalle prestazioni di un solo giocatore è nocivo e controproducente per la squadra e per i risultati! Lo so anche io che ibra potrebbe non essere in palla…ma non tutte le volte che c’è una gara importante!!! Lo sappiamo tutti che non ci sono alternative a lui in squadra quindi se sbaglia tutte le gare importanti quasi automaticamente siamo fottuti essendo il nostro gioco dipendete dalle sue prestazioni!! Se ibra non c’è, il gioco del Milan attuale non si può fare e quindi imbarchiamo acqua da tutte le parti! E apparte il gioco, abbiate il coraggio di criticarlo ogni tanto… Perché già non può essere sostituito altrimenti si arrabbia, più non può nemmeno essere criticato… Facciamogli una statua e mettiamoci ad adorarlo a sto punto!!

    2. Bitcha

      no Nicco, quando Ibra gioca di merda è sempre Allegri il problema…. quando gioca bene è fantastico StraIBRA, VIBRA alè alè, quando gioca male non gioca male, è colpa di Allegri.

      1. reostato

        Insomma se si perde 2-0 è colpa del centravanti : questa me la segno.

        1. Bitcha

          e chi ha detto questo???

        2. reostato

          “no Nicco, quando Ibra gioca di merda è sempre Allegri il problema…. quando gioca bene è fantastico StraIBRA, VIBRA alè alè, quando gioca male non gioca male, è colpa di Allegri.”
          L’ ATTACCO A IBRA MI SEMBRA PALESE.

          Il problema non è Ibra come non lo era Pato, tempo fa, il problema è che contro i catenacciari si perde SEMPRE.

          E questa è colpa di Allegri, come fu merito di Allegri le molte vittorie negli scontri diretti dello scorso anno, scudetto e Supercoppa.
          Poi hanno imparato che basta giocare a 10 in area contro di noi, e, se no fa una magia Ibra, si rimane syllo 0-0 fino a 2/3 di gara e poi si perde, stessa SCENA DI TORINO.

        3. Nicco
          nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 00:54

          Siamo sempre lì: se non la sblocca ibra sono cazzi amari!! Scusatemi tanto, io critico le scelte di allegri quando sono sbagliate e cerco sempre di essere obiettivo di partita in partita senza prendere posizioni inamovibili! Ora, mi spieghi cosa faresti tu contro i catenacciari? Ci vuole la giocata del singolo che ti sblocchi la partita, ci vuole il colpo di classe del campione e tanta pazienza e ordine!! È colpa di allegri se l’unico in squadra capace di farti sbloccare le partite chiuse è ibra? Ed è colpa di allegri se puntualmente gioca male quando serve? Secondo me no… Poi le sue stroncare sui cambi le fa, le scelte errate le fa e continuerò a dirlo!! Ma non si può cavarsela sempre così!!!

        4. Bitcha

          REO non è un attacco a Ibra….. è il fatto che non si riesca mai a dire “stasera ha fatto cagare”, quando stasera ha fatto cagare.

          Quando si perde, si perde, le cagate le fà Allegri, le fa Ibra e le fanno tutti,

        5. reostato

          Per me Ibra ha fatto CAGARE stasera, come con l’Inter, ma questo non aiuta la posizione di Allegri, anzi la aggrava !!

        6. Bitcha

          ah perfetto, quindi vedi…. la brutta partita di Ibra aggrava la posizione di Allegri, quindi è colpa sua; che doveva fare Allegri? entrare in campo e sdraiare Biava?? picchiare Radu??

      2. Diavolo1990

        Gioca male?
        Ibra oggi per quel poco che ha fatto è stato il migliore in campo dopo il faraone

        1. Bitcha

          ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah daaaaaaaai Diavolino puttana di quella troia sìì obbiettivo!!!!

          Non è che muori se dici che ha fatto cagare su!!!!!

        2. reostato

          Il problema è che noi giochiamo talmente male SEMPRE che al 5° del primo tempo sullo 0-0 sembra che dobbiamo recuperare 3 gol : tutti in avanti ammucchiati, ripartenze lentissime e rientri lenti e dispendiosi.
          O abbiamo un gioco corale e un pressing asfissiante, oppure meglio giocare in contropiede come col Real in casa lo scorso anno.
          PURE L’UDINESE è DIPENDENTE DA DI NATALE MA HA UN GIOCO, NOI NO.

