Il quarto turno dei giorni di Champions consegna le prime qualificate agli ottavi della stagione. Un paio di sorprese piuttosto grosse da segnalare, spicca il pareggio casalingo dell’Astana contro l’Atletico Madrid.

Dopo aver fermato il Galatasaray i kazaki riescono nell’impresa di impattare 0-0 contro la squadra che solo un anno fa si giocava tutto. Non che questo consenta loro di qualificarsi, forse nemmeno per l’Europa League visto che i rivali turchi perdono contro il Benfica ma restano a +2. Dopo la sorpresa del gruppo C, arriva quella del gruppo A, che alla fine tanto sorpresa non è: il Real Madrid sale al primo posto grazie alla segnatura di Nacho al 35′ contro il PSG, mentre -questo già più imprevedibile- lo Shakhtar strapazza il Malmo per 4-0 e si riporta al terzo posto. Rooney nel finale porta il Manchester United al successo contro il CSKA, 2-0 invece per il PSV Eindhoven sul Wolfsburg. E poi è il turno della Juventus, a chiudere la serata di martedì: i bianconeri non vanno oltre il pari (1-1) a Moenchengladbach, e perdono la prima piazza a vantaggio del Manchester City che supera 1-3 in Andalusia un Siviglia deludente e che rischia a questo punto anche il terzo posto visto che ora il Borussia può giocarsi in casa lo scontro diretto.

Ieri sera toccava all’altra italiana, la Roma. Che resta ingaggiata come a Leverkusen nel gioco dell’avanti-e-indietro, tra rimonte e controrimonte (stavolta solo una, ma da 2-0 a 2-2, a opera del Bayer) ma alla fine la spunta per 3-2, grazie a un rigore di Pjanic nel finale. Nello stesso momento il Barcellona superava il Bate Borisov, consentendo ai giallorossi di scavalcare sia i tedeschi sia i bielorussi al secondo posto: e ora basta un punto con la Roma ai blaugrana per il primo posto. Il Bayern nel gruppo F si rifà dell’umiliazione di Londra: 5-1 all’Arsenal. Vittoria sofferta per l’Olympiacos, la rivelazione della fase a gironi: 2-1 tirato alla Dinamo Zagabria, nel girone forse con meno qualità escluso il Bayern. Nel gruppo G il Chelsea continua ad andare notevolmente meglio che in campionato (dove i Blues sono quindicesimi): altra vittoria, 2-1 sulla Dinamo Kiev, e secondo posto riguadagnato mentre il Porto supera 1-3 come previsto il Maccabi. Si qualifica, con tanto di primo posto quasi certo, lo Zenit: nel gruppo “materasso”, l’H, i russi superano 0-2 il Lione, mentre il Gent batte 1-0 il Valencia e riapre il discorso secondo posto.

Girone A: martedì Shakhtar-Malmo 4-0, Real Madrid-PSG 1-0. Classifica: Real Madrid (Q) 10, PSG 7, Shakhtar e Malmo 3.

Girone B: martedì Manchester United-CSKA Mosca 1-0, PSV Eindhoven-Wolfsburg 2-0. Classifica: Manchester United 7, PSV Eindhoven e Wolfsburg 6, CSKA Mosca 4.

Girone C: martedì Astana-Atletico Madrid 0-0, Benfica-Galatasaray 2-1. Classifica: Benfica 9, Atletico Madrid 7, Galatasaray 4, Astana 2.

Girone D: martedì Borussia M.-Juventus 1-1, Siviglia-Manchester City 1-3. Classifica: Manchester City 9, Juventus 8, Siviglia 3, Borussia M. 2.

Girone E: mercoledì Barcellona-Bate Borisov 3-0, Roma-Bayer Leverkusen 3-2. Classifica: Barcellona 10, Roma 5, Bayer Leverkusen 4, Bate Borisov 3.

Girone F: mercoledì Bayern Monaco-Arsenal 5-1, Olympiacos-Dinamo Zagabria 2-1. Classifica: Bayern Monaco e Olympiacos 9, Dinamo Zagabria e Arsenal 3.

Girone G: mercoledì Chelsea-Dinamo Kiev 2-1, Maccabi Tel Aviv-Porto 1-3. Classifica: Porto 10, Chelsea 7, Dinamo Kiev 5, Maccabi Tel Aviv 0.

Girone H: mercoledì Gent-Valencia 1-0, Lione-Zenit 0-2. Classifica: Zenit (Q) 12, Valencia 6, Gent 4, Lione 1.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014