Nel caso vi fosse sfuggito, quest’anno la Champions League è già stata assegnata e a vincerla ovviamente è stata la Juventus. Vi basterà aprire qualsiasi giornale o guardare qualsiasi telegiornale sportivo e non, che verrete inondati di elogi per la squadra di Conte-Carrera. E non parlo solo di Tuttosport, quotidiano che ormai un tifoso di qualsiasi altra squadra che non sia quella bianconera di Torino guarda come un musulmano guarderebbe una Bibbia. Non mancano ormai le perculate soprattutto sulla rete per questo giornale che anche grazie alle sue inventatissime bombe di mercato ha perso col tempo ogni briciolo di credibilità.

Da un pò di tempo a questa parte anche altri quotidiani come la Rosea o il Corriere hanno cominciato una spaventosa opera di servilismo mediatico nei confronti della Juventus con conseguente gioco al massacro delle altre squadre concorrenti. Il trattamento che prima veniva riservato all Inter di Mourinho insomma ora è senza ombra di dubbio ad appannaggio della Juventus.

Ma il declino più scandaloso a mio parere è quello della tv satellitare Sky che, a causa della sua natura di tv a pagamento, dovrebbe garantire una certa imparzialità. Invece come abbiamo visto anche ieri sera per chi ha seguito la cronaca, per tutto il tempo è stato un sbrodolare di parole mielose e complimenti per una squadra che se senza ombra di dubbio si stava ben comportando, sicuramente non stava facendo la partita come affermato dai commentatori tra l’altro a pochi minuti dall’inizio dell’incontro. Insomma una cronaca che a tratti ha ricordato nei toni quelle dell’Istituto Luce dove mancava solo il classico “spezzeremo le reni ai campioni di Albione“. Pensate al ribrezzo che ho provato ascoltando la frase: “La Champions League è una competizione che storicamente appartiene alla Juventus”.

Altra pratica di parte è quella del sondaggio: ieri veniva chiesto agli abbonati di votare se credevano o meno che la Juventus, dopo quello che in fin dei conti è stato solo un pareggio seppur fuori casa, potesse essere candidata alla vittoria finale. Nessuno ha evidenziato come il Chelsea in realtà abbia rinunciato a giocare sin dall’inizio della partita poichè al momento è allenata da uno dei più scarsi tra gli allenatori in circolazione, forse migliore solo del buon Acciuga, e nonostante tutto sia riuscito a segnare due gol in pochi minuti.

Ma la cosa che mi preoccupa maggiormente di tutto questo bailamme mediatico e che i tifosi juventini sembrano accecati da tutto ciò e ormai credono che ad inventare il calcio moderno sia stato inventato da Conte e che se già prima erano poco inclini ad un dialogo, ora lo sono ancora meno.

Posted by Angelo Raffaele Torre

Responsabile dei LIVE ed editorialista. @RaffoTorre on Twitter

24 Comments

  1. verissimo quello che scrive Angelo Raffaele

    i gobbi si sono bevuti il cervello , ma torneranno sulla terra

    per diavolino

    Zambrotta ha diverse proposte ma fino a Dicembre vuole fare solo il papà, poi da Gennaio sembra voler andare in Brasile nella squadra di Seedorf