        3. Diavolo1990

          Ma berlusca le guarda le partite o tromba?
          Io sono scandalizzato dal primo tempo ancora.

        4. Bitcha

          il Berlusca mica viene su RossoneroSemper a leggere sclerate.

        5. Nicco
          nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 00:45

          No no questa proprio no!! Scusami ma ibra oggi merita 4 in pagella!! Praticamente ha azzeccato solo il passaggio a el92 nell’azione pericolosa!! Assolutamente insufficiente! Uno dei peggiori in campo!!

  7. Se volete infierisco io su Allegri 🙂

    1. Diavolo1990

      Vai.

  8. Partita fax simile di tante altre. Inter, Juve, Lazio, Napoli e tante altre in cui troviamo allenatori minimamente competenti.

    Vi ricordate cosa disse Buffa lo scorso anno?

    Il gioco del Milan è prevedibile. Attacca a cazzo con tanti uomini e finisce sempre con lo scoprirsi. In questo senso è stata drammatica la perdita di Cassano. Unico elemento di vera imprevedibilità in una squadra pensata staticamente.

    Allegri ha ucciso la fantasia. Ha fatto fuori i giocatori più tecnici e smerdato i giocatori in grado di puntare l’ uomo in velocità. Pato è stato il primo ma presto lo seguirà El Sharawi ho idea. Motivo?

    Il gioco di Allegri prevede la Ibra dipendenza. E’ cosi che uno pseudo attaccante di 90 kg viene a prendere palla a centrocampo costringendo le seconde punte a sgroppare a vuoto in verticale a cercare i suoi passaggi del cazzo.

    Peccato che gli allenatori più vispi, mettano un centrocampista e un centrale su Ibra a uomo che lo seguono quando si abbassa e gli altri rimangono bloccati. In questo modo Ibra non compiccia un cazzo e le nostre seconde punte sono strette in una morsa.

    Allora Allegri come risponde? Semplice ammassando uomini a caso nella trequarti avversaria ad inserirsi a sperare nella sponda di Ibra.

    Risultato? Ammassamento nella zona centrale di campo, e noi rimaniamo scoperti e puntualmente prendiamo contropiedi letali con 2 uomini. Gli unici avversari che rimangono alti, sono quelli più veloci. E’ facile.

    Il nostro gioco è prevedibile. Anche con l’ avanzamento degli esterni è sempre la stessa cosa. Ammassamento di uomini sperando di capitalizzare qualche cross.

    Pressing alto significa 0 spazi, 0 ripartenze, tanti contropiedi che prediamo.

    Morale Allegri ha ridotto il Milan ha una fantomima prevedibile e sterile che da tanti punti di riferimento ai buoni allenatori che a differenza sua preparano le partite.

    El Sharawi. El Shaeawi non è una seconda punta. O comunque non è la seconda punta che ama fare 20 metri di scatto a ufo per dare la profondità a Ibra. E uno che ama avanzare palla al piede e dialogare sullo stretto.

    Allegri come lo fa giocare? Ovviamente sul lungo a dare la profondità senza palla.

    Se vi guardate le partite del Milan sono impressionanti. Fotocopie identiche di un gioco sterile che sanno tutti a memoria.

    1. reostato

      QUOTO si vede che la pensiamo così almeno in 3 stasera.

  9. Comunque tante cose si possono fare contro i catenacci. Tanto per iniziare si possono far uscire le squadre abbassando di 30 metri il pressing.

    Poi si può mettere un Emanuelson a sinistra con Robiho attaccante esterno davanti. . Completerebbe il quadro un Ibra che sta in area di rigore sul lato opposto a portare via due uomini con Elsharawi e un centrocamposta che s’ inseriscono negli spazi aperti.

    Oppure puoi duettare con i giocatori tecnici sulla trequarti, lasciando sempre un esterno largo per aprire le maglie.

    I problemi di questo Milan sono sempre 2.

    Ibra e Allegri. Entrambi fossilizzano un gioco che risulta essere vincente solo con le squadrette. L’ udinese gioca alla grande pur avendo perso una delle loro migliori seconde punte. Hanno un identità chiara di gioco

  10. reostato

    “Hanno un identità chiara di gioco” Mi pare che il problema sia essenzialmente questo.
    Le soluzioni che hai proposto sono razionali e risapute : perché Allegri se ne fotte ??

