E’ l’artefice del quarto scudetto nella storia del Chelsea. Gliel’ha fatto vincere dopo 1470 giorni e fra mille difficoltà. Ma per i grandissimi come Carlo Ancelotti quelle che per noi “normali” sono difficoltà diventano cose semplici.
Dopo essere  stato mandato via (incomprensibilmente) dalla sua squadra del cuore, lo ha voluto fortemente il Chelsea, e non è un caso. La squadra di Abramovich era in netto calo, anagraficamente anziana (29 anni di media, la squadra più vecchia di sempre ad aver vinto la Premier) e soprattutto senza grandi prospettive per quest’anno, visto che la decisione della proprietà è stata quella di non investire sul mercato gli stessi soldi degli anni precedenti. Lui come al solito si è adattato alla situazione, accontentandosi di Ross Turnbull, Daniel Sturridge e Yuri Zhirkov (dal CSKA Mosca), modeste riserve che non hanno quasi mai giocato nel corso della stagione. Si è affidato ai “senatori” della squadra, riuscendo a ottenere da loro molto di più di quello che normalmente avrebbero dato, e ha vinto il campionato. Lo ha vinto a modo suo, senza grandi proclami, con poche parole e soprattutto zero protagonismo. Non erano abituati a personaggi di questo tipo a Londra, e probabilmente hanno capito che i veri uomini di calcio sono proprio questi, per questo lo hanno adorato fin dal primo giorno. Non hanno perso la fiducia in lui neanche quando sono stati eliminati ingiustamente in Champions, per colpa di alcuni errori arbitrali vergognosi e una serie pazzesca di infortuni (all’andata, al San Siro, fu costretto a mettere Malouda terzino perchè non aveva nessun altro da far giocare). Senza parlare della bufera che ha colpito il giocatore più rappresentativo della sua squadra, John Terry, proprio in quel periodo. Ma lui è stato zitto, non una lamentela è uscita dalla sua bocca. I grandissimi allenatori sono questi, capaci di vincere di tutto e di più e allo stesso tempo di passare quasi inosservati.

Mi manca il buon Carletto. E dire che lui sarebbe rimasto, nonostante per anni abbia dovuto subire le critiche del presidente e ingoiare mille rospi. Non disse mezza parola neanche quando Galliani ebbe il coraggio di dire che il Milan dell’anno scorso era una squadra da scudetto. Lui sapeva bene che non era così (con i Maldini e Favalli titolari in difesa), ma è stato zitto e ci ha provato lo stesso, portando la squadra al terzo posto (ma a pari punti con la seconda), il massimo risultato che poteva ottenere, dopo aver ampiamente dimostrato di essere un grande facendoci vincere tutto. Non ha risposto, non si è ribellato, lui vuole troppo bene al Milan e non avrebbe mai fatto nulla per destabilizzare l’ambiente.
Purtroppo non tornerà da noi, lo aspetta la nazionale quando finirà la sua avventura a Londra. E’ uno dei più grandi al mondo, lo ha dimostrato al Milan, al Chelsea e continuerà a dimostrarlo ovunque andrà.

Grande Carletto, da ieri Re d’Inghilterra.

Posted by elbonito

133 Comments

  1. con la corazzata di squadra che aveva, vincere la premier league era il minimo che potesse fare. peccato che in champions, sempre con la solita corazzata, non ha dimostrata la stessa abilità

  2. Diavolo1990

    In campionato ha derubato lo Utd. nello scontro diretto ad Old Trafford, in Champions è stata derubata dall’Inter.
    Resto sempre e comunque convinto che uno dei mali del Milan fosse il suo gioco lento.

  3. Beh non sono d’accordo su due cose, la prima è che Malouda è nato come terzino (ruolo che al Lione ha ricoperto spessissimo), poi è diventato un giocatore con caratteristiche offensive, ma quel ruolo non è certo inusuale per lui.
    La seconda è che non mi trovo assolutamente d’accordo nel definire Zhirkov una “riserva modesta”: ha dimostrato nelle ultime due stagioni di essere un grande giocatore, ed è stato lo stesso Ancelotti a volerlo fortemente. Poi che la campagna acquisti sia stata nel complesso sobria, è un dato di fatto.
    Quanto a Carletto, ha fatto senz’altro un’ottima stagione: non è facile andare ad allenare in un altro campionato e vincere subito (un po’ come ha fatto Lui in Italia). Certo, aveva una rosa superiore a quella delle altre squadre, ma è stato in grado di gestirla nel migliore dei modi.
    Resta da dire, però, che il più grande obiettivo della stagione non è stato centrato. Capisco che vogliate giustificarlo con un infortunio importante (Essien) e con errori arbitrali in gran parte inesistenti, ma la realtà è che nella gara di Stamford Bridge ha sbagliato qualcosa dal punto di vista tattico (attaccanti troppo isolati, inserimento ritardato di Kalou ecc.). Ci può stare comunque, come prima stagione va benissimo così, per la CL ce la farà l’anno prossimo.

  4. Bravissimo Carletto…nulla da dire, vincere la Premier è SEMPRE un’impresa!

  5. alex, ti snocciolo velocemente qualche cifra che smentisce quello che hai detto: zhirkov quest’anno ha collezionato 17 presenze in tutta la stagione. tanto per farti capire ashley cole, che gioca nello stesso ruolo, ha fatto 34 presenze saltando quasi due mesi di partite per infortunio.

    e comunque zhirkov è stato preso prima dell’arrivo di ancelotti, anche se poi l’acquisto è stato ufficializzato quando carletto era già arrivato.

  6. Qualcuno tipo Mourinho (e voi che pendete dalle sue labbra) quando le cose non girano come vorrebbe?

    Marcovan, noi non pendiamo dalle Sue labbra, però in questo caso hai perfettamente ragione: spesso con le Sue dichiarazioni non dimostra grande sportività, così come non dimostra sportività chi cerca di giustificare i successi altrui per alcuni episodi (tu invece sei sportivo, bisogna riconoscerlo, non fai parte della categoria).

    Comunque riguardo alla panchina del Milan, penso sarà Filippo Galli il prossimo allenatore. E’ un ottimo intenditore di calcio e una brava persona, c’è il rischio che si faccia comandare a bacchetta da Silvio (essendo dell’ambiente), ma se proprio va fatta una scelta interna penso sia quella più giusta. Concordo col post di Diavolo1990 circa le perplessità su Van Basten

  7. elbonito: mah in realtà da quello che so io è stato proprio un acquisto consigliato da Ancelotti, che comunque aveva già raggiunto da tempo l’accordo col Chelsea prima dell’ufficialità. Detto questo, è un giocatore che a me piace, mi sembra che a Stamford contro l’Inter sia stato uno dei migliori dei suoi, in effetti nel complesso ha giocato poco, ma bene.
    Poi senz’altro il mercato del Chelsea non è stato straordinario e Ancelotti ha dovuto arrangiarsi con quello che c’era (comunque una rosa di altissimo livello), quest’estate sono convinto che Abramovich ricomincerà ad aprire il rubinetto.

  8. ma perchè quando parlate di mourinho mettete la S o L maiuscola?????? 😯

  9. per Dio ci vuole rispetto, elbo blasfemo :mrgreen:

  10. ma perchè quando parlate di mourinho mettete la S o L maiuscola?????? 😯

    Un po’ di rispetto per un’entità superiore 😎

  11. apocal, pensa che non ho mai pronunciato una bestemmia in vita mia….

