Buone notizie per le italiane dall’ultima giornata dei gironi di Champions. Due qualificate su due, entrambe con il primo posto; qualche sorpresa dalle sfide per il primato negli altri gironi.

Si cominciava martedì con i primi 4 gironi in ordine alfabetico. E subito è l’Arsenal, tornato finalmente su livelli interessanti anche in Europa, a fare il primo “colpo” chiudendo in testa al girone A, grazie al successo a Basilea e al contemporaneo pari del Psg contro il Ludogorets (terzo). Nel gruppo B, il Napoli vince a Lisbona, il Besiktas crolla (6-0!) a Kiev; qualificazione e primato per la banda Sarri, i portoghesi secondi. Verdetti già assegnati interamente nel gruppo C; Barcellona primo e City secondo, con l’ “altro” Borussia in Europa League. A chiudere, il girone D dove il Bayern ha vinto lo scontro diretto ormai ininfluente con l’Atletico, mentre il Rostov (0-0 ad Eindhoven) ha conservato la terza posizione.

Beffa Tottenham: nel girone E gli inglesi battono il Cska, ma contemporaneamente vince anche il Bayer che quindi passa. La partita più carica di significato della serata era però Real Madrid-Borussia Dortmund; finisce 2-2, con la rimonta finale dei gialli tedeschi che arrivano primi. Sorpresa Legia sempre nel girone F: i polacchi battono lo Sporting e sono terzi. Crolla a Porto il Leicester (già qualificato), non basta quindi al Copenhagen il successo sul Bruges per qualificarsi nel gruppo G. L’ultimo girone della lista è l’H, quello della Juventus; che supera agilmente la Dinamo Zagabria e chiude prima mentre il Siviglia conserva la seconda piazza. Curiosità: le qualificate vengono tutte da poche nazioni. Guida la Spagna con 4 qualificate, poi Inghilterra e Germania con 3, a seguire Italia, Francia e Portogallo con 2.

Girone A: martedì Basilea-Arsenal 1-4, Ludogorets-Psg 2-2; classifica Arsenal 14, Psg 12 (qualificati), Ludogorets 3 (in Europa League), Basilea 2

Girone B: martedì Benfica-Napoli 1-2, Dinamo Kiev-Besiktas 6-0; classifica Napoli 10, Benfica 7, Besiktas 6, Dinamo Kiev 5

Girone C: martedì Barcellona-Borussia M. 4-0, Manchester City-Celtic 1-1; classifica Barcellona 15, Manchester City 9, Borussia M. 5, Celtic 3

Girone D: martedì Bayern Monaco-Atletico Madrid 1-0, Psv Eindhoven-Rostov 0-0; classifica Atletico Madrid 15, Bayern Monaco 12, Rostov 5, Psv Eindhoven 2

Girone E: mercoledì Bayer Leverkusen-Monaco 3-0, Tottenham-Cska Mosca 3-1; classifica Monaco 11, Bayer Leverkusen 10, Tottenham 7, Cska Mosca 3

Girone F: mercoledì Legia Varsavia-Sporting 1-0, Real Madrid-Borussia Dortmund 2-2; classifica Borussia Dortmund 14, Real Madrid 12, Legia Varsavia 4, Sporting 3

Girone G: mercoledì Bruges-Copenhagen 0-2, Porto-Leicester 5-0; classifica Leicester 13, Porto 11, Copenhagen 9, Bruges 0

Girone H: mercoledì Juventus-Dinamo Zagabria 2-0, Lione-Siviglia 0-0; classifica Juventus 14, Siviglia 11, Lione 8, Dinamo Zagabria 0

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

One Comment

  1. Mi ha fatto particolarmente piacere il passaggio del turno, come prima del girone, del Borussia Dortmund. Questo conferma che l’aver preso a modello ed esempio i tedeschi, per la rinascita del Milan, non è stata una idea peregrina.
    ps E pensare che se si fosse iniziato qualche hanno fa. a non correre dietro le figurine. forse oggi Pierre-Emerick Aubameyang avrebbe potuto essere ancora al Milan…e che dire di S?krat?s Papastathopoulos?
    Basta inseguire le figurine…questo Milan va bene così com’è e deve solo cercare di trattenere i suoi migliori giovani!

Comments are closed.