Nella giornata dei ben 5 pareggi e delle vittorie “a distanza” in testa alla classifica, cambia ben poco nelle posizioni di testa e in zona Europa. L’unica vera svolta (a sorpresa, ma fino a un certo punto) è nella zona rossa.

Pareggia infatti il Palermo, in casa dell’Empoli ormai lontano parente di quello a cavallo dell’Europa League nel girone di andata: primo punto per Novellino, ma i rosanero finiscono in zona retrocessione, non a opera del Frosinone (che comunque ottiene un signor risultato fermando sullo 0-0 la Fiorentina) ma del Carpi, che espugna Verona lasciando l’Hellas all’ultimo posto a ben 9 punti dalla salvezza e abbandonata e fischiata dai propri tifosi. A metà classifica, l’Atalanta interrompe la crisi battendo per 2-0 il Bologna e allontandosi proprio dalla zona rossa: segnano Gomez e Diamanti, sbaglia anche un rigore Pinilla.

In campo europeo, dopo i pareggi della Fiorentina e di Roma-Inter (1-1, giocata sabato, a Perisic replica Nainggolan) il pericolo più grande veniva alle spalle del Milan, ma anche il Sassuolo si ferma pareggiando in casa con l’Udinese. Sempre di 3 punti lo scarto tra Juventus e Napoli: i primi vincono 1-4 un derby carico di polemiche di marca torinista per il possibile gol del 2-2 annullato a Maxi Lopez, che in verità partiva in linea, mentre gli azzurri superano 3-1 il Genoa. In serata tocca al Milan, che ripete il canovaccio delle ultime gare: solo un punto, a Parolo replica Bacca, pochissimo gioco, proprio nel trio di partite vinte bene all’andata sono arrivati solo 2 punti e Berlusconi sembra aver definitivamente scaricato Mihajlovic. Tutto questo appena prima di un campo sempre ostico come Bergamo e della Juve. Classifica invariata, sesto posto che basta ma chissà per quanto.

Risultati 30^ giornata: sabato Empoli-Palermo 0-0, Roma-Inter 1-1, domenica Atalanta-Bologna 2-0, Frosinone-Fiorentina 0-0, Sampdoria-Chievo 0-1, Sassuolo-Udinese 1-1, Torino-Juventus 4-1, Verona-Carpi 1-2, Napoli-Genoa 3-1, Milan-Lazio 1-1.

Classifica: Juventus 70, Napoli 67, Roma 60, Fiorentina e Inter 55, Milan 49, Sassuolo 45, Lazio 42, Chievo 38, Bologna ed Empoli 36, Genoa 34, Torino e Atalanta 33, Sampdoria 32, Udinese 31, Carpi e Palermo 28, Frosinone 27, Verona 19.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014