  11. Se ne fotterà ancora? Ora siamo ad un bivio evidente. Il Napoli giunge al punto giusto, inutile fasciarsi la testa, ed aggiungo anche un altro tassellino: è possibile che l’assenza di Ibra determini a volte aumento di responsabilità da parte degli altri ed anche una sventagliata di maggiori soluzioni d’attacco? Il nostro presunto cardine funge a volte da intoppo principale?

  12. buongiorno

    a volte le sconfitte sono salutari , sono un campanello d’allarme , possono determinare un cambio di marcia
    ieri hanno sbagliato tutti
    i giocatori molli l’allenatore con la formazione ed i cambi ma sopratutto il Milan era quello del derby e della partita della juve

    è mai possibile che la nostra squadra negli scontri diretti con le altre squadre di alta classifica giochi senza cattiveria ?

    caro Galliani intervieni nello spogliatoio , meno soldi ed eventi mondani e più concentrazione

    una preghiera alla società
    invece di passare il mese di Agosto a fare amichevoli e trofei pinco pallo vediamo di fare una preparazione fisica seria e dura come ha fatto la Juve di Contecosì magari non abbiamo tutti questi infortuni

    un profondo grazie

    cmq non tutto è perduto però adesso è vietato sbagliare

    1. Diavolo1990

      Boldi han perso come al derby… stessa maniera…

  13. Se giocassimo sempre contro Reja andremmo in serie b.

    Male tutto, male tutti. Umilta’, porcozzio!

    1. fabregas11_robinhood 2 Febbraio 2012 at 09:46

      Purtroppo non è solo Reja, Ranieri sono due anni che ci incula, con Guidolin il milan di Allegri non ha mai vinto…

  14. fabregas11_robinhood 2 Febbraio 2012 at 09:43

    troppo prevedibili e lenti, sembrava di rivedere il derby o la partita con il totthenam, quest’anno in più sono calati giocatori che l’anno scorso davano una spinta in più, parlo sopratutto di abbiati, abate e robinho, nesta non può giocare più di una partita ogni due settimane ieri ha sofferto tommaso rocchi, non oso immaginare se c’era miro klose. ci manca la cattiveria, pecchiamo di presunzione, intanto la juve è potenzialmente a più 4 e ci aspettano partite toste….

  15. Spero che la partita di ieri vi abbia fatto capire (specie a Diavolo90 che è più testardo di un mulo) una volta per tutte cosa intende la gente quando parla di Ibra-dipendenza: basta una giornata di merda dello svedese e puff,il castello di carte viene giù all’istante (e il Milan ringrazi il cielo che dietro ha quel mostro di Thiago Silva che al 99% tampona tutto).

    L’Ibra-dipendenza è questa ed è un qualcosa che prescinde dalle capacità tattiche dell’allenatore.
    Ibra è un accentratore di gioco,vuole sempre la palla,arretra anche quando non serve,condiziona i movimenti delle altre punte,rallenta il gioco,toglie imprevedibilità alla manovra sebbene a volte sia più prolifico come assist-man che come finalizzatore
    Di contraltare ci sono il suo straordinario fisico e la sua straordinaria tecnica che ne fanno il giocatore più decisivo della serie A rendendolo a volte immarcabile.

    Non è un caso che le squadre dove ha militato hanno sempre vinto,ma non sono mai brillate sul piano del gioco.
    L’unica volta che è andato in una squadra che fa della manovra globale la sua peculiarità si è trovato come un pesce fuor d’acqua ed è stato mandato via.
    E ripeto,si tratta di un giocatore unico che unisce a mezzi fisici impressionanti anche una tecnica impressionante; il suo problema è il suo stuile di gioco che condiziona tutta la squadra.

    Dove c’è Ibra si vince,ma non si gioca bene. Al tifoso normale interessa solo la prima cosa per cui amen. I tifosi più esigenti invece si rivolgano ad altri lidi.

    1. Diavolo1990

      Palle. La Juve di capello aveva un gioco. Col Barça in casa abbiamo perso ma facendo vedere un gioco.
      Basta ricordarsi che non c’è solo lui e costruire degli schemi decenti anche con gli altri.

