Primo maggio 1988. Erano gli albori del Milan di Sacchi, una squadra che fino a quel momento aveva fatto benino, non benissimo. Eliminata nei sedicesimi di finale di Coppa Uefa dall’Espanyol, fuori dalla Coppa Italia agli ottavi di finale per merito dell’Ascoli.

Eppure in campionato si arrivò a quello scontro con tutto ancora in gioco, con il Milan in ritardo di un solo punto rispetto agli azzurri primi in classifica. Già l’andata (4 a 1 per i rossoneri al San Siro) aveva dato un segnale forte, ma al San Paolo sarebbe stata tutta un’altra cosa. O almeno così credevano tutti.

Al 36′ Virdis porta in vantaggio il Milan con un gol di rapina come solo lui sapeva farli, Maradona pareggia nel recupero del primo tempo con una punizione delle sue.
Nella ripresa entra Van Basten, che ancora non era riuscito a far vedere tutto il suo valore a causa di un brutto infortunio che lo aveva fermato per parecchi mesi, e il Milan si trasforma in un rullo compressore. Pressa il Napoli dall’inizio alla fine e si porta sul 3 a 1 grazie al raddoppio di Virdis (che con un’incornata capitalizza un perfetto cross dalla destra di Gullit), e proprio al gol di Van Basten, che appoggia in rete da pochi passi dopo una galoppata di quaranta metri di uno strepitoso Gullit. La rete di Careca serve solo per dare un’inutile speranza ai partenopei, che non riusciranno più a raddrizzare il risultato.

Grazie a quella partita ci fu il sorpasso, e il Milan qualche settimana dopo vinse il primo scudetto dell’era Berlusconi. La soddisfazione più grande per Arrigo Sacchi fu quella di vedere tutto il San Paolo applaudire in modo convinto il Milan, che aveva giocato una gara davvro magnifica.

Da segnalare le provocazioni di Maradona, che alla vigilia della super sfida affermò di non voler vedere bandiere rossonere al San Paolo. La risposta dei tifosi milanisti fu fantastica: un treno speciale pieno di bandiere rossonere, che da Milano portò i supporter del Milan direttamente a Napoli.

NAPOLI vs MILAN 2-3
Reti: 36′ Virdis, 45′ Maradona, 68′ Virdis, 76′ Van Basten, 78′ Careca

NAPOLI: Garella, Bruscolotti (73′ Carnevale I), Ferrara, Francini, Bigliardi, Renica, Careca, De Napoli, Bagni (56′ Giordano), Maradona, Romano – All.: O. Bianchi
MILAN: G. Galli, Tassotti, P. Maldini, An. Colombo, F. Galli, Baresi II, Donadoni (46′ Van Basten), Ancelotti, Virdis (82′ Massaro), Gullit, Evani – All.: Sacchi
Arbitro: Lo Bello


Posted by elbonito

35 Comments

  1. Diavolo1990

    Sinceramente faccio fatica a pensare una partita a Napoli come decisiva per lo scudetto, ma perché sono giovane io, probabilmente erano altri tempi.
    Eppure questa partita mi è sempre stata raccontata come un dentro o fuori quasi fosse un derby o un Milan – Juve.

    1. Sineramente per me il Milan di Sacchi, non solo quello del periodo del primo Scudetto dell’era Berlusconi, è sena dubbio il più forte in assoluto da quando seguo il Milan.-

  2. quanto è bello vedere il san paolo ammutolito ai gol rossoneri…

  3. diavolino, pensa che in quel periodo napoli-milan era la partita dell’anno….poi loro sono crollati dopo i fatti accaduti a maradona, ma alla fine degli anni ’80 erano davvero fortissimi. mai quanto noi, ovviamente 😀

  4. Mi piace molto questa rubrica!

    Qualche immagine l’avevo vista, ma è con altre partite che sono cresciuto.

    La storia del treno, non la sapevo 😛

  5. Dimenticavo, il secondo video è strepitoso!
    Con l’intervistatore appena fuori dagli spogliatoi che guarda chi c’è dentro…ahah…
    Un altro calcio…

  6. da notare anche le interviste tra primo e secondo tempo ai giocatori e prima del’inizio ….

  7. Interviste sul campo, addirittura fra il primo e secondo tempo. Un calcio più umano, più vicino ai tifosi.

    Pietro Paolo Virdis non è molto ricordato (forse perché quando arrivò berlusca lui c’era già). Ma era un signor centravanti. Un pò lento, e per questo credo che a Sacchi non piacesse granché. Lento ma con entrambi i piedi fatati, forte di testa e con una visone di gioco fuori dal comune.

    Partita memorabile Sono commosso.

  8. Sicuramente era un calcio più umano, anche se io sono per l’assoluta sacralità nei 90 minuti di gioco…altro che interviste all’intervallo, tutti nello spogliatoio a prendersi il cazziantone :mrgreen:

  9. era un calcio molto migliore di quello attuale…sotto tutti i punti di vista

  10. Diavolo1990

    Domattina post del sottoscritto con gli aggiornamenti da calciopoli, altro post da fuochi d’artificio

  11. A proposito di intercettazioni…l’onestone Melito?

  12. è vero, che fine ha fatto?

  13. mamma mia, io ero ancora piccino picciò, però erano bei tempi a rivederli anni dopo … 😉

  14. certo che erano altri tempi, interviste in mezzo al campo, durante la partita ecc. ecc. tempi migliori, nonostante non fosse l’era delle tv, le tv erano forse presenti “meglio” … bello davvero

  15. Melito credo che se ne stia prudentemente in disparte. Credo che i riferimenti al Cipe non gli facciano piacere.

    Non fanno piacere neppure a me, il Cipe è stato il primo Capitano della Nazionale che ho visto. Ma non è che si debbano tacere verità che potrebbero portare ad un giudizio più equo per i vivi soltanto per non tirare in ballo i defunti. Non sarebbe giusto, anche i vivi meritano un trattamento giusto.

