834314-balotelliBene lo ammetto. Io vorrei Mario Balotelli al Milan.

So che si tratta di Fantamercato e che con questa ipotetica trattativa la società abbia voluto dare ancora qualcosa in cui sperare ai tifosi, dopo lo smacco per il fallimento della trattativa Kakà proprio all’ultimo. Balotelli non arriverà a Milano, almeno non a gennaio. A me però piacerebbe, e molto. Prima di tutto perché è un talento, un talento vero, di quelli che non si possono discutere. Quel talento che sa risolverti le partite, che può apparire incostante, ma c’è e si vede. In secondo luogo perché ci manca una prima punta dopo la partenza di Pato e al momento Pazzini non ha un sostituto, quindi via Robinho (6/7 attaccanti sono troppi) e benvenuto Mario. Aggiungo anche che vorrei vedere Balotelli in rossonero perché se dimostrasse di essere il grande giocatore che è con la nostra maglia, di sicuro il fatto provocherebbe un certo qual fastidio ai cugini nerazzurri, che l’hanno fatto partire troppo presto. E quando rode ai cugini è sempre un bel vedere.

Sono molti i motivi per cui Mario non verrà al Milan adesso, soprattutto di natura economica: il City chiede ben 28 milioni per l’attaccante, prezzo decisamente troppo alto per le casse rossonere e, anche se fosse disposto a scendere, non sarebbe mai abbastanza. E a tutto ciò si aggiunge l’ingaggio: quello di Balotelli corrisponde a 6,5 milioni a stagione, che comparati con gli ingaggi dell’attuale rosa del Milan striderebbero troppo. Una strada ci sarebbe, una e una sola. Vendere. Con le cessioni di Robinho, Abate e perché no anche di Mexes, si otterrebbe un bel gruzzolo, intorno ai 30 milioni. Senza contare che il brasiliano e il francese sono i due giocatori con l’ingaggio più alto, rispettivamente 6 e 4 milioni annui. E se questi soldi non bastassero si potrebbero aggiungere altri nomi pronti a migrare verso altri lidi, perché non più utili alla causa: tra gli altri Acerbi, Flamini, Mesbah, Traorè. Solo con la partenza di questi 4 si risparmierebbero circa altri 4 milioni.

Ci sono poi molti altri e validissimi motivi per cui Balotelli NON dovrebbe venire al Milan: primo tra tutti la mancanza di continuità, testa, organizzazione, serietà. Ma voglio pensare positivo e credere nell’ambiente Milan, che ha già raddrizzato tanti giovani scapestrati giunti a Milanello con buoni piedi, ma soprattutto tanta voglia di spendere e frequentare locali e discoteche. Per questo voglio credere che quel magico ambiente riesca a sistemare anche uno come Balotelli, uno a cui la stampa inglese è arrivata a consigliare di seguire una cura psichiatrica. Uno che è famoso più per le finte sparatorie, le freccette lanciate contro dei ragazzini, per le risse con compagni e allenatore, più che per quanto abbia fatto in campo. Supermario ha lasciato la propria villa in affitto ad Alderley Edge e pare abbia anche organizzato una cena d’addio con suoi compagni di avventura, ma, ripeto, da qui al 31 gennaio non verrà al Milan. Non è scaramanzia ma solo realtà.

Per giugno però io ci voglio ancora credere perché, nonostante in molti possano darmi contro, io credo che Balotelli possa dare molto a questa squadra, perché ci ha sempre tenuto ed è sempre stata la sua prima scelta. Una scelta di cuore. E perchè ripensare a Supermario che indossa la maglia rossonera in un bar, pensando di non essere visto quando ancora il suo cartellino apparteneva ai cugini, mi fa ancora sorridere molto.

SG

Posted by SG

Editorialista del blog