Nigel de Jong, classe 1984, nazionale olandese. Si potrebbero fare su di lui parecchi giri di parole ma ritengo sia più immediato giungere dritti al punto: al 30 Agosto il Milan ha trovato il sostituto di Mark Van Bommel. Come il generale infatti l’ex centrocampista del City pur potendo giocare anche nel ruolo di terzino destro predilige quello di centrocampista difensivo, ruolo che è presumibile occupi al Milan e ruolo che riporterà il regista (Montolivo) lateralmente nel ruolo di mezzala proprio come vuole Allegri.

Ulteriori considerazioni su questa acquisizione e, in generale, il calciomercato, le rimando a dopo le ore 19.00 quando il mercato in entrata sarà chiuso. Nel frattempo benvenuto Nigel! Ti aspettiamo al derby, dove come trofeo, potrai portarci a casa la tibia di Cassano!

Posted by Diavolo1990

Amministratore, co-fondatore e capo-redattore del sito dalla sua fondazione.

16 Comments

  1. Bel’ acquisto. Nei prossimi giorni faccio un post per insegnare ad Allegri come Barcellonizzare seriamente questo Milan.

    Io un idea chiara di gioco ce l’ avrei per ottimizzare quella che secondo me è una buonissima rosa. Diciamo che se la potessi allenare con le mie idee direi che sullo scudetto ci si potrebbe fare un pensierino anche se sarebbe difficile. Con il non gioco attuale siamo da preliminari Europa League. Ma il gap è sempre unicamente Allegri.

    Io lo dirò sempre. Per me più che la rosa conta il gioco, le idee e la personalità dell’ allenatore. Allegri non è un allenatore di calcio. Nemmeno nelle categorie più basse lo vorrei. Anzi soprattutto in quelle dove alle carenze tecniche bisogna sopperire con le capacità organizzative.

    Se questo Milan avesse un maestro di gioco io dico che se la potrebbe giocare per il primo posto come ha fatto la Juve lo scorso anno. L’ allenatore è il cervello di una squadra.

    E’ come se voi aveste un buon fisico ma la testa bacata. Difficilmente sfondereste in qualcosa e a poco vi servirà potenziare il corpo. Investire nei neuroni e nei cervelli attivi e pensanti è sempre il migliore degli investimenti.

    Io farei infiniti test sul quoziente intellettivo delle persone prima di prenderle nei vari staff e non andrei mai sotto un limite particolarmente alto

    1. Mi unisco al benvenuto per all’ottimo giocatore: Nigel De Jong. Ribadisco che è un ‘Ringhio’ però di nazionalità olandese. Talvolta dovrà curare, nei particolari, la sua irruenza. Con i cascatori ed i simulatori, che giocano in Italia, rischia di ‘beccarsi’ pesanti squalifiche. Anche van Bommel ha dovuto frenare la sua ‘strapotenza fisica’.
      Le pretese di fare l’allenatore del Milan sono nelle fantasie di tutti i tifosi milanisti. Tuttavia essere il responsabile tecnico di una squadra come il Milan è compito quasi proibitivo soprattutto per chi non dimostra d’avere i cosiddetti ‘attributi’. Quindi consiglio, all’amico canterano, di evitare voli pindarici.

  2. ottimo acquisto ,

    dal punto di vista tecnico assieme a Bojan i migliori

    spero che anche Montolivo Zapata e Pazzini esplodano definitivamente al Milan

    solo così saremo tra i protagonisti di campionato

  3. Dubito che coordinare 3 staff tecnici di una squadra di calcio sia tanto più complicato che coordinare vari gruppi di lavoro con ruoli completamente diversi. Anche perché i giocatori hanno una testa e pensante e la chiara visione delle loro caratteristiche. Non è difficile raccogliere i dati e personalizzare gli allenamenti sulla base dei dati raccolti.

    In ogni caso se lo fa Allegri significa che tutto sommato il mestiere dell’ allenatore lo possono fare tutti, figurati se non lo può fare chi un minimo di capacità e formazione manageriale ce le ha sul serio a differenza sua

    1. Complimenti per la risposta. Lo puoi fare direttamente perché la discussione arricchisce ed a volte chiarisce i concetti facendo si che chi li ha espressi li aggiorni.
      Per anni ho dovuto gestire problemi di risorse umane. Proprio nella funzione che poteva avere un allenatore che doveva ‘portare a casa’ risoluzioni e non parole.
      Ma coordinare tre staff tecnici è, per chi ha provato a farlo anche in altri campi, assai complicato in virtù del vecchio detto: -ogni testa è un piccolo mondo-.
      Figuriamoci coordinare il lavoro di altri tre responsabili tecnici(sempre in rapporto alla gestione di settori del team calcistico).
      Comunque il tuo ragionamento è corretto. Giustamente critico ma un ‘cicino’ azzardato. Cob me stesso ho sempre attuato un efficace detto milanese: – O felè fa el to mesté-.

