Caro Signore Bambino Gesù,

non è stato un anno facile e io sicuramente non mi sono comportato bene. Soprattutto negli ultimi giorni ho usato termini e ho fatto ragionamenti da involuto, come se avessi perso il lume della ragione. Certo, non sono arrivato a dire che avrei preso Pellè al posto di quell’angelo che ci hai mandato, però ho detto, più volte, che il Milan avrebbe dovuto vincere contro il Carpi e il Verona al di là degli episodi e dei torti arbitrali. Ah, anche contro il Frosinone c’era un rigore netto nei confronti di Bonaventura. Non ce l’hanno dato ma grazie a Dio abbiamo vinto. Avrei voluto celebrare il Santo Natale quantomeno con 32 punti in classifica, invece devo accontentarmi umilmente di questi 28. Pazienza. Se è vero che gli ultimi saranno i primi, così come sta accadendo in Premier League, prima o poi dovremmo vincere anche noi (noi del Milan) un altro campionato. Immagina che sofferenza trascorrere questi giorni di vacanza a dover sentire e leggere stupidi sondaggi e stupidi giornalisti parlare di una affollata corsa scudetto che coinvolge Inter, Napoli, Fiorentina, Juventus e persino la Roma (che ha 32 punti). Ma non il Milan. Che poi, volevo sapere: ma esiste un girone all’inferno per i giornalisti sportivi, giusto? Dai non posso pensare che alcuni di loro restino impuniti! Comunque, chissà se avrebbero parlato anche di noi – per lo scudetto – se avessimo avuto 32 punti. Piuttosto, verosimilmente, non avrebbero incluso la Roma. Quindi, caro Bambino Gesù, chiedo scusa anche a te per la perdita di ragione degli ultimi giorni e per prima cosa ti chiedo di illuminare la mia mente in questo nuovo 2016.

In realtà, caro Signore Bambino Gesù, non so quanto ti importi del calcio e dello sport in generale. Non so che squadra tifi (spero non la Juve, come quei due che verranno crocifissi insieme a te) e non so quanto ti immischi nelle cose del calcio. Ma negli ultimi anni abbiamo proprio tanto sofferto (noi del Milan, intendo). L’ultima gioia ci è stata regalata da Allegri (e da Ibrahimovic), caro Bambino Gesù, ti rendi conto? Sì, da Allegri, il buffone che si toglie il cappotto. Come se i tifosi fossero tanto stupidi da farsi conquistare da un gesto così stup… vabbè, dimentica quest’ultima frase. Tornando a noi (a noi del Milan, sempre) abbiamo sofferto tanto, troppo negli ultimi anni. Ci è toccato: un Giuda traditore (che, detto tra noi, non mi dispiaceva per niente, proprio per niente), un gol dentro di un metro non visto (indovina con chi? Anche senza essere onniscienti, dovrebbe essere facile capirlo!), un uomo nero e poi quella pippa di Pippo. E la minaccia di Brocchi sempre presente! Gli ultimi anni sono stati proprio un calvario! (senza offesa). Quindi, caro Bambino Gesù, non è che potresti regalarci un duemilasedici migliore? Non è difficile. Basta impostare la modalità che dovresti trovare appena sopra il “destino dannatamente tragico e sofferente”. Diciamo che mi starebbe bene anche un “appena sopra la mediocrità inutile e noiosa”, con finale di Coppa Italia e tutto ciò che ne consegue.

Caro Signore Bambino Gesù, lo so benissimo che devi pensare all’ISIS, ai marò, a quelli che non vogliono fare il presepe a quelli che non solo vorrebbero fare il presepe ma vorrebbero anche metterci i marò (io il presepe l’ho fatto, e ci ho messo pure capitan Maldini, così almeno gli abbiamo trovato un posto), però un pensierino anche per il Milan, perché non farlo? Forse ti stiamo antipatici perché dicono che siamo la squadra del diavolo? Ma è un diavoletto tanto carino! E poi scusa, ma non sai che il Milan è di proprietà dell’Unto del Signore?

Caro Signore Bambino Gesù, ti prego. Se pensi che sia la cosa migliore per il Milan, fai chiudere la trattativa con Bee, perché non se ne può più. Siamo poveri. Poveri di spirito e poveri di soldi. Fai in modo che tutti i giocatori del Milan passino nelle mani di Mino Raiola e fai in modo che tutti i giocatori di Mino Raiola passino al Milan. Fai in modo che i diritti della Champions tornino anche nella disponibilità di Sky, così smettono di parlar male del Milan e di tracciare linee storte. E fai in modo che Galliani prenda una laurea, così non sarà più il signor Geometra, ma il signor Dottor Geometra, e possa trovare, con la laurea, un bel lavoro (funziona così, in Italia, no? Ti laurei e trovi un bel lavoro giusto, no?). Fai in modo che il Barone trovi sotto l’albero un paio di Persol o comunque un paio di occhiali decenti, perché quelli arancioni fanno proprio cacare. Fai in modo che il Milan reintegri in qualche modo Ambrosini, così il Vate Luca tornerà a tifare per la sua vecchia squadra (che sarebbe proprio il Milan). Fai in modo che Barbara scopra che il papi, oltre al Milan, possiede anche, chessò, Mondadori e Mediaset! Fai in modo che quello seduto sempre dietro a Galliani, con i capelli bianchi, compri una giacca, perché non ce la faccio a vederlo in maniche corte a meno cinque gradi. Fai in modo che Umberto Gandini disattivi l’account twitter. Fai in modo che il Milan si tenga Bacca (e Bonaventura, Bertolacci, Romagnoli …). Non posso dirti lo stesso per qualche altro. Fai in modo che l’Adidas crei una tonalità di rosso che, vista da certe angolazioni, diventi bianco, così l’anno prossimo, forse, gli arbitri saranno spaesati e fischieranno qualcosa in più per noi (tipo un rigore netto) e anche qualcosa in meno (tipo qualche fallo in area inesistente). Fai in modo che un po’ di culo dell’Inter finisca anche dalle nostre parti (a me non dispiacerebbe vincere immeritatamente qualche partita al novantesimo). Fai in modo che Garcia resti per sempre allenatore della Roma. E che Mihajlovic invece …

PS. La lettera è rivolta al Bambino Gesù, perché io preferisco il Gesù del Natale.

PPS. Caro Bambino Gesù, hai mai pensato di liberarci dai giornalisti sportivi?

18maggio1994

Posted by 18maggio1994

Marco Pasquale Marchese. Nato a Palermo, classe 1993. Rossonero non per passione, ma per fede. Laureando in Giurisprudenza, anche se avrei voluto studiare Storia dell'Arte. Ma poi come avrei spiegato ai professori che una giocata di Van Basten vale quanto un quadro di Caravaggio ?