E questo tizio qua sarebbe Mr. X?

Ribadisco quanto già scritto ieri da Diavolino. Manca solo l’ufficialità: Cesc Fabregas è praticamente un giocatore del Futbol Club Barçelona. È già in viaggio per la Catalogna e ha già ricevuto il benvenuto di alcuni suoi compagni (Valdes, Pujol, Piquè). Da un lato mi vien da pensare fin quando ancora certuni potranno permettersi di spendere 40 milioni per un giocatore in un ruolo in cui si è già ben coperti e che giocherà non più di una partita ogni dieci. Che verrà, inoltre, pubblicizzato come grandissimo “prodotto della cantera”, anche se le sue prestazioni non se le sono proprio assicurate a costo zero.

Dall’altro mi fa specie pensare come quella società che solo quattro anni fa dichiarava ogni stagione come grande obiettivo la Champions League, ora dimostri di non essere disposta a far niente per essa, accontentandosi – perchè questa è l’unica parola possibile da usare, accontentandosi – di uno scudetto o di un titoletto qualunque. Non dimentichiamoci, per favore, di quello che siamo, e non adeguiamoci ad una mentalità inferiore. La mentalità delle seconde squadre, di quelli disposti a vendere l’unica stella della propria squadra al primo oligarca accorso con una valigetta di soldi fetenti. Ma di questo parlerò più approfonditamente nei prossimi giorni.

Montolivo e Aquilani, questi sono i nomi: e sarebbero questi i gran Mr. X? A questo punto, spero che tutta quella sia stata una boutade, anzi per essere più schietto una balla per sviare i giornalisti. Peraltro la Fiorentina non è così ben disposta a cedere Montolivo, in un calciomercato che per lei è stato di smobilitazione, e Aquilani ha più volte espresso il desiderio – mah, contento lui – di tornare alla Juventus. Per non parlare del nome peggiore che possa arrivare: la minestra riscaldata di nome Ricardo Izecson dos Santos Leite. I nomi che si susseguono sono via via sempre più sconcertanti: ancora oggi si legge di un’offerta per Drogba. Drogba, 33 anni. Ma quei tempi non erano finiti?

I 560 milioni di euro della multa del Lodo Mondadori sono solamente una scusa: Silvio, caccia i danè che ce li hai. E mostriamo una volta ancora cosa è essere l’AC Milan. Anche se oramai sembra sempre più un utopia, con nostro sommo rammarico. Pronto, ovviamente, come per tutto, a essere smentito. E non ne sarei triste.

Se avessimo voluto fare una squadra decente anche in prospettiva, non avremmo mandato via Merkel, Strasser, Paloschi e compagnia bella, e magari ora avremmo esercitato il nostro bel diritto d’opzione su Kucka. Anche giusto per fare uno sgambetto a quelli là, il che non ci sta mai male.

Posted by bari2020

Vice-direttore del blog. Responsabile dei Post-partita del Milan e della Nazionale e della rubrica di approfondimento sulla Champions League: attivo sul blog da Gennaio 2010.

12 Comments

  1. se avessimo voluto fare una squadra decente secondo te confermavano un allenatore che ha rimesso a lucido i senatori e che si fa spernacchiare dalla quarta monca d’ Inghilterra?

    Sono state fatte delle scelte per tirare a campare in italia un altra stagione.

    Sono proprio curioso di vedere cosa succede se i senatori crollano prima di mezzo campionato o se si sveglieranno direttamente a primavera quando si avvicinano i rinnovi. Le cessioni dei giovani poi…barzellette allo stato puro. Non c’0 è alcuna strategia solo non voler mettere i bastoni fra le ruote dei senatori

  2. il mio spirito echeggia Ancora nel MBC!!!!!!!!! :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

    A volte ritornano…. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

  3. Al solito se non parli male di Allegri non stai bene….

    Comunque è una tua opinione e la rispetto, mi da solo fastidio il modo come la esprimi.
    Per me Allegri è se non un “grande” un ottimo allenatore e lo si è visto sabato scorso come ha cambiato il secondo tempo…

    Nel primo tempo ti pensavo e se si sarebbe continuato così, immaginavo i tuoi commenti…
    Allegri potrà vincere anche la champions ma tu non gli degnerai un commento buono neanche allora.
    Ma con questi giocatori non potrebbe farcela neanche Liedholm…, non perché sono scarsi, ma in complesso la nostra rosa è inferiore alle “grandissime” d’Europa.

