Diciamocelo, era nell’aria. Non sempre si può vincere, non sempre si può terminare a rete inviolata. Sapevamo che sarebbe stata una partita insidiosa, su un campo non facile e il pareggio non è poi un risultato proprio da buttare. Certo, un ulteriore allungo sarebbe stato gradito, avrebbe messo pressione a chi scenderà in campo tra stasera e domani, ma non ho nulla da recriminare alla squadra. Va bene così.

Primo tempo: molto positivo, comandiamo il gioco, sebbene non riusciamo ad entrare in area avversaria. Le occasioni arrivano da fuori con Boateng e un ottimo Robinho, Gattuso al solito spara in tribuna, ma la Samp non punge. 7 tiri a 0 sarà lo score al termine della frazione, prima del quale arriva il vantaggio firmato da Robinho con un bel diagonale destro dopo un’azione da lui iniziata e rifinita da Ibra. Controllo assoluto e sensazioni di grande squadra.

Secondo tempo: dopo un buon avvio, arrivano 5 minuti di blackout, in cui la Sampdoria trova la rete del pareggio alla prima occasione. Calcio d’angolo dalla destra e dormita di una difesa fin lì ottima, ci purga Pazzini. Passa qualche minuto in cui il Milan sembra in stato di shock, poi ci riprendiamo alla grande e chiudiamo la Samp nella sua metacampo creando situazioni interessanti per il gol-vittoria. Nota molto positiva questa, la squadra ha sopperito con il cuore e la grinta alla stanchezza accumulata nell’ultimo mese.
Sarebbero servite forze fresche, ma Allegri si addormenta in panchina, lasciando colpevolmente (stavolta sì) Flamini e Ronaldinho a scaldarsi fino al recupero. Non l’ho proprio capito oggi.

Pagelle e dintorni: Abbiati praticamente mai impegnato, fa una sola parata (6). Abate in crescita impetuosa (7), resta il difetto di non saper crossare. Non mi è piaciuto molto Nesta (5.5) che è stranamente impreciso e si perde Gastaldello sul gol. Thiago (6.5) si gioca un voto eccellente per la poca reattività su Pazzini, Bonera senza infamia e senza lode (6). A centrocampo, molto bene Ambrosini (7), sufficiente ma stanco Gattuso (6) e sufficiente ma pasticcione Boateng (6). Seedorf fa il compitino (6.5), Ibra, stanco, non fa la differenza (5.5), mentre il migliore in campo è assolutamente un ottimo Robinho (7.5), onnipresente e decisamente ispirato.

In conclusione, portiamoci a casa questo pareggio, con la consapevolezza di essere una squadra che anche oggi ha dimostrato carattere e con la certezza che, comunque vadano le partite di domani, saremo in testa anche questa settimana. Settimana che (finalmente!) sarà di meritato riposo, utile per ricaricare le batterie e ripartire più freschi di prima.

Posted by LaPauraFa80