  4. coordinare significa spesso trovare un’ intesa sull’ operatività. E’ normale che 3 responsabili possono avere posizioni differenti. Un buon coordinatore deve riuscire ad avere il giusto peso politico per promuovere le proprie idee e per farle valere sugli altri. Se giocatori e società condividono le scelte dell’ allenatore, lo staff atletico si attacca al cazzo anche se la pensa differentemente. Qualunque cosa riguardi la gestione è politica e come tale va saputa trattare 🙂

    1. Appunto! ‘Non mettiamo il carro davanti ai buoi’. Già domani potremo cominciare capire qualcosa. Per quanto mi riguarda, comunque, sempre e soltanto FORZA MILAN!

  5. Domani ho il sospetto di vedere la brutta copia della partita con la Samp.

    1. Allora potremo realmente cominciare a pensare che Allegri è un ‘caciuccaro’!
      Dico questo perché nella passata stagione Ibrahimovic e Thiago Silva potevano farci vincere indipendentemente da chi sedeva sulla ‘panca’!
      Quest’anno il seguace di Giovanni Galeone non ha più alibi.
      Questo Milan è suo! Lo faccia giocare e vincere come tutti, ma proprio tutti, vogliono!

  6. La formazione fa schifo. E’ la solita che persegue il solito non gioco. Mettici che Bojan e Pazzini non hanno mai giocato insieme, che la condizione atletica rasenta il penoso in questa fase e che Allegri ha detto che il (non gioco) non si cambia e il risultato è prevedibile. Prevedo solita ammucchiata in area con tanti punti di riferimenti e di concedere le solite occasioni…mettici poi Yepes e Bonera centrali (la coppia centrale peggio amalgamata degli ultimi anni) e il quadro è completo.

  7. Ovviamente la mia formazione sarebbe stata:

    ___________________Abbiati

    _________De Sciglio Acerbi Zapata Emanuelson

    _____________Boateng Montolivo Costant
    _____________ Bojan Pazzini Elshaarawi

    e se proprio El92 è impresentabile dopo la cura Allegri dentro un centrocampista in più e si gioca con il 4-4-2

    1. Penso anch’io che con gli uomini che ha ha disposizione, questo allenatore, il modulo non può che essere un 4-4.2(De Jong non è un centrale basso difensivo).
      Bisogna vedere se Boateng si converte, nel ruolo che fu anche di Seedorf, in centrocampista esterno di sinistra. Questo in relazione allo stato di forma di El Shaarawy. Tuttavia ritengo il 4-4-2 un modulo superato, ma, purchè il Milan faccia un risultato positivo, mi sta bene anche il vecchio 4-4-2.

  8. Ovviamente il 4-4-2 lo considererei una soluzione provvisoria. Però Costant, Emanuelson e De Sciglio e Boateng problemi ad andare sul fondo non ne hanno e Pazzini predilige un gioco più orizzontale (come piace a me) che verticale.

    In ogni caso per me Boateng è un centrocampista esterno offensivo a cui va dato la licenza di accentrarsi all’ occorrenza, ma non un trequartista. Al massimo un attaccante esterno, ma proprio al massimo. Come trequartista lo utilizzerei giusto come variante a 10 minuti dalla fine se proprio volessi fare mucchio in area avversaria per sbloccare il risultato se proprio non sono passato con il gioco, ma proprio come mossa della disperazione se non ho idee migliori.

    Pensare che Allegri utilizzi come prima scelta, l’ ultima mia mossa della disperazione fa ben capire la stima che ho di lui come allenatore

    1. Ok concordo. Quindi il ‘portuale livornese’, senza offesa per gli onesti ‘bestemmiatori’ del porto(a proposito sarebbero ‘blasfemie’ da raccoglere in un libro che molto ci divertirebbe). Naturalmente equiparo, certi suoi concetti tattici, alle ‘blasfemie’ dei portuali suoi concittadini. Comunque il caciucco, il prosciutto di cinghiale la pasta e fagioli sono ‘buoni da impazzire’. Anche accompagnati dal ‘gallo nero'(chiant) e dai funghi, porcini, del Pratomagno. Speriamo che Max, dopo averci servito porcini tossici e pesce avariato(tre ultime prestazioni del Milan più che squallide) ora si decida a cucinarci piatti gustosi. E’ una illusione? Diversamente dopo che ci saranno andate di traverso le tagliatelle, alla bolognese, potremmo cominciargli ed indicargli il percorso per ritornare da dov’è venuto(per favore non imitare i portuali).

  9. Quantomeno oggi si è presentato in conferenza stampa più pettinato del solito. Gliene va dato atto.

    Magari oggi ha scoperto il pettine, domani azzecca la formazione, poi pian piano impara a fare i cambi, a variare il modulo.. no vabbè facciamo prima a esonerarlo e prenderne uno che già conosca il mestiere.

  10. Nuovo post conclusivo sul mercato.

Comments are closed.