AC Milan v Jucentus FC - Berlusconi TrophyUn’unica parola per definire quello che sta avvenendo in questi giorni nell’ambiente Milan. Dopo la stagione che doveva essere della transizione, ci si appresta a viverne un’altra, a quanto si dice dal destino già segnato, visto che ci sarebbe -secondo alcuni- la concreta possibilità che il ct Prandelli venga al Milan dopo il Mondiale.

Significherebbe destino segnato per il traghettatore di questa stagione, che sia Seedorf o un altro. Una panchina “a termine”, e in caso di fallimento il malcapitato si troverebbe bruciato, un po’ in stile Stramaccioni. Incertezza che si vede anche in sede di mercato: non si sa ancora se, quando e per quanti soldi verrà Poli. Di certo se facesse bene al Milan, ammesso che ci arrivi, sarebbe l’ennesimo sgarbo ai cugini, dopo il duo Seedorf-Pirlo, Ronaldo, Ibra e Pazzini (e mettiamoci pure Muntari prima dell’infortunio). Il papabile allenatore del Milan e il “rinnegato” regista bianconero erano tutt’altra cosa, ma è pur vero che quello che si può dire oggi di Poli -buon giocatore ma non certo campione- si poteva dire anche di loro nel 2001-02.

Si sa poco anche degli altri obiettivi di mercato; preso il ’94 colombiano Vergara, nei giorni scorsi si parlava di Marchetti e Ogbonna come possibili acquisti, con Cairo che ha dichiarato che preferirebbe cedere il difensore di origini nigeriane al Milan piuttosto che alla Juve, forse con una contropartita tecnica. Comprensibile in una piazza come Torino; su Boateng al Monaco non c’è nulla di definito, ma vista la sua sparizione dopo lo scudetto la cessione sarebbe la via più giusta, e lo stesso vale per Robinho. Il portiere laziale invece viene dato per incedibile.

Sul fronte attacco, gli ultimi rumours dicono che per il primo mese il posto di Pazzini sarà occupato da Petagna, promosso dalla primavera rossonera, e che Robinho potrebbe restare, causa mancato riscatto di Bojan. E il posto di Allegri, giusto per tornare all’inizio? Anche qui niente di nuovo sul fronte. La cena “riservata” tra l’allenatore e Galliani, talmente riservata che prima delle 23 della sera stessa c’era già la foto su Internet, non ha risolto i problemi: tenere Allegri, licenziarlo o pagargli lo stipendio? La quarta via (dimissioni con rescissione consensuale) sembra la più difficile. Se fosse vera la storia di Prandelli, in società potrebbero anche meditare di tenerlo; ma l’ambiente è ostile, e soprattutto il tecnico livornese non piace più a Berlusconi. Insomma, un’estate rossonera ancora da decifrare.

Posted by piterdabrescia

Editorialista da settembre 2012, vice-direttore e curatore delle rubriche "Destinazione" da ottobre 2014

24 Comments

  1. Stasera a cena il Presidente gli metterà ad acciughino il cuscino che fa le scoregge quando ti siedi, poi gli sputerà le ossicina del pollo in faccia, gli farà rovesciare la minestra in testa dal cameriere, gli metterà la purga nel dessert, gli farà bere il tavernello e dirà a Luigino di appoggiare il pesce sulla spalla di acciughino per tutta la cena e ogni tanto pucciarlo nel suo piatto.

    Vediamo se acciughino poi capisce che si deve levare rapidamente dal cazzo o continua imperterrito ad accettare tutte le umiliazioni.

  2. Spero vivamente che Lapaurafa80 c’abbia visto giusto e che da domani, se non da subito dopo cena, Allegri vada a rompere le balle ed a far figure di cacca ai giallorossi che lo attendono con l’ansia tipica di chi non sa cosa l’aspetta…

  3. Mi aspetto una delegazione allegriana davanti ai cancelli di Arcore. Fino alla fine vicini a questo allenatore tanto mediocre quanto (inspiegabilmente) venerato.

    Spero che le forze dell’ordine facciano un buon lavoro a suon di manganelli. In culo.

    Possiamo anche darvela vinta, ma poi vi dovrete prendere TUTTE le responsabilità.

    1. Lo stesso vale se Berlusconi contro tutti prende Seedorf? O lì no?

      1. Certamente sì, ma si è sempre preso le Sue responsabilità. Non mi risulta ancora che sia stato nominato un allenatore a furor di popolino.

        Non pensate solo a Berlusconi, pensate a voi, riflettete se vi sentite in grado di imporre una scelta, con le conseguenti responsabilità che ne derivano. Siate uomini, una volta tanto.

        1. Siamo molto più uomini noi che ci facciamo una nostra idea che voi che seguite il vostro dux mea lux sempre e comunque. Just sayin’.

  4. Gia, saremo uomini non leccaculi, Noi!

    1. Me lo auguro perchè sarà una situazione molto dura. Per l’occasione ho riaperto anche acsilvio, clicca sul nick, uomo vero.

  5. Per l’amor del cielo, mi verrebbe da vomitare a vederti leccare il culone e poi non ti voglio distrarre, sia mai che ti vada di teaverso un tarzanello!