    a meno che non arrivino proposte indecenti

  2. Che fossero tornati, per i gobbi, i bei tempi che furono….bhe non c’era bisogno che si scomodasse Platini per farcelo capire. Vergognoso comportamento di un presidente Uefa che dovrebbe essere imparziale ed invece consente a squadre del suo Paese di infischiarsene del fair play finanziario così come alla sua ex squadra di rendere il torneo europeo una competizione per galeotti(visti certi fallacci impuniti)in permesso di libertà. Questo signore dall’apparente snobismo sta incidendo in maniera drammaticamente negativa sulla credibilità di uno spettacolo che sta via via assumendo le sembianze delle stragi di cristiani divorati da bestie feroci nelle arene romane.
    Consentire sul terreno di ‘giuoco’, a dei delinquenti, l’uso di armi improprie è quanto vediamo domenicalmente quando scendono in campo hannibal 1 ed hannibal 2.
    La strafottenza di quest’ultimo è forte dell’impunità che gli è stata concessa anche su fatti, di presunti malaffari, commessi ai tempi della sua militanza in altra squadra.
    SCANDALOSO ! Ma noi liberi pensatori non abbasseremo la guardia e denunceremo in tutte le sedi questi comportamenti al limite della criminalità.
    Altro che accusare di certe nefandezze una squadra che ha sempre pagato, più del lecito, colpe vere o presunte! Già ma Galliani non ha ‘parrucchini’ da indossare.
    Quindi non si può camuffare da adepto della SCU , come viene naturale fare a chi usa anche comportamenti pseudo religiosi tipici degli adepti a quelle organizzazioni. Per quel che concerne SKY da anni ho rinunciato ad abbonarmi, lo ho fatto immediatamente dopo la partita Juventus-Milan 0 – 0 arbitrata da Bertini di Arezzo.
    Stessa sorte toccherà a Mediaset Premium se non la piantano d’enfatizzare una squadra che per guardarla devo fare abbondante uso di Maalox.
    Per i gobbi sono tornati i bei tempi di ‘calciopoli’? No molto ma molto peggio perche quel malcostume tendono, grazie a Platini, ad esportarlo anche in Europa!

  3. @Diavolo90 @LPF80 @fabregas @DNA @MILANDOMINAT

    Con voi ci conosciamo da parecchio tempo: quando vi incazzate pensando ad Antonini,rivolgete un pensiero a me che ho Jonathan.

    1. Sempre meglio guardare Jonathan ed Antonini piuttosto che Bonucci e Chiellini!

      1. quoto borgofosco,

        meglio andare in B con qusta squadra che rubare due scudetti di fila

      2. Sarà,ma io a guardare Jonathan mi sento male…ieri quando ha causato quel rigore non mi è venuto neanche da insultarlo,mi è venuto da ridere,perchè uno che fa un intervento del genere deve essere proprio scemo. Tra voi con questo Milan ed io con questa Inter non so chi sta messo peggio…

        1. almeno tu hai un allenatore che non passa il tempo a litigare con i senatori e cerca di dare un gioco alla squadra!!!

          purtroppo la differenza tra jonathan e antonini è che uno gioca quasi solo in europa league e l’altro è titolarissimo nonchè nuovo senatore….

    2. noi siamo messi peggio ,

      come dice fabregas da noi Antonini è titolare inamovibile

      1. Vi racconto un anedoto relativo alla prima Coppa dei Campioni vinta da una squadra italiana.
        Dopo essere passati in svantaggio con rete di Coluna, Giovanni Trapattoni si avvicinò a Nereo Rocco e pressapoco gli disse: -paron… io vado a marcare Eusebio
        mentre Benitez passa in mezzo su Coluna. Era il 19′ del primo tempo. Pivatelli ‘cianchettò’ Coluna che rimase menomato, direi zoppo, in campo. Il Milan cominciò pian piano a prendere in mano le redini del ‘giuoco’. Nel Milan giocavano Rivera ed Altafini ed un certo Dino Sani e quando lo vedemmo a San Siro, al suo debutto in maglia rossonera,(Milan-Juventus 5-1) sembrava un impiegato di banca e non un calciatore. In realtà Dino Sani è stato uno dei più grandi cntrocampisti nella storia del Milan. Ma torniamo a Wembley ed alla vittoria per 2-1 sul Benfica. Tutti pensarono al grande intuito di Nereo che, cambiando la marcatura di Eusebio(per la paga, uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi) cambiò le sorti dell’incontro. Nella realtà quella scelta venne fatta in campo dai ‘senatori’ tra cui Cesare Maldini. Il Milan trionfò, Nereo Rocco litigò con Gipo Viani(il più grande Ds che il Milan abbia mai avuto) ed emigrò sulla sponda granata del Po. Nereo Rocco, come Nils Liedholm, a differenza di Fabio Capello, mantennero la promessa di non approdare mai sulla sponda dei gobbi. Signori questo è il Milan ed Antonini, che è un ragazzo dell curva sud, se non altro può giocare in quella squadra che almeno ‘ama’ perché ne è tifoso. I giocatori del Milan, di Viani e Rocco, non avevano bisogno della maglia a strisce rossonere. L’avevano tatuata sulla pelle. Attualmente gli unici che mi ricordavano quella generazione erano Gennaro Gattuso e Pippo Inzaghi! Ora è rimasto solo il capitano:Massimo Ambrosini. Scusate se mi sono molto adirato perchè da Pippo mi aspettovo sempre che dimostrasse la sua ‘milanistità’!.

