Finally the victory.
Ed ecco a voi le pagelle:

Diego Lopez: direi senza voto.
Spettatore non pagante di una bella vittoria rossonera, proprio come aveva chiesto poco prima dell’inizio del match.
Un paio di interventi nel secondo tempo, ma niente di più.

Bonera 6: rientra dopo la squalifica e la sua presenza tra i titolari lascia perplessi e attoniti tutti i rossoneri.
Si propone molto in attacco, chiude con ordine in fase difensiva.
Buon rientro. Bravo.

Mexes 6,5: una chiusura nel finale ci salva da un gol che poteva essere letale.
Ottimo in difesa, nelle chiusure e nell’annullare completamente Di Natale. Conferma il suo stato di ottima forma.

Rami 6,5: compagno perfetto per Mexes.
Chiude, riparte e si fa vedere pure in attacco, peccato che il suo gol non venga convalidato…

Armero 5: parte bene, nel primo tempo, con parecchi spunti in attacco.
Poi nel secondo tempo pasticcia e anche troppo, rischiando con un paio di palloni di farci subire gol. Da rivedere.

Van Ginkel 6: non alza il ritmo e gioca semplice.
Ci si aspetta molto dal ragazzo ma ha comunque giocato una buona partita.
Al suo posto Montolivo: ovviamente senza voto, visti i pochi minuti, ma un bentornato non glielo leva nessuno, neppure i tifosi presenti allo stadio.

Essien 6,5: che scoperta!
Aiuta la squadra in difesa e in più di un’occasione cerca di impostare in attacco. Ottimo il suo tiro da fuori all’inizio del secondo tempo. Peccato per il secondo giallo, completamente insistente. Ha rovinato un’altra ottima prestazione.

Boneaventura 6,5: un giocatore dalla qualità assolute.
Destra, sinistra, centro: ovunque ti giri hai la sua maglia davanti. Bravo e indispensabile.

Honda 6: ottimo il primo tempo, calante nel secondo. Merito suo il rigore.
Al suo posto entra Poli: visti i pochi minuti, senza voto.

Menez 7,5: gioca con la febbre e fa una partita eccezionale.
Un primo tempo ricco di azioni d’attacco che purtroppo non vanno a buon fine. La sblocca su rigore (per ora infallibile dal dischetto) e la chiude con un gol magico, degno del suo repertorio.
Un Menez ritrovato a quota 7 gol.
Al suo posto entra Pazzini 6: spreca un’occasione nel finale, ma entra in maniera molto propositiva. Che applauso San Siro!

El Shaarawy 7: salta l’uomo, prova il tiro, innesca più volte i suoi compagni.
Si fa trovare sempre pronto sulla fascia sinistra. Ottima risposta dopo il derby.

Inzaghi 7: squadra che pressa, squadra che gioca, squadra che corre e squadra che ci prova fino alla fine.
Si diverte vedendo la sua squadra, fa divertire e finalmente ci mostra la sua idea di calcio.
E il tutto senza 5 titolari fondamentali.
Bravo, è questo che vogliamo sempre vedere.

MargheritAxen

Posted by MargheritAxen