  12. Grande Carletto e grande Elbonito…

    Non sto a discutere se una stagione in cui si vince la Premier e si viene eliminati da una finalista di Champions sia da considerarsi fallimentare o meno. Non sto a discutere perché è perfettamente inutile.

  13. elbo, ti sei perso qualcosa :mrgreen:

  14. grazie marcovan. credo che carletto sia stato trattato non male, ma malissimo da alcuni tisofi rossoneri.

    insomma, leggo elogi nei confronti di leonardo, bravissima persona che ha portato il milan dove doveva portarlo, ma è pur sempre un praticante che ancora non ha dimostrato nulla o quasi dal punto di vista tecnico-tattico e che con noi non ha vinto niente (anche perchè non aveva la squadra per farlo).
    e invece leggo insulti continui nei confronti di ancelotti, un allenatore che è stato con noi per una vita sia come giocare che come allenatore, che ci ha fatto vincere tutto e che sarebbe rimasto nonostante sapeva benissimo che la barca stava affondando.

    meriterebbe una considerazione diversa.

  15. Penso che nessuno neghi l’ottima stagione di Ancelotti (che domani sarà in aula a Napoli) in Inghilterra, e sono convinto che la prossima sará ancora meglio. Comunque dopo otto anni é normale che non ci siano più le condizioni necessarie per continuare un rapporto, logico che Carletto tra rimanere in un Milan dalle ambizioni incerte e accettare la proposta del Chelsea in PL abbia scelto la seconda opzione.

  16. ti sbagli alex, come ho scritto nel post e nell’ultimo commento carletto sarebbe rimasto. è stato cacciato

  17. come leonardo

  18. due notizie inquietanti:

    1)il napoli ha praticamente preso guarente, si dice che il costo si aggiri intorno ai 5 milioni di euro + vitale, che non credo valga molto visto che quest’anno si è fatto panchina nel livorno. prezzo abbordabilissimo per un gicoatore che ci sarebbe tornato utile.

    2) il milan sarebbe sulle tracce di caracciolo, giocatore che in serie A ha ampiamente fallito. che tristezza.

  19. Ieri, in tv, hanno fatto vedere le immagini della vittoria “di misura” con cui Carletto ha ufficializzato la conquista della premier e
    -indovinate- dietro a lui c’era un signore inglese con un cartello che recitava: “king carlo.. more than special” (io non conosco bene l’inglese ma mi sembra che il significato sia più o meno: “re Carlo.. più che special” ..il termine”special” lo lascio così, non tradotto 🙂 ..mi sembra ci stia meglio)
    ..cos’avrà voluto dire quel signore?
    ..voi che dite?

  20. elbo, ieri ti sei incazzato quando ho chiamato provinciale il milan, la campagna acquisti, vedi caracciolo, invece lo conferma, incazzati con chi ha ridotto il milan così non con chi lo evidenzia 😎

  21. sigPresley, da mesi al chelsea carletto ha superato mourinho dal punto di vista dei consensi. e non è che ci volesse molto visto che lo specialone è stato cacciato via in malomodo a metà stagione dal chelsea perchè stava combinando disastri su disastri.

  22. apocal, mi incazzo da mesi con chi ha ridotto il milan cosi….ma mi incazzo anche con te che me lo fai notare, e in più sei anche interista! :mrgreen:

  23. allora incazzati anche con i tuoi occhi quando vedi le brutture del mondo 😯

  24. e vabbè apocal, ma i miei occhi non sono interisti 😆

  25. … allora andrei da un culista a rifare gli occhi

  26. Marco Van Basten si tira fuori: “Non sono pronto ad allenare il Milan”. L’olandese, intervistato da Carlo Pellegatti, decide per l’uscita di scena nella corsa alla panchina rossonera e lascia via libera alla coppia Tassotti-Galli: “Ho ancora problemi alla caviglia e farei quindi fatica a svolgere il lavoro sul campo”. Sotto, quindi, con Mauro Tassotti: “Chi non vorrebbe allenare il Milan? – dice – Aspettiamo ancora una settimana”.

    Il borsino del futuro tecnico del Milan subisce quindi un’impennata. Fuori Van Basten, l’uomo del presidente (“Non posso fare il lavoro pesante che compete a un allenatore, perché la caviglia me lo impedisce – spiega -. Per guidare una squadra devi avere la testa libera e io invece ho ancora questo problema da risolvere”) e dentro la coppia Tassotti-Galli, quella caldeggiata dalla squadra. Se Marco se la cava con una “scusa” da giocatore, Mauro Tassotti se la gioca da milanista: “Io sono da 30 anni in questa società – dice -, il rapporto non cambierà di certo in questa situazione”.

    Il che, tradotto, altro non significa se non che il Tasso, tutto sommato, continuerà a fare quel che da ormai un paio d’anni fa. L’allenatore “ombra”, quello che appoggia il tecnico che vero e proprio e lo aiuta a preparare la squadra. Quindi, con Leonardo in partenza per il Brasile, il nuovo Milan avrà Filippo Galli in panchina e, al suo fianco, Mauro Tassotti.

    Ma Leonardo, dicevamo. Tassotti, giustamente, chiarisce che “Leo non ha ancora annunciato che non allenerà più. I tempi li stabilirà la società…”, ma è un fatto che l’allenatore brasiliano la sua scelta l’abbia fatta da tempo. In Brasile lo aspettano per affidargli il ruolo di uomo di riferimento nell’organizzazione dei Mondiali del 2014. Manca l’ufficialità, ma solo quella. Perché Leo, a chi gli sta vicino, l’ha già detto: “Come faccio a dire di no al mio Paese?”.

  27. Bellissimo post elby, d’accordo su ogni singola parola.

    Carlo è veramente un grandissimo e spero che possa vincere tutto. Ora come ora mi manca tantissimo, ma dopo quello che ci ha dato è giusto che ora si prenda le sue soddisfazioni.
    Poi un giorno, chissà…

  28. diavolino, non hai risposto al mio commento del precedente post:

    cosa ne farai coi 265 milioni che hai risparmiato?

  29. Diavolino ha risparmiato 265 milioni?
    Dammene un po’!

    Siamo alle comiche: Van Basten non allena perchè…è infortunato…

  30. è ovvio che MVB non vuole tuffarsi nella merda in cui ci troviamo. non gli posso dare torto, ma dovrebbe essere un po’ più onesto nei confronti dei tifosi.

  31. è un modo diverso per tirarsi indietro avendo paura di rovinarsi la carriera da allenatore allenando sti vecchi….e sapendo che dal mercato non arriverà niente…saggia scelta…

  32. almeno una qualità, marco van basten ce l’ha, è … saggio.

  33. in belgio dicono che Preud’homme è candidato per la panchina del milan…..evvai con le prese per il culo, avanti avanti!

  34. gran portiere ai suoi tempi

  35. Van Basten potrebbe tranquillamente dire la verità (che non vuole sputtanarsi) e sarebbe molto apprezzato.

  36. Diavolo1990

    “Sì, è stato deferito, ma non credo che ci sarà una squalifica contro il Siena, sarebbe un fatto esageratamente voluto. Per quelli non esagerati facciamo finta di nulla, ma per quelli esagerati ci sarebbe da reagire
    Minimo Moratti

    Mi sto cagando sotto… ma vi rendete conto a quale banda di arroganti è in mano il calcio italiano?