      1. Ma palle cosa???? ma palle cosa???????????????

        La Juve di Capello giocava con un banalissimo 442 in linea ed aveva una squadra di un altro pianeta!!!
        La Juve di Capello era l’alfiere dell’ 1-0 tanto dietro tra Thuram,Cannavaro,Buffon e Zambrotta più la diga centrale Emerson – Vieira era pressochè impenetrabile.
        Non a caso in Champions League ha fatto però sempre cagare venendo eliminata da Liverpool e Arsenal non segnando neanche un gol.
        Fotocopia poi del Real di Capello che vinse la Liga,ma fece male in Europa proprio grazie e solo alla solidità difensiva.
        E da quella Juve,già a Gennaio del secondo anno,Ibra uscì progressivamente di squadra per far posto a Trezeguet – Del Piero.
        Non a caso in quegli anni il Milan che non vinse lo scudetto era una squadra che esprimeva un calcio dieci volte migliore andando in fondo,non a caso,in Europa.
        Se c’è una cosa di cui Capello è maestro è: “prima non prenderle e viva l’ 1 a 0.”

        E il discorso di Milan – Barcellona deve finire,primo perchè avete perso,secondo e ben più importante perchè non basta UNA PARTITA per fare delle considerazioni di natura tecnica,tattica e di qualità del gioco.
        Io non dico palle,sono i numeri,le statistiche e la carriera di Ibra che dicono determinate cose non smentibili e non a caso sempre comprovate in occasione delle partite più delicate.

        Sarebbe come mettere sullo stesso piano la vita sessuale di Rocco Siffredi e quella di uno a cui la morosetta ha fatto la prima sega a scuola dietro la palestra…tanto alla fine hanno goduto tutti e due…..

        1. Diavolo1990

          Io penso che qualche partita in cui si è giocato bene dimostri che se ci si creda sia possibile fare un gioco in cui Ibra sia una alternativa e non una risorsa. Il problema è che il primo a non volerlo sta in panchina.
          Nelle partite più delicate ci sono due casi: quando non prende palla per colpa di quelli dietro e quando la prende e fa schifo. Ha comunque segnato al Milan in gare importanti cosa che con le scorse squadre non accadeva e ha deciso un clasico a Barcellona. Ovvio che non può farlo SEMPRE perché non lo fanno nemmeno Messi e Ronaldo. E’ passato dal 99% dell’Inter al 50% del Milan, ma ogni volta lo si mette sotto accusa come se fosse ancora quello dell’inter.
          Il problema delle gare importanti era principalmente l’Inter. A Barcellona ha segnato al Real e all’Arsenal. Al Milan ha segnato a Inter, Juve, Roma, Napoli, Lazio e al Barça in Champions League + 1 assist col Real.

        2. A parte il fatto che in quel Barca – Real segnò da appena entrato e chi ha visto quella partita sa che il vero eroe fu Puyol che respinse qualsiasi cosa e giocò una partita straordinaria,ma vabbè,lasciamo stare.

          Tu continui,continui,continui,continui a focalizzarti sull’episodio singolo e perdi di vista il concetto generale.
          Bravo Ibra,hai segnato alla Juve!!!! Hai segnato ad una tua ex squadra!!!! Non importa che poi la Juve abbia vinto quella partita,tu hai segnato!!!!………….

          Queste sono cose normali che fanno parte del bagaglio di un calciatore oltretutto di uno al suo livello.
          Poi ci sono delle considerazioni di carattere generale che riguardano il gioco,la tattica,lo stile di gioco,i movimenti senza palla,il rendimento dei compagni,la fluidità di manovra,le alternative di gioco etc etc etc etc etc etc che sono tutte cose che prescindono dall’aver segnato all’Arsenal e proprio il suo anno al Barcellona ne è la prova del nove.

          Ibra,che per qualità dovrebbe essere la ciliegina sulla torta,la maggior parte delle volte è invece tutta la torta,la cogli la differenza???

          Tu invece sei talmente tarato e condizionato dall’odio per l’Inter che l’unica cosa a cui miri è sottolineare una (presunta) differenza tra l’Ibra neroazzurro e quello rossonero (o magari quello bianconero o blaugrana….) al fine di sancire chissà quale fantasmagorica differenza differenza tra Inter e Milan come fosse l’unica cosa veramente importante ed io ti conosco da tempo per cui non mentire,sai perfettamente che è così.
          Se poi davvero vogliamo far passare l’idea che il nodo di svolta nella carriera di Ibra sta nell’aver segnato al Napoli ok,smettiamola qua perchè io rifiuto di insultare la mia intelligenza.