  6. galliani s’è portato dietro il fotografo, hanno vinto gli allegriani….

  7. come non detto… ha rinnovato fino al 2015

  8. Se cerchi ancora, un altro lo trovi!

    1. no ora è ufficiale

      1. puoi festeggiare.. il tuo idolo rimane!

        1. Eh si si sono pappati il Milan.

          Gentile omaggio del presidente come ringraziamento per il governo Letta

  9. Io non ho idoli! E speravo, a questo punto, che andasse via: che senso ha restare?

  10. Con quali competenze vi siete formati la vostra idea per curiosità?

    E con quali presupposti noi ci saremmo fatti influenzare?

    La nostra idea è giusta, corretta e logica. Non c’ è bisogno che Berlusconi c’ influenzi. Io oltre tutto nemmeno sono un berlusconiano. Di sicuro sono più felice ci sia lui alla guida del Milan che non qualche sparaballe come se ne trovano tanti per la rete.

    Per me alla fine cedono e confermano Allegri. Galliani ha portato anche il fotografo per l’ occasione. Infatti non ha seno che resti.

    La cosa più squallida che ho letto è:

    “i tifosi sono tutti con Allegri. Mai deformazione della realtà fu più evidenti”

    Con Allegri solo un manipolo di anticalcio e tifosotti politicizzati.

    1. La nostra idea è giusta, corretta e logica.

      E beh certo, come potrebbe essere il contrario. Gli altri sono nessuno!

      Comunque, dal sito ufficiale:

      MILANO – Ecco le parole del Presidente Onorario Silvio Berlusconi al termine del vertice di Arcore con Adriano Galliani e Massimiliano Allegri:

      “Abbiamo gioito insieme davanti a Milan Channel per la vittoria della squadra Primavera che è approdata alle semifinali scudetto. Sono felice per l’andamento del settore giovanile rossonero che vede nelle finali anche le squadre Allievi e Giovanissimi Nazionali. Con Galliani e Allegri abbiamo avuto una franca e cordiale discussione in cui si è rivisitata e analizzata la stagione passata e c’è stato un chiarimento su alcune cose. Si è trovato un accordo su diritti e doveri della Società verso l’allenatore e dell’allenatore verso la Società. Inoltre, si è parlato anche del tipo di gioco che il Milan dovrà praticare e sulla rosa della prossima squadra. Sono state anche tracciate le linee guida del prossimo mercato. Il rapporto con l’allenatore, che non si è mai interrotto, continua con fiducia e in assoluta e reciproca stima”.

      Quindi ha deciso lui, senza pistole alla tempia! Anche se mi sarebbe piaciuto gliela avessero puntata: magari scappava un colpo ….!

  11. Immagino come abbia deciso lui…:roll:

    Allegri probabilmente rientra nella questione pacificazione politica.

    Allegri è una concessione ai tifosotti perché si diano una calmata nei blog in tempi di pace politica.

    Purtroppo avvengono tutti i giorni queste cose. E’ sempre una questione di poltrone e di uomini di fiducia. Io metto o lascio un dei tuoi in un determinato posto ma tu non rompi il cazzo.

    Il Milan non è esente da certe logiche purtroppo

    1. Be almeno ora che avete ottenuto il vostro uomo preferito non romperete più il cazzo e ringrazierete per tanta gentilezza concessa

  12. A dir la verità siete voi che rompete il cazzo da almeno un paio d’anni, con tuti i discorsi del cazzo su Allegri, al punto che speravo proprio che lo licenziasse per non sentirvi più! Invece …..
    Sul resto delle scuse del cazzo che hai tirato fuori, non meriti manco risposta tranne un sonoro “vattene a cagare”!

    1. ma che vuoi scusare. Vedi le cose dalla serratura della porta. Per darti una visione minimanete ampia bisogna spiegarti le cose banali 100 volte.

      Allegri è un mezzo allenatore. Dovrebbe essere una verità assodata, come assodato dovrebbe essere che questa rosa sempre stata almeno da secondo posto.

      Poi c’ è un manipolo di tifosi che usa il Milan per fare politica. Cosa abbastanza inutile oltre che squallida, visto i risultati che porta.

      Comunque per quello che mi riguarda avrai una rottura in meno. Un Milan nelle mani di gente come voi non è un Milan stimolante per me.

      Fatene quello che vi pare assieme a Galliani. Non m’ interessa più, se non interessa a Berlusconi che ci ha messo negli anni soldi ed impegno, figuriamoci se interessa a me.

      Si vede che il presidente tiene più a tifosi come voi che a gente come noi, Avrà le sue ragioni

  13. Guarda coglione, rilassati un pochino, perchè ttu non devi spoegarmi un cazzo di niente! Io la penso soltanto diversamente da te! Tutto qui e non è scritto da nessuna parte che tu sia il possessore della verità assoluta. Neppure del calcio!
    Quindi non dannarti a spiegare, perchè io neanche li leggo per intero i tuoi commenti, figurati quanto m’interessa di quello che dici!

Comments are closed.