Si torna a giocare di sabato per la nazionale, un po’ come qualche anno fa prima che venisse istituito lo “spezzatino” anche per le qualificazioni europee e mondiali. L’Italia fa visita all’avversario sulla carta più facile del girone, il Liechtenstein.

Si tratta della prima sfida tra le due nazionali maggiori; c’è stato solo qualche precedente a livello di Under. Tanti i nuovi convocati, e un esordio ufficiale per un’Italia dove per la prima volta nel passato recente ci sono addirittura due blocchi “maggioritari” rispetto a quello della Juventus. 4-2-4 probabile per Ventura con: Buffon; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, De Sciglio; Verratti, De Rossi; Candreva, Belotti, Immobile, Bonaventura. Tre torinisti e tre milanisti nell’undici titolare, anche per via dell’infortunio di Barzagli.

4-5-1 per il Liechtenstein guidato dall’austriaco René Pauritsch, che schiera: Jehle; Rechsteiner, Kaufmann, Polverino, Goppel; Weiss, Christen, Marcel Buchel, Martin Buchel, Burgmeier; Salanovic. Gli avversari dell’Italia sono al 183° posto nel ranking mondiale; ma dopo il pericolo grave passato con la Macedonia niente sembra più certo. Si gioca alle 20.45 (diretta su Rai 1), arbitra il croato Bebek. Nelle altre due sfide del girone, è scontro diretto fra le terze Albania e Israele mentre la Spagna ospita la Macedonia in una partita che dovrebbe essere senza storia. Poi, spazio all’amichevole con la Germania: per le qualificazioni ci si rivede a marzo.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014