          Sveglia,ossessionato!!!!! 🙂

  16. matto

    siamo naufragati con i cambi
    Ambrosini per Emanulson ed il Faraone per Seedorf mai cambi furono così sbagliati

    ha tolto 2 giocatori tra i migliori levando la diga a centrocampo e l’unico che in attacco era costantemente pericoloso

    i giocatori da sostituire erano altri vedi Robinho

    speriamo che Allegri abbia capito che la sua fissa su Emanuelson non paga
    meglio ambrosini tutta la vita

    anche l’anno scorso abbiamo perso partite con la fissa Bonera
    sicuramente in società penso che gli diranno qualcosa in settimana

    1. Si boldi,ovvio,ma è come se io venissi a dirti che aver fatto giocare Ranocchia invece di Samuel ci è costato 4 gol e quindi ahi ahi ahi Ranieri.

      Nello specifico è così perchè il buon (???) Andrea ha sbagliato di suo in occasione di ognuno dei 4 gol,ma è chiaro che ci sono delle considerazioni generali sulla fase difensiva che prescindono dall’errore del singolo e di chi lo ha fatto giocare,come ad esempio prendere un gol in contropiede,in casa,a 5 minuti dalla fine quando si sta vincendo 4-3………..

      Poi ci sono delle considerazioni di carattere generale che sono un po’ come quelle che fa DNA e prescindono dal cambio sbagliato o dall’errore del singolo ed in teoria si dovrebbe lavorare su quelle.
      Se poi invece un allenatore persevera nel fare cambi sbagliati,nel far giocare la gente fuori ruolo o nel fare scelte tattiche contrarie al buonsenso,allora è chiaro che il discorso è un altro.

      1. ma infatti

        se tu levi uno dei 3 giocatori che facevano da diga e che lottavano in 3 contro 5 a centrocampo è un suicidio , non hai letto bene la partita punto

        la fase difensiva comincia a centrocampo e con i due olandesi che me la prendo
        come principali artefici del disastro

        non con i difensori anche se la prova di Nesta e abate in occasione delle reti mi lascia molto perplesso

  17. vedo che molti se la prendono con Ibra , ma non è lui la pietra dello scandalo

    vogliamo dire che in questo campionato il rendimento di Robinho e Pato non è stato quello dello scorso anno ?

    stessa cosa per Abbiati Nesta Van Bommel e Seedorf

    per l’anno prossimo bisogna svecchiare e basta
    non bisogna sempre aspettare che Ibra risolva da solo la partita

    1. Diavolo1990

      Ma appunto – Ibra fa quello che può ma nemmeno Messi gioca bene tutte le partite. Se non gli arrivano palloni non può fare miracoli.

    2. Nicco
      nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 16:59

      allora io sono uno di quelli che se la prende con Ibra. Se analizziamo le cose come stanno, vediamo che Ibra è quasi sempre, anche in tutte le sue esperienze precedenti, gioia e dolore. Il fatto di avere Ibra in squadra, porta inevitabilmente a fondare il gioco su di lui, in maniera quasi esclusiva. Contro le provinciali, basta una sua giocata per sbloccare la partita e il risultato è acquisito. Quando ibra non è in giornata, cosa che capita sempre con le grandi, non c’è più niente da fare visto che altre idee di gioco la squadra non ne ha. Nè tantomeno ci sarebbe la possibilità di svilupparle perchè ibra è un accentratore (lo abbiamo visto in coppa che si è incazzato per l’uscita all’ 80′ sul 3-1) e non puoi permetterti nemmeno il lusso di sostituirlo e fargli fare qualcosa che non vuole. Logicamente essendo poi Ibra l’unico di un ceto livello lì davanti, senza di lui tutti gli altri sono persi e spaesati, non riescono a fare una benemerita mazza.

      Il Barca non è MESSI-dipendente. Se messi non è in giornata, il gioco del barça c’è comunque e se non è lui è qualcun altro a fare la giocata importante o sbloccare la gara.

