Pochi grandi cambiamenti nel terzo turno dei gironi di Champions League. Un buon numero di pareggi (tra cui le italiane) per la giornata in cui le grandi allungano e vanno in testa ai rispettivi gironi. Con la rispettabile eccezione del Bayern Monaco, però.

A spiccare nella serata di martedì è infatti il 2-0 rifilato incredibilmente dall’Arsenal ai bavaresi, propiziato da un clamoroso errore di Neuer sull’1-0: uscita a vuoto degna del peggior Dida, che rovina una partita in cui il portiere della nazionale tedesca aveva effettuato alcune grandi parate, come quella (inutile) sul 2-0 di Ozil. Nell’altra partita del girone F l’Olympiacos vince 0-1 a Zagabria. Ma a catalizzare le attenzioni in Italia era soprattutto il gruppo E, quello della Roma: che va sotto di 2 gol, rimonta, vola sul 2-4 per poi sciupare tutto in due minuti fino al pareggio di Mehmedi all’86’. Recuperato un punto sul Bate, certo, ma la beffa finale complica non poco il discorso qualificazione. Nel gruppo G il Chelsea impatta a Kiev, ne approfitta il Porto che vince 2-0 con il Maccabi; rimane il girone H dove Zenit e Valencia vincono e allungano su Lione e Gent, portandosi a 9 e 6 punti rispettivamente.

Ma le due partite sicuramente più attese si giocavano ieri sera: la prima, a livello internazionale, è PSG-Real Madrid, che però si conclude a reti bianche con le due squadre che vanno a braccetto a 7 punti, mentre il Malmo vince l’altra partita del gruppo A, fondamentale per andare in Europa League. La seconda, in Italia, era la sfida casalinga della Juventus col Borussia Moenchengladbach: 0-0 anche per il team di Allegri, capace di espugnare Manchester come di perdere in casa contro le “piccole” della Serie A. Proprio il City esce vincente dall’altra sfida del girone D, grazie al 2-1 di De Bruyne nel recupero contro il Siviglia. CSKA e Manchester (United) si annullano sull’1-1, ne approfitta il Wolfsburg che batte 2-0 il PSV e va in testa al gruppo B con 6 punti; per concludere, l’Astana torna a fare l’agnello sacrificale perdendo 4-0 al Calderon, ne approfitta il Galatasaray che supera 2-1 il Benfica con gol decisivo dell’ex interista Podolski, in una giornata con un solo segno 2.

Girone A: mercoledì PSG-Real Madrid 0-0, Malmo-Shakhtar Donetsk 1-0. Classifica: PSG e Real Madrid 7, Malmo 3, Shakhtar Donetsk 0.

Girone B: mercoledì CSKA Mosca-Manchester United 1-1, Wolfsburg-PSV Eindhoven 2-0. Classifica: Wolfsburg 6, CSKA e Manchester United 4, PSV Eindhoven 3.

Girone C: mercoledì Atletico Madrid-Astana 4-0, Galatasaray-Benfica 2-1. Classifica: Atletico Madrid e Benfica 6, Galatasaray 4, Astana 1.

Girone D: mercoledì Juventus-Borussia M. 0-0, Manchester City-Siviglia 2-1. Classifica: Juventus 7, Manchester City 6, Siviglia 3, Borussia M. 1.

Girone E: martedì Bate Borisov-Barcellona 0-2, Bayer Leverkusen-Roma 4-4. Classifica: Barcellona 7, Bayer Leverkusen 4, Bate 3, Roma 2.

Girone F: martedì Arsenal-Bayern Monaco 2-0, Dinamo Zagabria-Olympiacos 0-1. Classifica: Bayern Monaco e Olympiacos 6, Dinamo Zagabria e Arsenal 3.

Girone G: Porto-Maccabi Tel Aviv 2-0, Dinamo Kiev-Chelsea 0-0. Classifica: Porto 7, Dinamo Kiev 5, Chelsea 4, Maccabi Tel Aviv 0.

Girone H: Zenit-Lione 3-1, Valencia-Gent 2-1. Classifica: Zenit 9, Valencia 6, Lione e Gent 1.

piterdabrescia

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014