  37. secondo me mourinho è da qualificare per quello che ha detto.
    con sta’ storia che fa solo battute e non è da prendere sul serio questo qua si mette a dire e fare sempre quello che vuole!

  38. mourinho come diavolino, dicono sempre cazzate e nessuno gli fa niente

  39. Quanto dovremo ancora sopportare questo pagliaccio portoghese che non fa altro che buttare fango sul nostro calcio?
    Quan’è che torna a dare lezioni da un’altra parte?

  40. Certo, il nostro pulitissimo e trasparente calcio.

    Un calcio esempio per tutto il mondo, un po’ come totti per i bambini!

  41. Tranquillo Lpf, il prossimo anno si toglierà dalle palle, per la felicità di quasi tutti!

  42. Eh già…perchè all’estero tutte le squadra a fine stagione danno il massimo, non ci sono errori arbitrali, economicamente stanno che è una meraviglia, mentre noi siamo mafiosi, complottisti e puzziamo pure!

  43. diavolino, mi rispondi please?

  44. Portieri: Buffon, De Sanctis, Marchetti, Sirigu
    Difensori: Bocchetti, Bonucci, Cannavaro F., Cassani, Chiellini, Criscito, Grosso, Legrottaglie, Maggio, Zambrotta
    Centrocampisti: Camoranesi, Candreva, Cossu, De Rossi, Gattuso, Marchisio, Montolivo, Palombo, Pepe, Pirlo
    Attaccanti: Borriello, Di Natale, Gilardino, Iaquinta, Pazzini, Quagliarella.

    la lista dei 30…. -.-”

  45. Diavolo1990

    Zio ti risponderò con un post il 17 Maggio, nel frattempo pazienta fino a tale data.

  46. Il calcio italiano, la stampa e tutti dovrebbero ringraziare Lui per gli spunti che offre, quando se ne andrà voglio vedere di cosa parleremo. Comunque tranquilli, la prossima estate farà le valigie. E’ già diventato un grandissimo e giustamente ora ambisce a qualcosa di più dell’Inter, per esempio al Real, ci sta.

    da mesi al chelsea carletto ha superato mourinho dal punto di vista dei consensi

    😯

  47. diavolino, non hai risposto al mio commento del precedente post:
    cosa ne farai coi 265 milioni che hai risparmiato?

    Eh ma guarda che “finchè non si calmano le acque” non ha senso spendere per vincere, lui aspetta il fair play finanziario 😆

  48. Portieri: Buffon, De Sanctis, Marchetti, Sirigu
    Difensori: Bocchetti, Bonucci, Cannavaro F., Cassani, Chiellini, Criscito, Grosso, Legrottaglie, Maggio, Zambrotta
    Centrocampisti: Camoranesi, Candreva, Cossu, De Rossi, Gattuso, Marchisio, Montolivo, Palombo, Pepe, Pirlo
    Attaccanti: Borriello, Di Natale, Gilardino, Iaquinta, Pazzini, Quagliarella.

    Vediamo un po’: taglia un portiere (e vabbè), in difesa penso che tagli Bocchetti e Maggio. Poi Candreva, Cossu, un attaccante (Borriello) e ne manca un altro…

    Mamma mia che brutta rosa.

  49. alex, è verissimo che carletto ha superato mourinho nei consensi. ma hai presente come si sono lasciati il portoghese e il chelsea? stava mandando in rovina la squadra più forte del mondo….è stato congedato in malomodo, e aggiungo giustamente.

  50. lpf credo che oltre a quelli che hai detto tu taglierà uno tra camoranesi e pepe…

  51. per me lippi taglierà sirigu, maggio, bocchetti, candreva, quagliarella e borriello

    ovviamente fuori tutti i più giovani, ci mancherebbe altro.

  52. lpf, il pagliaccio portoghese quest’anno vi ha battuto 8 a 0 e lasciato a zeru tituli.

  53. Ci ha battuti l’inter, no lui.
    E non discuto le sue capacità, non lo sopporto e basta.

  54. Diavolo1990

    Eh ma guarda che “finchè non si calmano le acque” non ha senso spendere per vincere

    Berlusconi non ha mai speso quando c’erano squadre troppo forti in giro. Mai.
    Per vincere lo scudetto devi spendere più di Moratti. 250-300 miloni in un botto e non ha senso.
    Si aspetta che si calmino le acque per fare una squadra competitiva con un budget molto inferiore, 80 milioni
    Perché noi non siamo pirla.

    Elby Mourinho è stato ESONERATO dal Chelsea non dimentichiamocelo, anche se lui nega.

  55. pagliaccio si dice di ubo che non fa sul serio, a voi vi ha strabattuti, non è simpatico anche a me ma non posso disconoscere la realtà

  56. Non va bene pagliaccio?
    Ok, pirla va bene? 😎

  57. le offese che dici sono SBAGLIATE

  58. Stronzo?
    Sì, stronzo sì.

  59. Silurato anche il “nuovo talento del calcio italiano” Giuseppe Rossi. 🙄

  60. roby MITICO THOR 10 Maggio 2010 at 16:03

    E’ l’Italia più scarsa mai vista..con almeno una decina di morti, quali CANNAVARO, GROSSO, LEGROTTAGLIE, GATTUSO, CAMORANESI, PEPE, IAQUINTA, PIRLO….

  61. ma chi ha convocato Lippi?
    adesso stiamo esagerando:
    ..non passiamo neanche il girone eliminatorio!

  62. o no! il mio mess non vuol dire niente senza l’immagine allegata! ..ma la mia ignoranza m’impedisce di allegarla!
    vabbè! vi metto il link!
    ..andatevi a vedere chi metterà dietro le punte il nostro cittì Lippi.. le immagini parlano chiaro:

    http://www.repubblica.it/2006/07/speciale/mondiali/gallerie/napolitano-azzurri/napolitano-azzurri/lapresse84923000907135532_big.jpg

  63. In effetti manca fantasia…servirebbe un numero 10 :mrgreen:

  64. si spiegherebbe anche la tirata d’orecchie nei confronti di Totti dopo la finale di coppa italia!
    ..era per mettere in cattiva luce, agli occhi di Lippi, un diretto concorrente!
    :mrgreen:

  65. Diavolo: a parte che continui a sparare cifre senza senso, ma poi cosa significa “aspettiamo che si calmino le acque”? Cosa aspetti?

  66. si spiegherebbe anche la tirata d’orecchie nei confronti di Totti dopo la finale di coppa italia!

