Sorriso a metà per le italiane in questo penultimo turno dei gironi di Champions. 12 formazioni si sono già qualificate agli ottavi, ne mancano altre 4 mentre è molto più incerto il quadro dei team che “retrocederanno” in Europa League.

Martedì, dopo gli ormai noti incidenti di Siviglia, la Juventus ha espugnato il capoluogo andaluso vincendo 1-3. Risultato che significa qualificazione e un piede e mezzo al primo posto, visto che l’ultima giornata è in casa contro i croati della Dinamo Zagabria. Siviglia e Lione si sfideranno per il secondo posto: ai francesi serve una vittoria con 2 gol di scarto. Negli altri gironi della prima serata, approdano agli ottavi Monaco e Bayer Leverkusen nell’E e il Leicester nel G; sarà lo scontro diretto del Bernabeu tra Real Madrid e Borussia Dortmund a decidere il destino del gruppo F per quanto riguarda primo e secondo posto, visto il vantaggio abissale su Sporting e Legia che si giocheranno la terza piazza.

Il gruppo più equilibrato viene invece dal mercoledì ed è quello del Napoli; doppio pareggio e occasione sprecata per gli azzurri che impattano 0-0 con la Dinamo Kiev. Tre squadre in un punto (Napoli, Benfica, Besiktas) e gara decisiva all’Estadio da Luz tra due settimane. Doppio pareggio anche nel gruppo A, che favorisce Psg (per il primato) e Ludogorets (per il terzo posto) ora che anche i gol in trasferta contano negli scontri diretti. Nel girone C il Manchester City conquista una qualificazione sofferta a Moenchengladbach – il Borussia è l’unica squadra certa dell’Europa League – mentre nel girone D il Rostov fa il colpo e mette un piede sul terzo posto. Con Atletico e Bayern già agli ottavi, all’ultima giornata il Psv deve vincere contro i russi, non importa con quale punteggio, per mantenere almeno l’Europa League.

Girone A: mercoledì Arsenal-Psg 2-2, Ludogorets-Basilea 0-0. Classifica: Psg e Arsenal 11 (qualificati), Ludogorets e Basilea 2

Girone B: mercoledì Besiktas-Benfica 3-3, Napoli-Dinamo Kiev 0-0. Classifica: Napoli e Benfica 8, Besiktas 7, Dinamo Kiev 2 (fuori da tutto)

Girone C: mercoledì Borussia M.-Manchester City 1-1, Celtic-Barcellona 0-2. Classifica: Barcellona 12, Manchester City 8 (qualificati), Borussia M. 5 (in Europa League), Celtic 2

Girone D: mercoledì Atletico Madrid-Psv Eindhoven 2-0, Rostov-Bayern Monaco 3-2. Classifica: Atletico Madrid 15, Bayern Monaco 9 (qualificati), Rostov 4, Psv Eindhoven 1

Girone E: martedì Cska Mosca-Bayer Leverkusen 1-1, Monaco-Tottenham 2-1. Classifica: Monaco 11, Bayer Leverkusen 7 (qualificati), Tottenham 4, Cska Mosca 3

Girone F: martedì Sporting-Real Madrid 1-2, Borussia Dortmund-Legia Varsavia 8-4. Classifica: Borussia Dortmund 13, Real Madrid 11 (qualificati), Sporting 3, Legia Varsavia 1

Girone G: martedì Leicester-Bruges 2-1, Copenhagen-Porto 0-0. Classifica: Leicester 13 (qualificato), Porto 8, Copenhagen 6, Bruges 0 (fuori da tutto)

Girone H: martedì Dinamo Zagabria-Lione 0-1, Siviglia-Juventus 1-3. Classifica: Juventus 11 (qualificata), Siviglia 10, Lione 7, Dinamo Zagabria 0 (fuori da tutto)

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

One Comment

  1. Ho letto una dichiarazione di Massimo Ambrosini che allude a qualcosa che nessuno (o pochissimi) sa sul vero motivo per il quale Berlusconi ha deciso di cedere il Milan. Dichiarazione enigmatica ed inquietante che mi ha fatto tornare tristi pensieri che volevo rimuovere dalla mente. Speriamo di vivere un futuro milanista senza fantasmi e pieno di luminose vittorie. Non capisco pero’ chi dice le cose a meta’ e perche’ lo fa.

Comments are closed.