  4. Nini ha avuto anche i suoi momenti di gloria, tzè.

    Nell’anno di Leonardo, contro il Manchester United a san Siro stava giocando una partitasso che Cafù se lo segnava la notte di giocare così. Migliore in campo insieme a un Dinho in versione celestiale. Poi prendiamo gol mentre siamo in 10 perchè Nini è fuori e l’azione parte dal lato di Nini che se Nini era in campo per come stava giocando quelli manco si avvicinavano. Il resto è storia nota.

    Notti magiche del giovane Nini.

    1. Verissimo LPF! Infatti il maggior merito di Leonardo fu quello di inventarsi due buoni terzini, Antonini, ed un altro altrettanto buono tranne quando incontrava sulla sua strada Milito. Infatti qulla sera senza l’infortunio di Antonini e con Dinho, formato pallone d’oro, il Milan avrebbe certamente vinto quella partita! Vedi la ‘sfiga’. Adesso probabilmente ci racconteremmo altre storie. Ma anche se l’uomo dai capelli con taglio alla nazista primo modo, Orsato, se da il sacrosanto rigore su Boateng il Milan vince con l’Atalanta ed anche qui ora racconteremmo altra storia. Nel calcio, in certe partite ed in certi momenti della stagione, gli episodi sono più determinanti delle tattiche e degli allenatori. Questa secondo me è la morale. Prendi Mourinho, un uomo fortunato più che bravo. Hart ha commesso due errori, sui due gol del Real, che se li faceva Abbiati non poteva più tornare in Italia. Hart secondo il comune pensiero ora è diventato un broccaccio? Non penso, ma nel calcio(se non ho capito male tu lo giochi amatorialmente)contano anche la fortuna e la fatalità. L’allenatore? E’ bravo se riesce a capire questo ed ad assecondare le virtù, poche o tante che siano, dei calciatori che ha nella rosa. Leonardo con Abate ed Antonini fu molto bravo. Poi lo fu anche quando ebbe il coraggio di applicare il 4-2-4.
      Il limite di Leo, colpa grave, è stato quello che non doveva mai incontrare l’Inter oppure disputare derby…avrebbe continuato a perderli tutti!

    2. Capirai, nini (di ‘sto cazzo) in quanti anni di Milan? È riuscito a fare una cazzo di partita decente! nini …. di ‘sto cazzo!
      Neanche lo devi nominare Cafù, nella stessa frase di nini di ‘sto cazzo!

  5. Comunque volevo dire che sono d’accordissimo col post dell’Arcangelo Gabriel..ehm..di Angelo Raffaele. 😀

  6. Se potessi porre un quesito a LPF e sadyq gli domanderei: quali e quanti sono i terzini sinistri, in Italia, che potrebbero giocare nel Milan?

    1. Borgofosco, concordo con quello che ha detto Bettino! Meglio di nini di ‘stocazzo, sarà anche mesba e non è che ci voglia molto!
      Altri nomi non posso fartene, visto che seguo soltanto il Milan e nemmeno tanto!

  7. Ti rispondo io…..
    Se ci gioca Antonpippa ci possono giocare tutti…riserve delle riserve comprese….
    Oppure farei la domanda in questo modo:”Emanuelsonn non puó fare il terzino del milan….ma antonini puô fare quello dell’Aiax?