    :mrgreen: Chiamalo scemo… :mrgreen:

  67. Tanto il treble non lo fate.

  68. Non mi intrometto nelle vostre discusioni riguardanti allenatore e società, mercato e gestione economica perchè ci sarebbe da aprire una parentesi troppo lunga che credo porterebbe a fare polemica, per cui evito.
    Mi preme di più l’aspetto sportivo, dal momento che li legge un po’ ovunque che, nonostante tutto, la stagione del Milan si può considerare postiva specie per il fatto che “non aveva l’obbligo di vincere”, cosa questa antitetica, dal momento che una società come il Milan, se vuole mantenere sempre questo status, ha il dovere di lottare SEMPRE per vincere.
    In ogni caso riavvolgiamo il nastro e vediamo come sono andate le cose.
    L’estate scorsa il Milan perde Kakà. Sulla sponda rossonera cala il panico e per 3/4 della tifoseria rossonera è l’inizio della fine: “addio, l’Inter non la riprendiamo di più”. Questo probabilmente è stato il più diffuso stato d’animo tra i tifosi.
    Poi arriva il derby del 29 Agosto; l’Inter passeggia sul Milan (ne ha quasi pietà, permettetimi di dirlo) e la conferma del fallimento imminente si instaura nell’animo di tutti voi.
    Se facciamo un’istantanea della cosa lo scenario si conferma cupo, il presente grigio, il futuro nero.
    Alle 22.45 del 29 Agosto 2009, per molti di voi il Milan era morto.
    Scudetti, Champions etc etc…….fine. “È finita un’epoca, abbiamo vinto tutto, R.I.P. vecchio Milan”.
    Ma siamo proprio sicuri che le cose siano andate così????
    Se il Campionato fosse finito ieri dovremmo dire tutti di sì: -12 dall’Inter, fuori dalla Champions agli ottavi bastonati di brutto, fuori dalla Coppa Italia vissuta come sempre come una rottura di coglioni, imbarazzante prestazione in entrambi i derby.
    “Eh, ma siamo arrivati terzi, QUESTO DOVEVAMO FARE, DI PIU’ NON SI POTEVA“.
    Io non credo che le cose siano andate così, soprattutto perchè bisogna finirla di ragionare di calcio solo in base ai “tituli”, bisogna anche considerare come si è lavorato e quello che si è costruito.
    Ritorniamo alla scorsa estate. Siamo proprio così sicuri che la cessione di Kakà sia stata proprio un grande male????
    Il brasiliano ha vinto da solo nel 2007, ma già nel 2008 si era mostrato in evidente calo.
    Kakà era (ed è) un garnde giocatore, ma io l’ho sempre ritenuto meno supercampione di quanto sia stato cmq dipinto, soprattutto per le sue carartteristiche di gioco e cioè una grande progressione palla al piede capace di spaccare le difese solo se gli spazi sono tali da permetterglielo: in partite chiuse o tatticamente molto complicate, Kakà è quasi sempre sparito.
    E non venitemi a dire che è un giocatore completo: ha delle qualità eccezionali, ma molto circoscritte e che con l’età perderà velocemente. Insomma, un grande, ma secondo me non un grandissimo.
    Cmq è una mia opinione, magari mi sbaglio, dato che avere in squadra uno che improvvisamente si fa 40 metri palla al piede e poi ti spara un destro all’incrocio è sempre meglio averlo piuttosto che no.
    In ogni caso, questo suo anno al Real, a parte gli infortuni (un po’ misteriosi a dire la verità), non hanno fatto altro che rafforzare la mia opinione.
    Inoltre l’anno scorso c’era un’evidente incompatibilità tattica con Ronaldinho; i due andavano ad occupare la stessa zona e si pestavano i piedi: non c’era nè dialogo nè costruzione di manovra. Per me non è una stupidaggine dire che il problema di Ronaldinho era proprio Kakà.
    Con la partenza del 22, R80 è tornato a fare il suo gioco, e pur essendo ancora lonatno parente di quello del 2006, quest’anno ha cmq segnato una quindicina di gol e fornito altrettanti assist.
    Non credo che queste siano cose da poco.
    In conclusione, è vero che la cessione di Kakà è stata molto pesante soprattutto sul vostro piano emotivo, ma avendo in casa Ronaldinho (mica un coglione), prendendo un centravanti che sembrava ben altro (Huntelaar), avendo uno come Borriello e sperando nell’esplosione di Pato (mica un altro coglione), credo di poter dire che le condizioni favorevoli per sostituire Kakà c’erano tutte.
    In difesa tornava Nesta e Thiago Silva si è dimostrato un grande giocatore: se guardo l’11 titolare del Milan, di certo non mi si può venire a parlare di squadra da terzo posto.
    Qual’è stato il problema??? Il problema è stato quello di non pensare anche ad alternative valide: una squdra che deve affrontare più competizioni ha il dovere di predisporre una panchina in grado di sostituire i titolari.
    La debolezza del Milan di quest’anno è emersa più in panca che in campo, anche perchè l’alibi degli infortuni di Nesta e Pato non può essere strausato dal momento che Pato e Nesta c’erano anche contro l’Inter o all’andata col Manchester o cmq almeno fino a Febbraio e che anche senza di loro il Milan era in grado di battere Livorno, Napoli e Catania cioè quando, sfruttando il supercalo dell’Inter, c’erano tutte le condizioni favorevoli per effettuare il sorpasso.
    Non venitemi a dire che non avete mai creduto allo Scudetto: potevate passare l’Inter più di una volta, per cui non vi crede nessuno quando assumete questo low profile.
    Poi c’è stata la barzelletta del 4-2-fantasia alla quale hanno creduto i più mongoli dei milanisti.
    Leonardo si era seduto in panca, in estate, con l’idea del 4-3-3: Pato a destra, Ronaldinho a sinistra, Luis Fabiano o Borriello in mezzo. Centrocampo e difesa coi soliti noti. Questa era la sua idea originale.
    Poi è arrivato il diktat presidenziale: il Milan DEVE giocare con le due punte con Ronaldinho trequartista; questo è il Milan che scende in campo il 29 Agosto. La squadra parte bene, ma mi spiace, l’Inter è troppo forte.
    Leonardo prova ad obbeddire ancora un po’, ma non appena si rende conto che a Pato, Ronaldinho, Seedorf e Huntelaar non è possibile chiedere di fare la doppia fase offensiva-difensiva sacrificandosi come muli come fa Mourinho con Eto’o, Milito, Pandev e Snejider, decide di rinunciare quasi totalmente alla fase di copertura e li lascia soli davanti liberi da ogni onere tattico.
    La “strategia” è semplice: “me ne fotto se mi segnano 3 gol, se ne faccio 4 vinco io la partita”.
    Tifosi e media hanno bollato la cosa come “inno al bel gioco”. In realtà è stata una stronzata clamorosa che ha completamente stravolto la squadra esponendola a figure barbine nelle partite importanti.
    Contro avversari forti e che correvano il Milan è sempre stato messo sotto sia sul piano tattico che del rimo di gioco; un allenatore che si professa o che vuole diventare tale avrebbe dovuto riflettere su queste cose invece che battibeccare con chi gli paga lo stipendio. Tra prendere 6 pere dall’Inter e 7 dal ManUtd e darne 4 al Siena o 5 al Genoa, mr Leonardo avrebbe fatto meglio a riflettere e a cercare una via di mezzo invece di rendere palese la sua TOTALE incapità di preparare e leggere tatticamente le partite, cosa imprescindibile nel calcio.
    Altro che bel gioco. I passaggi no look di Ronaldinho vanno bene per i bambinetti che si esaltano per ste cazzate. Lo spettacolo è un’altra cosa e cioè vedere una squadra che si muove all’unisono come una macchina perfetta in goni reparto.
    Che sa attaccare e che sa difendere, non una che parte in avanti all’arma bianca. Questo è sintomo di una squadra che tatticamente non ha nè capo nè coda.
    Fare i freestyler tra no look ed elastici non serve a niente se non a impressionare i mocciosi.
    Il calcio vero è un’altra cosa.
    Nonistante tutto questo il Milan è stato in corsa fino alla fine per uno Scudetto che poteva vincere sfruttando il calo neroblu.
    Altro che “al massimo il terzo posto”.
    Il Milan poteva vincere. Se non ci è riuscito è perchè ha fallito nei momenti decisivi.
    Anche se non era partito con questo obbiettivo si è cmq trovato nelle condizioni di raggiungerlo.
    Per cui altro che stagione positiva, si deve parlare di stagione fallimentare perchè cmq NON SI È VINTO UN CAZZO nonostante ci sia stato l’occasione di farlo.
    E quanto meno in Coppa Italia si poteva degnarsi di portare a casa una Coppetta.
    E forse in CL si poteva anche fare a meno di prendere 7 pere….
    E se anche dopo tutto questo i più scettici non sono convinti, forse gli conviene cambiare punto di vista.
    Ammesso anche di non prendere l’Inter come punto di riferimento (ricordiamoci però che l’estate scorsa tutti davano per favorita la Juve visti gli investimenti e che cmq l’Inter aveva venduto quell’IBrahimovic “al quale bastava passare la palla per vincere lo Scudetto”) davvero questo Milan che ha venduto Kakà non poteva fare almeno come la Roma che ricordiamoci non ha fatto mercato ma và avanti con due prestiti gratuiti (Burdisso e Toni), era partita disastrosamente, aveva mandato via Spalletti e che cmq è lì a giocarsi lo Scudetto ed è arrivata almeno in finale in CI?????????????
    Davvero la rosa giallorossa era così supeiore a quella rossonera????????????
    Davvero per questo Milan, ammessa l’esistenza di un’irraggiungibile Inter, era proprio impossibile fare almeno una stagione alla Roma?????????????
    Siete proprio sicuri di avere i titoli per parlare di stagione positiva e/o quantomeno accettabile?????
    Io ho i miei dubbi.
    E una persona che facesse un’attenta analisi di come è andata la stagione dovrebbe darmi ragione, invece di tirar fuori stronzate come il moralismo del fairplay finanziario quando PER DECENNI SI È FATTO E SPESO QUEL CAZZO CHE SI È VOLUTO, o apolegie di pseudoallenatori come mr Leonardo che hanno una fatto una cappella dietro l’altra fallendo clamorosamente ogni scelta, sia umana che tattica, nei momenti chiave della stagione.