    In Italia invece siamo altamente competitivi, ma occorre assolutamente rinforzare il centrocampo, e non possiamo farlo con Merkel e Strasser che non sono forse tanto inferiori ad Aquilani e Montolivo, ma hanno sicuramente meno esperienza, e se non sei un fuoriclasse il discreto giocatore se la cava con l’esperienza…

  4. Su MBC il tuo spirito l’ho richiamato, perché ritengo che nella nostra “lite” rossonero1 ci abbia messo tanto del suo divertendosi molto a farlo…

  5. Diavolo1990

    Dna
    Mi son fatto grosse risate ieri leggendo l’MBC 🙂

  6. Non ho capito perchè si voleva a tutti i costi Fabregas. Costa, ha in testa solo Barcellona e tutta ‘sta differenza in Champions, all’Arsenal non l’ha mica fatta.

    Mentalità inferiore? Basta vedere i giocatori che arrivano in Italia e quelli che partono (Eto’o). Moratti non prende un big da due anni, non riguarda solo noi la cosa. Facciamocene una ragione.

  7. fabregas11- Robinhood 13 Agosto 2011 at 11:50

    a sto punto prenderei sia aquilani che montolivo, a fabregas non ho mai creduto, lui voleva solo il barcelona. purtroppo mi sa che tornerà kakà.

  8. Mentalità inferiore? Basta vedere i giocatori che arrivano in Italia e quelli che partono (Eto’o). Moratti non prende un big da due anni, non riguarda solo noi la cosa. Facciamocene una ragione.

    E’ proprio questo il fatto. Non deve riguardarci, deve riguardare solo gli altri. Perchè noi siamo il Milan, loro sono loro.

  9. I soldi nostri valgono quanto i loro.

  10. e’ il discorso del fair play finanziario, quello vero intendo, non quello del francese mangia alghe di platini

    Se il tetto d’ingaggio è tipo a tot milioni, è il blasone della squadra qll che conterà e nessun giocatore sognerà di andare a giocare nell’anzi, al city o dai prescritti. In italia ci sono due grandi squadre : Milan e Juventus, il resto sn squadrette prtestigiose come il mio buco del culo.

    Finchè la situazione rimarrà così, scordiamoci i grandi giocatori, ma appunto per qst, si vadano a cercare giovani di prospettiva e li si facciano crescere.

    Qst anno è proprio ideale perchè non abbiamo pressioni: i merda non si sà ancora con quali giocatori scenderanno in campo, la juve è un cantiere, il napoli di de piagnonis è tt chiacchiere e distintivo, la lazietta di lotirchio si sgonfierà da palla di sterco quale è, la rometta lasciam stare, l’udinese senza inler e sanchez dove volete che vada?

    A me quest’anno va benissimo rivincere lo scudetto risicato, ma nel frattempo aver fatto fare un anno di esperienza ai ragazzi giovani che potranno essere un domani membri fissi della rosa titolare.

    O pensate che i Xavi e gli Iniesta siano diventati quello che sono per scienza infusa e senza accumulare esperienza?

  11. o semplicemente vado oltre un campionato ridicolo come quello dello scorso anno nelle mie valutazioni a breve, medio lungo termine sulla squadra. L’ avresti vinto pure te questo scudetto lo scorso anno e Ancelotti insegna che le vittorie non sono il massimo se poi anticipano un crollo verticale.

    Ridicolo o no, è stato vinto alla grande, con buon gioco e diverse soddisfazioni!
    Siccome io non possiedo sfere di cristallo come te, mi limito a valutare il recente passato. Il futuro e gli eventuali “crolli verticali”, che potranno avvenire, come no, non mi interessano e non ci voglio pensare!
    Non sono matematicamente sicuri, perciò, le seghe mentali, insieme a quelle fisiche, le lascio tutte a te!
    Perciò, non offendere chi non la pensa come i segaioli e smettila di rompere i coglioni!

    Ps: non capisco perchè ci metti sempre dentro Ancelotti!
    Pps: attento che diventi cieco!

  12. Diavolo1990

    Moratti non prende big da due anni perché moratti voleva la CL
    Una volta ottenuta non ha più ragione di spendere.
    Lo sapevano anche i muri.

    Sul Barcellona ci sarebbe da fare anche più di un post.
    Viene spesso elogiato. La realtà è che vive non grazie alla cantera ma ai prestiti delle banche e la loro dirigenza è tutto il contrario di una dirigenza buona. Campioni lasciati andare e poi ripresi, acquisti a cifre elevate inutili e rivenduti a poco prezzo.
    Insomma se il sistema premia un barcellona che può permettersi grazie ad un debito altissimo di sbagliare acquisti non funziona.

Comments are closed.