  16. Oltre al Cipe telefonava pure Moratti, eccome se telefonava…
    Occhio a non usare la memoria di Facchetti come scudo per l’immunità, caro Melito

  17. il sondaggio è interessante. la risposta secondo me è che son finiti i soldi pure là. manchester, liverpool e arsenal hanno ceduto pezzi grossi e li hanno rimpiazzati con gente non all’altezza. il chelsea praticamente non si è mosso e gioca con gli stessi da 2-3 anni.e non sono neanche più dei giovincelli.
    delle quattro semifinaliste notare che inter e lione hanno praticamente stravolto le loro squadre rispetto allo scorso anno (senza avere perdite clamorose, anzi…), e hanno raggiunto un traguardo che non raggiungevano da anni. il bayern ha avuto un gran culo, ma tante volte è meglio giocare contro una squadra forte che una squadra fortunata.
    il barça è un discorso a parte. nel calcio raramente chi merita vince, ma questa è la prima squadra che vedo vincere tutto quello che si merita di vincere. e non c’è arbitro o sfiga che tenga, sono due anni che martellano. non penso arriveranno in finale anche quest’anno, ma quello sarà poi un altro discorso.

  18. marcovan, sinceramente io non ho nessun problema a mettere in mezzo facchetti in questa storia. è stato un grandissimo difensore e come giocatore lo abbiamo apprezzato tutti, ma come dirigente non sta facendo affatto una bella figura.
    e poi ha ragione lpf, anche moratti parlava al telefono, e pure parecchio!

    gli interisti si stanno semplicemente nascondendo. come hanno sempre fatto.

  19. A proposito di intercettazioni…l’onestone Melito?

    Tranquillo Lpf…io ti leggo…sempre! :mrgreen:

    Tornerò a commentare quando questa storia sarà finita e quando la memoria di Giacinto sarà salvaguardata.

    Comunque un saluto a tutti-

  20. Sul sondaggio:
    -il campionato non è più sfiancante dello scorso anno o di due-tre-quattro anni fa in quanto è lo stesso.
    -sfortuna più di tanto non ne ho vista, poi può capitare per un anno di uscire prima, non parlerei di disastro
    -errori arbitrali ci sono stati sono soprattutto in Inter-Chelsea (l’andata) ma alla fine comunque l’inter ha meritato
    -rose scarse è quella che rimane, nel senso che c’è stato un generale indebolimento (il Chelsea non ha preso nessuno e non è un squadra di giovanotti, lo United ha perso un certo Ronaldo e l’Arsenal è sempre una squadra un po’ così, non è mai una super-potenza).

    Per quanto riguarda Melito…credo che se aspetti la fine della vicenda ci rivedremo tra molto tempo…la memoria di Giacinto mi sembra salvaguardata, però quello che ha fatto in vita (giusto o sbagliato che sia) lo si può raccontare, non vedo il motivo per cui nasconderlo.

  21. il calcio inglese sta iniziando il declino…speriamo che corrisponda a un risollevamento di quello italiano.

    Tornerò a commentare quando questa storia sarà finita e quando la memoria di Giacinto sarà salvaguardata.

    esagerato….

  22. Una delle più belle ed emozionanti partite del Milan! Col Napoli, in quei tempi, era la Partita! Che squadra, guardate la formazione: è da leggenda!
    Poi, concordo pienamente col #7 di Marcovan: Virdis è uno di quei giocatori, fondamentali in un certo periodo, ma quasi mai ricordati in seguito.

  23. Era una minaccia, vero Melito?

  24. E poi, checcazzo, io ogni tento leggo anche telefonate di Moratti, mica solo Facchetti…!

  25. Tutti ladroni.

  26. Che bella partita!
    Fa piacere rivederla.
    Su Facchetti dico questo: siccome non sono giovane, come voi, ho meno problemi. Per me, era un interista e basta, come tutti gli altri che componevano quella squadra.
    Poi, è morto e ne rispetto la memoria, ma basta. Non ne faccio un santino. Avrà avuto anche lui i suoi lati deboli o no?
    Poi, se le sue intercettazioni e quelle di Moratti siano da inchiesta federale è un altro discorso di cui si vedrà l’evoluzione.
    Intanto su milanews c’è un bell’articolo di Serafini.

  27. Applausi per Yom

  28. bravissima yom.
    adesso tutti cercano di santificarlo, ma lui era semplicemente una persona normale. un grande uomo di calcio e un grande interista, che ha commesso degli errori come tutti.

  29. Grazie LaPaura e grazie elbonito. Non mi piace essere ipocrita, tutto qui!

  30. Ops, ma guarda un pò: ma avete letto bene qui? http://www.blogquotidiani.net/?p=22
    E al Milan sono stati tolti solo 8 punti??? E’ una vergogna davvero! Avrebbe meritato la serie B, altrochè!
    Saluti.

  31. Bitcha

    lui ha voluto gasare così??
    Mamma mia… respect Priapo!!

  32. Diavolo1990

    Eh beh i biscotti di fine stagione son sempre esistiti e sempre esisteranno…
    Una sola squadra è rimasta impunita!

  33. ma infatti….ce ne sono una decina all’anno di partite cosi dai….e comunque noi la punizione l’abbiamo avuta, l’inter ha avuto in premio uno scudetto….c’è una bella differenza.

  34. Diavolo1990

    Non hanno ancora smesso di dare lezioni di onestà nonostante tutto :mrgreen:

Comments are closed.