  69. generazione di perdenti

  70. Diavolo1990

    1) Per me vincere la coppa Italia e vincere un cazzo è la stessa cosa
    2) A parlare di stagione fallimentare siete solo voi. Una stagione in cui sono stati raggiunti gli obiettivi minimi non è fallimentare
    3) Come hai detto tu stesso non avevamo le riserve all’altezza.

  71. diavolino, il milan ha vinto un cazzo. sei contento ❓

  72. Diavolo1990

    Il Milan ha vinto più di tutti. Sì sono contento, di più non mi aspettavo.
    La differenza che passa tra Inter e Milan in questo momento è la stessa che c’è in F1 tra Red Bull e Ferrari e tra Siena e Milano nel basket.
    In questo momento molto meglio le prime delle seconde, ma non farei mai a cambio, sono le seconde che devono vincere per colmare il gap con le prime non viceversa.

  73. Tizio, innanzitutto complimenti per il tuo…tema 😛

    Rispondo molto più brevemente: è una falsità che il Milan deve sempre vincere. E vale per chiunque.
    La rosa non era all’altezza, nè di quella dell’inter, nè di quella della Roma (guardati le riserve). Roma che comunque ha fatto qualcosa di eccezionale.

    Vendere Kakà sarebbe stato un colpaccio se Silvio avesse comprato.
    Ronaldinho non è solo no look e giochini: è l’uomo assist delle serie A numeri alla mano.

    Pertanto, viste le premesse, la stagione è soddisfacente.
    Ahimè l’anno prossimo gli obiettivi saranno gli stessi.

  74. Ottima ricostruzione Tizio, sei in gamba!

  75. Diavolo1990

    Si peccato che sia contraddittoria, non abbiamo riserve all’altezza ma potevamo lottare con l’Inter che comunque per lui è un livello sopra di noi, ergo giocando tre competizioni contro una squadra a suo dire un livello sopra di noi dovevamo portarne a casa una.
    Nota bene: è chi perde quando è favorito che ha fallito, non chi non vince quando non lo era.

  76. 1) Nessuno va’ in piazza a festeggiare la Coppa Italia. In questo senso siamo anni luce dietro a Spagna e Inghilterra dove le Coppe nazionali hanno valore e prestigio. È una questione di mentalità. Ovvio poi che i trofei abbiano un valore decrescente: Champions, Scudetto, Coppettina, ma quantomeno degnarsi di fare figure vergognose evitando gli “zeru tituli” sarebbe una cosa sana e giusta.
    In più mi piace sempre una frase che ho sentito pronunciare da Gigi Riva: “il vero vincente è quello a cui sta sulle palle anche perdere a pari e dispari”.
    Dietro questa frase c’è per me tutta l’idea di sport e agonismo.

    2) Non hai colto bene il significato della parola fallimentare. L’obiettivo minimo era il terzo posto????? ne dubito assai. Chi pensava in tal modo aveva completamente sbagliato il contesto. Rigirando il tuo modo di ragionare io, da interista, come dovrei considerare la stagione dell’Inter???? Sarà buona solo se vincerà tutto????? E se non vince cosa sarà, un fallimento???? Ma noi nonn siamo quelli che vincevamo solo perchè avevamo Ibra????? Potrò almeno dire che l’Inter ha lavorato bene????
    Mi piacerebbe proprio sapere quali sono gli obiettivi minimi dell’Inter………..

    3)Il discorso riserve ha però dei colpevoli con nomi e cognomi.
    E nonostante la cessione di Kakà non si mi si può far passare il concetto di un Milan così ridotto con le pezze al culo da dover sistemare un bilancio evitando in toto di acquistare quanto meno dei buoni panchinari.
    Inutile girarci attorno, sono stati fatti clamorosi errori di valutazione.

  77. il milan non è obbligato a vincere sempre. abbiamo visto la B e lottato per la coppa uefa, capitano periodi cosi.

    quello che i tifosi del milan pretendono è la chiarezza della società e l’impostazione di un progetto. e poi si va avanti a tifare.

  78. E nonostante la cessione di Kakà non si mi si può far passare il concetto di un Milan così ridotto con le pezze al culo da dover sistemare un bilancio evitando in toto di acquistare quanto meno dei buoni panchinari.

    E chi lo fa?
    L’obiettivo era realisticamente il terzo posto. Obiettivo centrato.

    Quelli dell’inter? Vincere lo scudetto e migliorare la tragicomiche campagne europee degli ultimi anni. Fatto.

  79. Non è contraddittoria manco per niente soprattutto per un motivo semplicissimo, pratico direi: l’Inter ha vissuto due mesi di calo fisiologico pazzesco e il Milan ha avuto più di un’occasione di superare i neroazzurri.
    Non ragionare in valore assoluto, ma solo in base a come sono andate le cose: noi abbiamo mollato l’osso più volte e voi non ce l’avete fottuto nonostante ve ne fossero tutte le condizioni favorevoli.
    Almeno un po’ di autocritica sarebbe gradita.
    Lascia stare la Champions che è un discorso a sè.
    Per come è andata la stagione è un dato di fatto che, aldilà dei valori assoluti, il Milan era pienamente in condizione di rompere i coglioni all’Inter almeno in due competizioni su tre.
    Questo è un fatto sostenuto dai numeri, non un’opinione.