    1. Ok. Infatti Emanuelson non utilizzato come terzino è una delle negativitò di Allegri. Non regge la scusante che Urby non è in grado di svolgere ia fase difensiva.
      Lo spiego! Abate era considerato più ‘pippa’ si Antonini. Poi Allegr ha schierato Gattuso sulla destra ed Abate(mi spiace per Ignazio ma io preferisco De Sciglio)ha pian piano cominciato a far emergere le sue doti di corsa coprendo con la sua velocità parecchie lacune ed amnesie difensive. Dove non arrivava Ignazio ci arrivava Rino. Questo non era proponibile a sinistra perchè Nocerino, lui sì potrebbe fare il trequartista, è un mediano offensivo così come Montolivo. Ora il ‘povero’ (‘nini’ come lo chiamate voi) non ha mai goduto di questo enorme vantaggio. Rimane il concetto di ‘giuoco’ di squadra laddove tutti i giocatori devono sacrificarsi aiutando a copreire le pecche tecniche o atletiche che di volta in volta si presentano. Il penoso Milan, visto soprattutto contro Atalanta e Anderlecht, è squadra miserrima dove anche le fasi tecniche più elementari erano fatte da giocatori che avrebbero fatto la loro ‘porca’ figura nelle sfide tra scapoli ed ammogliati. Stop ad inseguire… lanci fuori misura… posizione sbagliata nel ricevere l’ultimo passaggio… e chi più ne ha ne metta. Persino Giovanni Galeone non riconosce più il suo pupillo. Ma, seriamente, dobiiamo chiederci: tutte le colpe sono di Allegri? Se si allora perchè il livornese sta ancora seduto sulla panca del Milan? Pongo io a voi una domanda: per caso la società non c’entra nulla con quel che sta succedendo nella rivoluzione epocale della squadra?

  8. Tra le squadre che giocano a 4 penso che più o meno tutti potrebbero fare qualche presenza in questo Milan. D’altronde l’ha fatta Mesbah che era a Lecce per cui perchè negare questo sogno ad Archimede Morleo o Francesco Modesto?

    Se ragioniamo di chi darebbe un contributo superiore a Nini direi Nagatopo, Peluso e forse Antonelli. Infatti mi auspicavo il suo arrivo per fare il ballottaggio Nini-Nelli.

    L’unico che potrebbe però alzare davvero il livello sarebbe Lulic della Lazio, un motorino con un piede delicato.

    1. Ok concordo su Lulic ma da Lotito non ‘comprerei’ mai più nulla e non vorrei vedere neppure il cammello! Mi intriga la tua seconda versione. Sono un romantico e non mi dispiacerebbe vedere il figlio di ‘Dustin’ tornare all’ovile e riprendersi quel posto che avrebbe dovuto essere suo da anni!

  9. Continuo a pensare che oltre terzino sinistro più forte della serie A vive in casa Milan.
    Quell’Emanuelsoson che dopo la figuraccia fatta dal.livornese contro L’Aiax …raiola e il pelandrone portarono subito a Milano ..

    1. Mi risulta che Emanuelson non voglia giocare da terzino sinistro di una difesa a 4. Quindi l’unica cosa da chiedersi è il perché trovi sempre spazio, sia nella passata stagione che in questa, nella formazione titolare del Milan. Se come abbiamo constatato l’olandese non è un trequartista e neppure un centrocampista di un 4-4-2.
      Ora pare che lo si voglia sperimenare come attaccante esterno in un 4-3-3. Ma è mai possibile che il ‘giuoco’ del Milan debba dipendere da Urby manco si trattasse di Pelè? Mi vien spontaneamente di osservare che forse sono fatti misteriosi… oppure sono strani accordi tra Raiola, Galliani ed Allegri?

      1. Emanuelso ha giocato spesso, in Olanda, come terzino sinistroNot to mention the way we feel in Italy. È un seghino colossale come difensore, però, da quanto ne so, faceva dei bei cross. Tanto vale provarlo esterno destro. Dovrebbe essere il suo ruolo naturale, ma credo in un 442.

        1. Ma che cazzo c’è venuto?

        2. I danè… amico mio. Giocando da trequartista o da attaccante se ti metti in luce prendi molti soldini in più che se giochi terzino.
          Pensaci bene è così in tutte le big del mondo. Anche se adesso dire che il Milan è una big è più che un azzardo.

Comments are closed.