Abbiati 6: fa il suo.

Abate 6: probabilmente il migliore, fornisce grande spinta in avanti, poco aiutato su quel binario.

Alex 4,5: peggio di lui solo il telecronista RAI nel pronunciarne il nome.

Rami 5,5: lento, troppo lento. L’esperienza lo salva.

Albertazzi 5: ingiustificabile nell’episodio del rigore, che ne condiziona la partita negativamente.

Poli 5: poca sostanza, poca qualità. Distrugge più che costruire.

Montolivo 5: l’emblema del suo momento è lo stop sbagliato poco prima del novantesimo. Sornione.

Muntari 4,5: picchia senza criterio, impalpabile.

Honda 5,5: entra in campo con buone intenzioni, ma non viene aiutato nè dai compagni nè dalla poca lucidità. Il tiro al novantesimo è da censura.

Cerci 5: ci prova, ma tanti, troppi errori. La scusa della forma fisica reggerà ancora a breve. Svegliati Alessio.

Pazzini 6: fa un gran gol che viene (giustamente) annullato. Fa meno peggio dei compagni d’attacco, comunque.

Menez 5,5: forte è forte, non si discute. Però mettersi a disposizione della squadra non è il suo forte.

Mattia Urbinati

Posted by Mattia Urbinati

Prima c’era il gioco del calcio, poi è arrivato il Milan. Da quel momento tutto è cambiato. (L'Equipe)