  80. anonimoabusivo 10 Maggio 2010 at 17:17

    http://www.youtube.com/watch?v=WzHlkjRrDmE DA vedere assolutamente…

  81. Allora, LPF, io sono l’unica mosca bianca che dice che se l’Inter non fa il triplete può cmq parlare di una grande stagione o almeno anche tu la pensi come me????

  82. Diavolo1990

    degnarsi di fare figure vergognose evitando gli “zeru tituli”

    non vincere niente è una figura vergognosa??? quindi la Roma farà una figura vergognosa…?
    Forse solo nella logica dello special.
    Meglio una champions e tre anni di nulla che 4 coppettine. Ah e no, la coppa non vale più un cazzo nemmeno in Inghilterra e Spagna e la prova sono le squadre rimpolpate di riserve. E ti dico di più, le grandi squadre europee che hanno vinto la Champions (noi, Utd, Barça) son passati da anni di transizione, per fare una rosa da scudetto tutti gli anni devi invesitre soldi e rischi che non ti basta nel futuro.
    Ma poi noi con la maglietta “non vincete mai” ci siamo cresciuti, 20 anni a 0 titoli e parlano…

  83. Non è contraddittoria manco per niente soprattutto per un motivo semplicissimo, pratico direi: l’Inter ha vissuto due mesi di calo fisiologico pazzesco e il Milan ha avuto più di un’occasione di superare i neroazzurri.
    Non ragionare in valore assoluto, ma solo in base a come sono andate le cose: noi abbiamo mollato l’osso più volte e voi non ce l’avete fottuto nonostante ve ne fossero tutte le condizioni favorevoli.

    E il calo fisico non possiamo averlo noi (a maggior ragione)?
    Guardati i nostri risultati tra ottobre e gennaio. Era impensabile andare avanti così fino a maggio.

  84. siete una generazione di perdenti, non vincete nè C.I. nè C.L nè scudi

  85. apocal, la generazione che tu definisci di “perdenti” fino a 3 anni fa ci ha fatto vincere tutto. adesso sono vecchi e la colpa non è loro se non sono stati sostituiti.

  86. Diavolo1990, a leggere il tuo commento #83 si capisce che parlare di calcio con te è assolutamente inutile.
    La butti sempre in vacca e riporti sempre ogni conclusione di discorso a questa stupida lotta Inter vs. Milan come se fosse una guerra.
    La chiosa finale di quel tuo commento è emblematica, sia del tuo stato d’animo sia del fatto che non conosci nulla della storia della tua squdra visto che parli di lunghi anni senza vincere………..ma ciò è normale data la tua giovane età.
    Peccato, perchè riduci tutto ad una sciocca questione di tifo.
    Amen, pazienza.
    Speriamo che gli altri redattori siano un po’ diversi.

  87. Bitcha

    Daccordo sul fatto che non siamo obbligati a vincere, daccordo sul fatto che non è stata un’annata fallimentare…. sono contento a mille per il non arrivo di Van Basten, che a parte i problemi che ha, non mi sembra un allenatore valido (minchia con l’Ajax è arrivato sesto in campionato, e ha fatto pure un buon Europeo nel 2008 ma ha battuto l’Italia di Donadoni eh..)

    Sono sempre più convinto del fatto che il Berlusca stia facendo di tutto per toglierci la passione per la nostra Squadra, tutto ciò che è umanamente possibile, ci pigliano per il culo in molti infatti (Gnok Calcio Show ha fatto arte…)

    Mi permetto una cosa su Dinho; ieri mi ha fatto cagare ampiamente, e i dubbi sulla sua tenuta sono emersi… è importantissimo per noi, questo non lo metto in dubbio, e importante anche per far andare la gente allo stadio, ma il prossimo anno che Dinho troviamo???

  88. Bitcha, non sono certo su quale dinho troveremo l’anno prossimo. però sono sicuro che non potremo mai comprare nessuno che possa garantire quello che ha dato lui quest’anno. quindi tanto vale tenere lui.

  89. elbo, infatti ho parlato SOLO di generazione.

  90. “L’obiettivo per la stagione? Vincere lo scudetto ed essere protagonisti, come sempre, in Europa”
    Così Silvio Berlusconi la scorsa estate. E non venitemi a dire “Eh ma Berlusconi può dire quello che vuole”, “eh ma questo…”, “eh ma quest’altro”: il vostro presidente voleva vincere lo scudo e voleva che la squadra si comportasse egregiamente anche in CL. I risultati sono un terzo posto anonimo in campionato e 7 pere agli ottavi di finale, quindi non venitemi a dire che avete centrato gli obiettivi minimi perchè è falso.
    Quanto al resto, d’accordissimo con gli interventi di Tizio, in particolare non capisco tutti questi complimenti a Leonardo.

    20 anni a 0 titoli e parlano…

    Quando mai abbiamo passato 20 anni senza vincere niente? 😯
    Riguardo alle coppe nazionali, hanno il loro valore.

  91. Diavolo1990

    Riguardo alle coppe nazionali, hanno il loro valore.

    Non le cagavate nemmeno voi (ricordo eliminazioni col Bari quando andava in B)
    L’avete vinta nel 2005 è diventata la vostra Champions League.
    Le coppe nazionali sono INUTILI. Questa è la realtà e valgono un piazzamento tra i primi 3 del campionato.

  92. Diavolo1990

    Ancora con sta cazzata di Berlusconi.
    Gli obiettivi li fanno le rose di partenza e i bookmakers. I favoriti eravate voi, no? Quindi che fallimento c’è?

  93. Bitcha

    sì e infatti tutti ci credevano alle cose che diceve e dice Berlusconi, a tal punto che quando è arrivato Onyewu ero gasatissimo e sicuro di vincere tutto… masssuvvia eh!!

  94. Diavolo1990

    Chi era l’Anti Inter e doveva spaccare il Mondo era la Juve.
    Quelli hanno fallito la stagione, non noi.

  95. I bookmakers? E che c’entrano i bookmakers con gli obiettivi delle società? 😯
    Che vi piaccia o meno Berlusconi è il vostro presidente e a inizio stagione si era prefissato di vincere il campionato: obiettivo fallito. Poi che nessuno ci credesse è un altro discorso, come detto da Tizio avete avuto le vostre possibilità ed avete fallito sul più bello.
    Poi hai ammesso anche tu (@diavolo1990) che questo Milan non sarebbe dovuto finire alle spalle della Roma…

  96. Diavolo1990

    Allora facciamo così: per il presidente abbiamo fallito, per i tifosi no.
    E la dichiarazione di voler vincere il campionato la prenderò come attendibile solo se me la dice di fianco a Leo Messi o Ronaldo.

  97. Diavolo1990

    Ma poi scusa tu non eri il primo che dice che il Milan non è mai stato in lotta per lo scudetto?
    Ora viene fuori che abbiamo le nostre chances.
    Capisco tirarsela per il triplete ma scassare il cazzo sul terzo posto se è fallimentare o no è veramente tipico vostro. Ma poi che vi frega? Dobbiamo piangerci addosso? Non siamo mica interisti noi.

