Nome: Taye
Cognome: Taiwo
Data di Nascita: 16 Aprile 1985
Nazionalità: Nigeriana
Ruolo: Terzino sinistro
Pregi: Tiro Potente, Velocità, Resistenza, Forza fisica.
Difetti: Disciplina Tattica, colpo di testa.

In questi ultimi due anni, Taye Taiwo si è guadagnato una fama crescente. Dotato di un sinistro micidiale, anche se non ai livelli del miglior Roberto Carlos, è in grado di sprigionare una potenza inaudita nei tiri e nei calci piazzati dalla distanza. Sicuramente un’altra freccia all’arco delle possibilità del Milan. Fisico possente, ha una muscolatura imponente, nei suoi 183 cm di altezza per 77kg, fondamentale per un giocatore solido in difesa come lui, sicuramente un valore aggiunto per la retroguardia del Milan, che si ritrova adesso due ottimi terzini, insieme ad Abate, giovani, veloci e con la testa sulle spalle. Taiwo è quello che si definisce una macchina affidabile e performante allo stesso tempo. Velocità e resistenza sono delle doti non comuni; il nigeriano, fino a questo momento, visti i valori in campo in serie A, potrebbe guadagnarsi la prossima stagione il titolo di miglior terzino sinistro del campionato, previa altri acquisti di pari valore delle altre squadre. Ovviamente tutto ciò che è sulla carta deve essere comprovato dalle prestazioni del campo.

Nessun giocatore è perfetto. Taiwo è sicuramente un ottimo marcatore, che sovente si spinge in avanti per essere pericoloso. Tra la fase offensiva e quella difensiva, gli preferiamo quest’ultima. Taiwo ha qualcosa in meno in attacco rispetto alla difesa, non proprio un difetto, infatti le prestazioni del giocatore hanno dimostrato il contrario. A questa piccola lacuna, sopperisce la sua grande potenza nel tiro. Non è certamente dei migliori nel colpo di testa, altro difetto, che però non è così grave. Tra le sue mancanze più sponsorizzate è la sua disciplina tattica. Nei primi tempi in cui Taiwo si è avvicinato al calcio europeo, è stato subito chiaro quanto fosse acerbo dal punto di vista tattico. Per come è conformato il calcio africano, la tattica è il primo difetto di ogni calciatore proveniente dal continente nero. Nonostante questo, il neo-acquisto del Milan ha dimostrato grandi passi avanti e si è disciplinato tatticamente. Siamo sicuri che con Allegri potrà portare a compimento il suo percorso formativo, esplodendo definitivamente.

È stata un’operazione brillante da parte del Milan, quella che ha portato all’acquisto di Taye Taiwo. Si era parlato anche di Cissokho, valutato 15 milioni di Euro. Ma il Milan ha bruciato tutti e si è accaparrato il nigeriano a costo zero. A Marsiglia ancora si mordono le mani per non aver monetizzato su di lui.

Posted by Michele Bufalino

Giornalista pisano, ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Ha lavorato al Progetto Sky Italia della Deltatre S.P.A. società informatica di Torino. Si è occupato della grafica in sovrimpressione delle partite di Serie A. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate, e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata"nel 2011. Premiato al Memorial Bardelli 2011 per il suo impegno per lo sport pulito. Conduce il talk Show sul Pisa "Finestra sull'Arena"