      Oltre a questo, le mie critiche vanno anche all’atteggiamento in campo di Ibra, quasi svogliato, entra in campo con sufficienza, ha la faccia di uno che dice: “qua non corre un cazzo di nessuno, perchè mi devo dare da fare io?” Se fosse un trascinatore emergerebbe nei momenti difficili, non quando le cose sono semplici. E’ una prima donna che vuole essere corteggiata e apprezzata per ogni cosa che fa, anche se ha fatto cacare. E se nessuno avrà il coraggio di criticarlo prima o poi qua andrà sempre peggio!!

      1. Diavolo1990

        Ieri sera Messi non era in giornata e il barça ha pareggiato a Valencia 🙂

        1. Nicco
          nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 17:34

          non penso abbia pareggiato SOLO perchè messi non era in giornata!! Non sono extraterrestri e non mi sembrano in periodo di forma ottimale. A parte messi o non messi, io un certo stile di gioco lo vedo sempre, anche perchè se non brilla messi c’è Alexis, Iniesta, Xavi, Pedro etc. non c’è un gioco dipendente da Messi o costruito su Messi come invece il nostro che è costruito su un unico giocatore. Ibra diventa valore aggiunto quando riesci a farne a meno!!!

  18. Se il problema è Ibra, io sono Cantera. (bleah!)

    I problemi sono altri.
    Robinho che non ne azzecca una.
    Emanuelson che è Emanuelson.
    Abate in difficoltà fisica.
    L’alternanza continua Mexes-Nesta: con tutto il bene che voglio a Sandro, se è stato deciso che la coppia dei prossimi anni è Mexes-Thiago devono giocare insieme per prendere confidenza.

    …e soprattutto che ogni volta che perdiamo punti è per lo stesso motivo. Non è un caso che Reja ci imbriglia sempre. Che cazzo di dormiglione che è Allegri per non accorgersi che non sempre si può giocare così!

    1. reostato

      Altro che Ibra : ieri avrei giocato meglio io di Robinho, anzi l’ho fatto, sul divano non ho disturbato le azioni offensive del Milan ne ho perso palla.

      Poi i portieri, abbiati è LESSO, strabollito, Amelia è una strapippa conclamata da SEMPRE.
      Per il resto inutile continuare tanto la setta degli allegriani non capisce che tutti amavamo il Milan dei 3 mediani, cosa che proprio Allegri stesso ha deliberatamente smontato anche ierisera dopo i cambi, in favore dell’ammucchiata davanti e di Emanuelson.

      1. Diavolo1990

        Ma abbiati… vabbè lo leggete tra 3 minuti nell’Up&Down cosa penso di abbiati…

  19. LPF tu non potresti essere me nemmeno se ti reincarni 10 volte in un ciclo di purificazione.

    Detto questo Ibra è il problema di qualunque squadra che voglia giocare al calcio.

    Con lui avviene questo schema:

    lui rende fra il 7 e il 10 ( a seconda delle partite)

    ma gli altri rendono fra il 4 e il 6.

    Ibra non è un valore aggiunto visto che quello che fa in più lui è assorbito da quello che gli altri fanno in meno con la sua presenza.

    Guardiola lo aveva capito per tempo e lo ha cestinato in pochi mesi per questo.

    Comunque con Ibra la champions non è in grado di vincerla nessuno proprio perché assorbe le risorse al gruppo e perché nelle sfide decisive scompare.

    Altro che se è lui il problema visto che la sua presenza impone un certo tipo di gioco.

    Il suo essere prima donna è un danno.

    1. Nicco
      nicco RED_BLACK 2 Febbraio 2012 at 17:03

      non volendo ho scritto cose molto vicine a questi concetti che tu hai espresso!! Sono d’accordo!!

      1. 🙂

  20. C’ è un motivo se Ibra ha schivato come la peste la champions.

    E dire che Ajax, Barcellona, Juve, Milan, Inter l’ hanno vinta tutte, tranne ovviamente quando avevano lui in squadra.

    Che strana coincidenza.

  21. Comunque uno dei segreti della Juventus di Conte è che non ci sono giocatori che rendono dal 40 al 50% e uno che rende dall’ 80% al 100%.

    Hanno tutti giocatori dal 85% al 100%% di resa.
    Non a caso stanno davanti con una rosa più scarsa.

    Se La Juve avesse Ibra al posto di Matri avrebbe 10 punti meno. Perché renderebbe solo Ibra e farebbero schifo tutti gli altri. E questo dipende relativamente da Allegri

Comments are closed.