  98. E non venitemi a dire “Eh ma Berlusconi può dire quello che vuole”, “eh ma questo…”, “eh ma quest’altro”: il vostro presidente voleva vincere lo scudo e voleva che la squadra si comportasse egregiamente anche in CL.

    Il presidente parla senza sapere cosa dice.
    Lo sa tutto il mondo e lo sapete anche voi. Senza star lì a strumentalizzare tanto delle parole che più che dichiarazioni sono scemenze di una persona che è lontana anni luce dalla squadra.

    Godetevi il triplete.
    Lasciateci fuori, noi sappiamo come stanno le cose.

  99. Diavolo1990

    100 come gli eroi di ATENE!

  100. Certo, a me il Milan non ha mai dato l’impressione di poter vincere lo scudetto (come del resto la Roma), tuttavia avete avuto la chance addirittura di sorpassarci, e da quel momento in poi siete stati disastrosi.
    Triplete? Lo godremo quando sarà stato portato a termine, non prima. Comunque quel presidente di cui parlate in tono staccato e dispregiativo è un signore senza il quale, in questo momento, chissà dove sareste. Capisco che i milanisti non sappiano nemmeno il significato della parola “riconoscenza”, ma trovo un tantino esagerato dire che avete un presidente che dice scemenze, che è lontanissimo dalla squadra, che se ne frega di come vanno le cose eccetera eccetera.

  101. Semplicemente abbiamo fatto un filotto di partite a rendimento altissimo. Sin troppo per la rosa a disposizione.

    trovo un tantino esagerato dire che avete un presidente che dice scemenze, che è lontanissimo dalla squadra, che se ne frega di come vanno le cose

    E’ così.

  102. a proposito di Onyewu, ma che fine ha fatto???? riuscirà a tornare un calciatore (ammesso che lo sia mai stato)?

  103. Certo, a me il Milan non ha mai dato l’impressione di poter vincere lo scudetto

    Ed allora, perchè noi dovremmo pensare che la stagione sia fallimentare, con questa popò di squadra? Quello che dice il presidente, non vuole dire un cazzo! Il discorso che fece all’inizio, era un chiaro esempio di rampicata sugli specchi per giustificare la mancata campagna acquisti. Se non sono scemenze queste!
    Va bene la riconoscenza, ma non deve mica essere eterna, come usa al Milan, con i calciatori! Saremo sempre grati a Berluscono per quello che ha fatto. Ma se adesso non ha più motivazioni e non vuole più spendere, lui che è uno degli uomini più ricchi d’europa e piange sempre miseria come un accattone qualsiasi, non deve prenderci per il culo!

  104. Diavolo1990

    Riconoscenza? Ti farebbe comodo certo vedere ancora vecchi in campo… perché non riprendere Ronaldo e Vieri per riconoscenza? O Recoba? Su non fare il buffone…
    E non difendere Berlusconi che il Milan era comunque un club top mondo anche prima, le sue 2 coppe campioni le aveva. E poi scusa nessuno qui si chiede dove sarebbe l’Inter se non fosse stata ricomprata da Moratti… quindi non ha senso.
    La realtà, è che da buoni secondi, vivete ancora nel confronto con noi consci del fatto che se il sorpasso avverrà sarà in un futuro lontano, cari tifosi della seconda squadra di Milano.

  105. elby era in tribuna con mancini nest e roma ieri a genova… stai tranquilo ad essere vivo è vivo…

  106. diavolino, dire che il milan era una squadra “top mondo” quando è arrivato SB non è esatto….era una squadra con una grandissima storia, ancora famosa in tutto il mondo, ma a metà degli anni ’80 era in netta decadenza (2 volte in B in pochi anni, in confronto ora stiamo benone) e nel momento in cui arrivò SB stava per sparire…chi è grandicello lo sa.

    SB va ringraziato per tutto quello che ha fatto, probabilmente rimarrà il presidente più vincente della storia del milan, ma ora non sta dimostrando più interesse per la squadra e quindi deve rispettare i tifosi e cercare di farsi da parte il prima possibile.

    se ne deve andare per il bene del milan, se è vero come dice di essere un tifoso rossonero!

  107. Onyewu e Senderos…e di là Lucio quasi gratis…
    Tristezza.

  108. Diavolo1990

    Abbiamo fatto l’altra sera su MSN una statistica trofei tra Milan e Inter nel 1986, come sapete per gli interisti loro erano nettamente la prima squadra di Milano e la seconda d’Italia e poi Berlusconi gli ha negato la festa.

    La situazione era:
    Milan
    10 scudi
    4 coppe italia
    2 coppe campioni
    2 coppe delle coppe
    1 intercontinentale

    Inter
    12 campionati
    2 coppe italia
    2 coppe campioni
    2 intercontinentali

    Non è che ci fosse chissà quale differenza tra le due squadre… per cui non vedo perché ad involverci dovevamo essere noi.

  109. Mi sembra che prima che arrivasse Silvio la bacheca del Milan fosse sui livelli, se non inferiore, di quella dell’Inter. E come ha detto elbonito, senza di lui in quegli anni poteva anche fallire (non è che ci fossero tanti acquirenti).
    É stato Berlusconi a fare del Milan un grandissimo club, poche balle. Dopo 21-22 anni di trionfi avete pure coraggio di lamentarvi, siete patetici. Lasciate lavorare questa dirigenza e poi si vedrà, se anche per 10-12 anni il Milan non vincesse più niente, non dovreste avere il coraggio di lamentarvi.

  110. Diavolo1990

    Un top club non fallisce.
    Non sono Fallite nè napoli né fiorentina… una volta che hai il nome trovi sempre chi rileva.

  111. Gli obiettivi li fanno le rose di partenza e i bookmakers

    Senza offesa, ma gli obiettivi li fanno giocatori, società e allenatore e non i tifosi ne tantomeno i bookmakers:
    http://www.affaritaliani.it/sport/nesta-pato-milan-110310.html
    http://www.tuttomercatoweb.com/milan/?action=read&idnotizia=14054
    http://www.milannews.it/?action=read&idnotizia=18972

  112. Patetici sarete voi! O forse non ricordi gli striscioni con su scritto: “Non so più come insultarvi!” Noi chiediami solo un pò più di interesse da parte della proprietà, altrimenti che lasci pure, con mille ringraziamenti per tutto quello fatto fin qui. Che c’è di strano?!

  113. Eh già, infatti il Nottingham Forest è tornato ad altissimi livelli…
    Da quello che mi è stato raccontato il Milan fischiava davvero di finir male, e comunque la disponibilita economica di Berlusconi (che in proporzione ha speso 10 volte quello che ha sborsato Moratti) non ce l’aveva nessuno.
    @LPF80: eh ma guarda che “Onyewu se in forma è un signor centrale” 😆

  114. ha ragione sadyq, qua nessuno rinnega quello che SB ha fatto per il milan. e tra l’altro qua nessuno chiede di stravincere come abbiamo fatto in passato. chiediamo solo un progetto, qualsiasi esso sia. siccome il progetto non c’è, allora penso che la cosa migliore sia che SB e ne vada. tutto qua.

  115. Sadyq: Moratti per noi non ha combinato niente (salvo ultimi anni), abbiamo tutto il diritto di criticarlo. Voi criticate uno che vi ha fatto vincere 5 champions, non so quanti scudetti eccetera, c’è molta differenza

  116. Diavolo1990

    Ci ha fatto e ora?
    Se tenesse alla squadra si presenterebbe a Liverpool DI PERSONA a prendere Torres e Gerrard.

