Termina con un gran numero di gol – che rende decisivo quello di Zapata nel derby, di fatto – il campionato. Restavano solo due verdetti da decidere: secondo/terzo posto e retrocessione.

Tutte decise domenica sera, dopo una lunga serie di anticipi (lo spezzatino anche all’ultima giornata…). L’addio di Totti al calcio giocato viene festeggiato dal 3-2 con cui la Roma supera il Genoa e mantiene il secondo posto; a nulla serve il 2-4 del Napoli in casa della Sampdoria. 40 minuti recupero compreso per l’ultima di Totti, decisa da Perotti allo scadere. La rincorsa alla serie A invece arriva all’ultima giornata per il Crotone, che batte la Lazio delle riserve, con anche qualche primavera entrato nel finale e un atteggiamento che non è stato certo quello della corsa all’Europa. Il tutto mentre l’Empoli spreca molto davanti, perde a Palermo e torna dopo quattro anni in serie B.

Succede poco o nulla negli altri campi, dove i verdetti erano già tutti decisi. Overdose di gol tra Inter-Udinese e Torino-Sassuolo, vincono ancora Atalanta e Juve; perde il Milan a Cagliari, dopo un rigore (l’ennesimo) sbagliato da Bacca e un rosso (l’ennesimo) a Paletta. Chiude con un pareggio contro il Pescara la Fiorentina del partente Sousa.

Risultati 38^ giornata: sabato Atalanta-Chievo 1-0, Bologna-Juventus 1-2; domenica Cagliari-Milan 2-1, Roma-Genoa 3-2, Sampdoria-Napoli 2-4, Crotone-Lazio 3-1, Fiorentina-Pescara 2-2, Inter-Udinese 5-2, Palermo-Empoli 2-1, Torino-Sassuolo 5-3

Classifica: Juventus 91, Roma (alla fase a gironi di CL) 87, Napoli (ai preliminari) 86, Atalanta 72, Lazio 70, Milan 63, Inter 62, Fiorentina 60, Torino 53, Sampdoria 48, Cagliari 47, Sassuolo 46, Udinese 45, Chievo 43, Bologna 41, Genoa 36, Crotone 34, Empoli (retrocesso) 32, Palermo 26, Pescara 18

Cannonieri: Dzeko (Roma) 29, Mertens (Napoli) 28, Belotti (Torino) 26, Icardi (Inter) e Higuain (Juventus) 24, Immobile (Lazio) 23

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

5 Comments

  1. franco battaglia 29 Maggio 2017 at 16:05

    A chi regaliamo Bacca? 😉

    1. Lo scambiamo con Borriello….

  2. Il giocatore che ci fa fare il vero salto di qualita’ potrebbe essere Iniesta. Penso che sia possibile arrivarci. E, come la Juventus dal gioco smarrito, arrivo’ al nostro Pirlo e risorse, lo stesso potremmo fare noi. Immenso giocatore e senza paragoni nel tessere gioco di altissima qualita’ . Un allenatore in campo. Lo vedrei con Morata , Suso e Deulofeu (anche in prestito per un altro anno), e due centrocampisti di grande forza e corsa.

  3. Purtroppo debbo esprimere preoccupazione e malcontento. Cambiano i dirigenti ma non cambia lo scandaloso prezzo pagato per giocatori di medio livello. Kessie non andava pagato piu’ fi 12 milioni.

  4. Ed esagero! Si sta ripetendo pari pari il mercato dell’anno scorso. Tutto il budget speso e nessun miglioramento reale della rosa. Qualcuno pensa davvero che Kessie giochi meglio di Poli ? Oppure che Musacchio faccia crescere col suo esempio Romagnoli? O che Rodriguez rendera’ piu di De Sciglio o Antonelli ?
    Eppure per avere incremento vicino a zero della forza della squadra sta andando a farsi fottere altrove meta’ del budget disponibile. Andiamo male. Vorrei dire di male in peggio. E sono un inguaribile ottimista…….

Comments are closed.