  117. chiediamo solo un progetto, qualsiasi esso sia. siccome il progetto non c’è, allora penso che la cosa migliore sia che SB e ne vada. tutto qua.

    quoto, questo si che è ragionare.

  118. Già certo, perché secondo te il Liverpool si priva sia di Gerrard che di Torres…e se anche fosse giocatori come questi non accettano mica proposte da squadre italiane.

  119. Perchè insisti? Noi critichiamo l’indifferenza e l’abbandono di questi ultimi anni! E, tutto sommato, mi sembra lecito e giusto!

  120. beh credo che nessun milanista non abbia riconoscenza per berlusconi, ma permettici di contestarlo per quello che sta combinando ultimamente, vedere voi vincere tutto mentre noi dobbiamo esultare al gol di miccoli ieri pomeriggio…ti sembra normale???? ti sembra normale che il Presidente dica che mancini era inutile e che serviva una prima punta, dimenticando che chi dovrebbe prendere una punta è lui??? ti sembrano normali le critiche mosse ad ancelotti e leonardo in due anni perchè non hanno fatto giocare bene la squadra?? ti sembra normale che per coprire il buco in difesa siano arrivati senderos onyewu e yepes perchè non ci sono soldi??? ti sembra normale che uno dei più ricchi al mondo si faccia problemi su spendere 20 milioni per fabiano scegliendo huntellar che ne costa 5 di meno??? ti sembra normale che si stiano vendendo uno ad uno tutti i giocatori più importanti (sheva, kakà,e ora pato)??

    beh a me no.

    che ci siano milanisti che durante il periodo delle vittorie un po rosicava perchè era merito di berlusconi è chiaro, ma che non abbiamo riconoscenza su….

    p.s su gerrard lontano dal liverpool io credo poco, una delle poche bandiere rimaste, diciamo uno alla totti…

  121. Alex, ma ci lasci liberi di decidere noi cosa va e cosa no nella nostra società?
    Non è il dispimpegno economico, dopo anni posso capirlo, è tutto il resto!
    Sono le bugie, il fatto di dire che possiamo competere per lo scudetto (con chi? con Bonera, Abate, Favalli, Gattuso, Dida, Mansini?), è il fatto di buttare merda su un allenatore che al primo anno ha fatto il massimo, è il fatto di dire “progetto giovani” e poi rinnovare a Gattuso…

    Suvvia, non è possibile non vedere certe cose…
    Pensa all’inter, goditela finchè puoi.

  122. apocal: io non sono una generazione di perdenti! 🙂
    Ho visto Champions che voi non potete neppure immaginare!!! 👿
    Ma non so se rallegrarmene! :mrgreen:

    Seriamente: che ansia il futuro rossonero! Se vendono Thiago e Pato è veramente il segno inequivoco della fine!

  123. Quelli hanno fallito la stagione, non noi.

    Ok, ad inizio stagione nessuno di voi (me compreso) avrebbe scommesso un euro sulle possibilità di vittoria dello scudo del milan.
    Ma Tizio dice una cosa sacrosanta e cioè che tra gennaio e i primi di marzo, il milan è stato molto vicino alla vetta e in alcuni momenti giocava anche bene. Legittimo quindi pensare di poter fare il colpaccio scudo-champions, lo pensavano i giocatori, lo pensava l’allenatore e lo pensava la società, e chiaramente lo pensavate anche voi.

    Ok non avete fallito l’obiettivo d’inizio stagione ma ancor peggio avete STRAFALLITO l’obiettivo che a metà campionato si è posto dinanzi a voi per demerito dell’inter. Era alla vostra portata e non siete stati in grado di azzannarlo.

    Nei momenti chiave, negli ultimi anni le PALLE le lasciate a casa!

    Non ammettere che in quel periodo credevate nella possibilità di vincere lo scudo è da ipocriti e oggi le frasi sugli obiettivi mi fanno ridere. Troppo facile spostare gli obiettivi in corsa, ma non si fa così, caro diavolino, specie se sei un blogger e ogni tua parola viene chiaramente impressa sul web.

    Non ho avuto nemmeno bisogno di ricercare le tue frasi piu’ fantasmagoriche, mi è bastato leggere tre tuoi post pre-derby di ritorno e sorpresa, ecco quali erano gli obiettivi che a tuo avviso avete centrato e la considerazione che avevi della forza del milan a cospetto dell’inter:

    1) “Si vede dal nervosismo, non riescono più a convincere il mondo della loro presunta superiorità, gli è rimasto solo il derby d’andata, che per ora è l’unica differenza tra le due squadre e senza il quale sarebbero pari.
    E’ il momento di fare in modo che nel calcio italiano venga assegnato il primo VERO scudetto post farsopoli. Derby e scudetto 18: IO CI CREDO.”

    3) A Febbraio questa piacevole distrazione del campionato si farà da parte e torneremo all’obiettivo Champions. Il nostro palcoscenico.

    3)Vincere a Torino è difficile, ma quando vinciamo a Torino è scudetto. Perché quelli lassù ora, fanno meno paura. Anzi, stanno cominciando ad averla loro.

    4) Eppure c’è tutto (rispetto al barca ndr)..
    Una squadra che l’anno prima era data per finita
    Un campione venduto (lì Ronaldinho, qui Kakà)
    Una partenza falsa
    Ora manca solo fare un bel treble…

    5)Julio Cesar vs Dida X
    Maicon vs Antonini 1
    Samuel vs Nesta 2
    Lucio vs Thiago Silva 2
    Cordoba vs Abate 2
    Zanetti vs Gattuso X
    Cambiasso vs Ambrosini X
    Pandev vs Pirlo 2
    Snejder vs Ronaldinho 2
    Milito vs Borriello 2
    Balotelli vs Beckham 1

    6)L’Inter è più forte?
    Più passano i giorni e meno ne sono convinto!

  124. Diavolo1990

    Gli obiettivi erano ad Agosto, quello a Marzo era una cosa in più, che potevamo anche perdere, potevamo lottare perché non eravamo chiamati a farlo e potevamo anche perdere la lotta.
    Se il Milan avesse vinto lo scudetto l’Inter avrebbe fatto la più colossale figura di merda della propria storia, perché partiva favorita. A gennaio le cose erano diverse. Ma quello che conta è Agosto dove si partiva per arrivare terzi.
    Quindi no, non abbiamo fallito, l’unica stagione fallimentare è stata la 2007/08.

  125. Eh Melito, ….. bella forza!

  126. cara yom, mi riferisco a quelli ppiù giovani

  127. Moratti per noi non ha combinato niente (salvo ultimi anni), abbiamo tutto il diritto di criticarlo. Voi criticate uno che vi ha fatto vincere 5 champions, non so quanti scudetti eccetera, c’è molta differenza

    Melito, svegliaaaaaa cazzo!!! Avevo puntato su di te… 😀 😀 😀 😀 😀

  128. Marco anche per te obiettivo fallito allora! :mrgreen:

  129. Colpa tua, non t’impegni.

  130. non posso farci nulla…

  131. mi mancava proprio sentire un interista che diceva che moratti non avesse combinato niente per loro a parte gli ultimi anni…che dire, il commercialista di famiglia sarà felice di questa affermazione :mrgreen:

Comments are closed.